Creato da LunaRossa550 il 21/04/2012
leggero senza superficialità

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

da ascoltare sino alla fine.....

 

Ultime visite al Blog

monellaccio19ciccionedgl3digimec.sncto_reviveadenoidLunaRossa550alb.55zpaolodesimonis1946ixtlanndondolino61e_d_e_l_w_e_i_s_smenisdutaarno1liviaRonag
 

Ultimi commenti

I miei link preferiti

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 

Area personale

 
Citazioni nei Blog Amici: 22
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
 

Statistiche

 

 

« Strage di Orlando e solidarietàLe piante che ci aiutano »

Guerra dell'acqua

Post n°401 pubblicato il 17 Giugno 2016 da LunaRossa550
 

Israele taglia l'acqua alla Cisgiordania,  si teme la reazione palestinese

Ieri  16 giugno 2016 l'ufficio del Primo Ministro palestinese Rami Hamdallah ha emesso comunicato dove denuncia "una guerra dell'acqua" che il governo israeliano starebbe attuando contro i cittadini palestinesi in Cisgordania..
"Israele vuole impedire ai palestinesi una vita dignitosa e utilizza il controllo delle fonti idriche e dell'erogazione dell'acqua a tal fine: mentre gli insediamenti israeliani godono di un ottimo servizio idrico senza alcuna interruzione i palestinesi sono costretti a spendere ingenti somme per acquistare l'acqua" ha dichiarato il primo ministro palestinese....
Ed ora  è cominciato il Ramadam, con temperature che nelle ore più calde arrivano sino a 38°.

L'azienda idrica israeliana ha tagliato  l'erogazione dell'acqua a decine di migliaia di famiglie palestinesi di Jenin, Nablus e Salfit (e solo a Jenin vivono circa 40.000 persone).
Da almeno 40 giorni, molti palestinesi sono costretti ad acquistare acqua con le autobotti e vivono con meno di tre litri d'acqua procapite (le Nazioni Unite dichiarano che dovrebbero essere consumati  almeno 7,5 litri a testa).
La società idrica Mekorot nega il taglio dell'erogazione, anche se ammette "un ampia riduzione" dei flussi d'acqua.
 Al-Jazeera, citando un funzionario militare israeliano, sostiene che la carenza d'acqua sia dovuta all'esplosione di una tubazione.

Benjamin Nethanyahu non risponde alle accuse del capo del governo palestinese,  l'Indipendent (giornale online britannico) cita un funzionario ddel governo di Tel Avis che nega la veridicità delle accuse, ma Saleh Hijazi,  ricercatore di Amnesty International nei territori occupati, testimonia che il governo israeliano permette un accesso limitato alle risorse idriche in Cisgordania a chi non è israeliano, mentre per i coloni, seppur in insediamenti illegali, forniscono l'acqua persino per le piscine private e per mantenere giardini verdeggianti.

Si teme  la reazione  dei palestinesi???  Mi stupirei se non ci fosse.....


http://www.left.it/2016/06/16/israele-taglia-lacqua-a-migliaia-di-famiglie-palestinesi/

http://ilmanifesto.info/palestinesi-israele-lascia-senza-acqua-la-cisgiordania-tel-aviv-nega/

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Commenti al Post:
ninograg1
ninograg1 il 17/06/16 alle 22:23 via WEB
dire che sono disumani è antisemita?
(Rispondi)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 18/06/16 alle 01:47 via WEB
per qualcuno potrebbe essere, non per me che non voglio chiudere gli occhi... e nemmento tu lo fai. Ciao Nino :)
(Rispondi)
 
 
ninograg1
ninograg1 il 19/06/16 alle 22:33 via WEB
non siamo in molti lo sai?
(Rispondi)
 
 
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 20/06/16 alle 01:22 via WEB
Non sono mai stata tra i vincitori, riesco sempre a stare dalla parte delle minoranze, ma spero non troppo pochi...
(Rispondi)
ipazia.0
ipazia.0 il 17/06/16 alle 23:01 via WEB
Due settimane fa ho visto su Iris nel ciclo “Cieli mediorientali” il film Inch’Allah e come volevasi dimostrare ho pianto di rabbia (come si fa a piangere per un film?) e una volta di più mi sono chiesta che diritto abbiamo noi occidentali di decidere per altri popoli? Il finale del film è terribile e straziante. Quando non hai più nulla se non la tua vita,quando ti hanno umiliato e messo con le spalle al muro c’è un’unica soluzione,morire. Sono sicura che anche tra gli israeliani ci sono uomini giusti che si rendono conto che tutto quello che viene fatto ai palestinesi è profondamente ingiusto,non puoi confiscare la terra ai palestinesi perché quella era la terra di Abramo. Gli insediamenti ebraici in Palestina sono una palese violazione,è come se tu entrassi in casa mia senza chiedere il permesso. Non può iniziare un processo di pace fino a quando gli insediamenti non vengono rasi al suolo. Nethanyahu non è un uomo di pace,solo Rabin era un uomo di pace e per questo motivo gli ebrei estremisti hanno decretato la sua morte. Ciao Luna :-) Laura
(Rispondi)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 18/06/16 alle 01:52 via WEB
Si può Laura, perchè quel film null'altro fa che mostrare la verità, ed a volte la realtà è molto più cruda di come la mostrano. A me è successo leggendo un libro (domani metto il titolo, ora non lo ricordo)... era talmente coinvolgente che sentivo il dolore dei protagonisti. Ciao Laura :-)
(Rispondi)
 
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 18/06/16 alle 02:29 via WEB
"Ogni mattina a Jenin" di Susan Abulhawa, se ti capita leggilo, è molto bello. Ciao Laura
(Rispondi)
isry
isry il 18/06/16 alle 06:58 via WEB
MashAllah Laura inshAllah il cuore di quei governanti ottusi verrà reso ancora più duro e chi crede di poter trattare al falistiniia come si trattano le pulci sui cani scoprirà che questo non è al_aradat Illah!
Ho visto con questi occhi il modo col quale tiranneggiano un popolo che non starà a guardare per sempre!
Per quanto possa sembrare antisionista stanno da sé stessi mettendo in moto il treno per i nuovi gulag o lager
(Rispondi)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 19/06/16 alle 15:15 via WEB
Ciao Max, io non ho esperienza diretta, ma ho raccolto testimonoanze di persone che conosco bene e che sono stati in loco, oltre aver letto diverse cose sulla materia. Quello che mi colpisce sempre è come mai, un popolo che ha tanto sofferto la violenza dei lager, non si ribelli al suo stesso stato che sta martoriando un intera popolazione togliendogli acqua, limitando gli spazi vitali, distruggendo le loro abitazioni e uccidendo i loro giovani. I palestinesi non stanno a guardare già da ora, ma è una guerra impari (anche se Davide vinse Golia). Onore al popolo palestinese. Buona domenica :)
(Rispondi)
 
 
isry
isry il 19/06/16 alle 18:20 via WEB
gli israeliani non sono autoctoni e bada bene... non ho detto gli ebrei o gli islamico o i cristiani (forse solo i cattolici sono fuori posto) e si comportano come gli europei in africa quindi loro sono in gran parte fuori fase con il pensiero mediorprientale.
Quindi alle volte trovi quelli che fingono di capire ma solo per ragioni di partito
poi trovi i tolleranti (ma chi tollera sopporta... non invlude)
poi teovi quelli aspramente ostili che trovano ragioni anche piegando la storia stessa alle loro idee (spesso di stampo politico)
Ma ci sono paradossalmente persone che hanno invece una visione anche fortemente religiosa eppure non ostile e sono ebrei limpidamente fedeli al loro credo.
il che mi fa sperare!
(Rispondi)
 
 
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 19/06/16 alle 19:11 via WEB
La distinzione tra israeliani ed ebrei mi è molto chiara Max, io vado oltre, faccio anche la distinzione tra israeliani, inteso come “cittadini di” e lo stato di Israele. Leggevo giusto in questi giorni, ed è una cosa che mi conforta nonostante la violenza del periodo, che gli israeliani sono sempre più divisi al loro interno. Si parla sempre dei coloni israeliani come un'unica categoria, ma ci sono coloni violenti, che bruciano gli arabi, ma ci sono pure i coloni che abitano le colline solo per beneficiare dei sussidi del governo, ma che se potessero vivere altrove lo farebbero (e questi hanno solo paura)… ci sono poi altri israeliani, molti … che vivono sotto la soglia di povertà , sono un terzo di loro, il tasso più alto di tutti i paesi sviluppati… e loro non vogliono la guerra, loro vogliono più cibo, più medicine e meno armi e meno bombardamenti su Gaza. Sono gli israeliani “stanchi” che hanno qualcosa in comune con i palestinesi “stanchi”… loro insieme forse saranno il futuro. Insieme fanno già uno stato unico, che però non è palestinese e nemmeno israeliano. Questa è la speranza.
(Rispondi) (Vedi gli altri 2 commenti )
 
 
 
isry
isry il 19/06/16 alle 21:49 via WEB
esattamente, ci sono personaggi che sono stati mandati ad occupare territori che per accordo sarebbero stati israele se al momento degli accordi ci fossero stati israeliani anziché palestinesi e questo ha causato espropri forzosi e il sorgere di centri dove prima erano case di autocroni e ripeto questo perché non è un tema religioso ma un tema di potere!
(Rispondi)
 
 
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 20/06/16 alle 01:23 via WEB
Credo che ormai sia chiaro a molti che la religione non c'entra nulla. Ciao Max
(Rispondi)
monellaccio19
monellaccio19 il 18/06/16 alle 10:45 via WEB
Con l'acqua non si scherza e non si gioca. Questa notizia, salvo verifiche profonde per evitare le solite bufale che ormai ci ammanniscono ogni giorno i diretti interessati e i media compiacenti, è come sempre la manifestazione estrema di come i popoli paghino salato il prezzo dell'estremismo. Pensare che un tempo la Palestina era pacifica terra abita da ebrei e musulmani con una convivenza pacifica. Buona giornata Laura.
(Rispondi)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 19/06/16 alle 15:33 via WEB
Non è una bifala Carlo e non è nemmeno la proma volta che lo stato israeliano si comporta in questo modo nei confronti dei palestinesi. Sì, un tempo vivevano in pace in quei territori, poi anche lì noi europei abbiamo fatto i nostri pasticci che ora pagano i palestinesi. Buona domenica Carletto :)
(Rispondi)
arw3n63
arw3n63 il 18/06/16 alle 13:31 via WEB
Sto seguendo poco le news dall'estero, ma non è accaduto da poco un attentantato in Israele? Ecco a pensar male... è come cercar di far andar d'accordo cani e gatti cresciuti, nello stesso spazio....difficile se non impossibile. O si crescono fin da bambini a non odiare...oppure...il risultato è questo.
(Rispondi)
 
isry
isry il 18/06/16 alle 15:02 via WEB
se poi distruggono le scuole dove si tenta di fare questo oppure arrivano dei bravi cristiani a darsi al wrestling fin dentro il cosidetto santo sepolcro beh... se il buon Dio fece crollare il tutto un motivo deve pure averlo avuto! o no? MAH
(Rispondi)
 
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 19/06/16 alle 16:27 via WEB
Ogni tanto mi soffermo a pensare... io ho 60 anni, se fossi nata in Palestina, non avrei vissuto un solo anno senza guerre, come si può chiedere ai giovani palestinesi di non odiare lo stato di Israele? Difficile eh? Ciao Max :)
(Rispondi)
 
 
 
isry
isry il 19/06/16 alle 18:14 via WEB
se fossi nata in palestina oggi almeno esasperata
tuttavia ho detto e ripeto che la pace si può e si deve instaurare al di là degli estremismi politici che provocano dai due lati tendendo più al potere che al bene del paese.
Non solo in memoria del figlio della benedizione muhammad al qdua al husaini (altrimenti noto a noi come arafat) che si era reso conto di quanto forze extrapalestinesi stavano e stanno ancora giocando sulla pelle del popolo.
(Rispondi) (Vedi gli altri 3 commenti )
 
 
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 19/06/16 alle 19:17 via WEB
Non voglio essere fraintesa, il fatto che ho scritto che è difficile chiedere ai giovani palestinesi di non odiare lo stato di Israele , non vuol dire che non mi auguri invece che qualcosa possa cambiare, anzi…..
Ciao Max
(Rispondi)
 
 
 
isry
isry il 19/06/16 alle 21:50 via WEB
Non temere, avevo colto tanto che la mia è una frase rafforzativa della tua! ^____^
(Rispondi)
 
 
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 20/06/16 alle 01:24 via WEB
^___^
(Rispondi)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 19/06/16 alle 16:03 via WEB
sono fatti che si susseguono da tempi lontani Lory, ed è dal '48 che i palestinesi subiscono... stupirsi dei kamikaze palestinesi è pura ipocrisia. Visto che ti piace leggere, prova a dare un occhio al libro che ho consigliato più sopra a Ipazia, è molto bello... e in mezzo alla cronaca degli orrori ci trovi anche della poesia (nonostante tutto)... e così capirai che allo stato attuale è difficile parlare di crescere i bambini a non odiare (cosa che mi auspicherei anche io, sia chiaro) Ciao e buona domenica :)
(Rispondi)
 
 
arw3n63
arw3n63 il 20/06/16 alle 17:46 via WEB
Sì ce l'ho ma devo ancora leggerlo, quando riesco tra tanti in programma, ti ricordi me l'avevi già consigliato ;-)Ma anch'io avevo già letto un libro che parla appunto della difficile convivenza e l'odio tra le due parti che risale da anni e anni di conflitti. Ciao buona serata :-)
(Rispondi)
 
 
 
isry
isry il 21/06/16 alle 09:47 via WEB
allora cambiate letture ^___* leggete di quell'uomo che offre fiori o di altri "pazzi" che trovano spiragli di luce dove a noi raccontano ci sia solo il buio ^____^
(Rispondi)
woodenship
woodenship il 18/06/16 alle 19:49 via WEB
Chissà tra quanti secoli si arriverà a considerare l'occupazione della Palestina, da parte degli israeliani,un crimine contro l'umanità?Per adesso è nella norma assistere a spettacoli disumani del genere.........Un bacio scintillante di stelle........W....
(Rispondi)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 19/06/16 alle 16:54 via WEB
chissà tra quanti morti Wood... Il problema è chi decide cosa... Buona domenica :)
(Rispondi)
mpt2003
mpt2003 il 20/06/16 alle 11:40 via WEB
ho letto che stai leggendo "ogni mattina a jenin" della stessa autrice leggi anche "nel blu tra il cielo e il mare" se non lo hai già fatto.....che triste realtà quella palestinese alla quale assistiamo inerti. :(
(Rispondi)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 20/06/16 alle 21:55 via WEB
L'ho già Letto, molto bello anche quello. Sì, è davvero una triste realtà. Ciao Maria Paola :-)))
(Rispondi)
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.