Creato da ambretta2009 il 24/10/2009

Spiragli di Luce

La Speranza nel Cristo Risorto

 

Il volontariato.

Post n°1033 pubblicato il 09 Gennaio 2022 da ambretta2009
 

ll vertice della speranza è Cristo, le sue mani sono la nostra àncora di salvezza, il suo cuore è la nostra scialuppa di salvataggio, la sua sapienza è la nostra speranza trasformata in realtà. Evviva Gesù, fratelli e sorelle, evviva il nostro Salvatore, evviva il Cristo Risorto! Egli è l'unica nostra vera speranza; senza di lui veramente non ci sono soluzioni. La vera solidarietà sta proprio nel fatto di avere cognizione di essere membra di Cristo, di essere tralci di unica vite, tutti ugualmente necessari ed importanti per la crescita e la poduttività nostra e dei fratelli. Impariamo ad essere solidali con Gesù, non allontaniamoci mai da lui, ma anzi doniamogli tutta la nostra buona volontà, tutta la nostra collaborazione, tutti i nostri sacrifici e lui ci aiuterà nelle nostre iniziative di solidale fratellanza. Così come siamo unica pianta con Cristo, unico corpo con lui e così come le membra, pur separate le une dalle altre per la loro funzione, sono legate tra loro fino a formare il corpo, così la solidarietà deve raccogliere il volontariato nel suo principio vitale: la carità. L'associazione non deve rispecchiare l'identità di chi la crea o la gestisce, ma l'identità vera sta nella motivazione per cui nasce, nella gestione della stessa attraverso il sostegno e la ricerca. Il volto dell'associazione non è tanto quello del fondatore, ma, come un mosaico, deve racchiudere i volti di tutti coloro a favore dei quali è nata. La solidarietà ha un volto unico: la collaborazione responsabile e fraterna nella gratuità dell'amore. Non il prestigio dell'uomo, non l'esposizione del proprio io, non la pubblicità del mezzo, ma solo del fine. L'esperienza della propria vita, la testimonianza della gioia e del dolore, l'offerta del proprio tempo, dei propri risparmi, della propria intelligenza e capacità, la ricerca spontanea di aiuti materiali, morali e scientifici sono la linfa della solidarietà.  Essa è trasparente, forte, inattaccabile, è l'anima stessa di Cristo che vive in ognuno di noi, uniti da un unico sentimento: L'AMORE.

 
 
 

Come i Re Magi.

Post n°1032 pubblicato il 03 Gennaio 2022 da ambretta2009
 

Si, facciamo anche noi come loro: mettiamoci in cammino per andare a trovare Gesù e quando lo abbiamo trovato, pur se abbiamo impiegato tanto tempo e siamo stanchi, inchiniamoci ad adorarlo! Saremo ricompensati di ogni fatica! L'importante è non ritornare sulla vecchia strada, quella sbagliata, ma proseguire per la nuova, quella illuminata dalla sua luce. Questa è la conversione: cambiare direzione alla  nostra vita, lasciandoci alle spalle il passato vissuto senza di lui, a modo nostro, secondo la logica del mondo. Non importa il tempo che impieghiamo, perché lui è sempre lì ad attenderci, come piccolo bambino bisognoso del nostro amore, ma che ci restituisce un amore ancora più grande. Camminiamo senza timore nelle vie oscure e faticose, affrontiamo salite dure e notti insonni, deserti e abbandoni, privazioni e naufragi, camminiamo nel nostro tempo, difficile da vivere, senza perdere la speranza e lo troveremo ad attenderci per donarci la vittoria della vita sulla morte, della gioia sul dolore, della felicità sulla tristezza. Accogliamo ed abbracciamo il nostro fratello e accoglieremo e abbracceremo il nostro Dio; da lui saremo accolti ed abbracciati. Non perdiamo mai la fiducia e la speranza e seguiamo l’esempio dei Re Magi, che tanto hanno camminato e cercato e alla fine lo hanno trovato, Gesù, il Bambino nostro piccolo fratello, il re senza trono e senza corona, se non quella che lo attendeva, quella di spine!..

"Per un'altra strada fecero ritorno al loro paese".

 
 
 

Il Verbo.

Post n°1031 pubblicato il 23 Dicembre 2021 da ambretta2009
 

Il Signore parla nella lingua a Lui congeniale: il Verbo. L’espressione del Verbo è la Sacra Scrittura ed ogni Parola è Suono di Verità. Anche nelle sacre scritture c’è molta parola d’uomo, ma certamente non è quella a nascondere il vero senso di Dio. Il Signore parla in più modi, ma tutti e sempre verificabili attraverso il testo sacro. Lo Spirito di Dio ha sempre dialogato con l’uomo, come ha fatto con Abramo e Mosè. Il Verbo era prima dei tempi e si è incarnato nel Figlio per rendersi visibile. La Parola di Dio ha sempre un filo logico conduttore, anche se nel suo svolgersi percorre strade diverse. E’ necessario avere rispetto della Parola di Dio, avvicinandoci ad essa con timore ed umiltà, perseveranza e fiducia. Il suono del Verbo è imperioso e dolce, deciso e tenero, giusto e comprensivo allo stesso tempo. Il Verbo di Dio si serve della Parola scritta per giungere all’uomo in modo attuale e vivo. La Parola raccoglie, dispensa, divulga, estende le sue radici senza soffocare, ma portando nutrimento benefico. La Parola, cioè il Verbo di Dio, non si impone, ma lascia all'intelligenza e alla spiritualità dell'uomo tutto il tempo necessario per essere "masticata e digerita" e diventare sostanza necessaria per vivere.  Alla fine la Parola scritta racchiude una Persona: l'uomo-Dio Cristo Gesù e in lui troviamo il risultato della nostra ricerca.

 

 
 
 

Inno a Maria.

Post n°1030 pubblicato il 15 Dicembre 2021 da ambretta2009
 

Maria, Regina dei fiori spirituali.

Bianca, rosa, celeste! Maria, tu sei poesia di colori, inno di festa, arcobaleno  radioso! O rosa che spicca, stupenda, tra le rose più belle,  ci inebri del tuo profumo! Tu bianca, tu rosa, tu gialla, tu rossa, tu splendido fiore del Creatore, racchiudi in te le più belle tinte della natura, del mondo, dell’universo. O Maria, tu sei luce dalle mille sfumature e come puro cristallo rifletti su di noi i raggi della tua celeste grazia. Come serra preziosa, custodisci i meravigliosi fiori  del giardino dell’Eden che Dio Padre ti ha affidato e da te ogni colore e profumo si irradia verso l’uomo e lo abbraccia teneramente e maternamente. Maria, tu sei la bella tra le belle, ma quando il Padre e il Figlio ti vestono di sole, allora non c’è fiore o colore o profumo che possa essere paragonato alla tua beltà, perché tutta riluci della bellezza incontenibile ed inesprimibile di Dio. 

Ave Maria, tempio dello Spirito Santo!

 

L’annunciazione.

E lo sguardo di Dio si posò su Maria. Gabriele portò quel Raggio di Luce nella casa della fanciulla prescelta e tutta la stanza risuonò della Voce di Dio: “Ave Maria, riempita della Grazia Divina!” Ella, teneramente stupita, si lasciò avvolgere dalla dolcezza del bacio del Padre Celeste e disse il suo “sì” alla Sua volontà. Gabriele, felice, salì nel cielo per consegnare nella Mano di Dio la volontà di Maria. Anche noi, Eterno Padre, ti offriamo, come Maria, il nostro “sì”. Amen.

 

E forte nel petto batté il cuore della fanciulla Maria! Mai tanta Luce illuminò il suo essere e meravigliata, con il volto proteso verso l’alto, ascoltò le parole di Gabriele, l’Arcangelo di Dio che le annunciava la sua santa  maternità verginale, glorificata dallo Spirito Santo. O Maria, giovane donna semplice ed umile, hai donato il tuo eterno “sì” all’unico Creatore e Padre Celeste abbracciando, in silenziosa obbedienza, la Sua Volontà.

Ave Maria, tu sei benedetta tra le donne! Amen.

 
 
 

Maria, Madre di Dio e madre nostra.

Post n°1029 pubblicato il 05 Dicembre 2021 da ambretta2009
 

Prendiamo esempio da Maria, che si è fatta serva di Dio ed è sempre vissuta all'ombra di suo Figlio Gesù, che pur cresciuto nel suo seno e nutrito dalla sua carne, è stato generato dallo Spirito Santo. Maria non ha mai chiesto spiegazioni del mistero che si è compiuto in Lei e mai ha chiesto grazie particolari, in virtù della meraviglia che è stata tutta la sua vita. In questo dobbiamo seguire Maria, nell'esempio del suo essere donna come piace a Dio, pienamente consapevole di essere Sua figlia, creata per amare ed essere amata. Maria è veramente, per tutti noi, dono di Dio e lei stessa si offre, per amore di Gesù, come dono a Dio per noi. Il Padre, nella Sua bontà e pazienza, ce l'ha lasciata come fiore profumato nella nostra vita, come specchio del Suo amore materno, oltre che paterno. Maria ci comunica la sua grande capacità di amare e di sopportare il dolore per dare gloria a Dio. Gesù ci dice che, se vogliamo seguirlo, dobbiamo portare la Croce come Lui e con Lui, perché in questo modo prendiamo parte al suo sacrificio e prendiamo parte alla salvezza dell'umanità.  Maria ci da l'esempio di come portarla e come aiutare Gesù a sostenere quel doloroso peso, ci da consigli su come affrontare questo penoso cammino. Maria ci porta a Gesù e ci insegna ad amarlo. Ma l'uomo non ha compreso che Dio, pur di salvare l'intera umanità, ci ha donato Maria come personale collaboratrice di Gesù, che comunque resta il solo ed unico Mediatore con il Padre Nostro. Dio si è voluto ancor più avvicinare a noi, permettendo a Maria di assumere un ruolo importante nella storia dell'uomo, soprattutto nella crescita spirituale, essendo Maria Nutrice per eccellenza. Ella ascolta, consiglia, ci spinge verso tutto ciò che è buono, ci immette nella strada che conduce a Dio e prega fortemente per noi il Figlio-Dio, a cui per prima è sottomessa. Lo Spirito Santo ha reso Maria "Fontana zampillante di Grazia" e in Lei Gesù ha trasfuso la dolcezza della Sua Sapienza. Maria è veramente l'opera d'arte più bella della Creazione. Per questo, ammirando e venerando Lei, ci uniamo alla sua incessante preghiera e ci insegna ad amare Gesù e in Lui adorare il Padre nello Spirito Santo. Maria può concedere tutto ciò che ha: le sue virtù, perchè Lei stessa è "La Virtù" in cui Dio si è compiaciuto, rendendola Immacolata Madre Universale. Come Madre nostra Universale è il più perfetto modello di donna, in tutti suoi più svariati ruoli, ma anche di nuova creatura- figlia di Dio, cioè vero modello della nuova umanità redenta. Attraverso di Lei ogni preghiera corre veloce nel Cuore di Dio, nonostante le durezze e le asprezze del nostro cuore di pietra, spesso unica causa del nostro male.


 
 
 
Successivi »
 

Madonna

Madonna dei Poveri, solleva le nazioni, guarisci le infermità, benediteci, prega per noi.

 

Il sorriso

Silvia Tassone

 

Pace

Se la pace non è dentro di noi, non ci sarà fuori di noi e tra di noi!

 

La libertà

LA VERITA' CI RENDE LIBERI..

 

Il creato.

Siamo creature, non siamo onnipotenti. Il creato ci precede e dev'essere ricevuto come dono. Papa Francesco.

 

La bellezza

La bellezza nella semplicità del quotidiano risplende di luce propria.

 

TAG

 

AREA PERSONALE

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ambretta2009giovanni80_7NonnoRenzo0vitasenzatempoMAGNETHIKAlele686Anonimo.Locoalbireo52blaskina88comunesenso11Brezzadilunales_mots_de_sablemassimiliano650LaStanzaChiusaAngeloSenzaVeli
 

ULTIMI COMMENTI

Che bella
Inviato da: soliinmezzoallagente
il 18/07/2019 alle 15:50
 
.......Vivi ogni giorno come se fosse ogni giorno. NÚ il...
Inviato da: SEMPLICE.E.DOLCE
il 05/01/2019 alle 09:36
 
sempre sia Lodato il buon Ges¨ Nostro Signore ...Amen
Inviato da: SEMPLICE.E.DOLCE
il 23/12/2018 alle 22:38
 
Ciao, buon pomeriggio..ho conosciuto Silvialuce di...
Inviato da: giramondo595
il 21/06/2010 alle 18:25
 

Inviato da: Anonimo
il 00/00/0000 alle 00:00