Creato da Arek89 il 10/11/2007

La Filosofia di Arek

se mai capito in ispirazione, scrivo qualche cosa...

 

 

...

Post n°209 pubblicato il 30 Luglio 2021 da Arek89

Riuscirò mai a far funzionare una relazione? 

Forse è l abitudine ad essere solo, l abitudine a non pensare agli altri, l'abitudine a non riflettere prima di parlare .. Non lo so, ma dopo un mese che sembra di aver riscoperto cosa sia l amore dopo anni, mi ritrovo di nuovo a fronteggiare quel muro invalicabile che è la "comprensione".

Parole dette col tono sbagliato, decontestualizzate, fatte uscire con troppa semplicità mi si ritorgono pesantemente contro. Sono troppo " Libero" forse.. Non sono cattivo e soffro a vedere soffrire per colpa della mia lingua, ma a quanto pare è un difetto che ho sempre avuto... Ricordo ancora una frase che feci mia anni fa :

"non sono io a farvi male, ma siete voi a farvi male con me" 

O una roba simile comunque. Sta di fatto che è così ed ho paura. Ho paura di perdere la felicità e la serenità che sto vivendo. Ho paura di perdere la dedizione, la passione e l amore che sto facendo uscire... Ho paura di perderla, di perdere tutto con lei. Tanta paura... Troppa paura... Ma lei sembra non capirlo. È così tanto incentrata sulle sue insicurezze che non vede le mie, non vede la mia buona volontà ma soprattutto non capisce quanto mi ferisce nel non credermi solo per un tono sbagliato od una frase mal interpretata... Boh

Io non mollo e proverò e rimproverò finché avrò respiro... 

 
 
 

...

Post n°208 pubblicato il 23 Febbraio 2021 da Arek89

QUANDO VIVI NEI RICORDI, 

HAI GIÀ SMESSO DI VIVERE... 

 
 
 

Buon Natale

Post n°206 pubblicato il 25 Dicembre 2020 da Arek89

Buon Natale! 

Per quanto questo Natale 2020 sia strano, doloroso, censurato.. questa deve essere una notte magica. E lo sarà solo se noi gli diamo modo di esserlo! Non perdete mai la speranza od i sogni, ora più che mai aggrappatevici e ribellatevi allo sconforto od alla tristezza, Cristo è nato ed è tra noi. Se non siete credenti non importa, pensate alla tradizione di questa fondamentale festività occidentale ed alla gioia che deve portare nei nostri cuori perché, diciamocelo, se non morissimo dimenticheremo addirittura di respirare. Dunque lasciamo che per poche ore all anno una tradizione, una fede, ci ricordi che sorridere e sperare è importante. Un uomo rassegnato è sconfitto prima ancora di combattere.. e noi non dobbiamo rassegnarci al maligno ma avere fede e lottare per essa! 

buon Natale, buona vita, buoni sogni ed un abbraccio di coraggio 👍🏼

 

 

forse l abbraccio di coraggio tento di farmelo da solo .. 

 
 
 

...

Post n°204 pubblicato il 01 Settembre 2020 da Arek89

Ci pensate mai a quanti volti, nomi, persone avete incontrato nella vostra vita ? E quanti ne avete dimenticati? Magari hai un flash di un ricordo ma con chi eri non lo sai . Magari pensi all asilo, a quei coetanei con cui alzavo le gonne alle suore e svaooavi .. dispersi e spariti ... Ad un concorso fatto fianco fianco con ragazzi con cui hai condiviso quel fatidico momento per poi puff, mai più rivisti... Alle signorine aiutate dal benzinaio, al biker fradicio sotto ad un balcone con te che aspettavate la fine della grandine ridendo come bambini, alla ragazza di scuola guida traumatizzata dall' esaminatore che hai consolato col tuo becero umorismo . Al vecchietto che perde il bastone ogni 2 secondi mentre cerca di pagare il conto al tabacchino , al punk a bestia che hai cacciato dalla spiaggia .... E gli amori platonici ? Quella con cui ci hai provato in discoteca , o le ore perse a sognare la ragazza del lettino x ... Quante esperienze , quanti incontri e quante parole ... Ma poi tutto svanisce , tutto resta confinato a quegli attimi .

La vita è forse proprio questo, attimi confinati che poi spariscono nell' oblio ...

 
 
 

....

Post n°200 pubblicato il 17 Giugno 2020 da Arek89

Un commerciante indiano si recò un giorno in Africa per acquistare prodotti locali e certi animali. Mentre era nella savana vide uno stormo di pappagalli parlanti dai colori sfavillanti, e decise quindi di catturarne uno per tenerlo come animale domestico. Tornato a casa tenne il pappagallo in una bellissima gabbia dandogli da mangiare le cose migliori, allietandolo con la musica e trattandolo con sincero affetto. Due anni dopo quando il commerciante dovette fare ritorno in Africa chiese al pappagallo se avesse un messaggio per i suoi amici della savana. Il pappagallo gli chiese di riferire che era molto felice nella nuova gabbia, che godeva di ogni momento e che ricordava i suoi amici con grande affetto.

Giunto in Africa il commerciante riferì subito il messaggio a un pappagallo che però appena ebbe finito di ascoltarlo cadde morto. Il commerciante era scioccato, subito penso che l'animale morto fosse un parente del suo pappagallo e che fosse morto per la tristezza. Tornato in india raccontò al suo pappagallo cosa era successo, ma mentre raccontava l'accaduto gli occhi del suo animale si riempirono di lacrime e cadde morto. Il commerciante era esterrefatto, e attribuì la morte al trauma per ciò che era successo al suo amico nella savana.

Tolse quindi l'uccello dalla gabbia e lo mise fuori. Subito il pappagallo prese il volo e si fermò sul ramo di un albero. I commerciante disse: "Allora sei vivo! Perché mi hai ingannato così?" Il pappagallo rispose:

"L'uccello africano mi ha mandato un messaggio importantissimo. Mi ha detto che se voglio fuggire dalla gabbia devo morire mentre sono ancora in vita!"

Dobbiamo morire mentre siamo ancora vivi, per comprendere come la nostra coscienza è ingabbiata da pregiudizi e condizionamenti.

Capiremo allora che non è più necessario vivere in gabbia.

Trovata sul web..
 
 
 

Le parole mai dette ..

Post n°198 pubblicato il 09 Giugno 2020 da Arek89

Ed eccomi ancora qui , alla fine di una meravigliosa relazione a scrivere 2 pensieri mai detto e che nessuno dovrà leggere . Parole morte in gola e che forse è stato meglio così ...

Cioè, questo era quello che volevo fare ma mi sono accorto che effettivamente le parole salvate e mai dette non erano quelle che davvero ricordavo. Questo perché probabilmente le ho studiare e rigirate così tante volte che alla fine ne è uscito solo in banale estratto . Un meraviglioso estratto .

Erano parole per costruire un vero futuro assieme, parole di confronto in cui esponevo alcuni limiti che avevo e non corrispondenze che trovano in lei e che avrebbero dovuto essere discusse .. ed invece , ora che rileggo quel messaggio di più di un anno fa mai spedito e mai letto , trovo solo un monito sul mio malessere attuale.

Le chiedevo di consocere altri ahahahahahahaha, le chiedevo di conoscere e frequentare altri ragazzi per capire se era davvero me che voleva ahahahahahah

Ed ora ho le budella rigirate solo perché lei ha deciso di rompere un storia che non poteva oggettivamente proseguire il giorno prima di uscire con un altro . Abbiamo rotto di comune accordo, fosse per me sarebbe finita anche già a le ottobre , quando ricevetti la comunicazione di trasferimento ... O forse meglio dire quando ho accettato di cambiare nuovamente vita . La distanza sarebbe stata in problema, l'ho detto . Ma lei ha preferito provarci lo stesso , non si sa mai .... Ed il non si sa mai si è trasformato in un "aspetta che trovo qualcuno altro con cui trastullarmi e ti libero dal vincolo" .

Forse nelle mie parole c'è un po' di amaro . Ma giuro su Dio che non c'è l'ho con lei , anzi, ce ne fossero di più ragazze come lei che non tradiscono ma che piuttosto ti mollano prima , grazie per questo e grazie per I meravigliosi anni passati assieme.

Sta di fatto che sono lo stesso qui a soffrire . Gelosia ? Magari . Temo che sia pura invidia . Di come sia facile per tutti andare avanti, vivere relazioni, fare sbagli.. mentre io sono sempre qui, come un robot . Nulla al caso, nulla per sbaglio, nulla per fortuna e sopratutto : niente va mai avanti .

Le parole che non le ho mai detto, oltre a conoscere ragazzi (ahajaja) era di crescere . Purtroppo la sua inoccupazione e la mancanza reale di indipendenza e voglia di indipendenza erano un peso per me . L unico peso, avevo anche quasi superato il veganesimo xD

E basta , tutto qui . Ogni tanto si ha voglia di dire qualcosa al vento , ma ti accorgi che lui prende e porta via . Invece per iscritto, finché libero non fallirà, ho la fortuna di avere un passato . Dovrei magari mettermi a trascrivere su penna tutti i deliri di questo blog , nato per cercare realmente fama e pubblico è diventato un vero diario di sfogo che per quanto online rimane estremamente privato ...

Ora devo scappare , forse più tardi rileggo ed aggiorno ....

 

 
 
 

....

Post n°197 pubblicato il 20 Novembre 2018 da Arek89

Aprii Instagram per inaugurare il mio primo vero viaggio in moto.. per caricare foto "istant" che andassero dritte anche su fb e tenere aggiornati i miei genitori senza continui messaggi xD sembra banale ma giuro che é la verità . 

Era il lontano marzo 2014.. oggi riscorro questa lista interminabile di foto e non posso far altro che pensare :

Quante storie , quante vite, quante persone, quante città , scuole , colleghi ho alle spalle ? Tanti .. Quanti viaggi ho iniziato ? Troppi .. Quanti viaggi ho terminato ? .. .. .. nessuno .

E torno poi sempre al pensiero cardine : chi sono io? E la risposta é un sempre ed inesorabile "nessuno". 

Un tempo almeno sono stato il corvaccio, il nazibagnino, iceman, il dark, il sovversivo, il boss .... un amico , un figlio , un fidanzato .... 

Da troppo tempo a questa parte invece , mi sento sempre e solo un "nessuno" ..

 

 
 
 

ancora vivo

Post n°196 pubblicato il 05 Novembre 2018 da Arek89

e sono ancora vivo xD

 
 
 

.. .

Post n°195 pubblicato il 13 Ottobre 2017 da Arek89

La città deserta é una mente in riscoperta.

 

Romba il tuono del tuo cuore

 e la pace si diffonde senza timore ,

sognando e volando sul destriero 

che affronta l inevitabile sentiero .

 

Un sentiero di vita che non vuoi pensare ,

un sentiero banale che non vuoi progettare .

Un sentiero in cui sei costretto a vegliare .

 

Finirà anche questa magica nottata, 

per tornar impervia la realtà quotidiana. 

La speranza é ormai cosa rara, 

prosegui d inerzia fino alla prossima fermata ...

 
 
 

.....

Post n°194 pubblicato il 30 Settembre 2017 da Arek89

Il lieto fine..
fantasia. Eppure è sempre presente nelle opere, in molte opere in molti contesti film e storie.
Sembra piacere, piace . Fa parte dell'illusione che si sta vivendo e dell'evasione che porta con se la storia. Lascia un sorriso, una lacrimuccia. Questo sentimento permane nel tempo dei titoli di coda e durante la colonna sonora finale.. e lentamente scema . Esattamente come la musica.
Si allontana da noi, viene sostituito da un altro sentimento. Non saprei definirlo o dargli un nome ma so che è figlio dell'impotenza sulla quotidiana realtà. La realtà che non vive tra le pagine di un libro o nelle scene di un film. Una realtà in cui l'illusione è anche parte e maligna. Come i sogni.
Tutto finisce e riporta al malessere. Riporta alla consapevolezza ed alla rassegnazione.
Il lieto fine è come la luce intensa di una galleria. In piena notta, sfrecci sull'autostrada ed in lontananza la vedi. L'entrata ed il bagliore. Lo affronti sereno perchè all'inizio la luce è debole, acquiasta pian piano sempre più intensità e poi bom. Finisce e ti ritrovi nell'oscurità. Spacchi quel muro di luce e ti ritrovi sulla tua rotta tenebrosa col tuo unico faro che segna qualche metro un po' più in la.
Il lieto fine è questo. Un spezzato , un muro che si infrange ed un repentino cambio di ottica. In negativo.
La vita non ha lieti fine, ha momenti sereni ma il buon tempo tiranno distrugge tutto.
Inutile farsi illusioni. Ci si convive, la si prende con filosofia, lo si accetta. Si deve accettare.
Ma deglutire una minestra non vuol dire necessariamente che sia piaciuta.
Perchè dunque ? sono quasi sicuro di aver già toccato tale argomento in passato, ma la domanda mi risorge spontanea. Perchè si marcia sul lieto fine? perchè si modellano anche la più storiche fiabe per renderle gradevoli nella conclusione? perchè dobbiamo sempre vivere di illusioni?
Perchè la vita è illusione e senza di esse non avremo vita.
Consiglio il film di little boy, toccante, riflessivo. Porta con se una storia di fede che è difficile da spiegare a parole. O almeno, per me è anche facile avendo fede, ma ogni volta che ci provo pare che il mio interocutore abbia problemi nel recepire e comprendere la mia ottica.
Oppure semplicemente non vuole, Boh. La fede forse racchiude al massimo ciò che è il vivere di illusioni. Per me sembra un controsenso, io che voglio vivere razionalmente e con occhi aperti al mondo.. ho fede. Argomento su cui riflettere un po'.
Little boy, guardatelo .. e se dovessi rivederlo, lo interromperò 10 minuti prima della fine della pellicola, e non sarebbe l'unica storia che merita un tale taglio.

 
 
 

......

Post n°193 pubblicato il 29 Settembre 2017 da Arek89

Tutto dal vivo é meglio ,
Un tramonto - Un sentiero - Una donna ..
Tutto dal vivo é meglio ,
Un incontro - Un bivio - Un dolore ..
Dal vivo é sempre meglio.
Proprio oggi che ‘l vivo manca,
dove il web comanda .

Ma tu sei giunta lo stesso a me.
Con la tua presenza assente
si risveglia un ispirazione latente ..
Esisti.
Un like - Un messaggio - Una risposta ..
Dal virtuale emani qualcosa,
oltre mai s’andrà,
ed al momento ciò mi basterà,
per resistere al domani che verrà.

Grazie .

 
 
 

Buona notte

Post n°192 pubblicato il 12 Giugno 2017 da Arek89

Le persone ? Vengono e vanno .. si vive il momento, ma prima o poi tutte vanno. Fatta l abitudine posso tranquillamente dire "ma chissene ?!" ;

Gli animali ? Loro si che restano per sempre .. ti donano ciò che é vero amore incondizionato . Questo amore però ha un prezzo che si chiama "tempo", troppo tempo, spazio ed anche denaro . Per questo non mi posso osore a tenerne uno vicino;

Poi c'è il sangue , le proprie radici e la famiglia . Quella é presente e la si coltiva sempre .. ma non la si porta appresso xD 

In fine ci sei tu . Che da ultima sali al primo posto perché sempre al mio fianco , aspetti senza problemi quell attimo che posso offrirti. Per una settimana , per un mese , per 5 mesi !! Aspetti , ma basta una carezza e scatti fiera . Ed anche quando riposi tranquilla mi dai la forza ogni mattina ed il ristoro ogni sera.

Solo stando li , silenziosa , mi ricordi tutto ciò che abbiamo fatto e tutto ciò che ancora potremo fare .. un oggetto che é simbolo di evasione , di vita , di libertà. Un oggetto che non tradisce , che se si rompe si ripara . Se non si ripara si ricompra . Ma sei sempre tu, da quando eri a pedali con una lattina incastrata ad ora che sei una gioia infinita, sogno di infanzia realizzato . 

Buona notte e sogni d oro <3

 
 
 

Con te

Post n°191 pubblicato il 11 Marzo 2017 da Arek89

Il tempo non esiste. 

Sei, eri e sarai. La tua presenza abbatte ogni confine e monopolizza la mia bacata mente , vi rimbombi e mi ritorni sempre accanto.

Di fronte a me sorridi, al mio fianco sussurri e da dietro mi abbracci . Il tuo profumo é una nebbia eterna che avvolge ed imprigiona in un paradiso di sensi . E poi mi guardi ...

mi incanti e ti imprimi in me .. oggi ieri e domani , il tuo vivido spirito si riflette costantemente nella mia esistenza . E mi porta via .

In un mondo privo di tempo e pieno di te, adoro fuggirci solo con te . E solo con te posso vivere.

 
 
 

Natale ..

Post n°190 pubblicato il 25 Dicembre 2016 da Arek89

Due considerazioni sul Natale ci vogliono. Inizialmente pensavo di scriverle a mano, ma non sono in sincere condizioni per farlo xD meglio la comoda tastiera del pc.
Allora, si legge spesso l'anticonvenzionale (che è diventata la moda) di criticare questa festa. La si definisce ipocrita, consumistica, falsa , snervante ecc ecc
Posso pure esser d'accordo, ma come sempre preferisco fare una riflessione un pelo più profonda sfatando certi miti.
Ovvio che a natale saltono fuori personaggi o parenti sperduti, ci si ritrova quasi per obbligo nelle grosse tavolate piene di cibarie da sfamare il terzo mondo però, perchè trovare la cosa negativa? Natale è una festività per la famiglia. QUante volte si dice 'dopo passo' 'dopo ti chiamo' e poi non lo si fa? magari non per cattiveria , ma perchè semplicemente la vita lo impedisce, ed è inutile dire che 'se vuoi il tempo lo trovi' perchè non è vero. Solo se siete fancaxisti forse riuscite ad uscire dal guscio di egoismo e ricordarvi . Altrimenti individualismo a palate. A natale però, la maggior parte della gente, ha una sorta di festività forzata riconosciuta nazionalmente. in questi 2 brevi giorni si ha davvero il tempo per la famiglia, per ritrovare qualche amico anche solo con una telefonata . Un lontano zio, il nonno allo spizio. Sono 2 scarsi giorni che grazie ad un sentimento comune che sta comunque sparendo, le aziende ti lasciano in libertà. Questa libertà viene condizionata da una cultura (anch'essa purtroppo in via d estiznione :( ) familiare che ti impone la ricerca degli affetti. Ed allora niente più scuse, niente più 'poi poi poi poi' . E' il giorno in cui si fa e si deve fare , ed è giusto così. Non è ipocrisia , anzi, è più ipocrita il critico che fa lo stronzo 365 gg l'anno professando che bisogna esser buoni e vicini ai cari 365 gg l anno xD
Che poi sia una festa religiosa è bello e fondamentale ricordarlo, semplicemente perchè la nostra religione è la nostra storia e dovrebbe esser parte di noi. Ricordandoci l'importanza dell amore familiare, del volersi bene e del godere di questi giorni di abbuffate. E' negativa la cosa? perchè mai ? siamo ricoperti di vizi, viviamo nello spreco, distruggiamo il pianeta sempre e comunque ad ogni nostro insulso respiro eppure .. eppure è sbagliata solo la mangiata di natale ? è un vizio come tanti, e sono sicuro che è un vizio solo per i rompipalle che lo criticano su fb perchè nel mondo esiste gente che arriva a fatica a fine mese e non ha tempo di lamentarsi. Però a Natale, tira un sospiro di sollievo e si concede un lusso che probabilmente non ha per tutto il resto dell anno. Perchè colpevolizzarla? fanno bene loro, facciamo bene noi e spero che sia sempre così. I vizi da cancellare, da correggere sono moltissimi altri in questa marcia umanità, ma non credo che il mondo sia un posto migliore con l abolizione di certe feste cristiane.
Alla fine il Natale è una volta l'anno. Un anno del calendario è come una settimana lavorativa, da gennaio a dicembre si attraversano le routine che viviamo tutti i giorni, e poi arriva la domenica col Natale. Ci può stare lo sfasamento dello stesso a seocnda della vita che uno percorre xD ma il succo resta lo stesso, c'è un tempo per incarognirsi sul lavoro, un tempo per svagarsi ed un tempo per riposarsi ricordando le persone forse più distanti fisicamente ma a noi vicine nei legami (che dovrebbero esser sacri) dell'anima e della nostra storia .
Riassunto ? ben venga il Natale e fanculo ai menabelino. Ben venga l abbuffata, lo sbatti dei regali o del sentire i parenti... ben venga questo rito annuale che, se non ci fosse, ci allontanerebbe ancora di più dal nostro Essere-Umani. E soprattutto ben venga il cristianesimo, per quanti lo criticano è l'ultimo baluardo che ci offre i paletti per la salvezza dell'anima...e anche della pellaccia xD un occidente islamizzato ahahaha spero di non doverlo mai vivere, ma nell immaginarlo sarebbe davvero una carneficina unica .. perchè carissimi, se non ci fosse il cristianesimo discreto libertino ma presente, ci sarebbe l Islam invasivo ed opprimente. A voi la scelta e buon natale !

 
 
 

Fear the walking dead

Post n°189 pubblicato il 12 Ottobre 2016 da Arek89

Fear the walking dead ... che dire , vidi solo le prime 3 o 4 puntate in inglese a Dublino e non mi prese particolarmente.. non riuscendo poi a trovarne altre finì nel dimenticatoio xD 

Ora lo fanno in tv e mentre prima mi esaltavo solo a capire o non capire ciò che dicevano , adesso ho seguito di più i dettagli della trama facendo anche più attenzione ai personaggi, trovando il tutto molto più interessante.

In effetti, per ora, mi sembra molto realistico. Apprezzo principalmente le azioni stupide dettate dai vari problemi emotivi uniti al comunissimo pensiero dell ignorante:

"Che caxo sta succedendo ? Non ne avevamo già abbastanza ?" .

Alla fine noi siamo ignoranti, ma l'intelligenza sta anche nel come affrontiamo tale problema.

Queste prime 2 puntate hanno inoltre risvegliato una riflessione molto carina, nata in particolare alla prima scena di violenza di massa. 

Ho visto la classica dimostrazione di quanto ottusi siano gli "anarchici" da scatenare immediatamente rivolte senza sapere veramente un caxo , con accuse ed ideali privi di fondamento . Si può dire che un eventuale epidemia di questo tipo possa trovare davvero terreno fertile solo grazie a loro . Dunque grazie alla stupidità collettiva umana ma non solo. É riportato perfettamente il modo in cui tale ignoranza si propaga verso i giovincelli in cerca di emozioni, che rappresenta pura verità quotidiana. É realtà , viene mostrato senza filtri quanto la nostra società particolarmente stupida , sia anche molto incapace di certe giudizi individuali e sia fondamentalmente pecorona :( .

Riflessioni banali ? Forse , anzi quasi sicuramente . Questi sono luoghi comuni che rimbalzano ogni giorno eppure... eppure quanto noi (io , tu che leggi , il tuo amico il tuo conoscente ecc) siamo davvero pecoroni? Noi che ci schifiamo di questa realtà conosciuta , siamo parte integrante degli stupidi pecoroni oppure no ? Un esame di coscienza penso sia d obbligo.

Detto questo , rietengo che un film (o serie tv) acquisti particolare valore più tenta di esser realistico, o forse é più corretto dire : verosimile. Ovviamente parlando di questo genere di fiction, penso che il successo provenga dall avere uno specchio della nostra reale società a cui insere un evento drammatico. In questo modo lo spettatore si ritrova coinvolto come se la vicenda accadesse al suo vicino di casa se non addirittura a se stesso ! Per questo motivo ora mi trovo a commentare questo inizio di stagione con responso positivo, vedo uno specchio della società e vedo personaggi giustamente idioti, non eroi , non punti di riferimento .. ma topi impauriti dal fiutare odori sconosciuti e minacciosi.

Portando ora la riflessione su un altro livello, la vicenda sembra ambientata dalle parti di Venice in USA, cosî mi sono chiesto : fosse successo in Italia ? 

Notando come la propagazione del virus sia lenta grazie principalmente alla prontezza degli agenti nell aprire il fuoco di fronte al pericolo imminente che non degna minimamente di arrendersi, cosa sarebbe successo in Italia ? Mentre nel film é di solito il primo agente sfortunato ad esser contagiato , od il primo soccorritore (facendo riferimento ad una situazione critica apparentemente già sotto controllo), in Italia sarebbe stato un macello. Questo perché prima che si potesse finalmente giungere all uso delle armi e sopratutto ad un tiro alla testa , ci sarebbe dovuta essere una colluttazione cosi prolungata che tutti avrebbero subito più o meno lesioni infette. E non sarebbe bastato un singolo evento di questo tipo per metter in allarme il sistema , no ma sicuramente si sarebbe immediatamente attivata la gogna mediatica sulla "violenza delle FdO". Gogna duratura e spietata alimentata sempre più dal susseguirsi di tali eventi, fin quando la situazione sarebbe stata così fuori controllo che la nostra società di cialtroni cantastorie si sarebbe estinta senza manco aver finto una reazione . 

In pratica , di fronte ad un apocalisse zombie , l Italia sarebbe l ultimo paese in cui sarebbe bene trovarsi ed il primo ad esser messo fuori gioco -_- 

"Gli zombie non esistono " "cambia spacciatore " "vai a figa" ecc ecc ... Sicuramente avete ragione perô, il sapere che nonostante tutto siamo sempre la società meno organizzata , meno ordinata , più irrispettosa , più priva di valori e sopratutto più corrotta e chiacchierona del mondo civilizzato , mi fa più paura di un apocalisse zombie , appunto perché gli zombie non esistono ma questa Italia malata si :(

 
 
 

Oggi doppia xD

Post n°188 pubblicato il 01 Agosto 2016 da Arek89

Scritta per un concorso ... che poi pare esser stato paccaro, vabbe , era gratis xD 

 

 

Quel sorriso e quella presenza,

son la mia eterna adolescenza..

Nella testa, 

la tua melodia c’è sempre stata, 

in profondità ma mai troppo celata.

 

La mia nera guida gracchia contrariata,

vola via triste ed abbandonata ..

Son sordo,

l'illusione ha il sopravvento

ed ormai perduto , penso d esser contento .

 

Il futuro perse significato ,

solo a quel presente restai incatenato.

Sembrava che aspettassi te.

Credevo solo in te..

 

Una dannazione ! 

Null’ altro in realtà sei stata ..

Che maledizione !

Niente più vita dopo quella fatidica giornata ,

solo questa vagante esistenza ,

priva di mire e con poca coscienza .

 

Torna alato pastore !

Guidami ancora sulla corretta via ..

Ho appreso l’errore !

Mai più sordo sarò all’anima mia,

solo te d’ora in poi ascolterò 

perché so

che sol con te mai più mi perderò .

 
 
 

.....

Post n°187 pubblicato il 01 Agosto 2016 da Arek89

Ed eccomi qui , in spiaggia circondato da bandiere inglesi . Mi sento in terra straniera , mi sento conquistato . Ma poi basta andare un poco oltre l.apparenza e capisco che solo in Italia posso essere . Un Italia con un popolo incapace di vere manifestazioni e vere opposizione , un popolo che mette la faccia solo quando è sicuro di non rischiare nulla ... come ora , con le.bandiere . Per dire di no alla svendita delle spiagge italiane in Europa (tanto per riassumere) . Bello , utile la bandiera ... sa un po come le.bandiere della.pace per dire no alla guerra ahahaahah marketing , fine . Esattamente come le.bandiere francesi sui profili fb per "solidarietà" agli attentati , pagliacciata . Vedrò mai italiani battersi veramente per la propria patria e connazionali ? Vedrò mai qualcuno in cui varrá la pena credere , a cui obbedire a cuor sereno e per cui combattere senza timore ?Sicuramente ce gente di questo tipo in giro , ci provano almeno , ma ormai la.nostra società è così corrotta dal Dio denaro che sarà difficile che io , nel mio piccolo , possa vederli . Una società così corrotta che chi più ha più vuole avere , non ho nulla contro il capitalismo , ma questo non è capitalismo . O meglio , lo è ad un altro livello . Siamo nell epoca dell abbondanza e del libero sfruttamento . Non conta quanto un impiegato sia capace o disponibile , conta solo privarlo il più possibile di tutto ciò che si riesce . Se rimane lobotomizzato , ben venga , altrimenti ce ne sarà comunque un altro con cui provare . Questo è il nostro male , sempre detto e sempre ripeterò .. finché non ci sarà solidarietà nazionale non avremo mai un futuro e l estinzione sarà inevitabile . Ma l italiano è così , non fa mai nulla per nulla , per questo è vitale la.presenza di imposizioni a tale fine . Nulla mi toglierà mai dalla testa che solo uno spirito nazionalista condiviso e motivato potrà offrire un briciolo di spiraglio in questa tenebra di collasso .I nostri avi davano il sangue per la propria terra e per i propri fratelli ! Noi ..? Mettiamo bandiere .

 
 
 

.....

Post n°186 pubblicato il 28 Maggio 2016 da Arek89

Il corvaccio bagnino arruffa le penne per la stagione ...

Voi esseri umani ritenete ripugnante il piccione che defeca sull auto . Non sopportate in generale questi pennuti che , per natura , lasciano ricordini ovunque . Non vi ponete il.pensiero che cmq , loro , per lo più sono privi di controllo dello sfintere. 

Ma voi , cari umani .. voi avete questo controllo, lo attivate nei primi periodi della vostra vita e , salvo imprevisti , lo perdete in vecchiaia .

Eppure riuscite ugualmente a rasentare la bassezza animale paragonandovi agli uccelli . E si , perché anche la maggioranza degli altri esseri viventi lascia le proprie deiezioni in un angolo apposito o angolo utile alla determinata azione (marcare il territorio) .. Ma voi umani no .. voi umani , sopratutto quando venite al mare, in spiaggia privata , nonostante l esistenza di appositi bagni (che quando vengono usati vengono cmq ridotti a letamai degni da latrine guerra mondiale) VOI amate insegnare ai bambini a farla in acqua .. proprio lì , sulla riva (e poi i cani sporcano ...) .. e voi più adulto ,incapaci di controllarvi ed aspettare quei 5 minuti , la fate un Po più in la, dove l acqua vi arriva alla vita .... la dove avete "la privacy" , ma che appena uscite 

-oh oh oh , l'ho fatta tutta oh oh oh - 

VOI non siete umani , e neanche bestie... siete soggetti privi di qualsivoglia rispetto , soggetti schiavi di una vita a quanto pare troppo rigida ed appena potere rilasciate l istinto più basso . In questi momenti io vedo il fallimento della civiltà .

(Ps il farla in mare è pienamente consentito quando non hai la.possibilità di usufruire di un bagno , perché ovviamente , sulla spiaggia non ce l alberello dietro il quale andare. Dunque, ha senso andarla a fare in acqua ma, Alassio è una dannata città totalmente preparata ad accogliere fiumi di gente e fornisce adeguate possibilità di usare appositi servizi igienici. Lettere al vento per chiedere la grazia di inserire il chip di "civiltà" nelle persone)

 
 
 

.....

Post n°185 pubblicato il 14 Maggio 2016 da Arek89

Il messaggio lampante di Titanic ? L amore uccide, sicuramente lui se realtà Cavaliere nello spirito . Lei se la sarebbe cavata comunque ma, oggettivamente, se lui non avesse perso la testa per lei , aveva tutte le carte in regola per sopravvivere ... salvo la sfiga avuta dai suoi amici xD 

Al di la della fiction , si potrebbe pensare alla morale del *un giorno da leoni meglio di cento da pecora* .. si certo .. ma siamo sicuri che quel giorno da leoni fosse davvero reale ? Io direi di no . La passione ardente sta alla base di una relazione .. ma non lo si può definire vero amore . Osservando meglio i personaggi , si ritrova una ricca viziata annoiata ... stressata e stanca del suo binario rose e fiori . Fa lo altra parte , un ragazzo che capita al momento giusto e le offre "la scappatella" perfetta . Sia per vendicarsi della famiglia , sia dell odioso fidanzato . Dunque non vedo davvero nulla che possa centrare con fieri sentimenti . Magari da parte di lui un pô di più ... anche se , quando gli ricapiterebbe di far un giro in alta società ?

Poi per audience e per evitare questi pensieri , hanno reso lei la passionale , lei che salva lui affrontando pericolo estremi e lei che sceglie sempre e solo lui . Quando , realisticamente , se lei se ne stava sulla barchetta , e lui si fosse tuffato .. lo avrebbero recuperato xD 

A proposito di questo , il film credo insegni che è meglio perder la calma quando una nave affonda e non sei di prima classe .. da folle Ti saresti subito lanciato in mare e per quanto i ricchi fossero snob , dubito non ti avrebbero raccolto subito ... ma vabbe .

Torniamo all ammmmmmore . L amore non esiste in questo frangente , semplicemente perché l amore non può esistere nei primi giorni di fiamma. Quella è pura passione , quando essa di estingue e si rimane comunque uniti .. allora si che si sta costruendo un amore insieme . E sarà vero e solido , se entrambi lo accettano e lo coltivano . Lavorano per farlo crescere . Ritengo infantile voler costruire una relazione affidandosi all ammmmmmore e null altro . Ed infatti , la nostra società odierna è piena zeppa di infantili , basta vedere ill tasso di divorzi e coppie separate . Perché è sempre più facile "lasciar stare" che lottare .. E si , sarà un luogo comune che finchè tutto va bene siamo tutti eroi , ma è la verità . Sopratutto nei primi tempi ci si rincorre a chi illude di più l altro , si fa credere di esser disposti a tutto per quella storia ... sveglia ! La vita non è gettare tutto , ma crescere !!

 

In questo film , oltre la tragedia dettata dalla solita idiozia umana , ci sono molte realtà che possono provare giusta commozione ....la realtà è la mamma coi figli , la famiglia che viene separata dalle scarse scialuppe , bambini dispersi e gente rassegnata al destino .. come i vecchietti che restano abbracciati in attesa della fine , il loro è amore vero. È vero anche il panico e sopratutto le crisi di panico . Chi è superficiale potrebbe giudicare l operato di molti.. ma quanti sanno cosa è realmente una crisi di panico ? Sopratutto ...ho trovato vera la ragazza bionda che da sola cade durante l'ultima verticale della nave . Magari snxhe lei aveva il.fidanzato follemente innamorato , che probabilmente l'ha abbandonata .. perché questo fa l umanità . Preferisce sempre abbandonare quando il l acqua è alla gola . Possiamo illuderci che non sia vero , effettivamente alcune persone cosi non sono ... ma sono solo alcune , e sono i veri eroi che ci lasciamo sempre le penne assottigliando sempre più i loro ranghi in questa umanità delirante e viziata . Sta di fatto , che i neo fidanzatini sono banale fiction . Buona notte ;)

 

(E Buon giorno , ora dovrebbe piacermi di più il testo , più tardi lo rileggo xD )

 
 
 

.....

Post n°184 pubblicato il 10 Maggio 2016 da Arek89

Il fato mi ha permesso di vivere una storia di quotidianità che ha suscitato nuovi pensieri in questa mente bacata . Più che nuovi, anche vecchi .. ricordi , emozioni .. sentimenti che credevo smarriti han cercato di uscire dai cassetti di piombo del mio animo . Così li ho affrontati, li ho soppressi nuovamente dentro di me. La vita è un illusione costante , la mente affronta tali illusioni e le deve battere ! Sconfiggere i demoni sempre . Perché siamo noi a dover dominare la nostra mente esattamente come governiamo il nostro corpo . Devo constatare che é facile per l uomo dare sempre la colpa a qualcuno o qualcosa per aiutarsi a vivere in pace con se stesso .

Tempo fa scrissi un bel testo proprio sulla deresponsabilizzazione, questo particolare meccanismo che a livello sociale, per me, ha provocato il marcio e la conseguente caduta della mia bell Italia . Oggi peró, vorrei concentrarmi sull introspezione. Nei problemi di “cuore”, o più semplicemente nella vita.. quando tutto sfugge di mano si cerca sempre un capro espiatorio. Sia utile? Sia vigliaccheria? Devo ammettere che personalmente lo trovo infantile . Vero è, che spesso siamo davvero estranei agli eventi , il periodo fa schifo e possiamo solo lasciarci trascinare dalla tempesta , stringendo i denti fino alla fine . Altre volte no , la maggior parte delle volte siamo noi ad essere vittime e carnefici di noi stessi . Noi che non siamo stati capaci di ascoltarci , noi che  abbiam preferito non vedere .. noi che alla fine sbagliamo solo perché nella nostra ignoranza siamo arrivati all esasperazione . Cosa fare dopo ? Autoflagellarci servirebbe ? No.. Non serve mai rimuginare , non serve mai avvelenarsi da soli..serve invece usare la ragione . Rinsavire, accettare l accaduto , farlo parte di se accettandone le conseguenze e soprattutto andare avanti . Avanti per non guardarsi indietro ma cercar nuove vie per proseguire la strada della vita .

Questa metafora di vita uguale a strada é forse la più banale e ricorrente nel globo . Ma vale davvero la pena di usarla , perché mostra quanto una strada sia sempre percorribile . Sempre . Salvo la presenza di un dirupo con la totale interruzione . Questa É la morte . E questo è l unico momento in cui davvero non si può andare oltre . Tutto il resto passa , la propria morte no .

A questo punto è quel “passa” a render tutto complicato . Ed è sempre quel “passa” a non farmi dormire la notte e ad affondare la testa nel whisky o in foto ricordo di illusioni che mi diano forza per battere i miei demoni .

Come fare allora ? Combattere a livello mentale si , già detto . Lasciarsi andare di tanto in tanto ? Anche va bene .. purché sia fatto con dignità ed in privato .. perché ? Perché ci si deve vergognare della propria debolezza . É fondamentale tale vergogna per permetterci di esser più forti di fronte al mondo , perché si sa che il mondo non aspetta altro che fotterti.

Oltre a questo , è fondamentale agire . Agire nel modo più semplice per poter indebolire i propri demoni : eliminare le sorgenti materiali . Lasciare che essi diventino pian piano solo ricordi , ricordi che potranno esser pian piano rielaborati ed assorbiti . Eliminare le tracce fisiche che ne aumentano la forza . Evitare incontri , cancellare numeri foto , persone … lasciare che il se stessi di prima muoia nel passato e permetter a noi di oggi di risorgere a nuova vita .

Fondamentale di ciò però , è sapere che chi ci aiuta e chi ci sostiene non può essere altro che noi . Io me e me stesso .

Non serve cercare qualcuno che ci completi , nessuno completa nessuno . Solo se ci completiamo da soli possiamo davvero trovare la felicità [cit]

E così deve essere.

Per vivere secondo questa legge pero , bisogna affrontare un'ottica del mondo relazionale particolare . Non dico che ciò che sto per dire sia bello , giusto , irragionevole …non giudico , io dico e stop.

È sicuramente bello trovare chi crede ancora negli altri , nel romanticismo e negli happy end . Nell amore eterno tra lei e lui … tra lui e lui , lei e lei , l exlui con lei, l exlei con lui , il facocero con l opossum e qualsiasi altro mix la nostra putrida società viziata voglia .
Ma è anche giusto sapere che queste sono illusioni , la vita è un susseguirsi di illusioni e bisogna esser capaci a non crollare ogni volta che un illusione si rivela come tale .

L amore romantico ,  non potrà mai esistere , perché questo tipo di sentimenti è prima di tutto una relazione con una fondamentale premessa : l essere in 2 .
Purtroppo è matematico sapere che tu non potrai mai e poi mai conoscere davvero un altra persona , mai . Dunque non potrai mai e poi mai avere un feeling cosi intenso da far vivere questo “amore” per sempre ..per quanto tu possa conoscere qualcuno , ci sarà sempre una zona d ombra . Una zona che potrà o meno rivelarsi nel tempo a seconda delle situazioni ed esperienze incontrate . Se una tigre non avesse mai incontrato un uomo , non sarebbe mai diventata una tenuta mangiauomini.

Questa verità rende inevitabile che potremo solo crearci un idea di quest altrui individuo , e vivere di quell idea .

Chiunque sia nella tua mente, è quella la sua vera identità [cit].

D altro canto , esiste una sorta di amore puro: quello per se stessi . Non parlo di banale egoismo , ma intendo quello che ti porta a vivere in pace col mondo , in uno stato di trasparenza e privo di peccato . Chiamiamolo pure una specie di amore religioso . Dove però il peccato è inteso quel gesto che ti fa sentire in colpa con te stesso perché viola il tuo codice di vita . Questo è il tipo di amore che non pretende una corrispondenza , è un tipo di comportamento semplice ed aperto che fa affidamento solo sulla propria volontà di porre il bene di altrui esseri d avanti al proprio e fine . Questo è amore vero , questo è ciò in cui credo perché questo è un modo di vivere reale e totalmente dipendente da noi stessi e dal nostro agire .

Concludo rafforzando un'idea gia espressa . É vivere il soffrire e gioire nelle illusioni .. ma non é vita quando la sofferenza ti chiude il cuore e ti sventra l.anima . Si sta male oggi , doma , tra un mese … poi basta ! Deve finire , finire come suggerito in precedenza ma soprattutto evitando i rincari del “mai più” . È un errore , perché il “mai più” non esiste e quando esso verrà meno e si abbasserà la guardia , tac , si verrà fregati di nuovo e punto a capo .

Vivete le vostre passioni, le vostre occasioni ...giorno per giorno .. scorrete sulla vostra strada fieri e senza portar bagagli morti fino alla fine de.percorso . Ed affrontate il lancio finale col sorriso in volto .

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

 

NOI...

Senza cuore di notte Noi vegliamo, Senza pietà Noi di notte uccidiamo, Ci nutriamo, Noi non ci fermeremo.....Senza cuore, Noi, non moriamo mai...

Esistono...

 

ANNUNCI!!!!!!!!

- Cercasi sempre nuove muse xD
(questa sezione è priva di utilità, ma mi piace tenere l'img)

semplice, voi datemi un mex da metter qui (no pubblicita o cose oscene) e io lo inserisco col vostro nick di firma, oppure se volete vi metto un recapito per chi mai volesse rispondere

 

 

OBLIO

L oblio, non so perchè l'ho iniziato, non so perchè lo faccio e non so se e quando lo finirò...apro questo box per indicare in maniera cronologica le varie sezioni...metti caso che qualche fesso ha la folle idea di leggere, almeno sa dove inizia...inserisco le date, credo ke cliccando sulla data giusta nel calendario qua sotto arriviate alla sezione desiderata...

12/12/07    oblio          n°22

14/12/07    oblio II        n°25

18/12/07    oblio III      n°27

28/12/07    oblio IV       n°33

Mi diletto anche in poesie -.-', ho anche qualche strana ispirazione a volte..

18/02/08  Canto            n°57

09/03/08  L'Amore         n°62

15/03/08  Rikordo          n°63

30/03/08  xxxx              n°67

05/07/08  X Luce            n°73

07/07/08  è cosi             n°74

27/08/08  X Te               n°83

31/08/08  Meraviglia      n°86

06/09/08  come te          n°88

28/10/08  ....                 n°89 

12/02/09  TU                  n°92

10/09/09  11 mesi          n°96

01/05/12  5 minuti..       n°106

01/08/16  Concorso       n°188

11/03/17  Con te          n°191

29/09/17  Tutto dal vivo è meglio       n°193

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

Arek89daunfioregioia202oltreleparole_2010Raysha200heronofthesunlacky.procinoblumannarooscardellestelleamorino11cile54Sky_Eagleanna.sciorillimgf70misteropagano
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

 

ULTIMI COMMENTI

FACEBOOK