Creato da zanna1999 il 05/04/2010

IL PETTIROSSO

..sopra un cristallo azzurro giocava al fiume la mia anima..(F.G.Lorca)

 

 

IL FIUME...

Post n°1081 pubblicato il 24 Giugno 2018 da zanna1999

 

 

C' erano una volta il falco della regina, un orso bruno e una lince europea.

Vivevano tutte e tre nello stesso territorio, ossia in una verdeggiante e florida valle nella quale scorreva un limpido fiume . Ognuno di loro beneficiava della sua acqua cristallina e generosa nutrendosi del pesce che viveva in esso.

L'orso e il falco si conoscevano ma da subito presero le distanze l'uno dall'altro.

Ognuno aveva il proprio spazio dove agiva indisturbato e secondo le proprie esigenze. Il falco aveva i cieli, le cime delle montagne e la radura accanto all'acqua, l'orso nella vasta foresta lussureggiante che si estendeva tutto attorno al fiume fino a perdersi di vista verso oriente . Anche la lince viveva nella foresta.Visitava il fiume per nuotarci dentro, alla mattina presto o al crepuscolo. Era un animale docile e devoto alla famiglia. Molto cauto e riservato ma non per questo meno pericoloso, specialmente se si invadeva lo spazio dove viveva. Una volta, durante la stagione delle calure, l'orso e la lince s'incontrarono giù sulle sponde del fiume . All' inizio sembrava che potessero essere amici, si dissetavano uno poco distante d'altro, dandosi occhiatine brevi, poi continuavano ad abbeverarsi ognuno nel suo tratto del fiume. Fu nello stesso istante che videro un bel pesce grosso e l'istinto del predatore si risvegliò all'improvviso.

Si precipitarono in acqua con la stessa intenzione di catturare il pesce, l'una per poter sfamare i propri cuccioli e altro per placare la fame. Fu la guerra. Si scontrarono a graffi e morsi fino a che videro che il pesciolino non c'era più. Alzarono gli occhi in alto e notarono il falco che si allontanava con il pesce. Da allora non si rivolsero più la parola. Il falco per un po' mulinò sopra il fiume rilasciando il suo tipico grido poi sparì nella nuvola candida che apparve verso sud. L’orso non scese al fiume per un lungo periodo di tempo mentre la lince continuò ad allevare i propri piccoli sfamandoli catturando le lepri.

Il fiume si sentì solo. Un po' dispiaciuto per la scenata al quale era testimone e rendendosi conto che non era in suo potere farli andare d'accordo,continuò a scorrere più lentamente come se fosse stanco di tutto.

Il fiume in realtà non vedeva l'ora di abbracciare il ceruleo Mare.

 

Natasa Butinar ©

 

 
 
 

INFERNUS...

Post n°1080 pubblicato il 08 Giugno 2018 da zanna1999

 

 

 

Oscillo sul bordo del baratro

sotto c'è la notte più profonda,

il suo infinito

come una calamita mi attira a sé .


Qualcosa di me ,

qualcosa che non conosco ancora

lì dimora?


Di sicuro non lo troverò in paradiso

per quanto confortevole tu dici sia,

cinto da regole ,muri alti dei tabù,

io ho bisogno di spazi ,spruzzi a caso

di colore sul quel fondo nero

per disegnare punti di luce

come un lampo squarciare il cielo

ci provo,mi muovo

per poi precipitare in basso,più in basso,

trovare una pietra,un sasso dove edificarmi

di nuovo,di nuovo

 

N.

 

 

 
 
 

POST SCRIPTUM...

Post n°1079 pubblicato il 05 Maggio 2018 da zanna1999

 

 

Dentro la spirale del desiderio

le dita immergo,

lo sguardo segue una nube -veliero,

un cardellino canta

tra le fronde del ciliegio in fiore.


Il pensiero mio a te convergo,

mi sentirai ,spero,

l'immaginazione i sensi incanta

mescolata con il ticchettio del cuore.

 

Adoratore muto delle sagome nel cielo,

sia questo il vivere di un Poeta ?


Sia questa la prigione nella quale

il capezzale già qualcuno

con la penna intinta nello spasmo

per noi ha già descritto.


 Inutile a darsi penna .


Il vivere in questo sistema di cose

ci ha sconfitto!

 

N.

 

 
 
 

A CAPO SCOPERTO...

Post n°1078 pubblicato il 26 Aprile 2018 da zanna1999

 

 

Ho smesso di coprirmi il capo

quando entro nel tuo santuario

perché non credo che tu sei il mio superiore.


Si, ti hanno descritto come tale i miei avi

ma di più non sei finché

le mie sorelle indossano il velo

per nascondere i lividi ,

fino a che un bimbo esanime

attira a se i sciami di mosche

e la Natura deturpata da i tuoi adepti

cerca di continuo a rimarginare le ferite.


Ho smesso di coprirmi il capo

quando entro nel tuo santuario

cosi i miei pensieri “impuri”

possono salire fino alle tue orecchie

e magari decidi di farti vivo.


Sto in silenzio,non prego ma scrivo

di miei sentieri stretti e accidentati

scrivo con una penna di gabbiano

intinta nel petrolio versato in mare

da chi sa quale nave.


Scrivo in penombra

perché da li si vede chiaramente il Mondo

e vedo te ,”superiore”,

inchiodato su una croce

che i tarli tardano ad attaccare ,

povero Cristo,

dagli uomini

cosa ti sei lasciato fare ?

 

N.

 

 

 
 
 

IL BALLO DELLA VITA...

Post n°1077 pubblicato il 27 Marzo 2018 da zanna1999

 

 

 

Dentro al centro del ciclone

il mio cuore danza

al ritmo delle stagioni .

Segue il respiro d'Universo,

una stella emana ancora la luce

nonostante spenta da millenni .

Ballo in onore suo.

Le porte solenni della saggezza

non sono mai state sigliate ,

solo pochi uomini le hanno trovate

anche se sono visibili a tutti,

le porte del Est e del Ovest ,

del Nord e del Sud .


Le chiavi nella Bibbia,

Veda , Corano e antico Talmud.


Dentro al centro del ciclone

il mio ardimento danza ,

le mani diventano le ali ,

i piedi le pinne di un pesce

il cuore stare fermo non riesce ;

ritmo mantiene a oltranza

mentre attorno tutto si muove,

tutto trasmuta

tutto danza ,danza,danza...

 

N.

 
 
 
Successivi »
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: zanna1999
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Etą: 47
Prov: EE
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

 

 

Questo blog sostiene diritti

dell' uomo,dei popoli,

degli animali e tutti

 gli organismi viventi.

 

NO HATE

 

 

 

 

Primaverili

stele cadenti,

file di guerrieri

e la mitraglia

che miete

e storpia il Creato..

(Woodenship)


 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31