Creato da LunaRossa550 il 21/04/2012
leggero senza superficialità

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

da ascoltare sino alla fine.....

 

Ultime visite al Blog

alb.55zpaolodesimonis1946monellaccio19ixtlanndondolino61e_d_e_l_w_e_i_s_smenisdutaarno1liviaRonagmassimiliano.mocciacorradodastolirosmar1962jubaldanansa007
 

Ultimi commenti

I miei link preferiti

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Area personale

 
Citazioni nei Blog Amici: 23
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
 

Statistiche

 

 

« Miserie umaneTempo di vita »

A scuola di Empatia per essere felici

Post n°427 pubblicato il 17 Settembre 2016 da LunaRossa550
 

Tra i vari studi che svolgono  nelle varie università, c'è quello recente dell'Università del Michigan   che ha dimostrato che la capacità di comprendere gli stati d'animo degli altri, è in netto calo. La ricerca, condotta su 14.000 studenti, ha dimostrato come, dagli anni 80 ad oggi, il livello di empatia tra i giovani americani è calato del 40%  (come faranno a stabilirlo non lo so, però lo hanno stabilito)
Questo è causa di depressione giovanile e di diverse malattie mentali piuttosto diffuse tra gli studenti.  

In Danimarca invece hanno istituito la "Klassens tid";  che  è un ora di lezione interamente dedicata allo sviluppo dell'empatia, dove i bimbi imparano  ad individuare e parlare delle loro emozioni ... dove imparano a comprendere i punti di vista e lo stato d'animo  dei loro coetanei, dove  insegnano a non lasciarsi sopraffare dalle emozioni negative.

Ecco, la Danimarca è al primo posto nella classifica dei paesi  con gli abitanti più felici del mondo...

A me spaventa la mancanza di sentimento che spesso si percepisce,  l'assenza  di empatia che porta a calpestare chiunque si incontri sulla propria strada.

Chissà...  che sia davvero questa la strada da seguire?

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Commenti al Post:
to_revive
to_revive il 17/09/16 alle 04:44 via WEB
Purtroppo si vede ogni giorno quanto poco empatica sia certa gente. Tutti presi dal proprio orticello. Ho vissuto quasi due anni in Danimarca. La gente è rilassata perché è semplice. C'è grande collaborazione tra le persone, tra i colleghi. Vivono un poco come 20 anni fa (socialmente intendo). Si trovano molto tra persone a cena, a casa di uno o dell'altro, hanno molti permessi per seguire i figli, molto appoggio dal governo come famiglie. Ridono tanto e si accontentano e questo è il segreto; non la ricerca continua e spasmodica di arrivare primi che c'è qui in America. Qui lavori e molto duramente perché devi dimostrare di essere in gamba e di voler fare carriera.
(Rispondi)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 17/09/16 alle 21:40 via WEB
Per come la descrivi, mi fai venir voglia di trasferirmi in Danimarca... se non fosse che mi piace troppo la luce, il mare (caldo), le nostre montagne... Alla vita sociale di 20 anni fa invece ci tornerei anche su un piede solo; oggi siam tutti chiusi nelle nostre case, e si ha l'illusione di socializzare, solo perchè si riceve qualche "mi piace" sui social. Una vera tristezza se i rapporti si fermano lì. Ciao Greta :)
(Rispondi)
isry
isry il 17/09/16 alle 06:48 via WEB
Son talmente felici che hanno un tasso di suicidi doppio del nostro... poi dicono che occorrerebbe chiudere i rubinetti a certa "Ricerca" ^___*
(Rispondi)
 
isry
isry il 17/09/16 alle 07:01 via WEB
6% italia (11 uomini ogni 100000 maschietti e 5 donne ogni 100000 femminucce,,, ma questo guai a dirlo)... 11% in Danimarca (il rapporto U/D è di 17 a 6 "selvmordsforskning Statistikbank") mentre per gli USA l'ultimo dato disponibile parla di un buon 12% (20 U a fronte di 5 D) [dati forniti da OMS]
a questo punto mi domando come mai il rapporto fra libertismo e felicità è tanto inversamente proporzionale?
(Rispondi)
 
 
PRONTALFREDO
PRONTALFREDO il 17/09/16 alle 22:14 via WEB
Io mi sono suicidato 65 anni fa.
Ed ora eccomi qua, in mezzo a tutti voi...
(Rispondi)
 
 
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 17/09/16 alle 22:56 via WEB
Alfrè, e perchè ti sei suicidato? io 61 anni fa (quasi 61)ero succube dei miei, hanno deciso tutto loro... ma son felice delle loro scelte :)
(Rispondi) (Vedi gli altri 5 commenti )
 
 
 
PRONTALFREDO
PRONTALFREDO il 18/09/16 alle 10:09 via WEB
Mi sono suicidato perché l'eternità è veraente atroce, insopportabile.
Ecco perché sono finito qui.
Fra i comuni mortali la morte fa un po' paura, è vero, ma mai come l'immortalità.
Che non auguro a nessuno...
(Rispondi)
 
 
 
isry
isry il 18/09/16 alle 18:36 via WEB
Ma no Alfre... pensa che lo dicevo l'altro ieri a Cleo... lassa perde li serpenti che poi resti immortale ne li secoli ma lei testarda come poche li ha presi in mano e poco dopo è arrivato augisto
un carattere di ca((a però aveva un bel nasino ^____^
(Rispondi)
 
 
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 18/09/16 alle 23:09 via WEB
Non vorrei mai essere immortale, soprattutto se lo fossi io sola ed i miei affetti no... come potrei vederli partire e non poterli tenere con me?
(Rispondi)
 
 
 
isry
isry il 19/09/16 alle 11:03 via WEB
a che ce vo?
ne affetti antri e comminci daccapo!
come se dice?
Morta Della se ne fa n'antra!
^____*
(Rispondi)
 
 
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 19/09/16 alle 23:10 via WEB
oh, gna fo, chettedevodì? il solo pensiero mi angoscia... io non voglio sopravvivere a mia figlia, a mio nipote ecc ecc...
(Rispondi)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 17/09/16 alle 22:54 via WEB
Non ti credere, non fanno troppi errori in queste ricerche. Sembra un paradosso, ma è così: più in un paese, si è felici, più quelli che felici non sono, vivono grossi disagi...
Forse che la felicità non è legata a stati sociali, liberismi e via dicendo? A volte è più facile vedere un bimbo felice tra gente di modeste origini, piuttosto che in quelle dove non manca nulla. Come pure, tornando al discorso dei suicidi... si tolgono la vita maggiormente nei paesi dove c'è benessere, piuttosto che nei paesi dove c'è miseria e ci sono le guerre. Ciao Max, buona domenica :)
(Rispondi)
 
 
isry
isry il 18/09/16 alle 00:40 via WEB
infatti in quei paesi si ammazzano per cui non c'è tempo per suicidarsi AH AH AH
comunque la felicità è una piccola cosa che solo da piccoli si crede esista
(Rispondi)
 
 
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 18/09/16 alle 23:12 via WEB
Da adulta, anzi da vecchietta, credo che non esista la felicità eterna, ma esistono momenti di felicità (e già non è poco) ed esiste la serenità... se riesci a provarle entrambe hai fatto bingo.
(Rispondi) (Vedi gli altri 2 commenti )
 
 
 
isry
isry il 19/09/16 alle 11:04 via WEB
invece a me capita che più invecchio e più credo esiste quella eterna... dici che me sto alfredizzando?
è grave?
^___^
(Rispondi)
 
 
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 19/09/16 alle 23:13 via WEB
più che altro contraddici te stesso nel commento poco più sopra... Alfredo direbbe che è tutta un illusione, che la felicità la troveremo una volta che saremo nel nulla ;)
Ciao Max ;)
(Rispondi)
monellaccio19
monellaccio19 il 17/09/16 alle 10:54 via WEB
L'empatia, anche senza frequentare corsi specifici, quando sorge spontanea e istintiva tra due soggetti, è già un ottimo risultato tra due persone. Nasce per attrazione dei due spiriti che evidentemente condividono molto tra loro:idee, stati d'animo, emozioni, sono le espressioni che determinano il filo emotivo tra due che vantano affinità empatiche ed elettive. L'istinto e la spontaneità sono i migliori vettori per trasmettere e accertare empatia. Buon e piacevole w.e. Laura.
(Rispondi)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 17/09/16 alle 23:05 via WEB
ci sono persone che sprizzano empatia dai pori, altri invece non riescono proprio ad immedesimarsi negli altri... troppo presi dall'ascoltar se stessi e spesso nemmeno riescono a capirsi. La spontaneità è bella, ma molti non sanno che sia... perchè non insegnarglielo? Ciao Carlè, buona domenica :)
(Rispondi)
arw3n63
arw3n63 il 17/09/16 alle 21:16 via WEB
Essere empatici non credo porti necessariamente ad essere felici. Significa riuscire ad entrare in sintonia, immedesimarsi con l'altro sia gioia che dolore se prevale il dolore non so se questo renda tanto felici.
(Rispondi)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 17/09/16 alle 23:15 via WEB
l'essere SOLO empatici no, anzi, potrebbe darti anche momenti di sofferenza se ti cali nei problemi altrui. In Danimarca insegnano a capire le proprie emozioni, a saperle esprimere e non farsi travolgere da quelle negative... da questo, può derivare la felicità. Ho visto anche un video di Moore, mostrava il sistema scolastico della danimarca, dove i ragazzi vanno a scuola per 3/4 ore al giorno (mensa compresa) mentre il resto del giorno giocano, socializzano, si dedicano allo sport o all'arte... niente compiti ... e sembra funzioni, pare imparino molto più di studenti in società dove stanno a scuola molte ore, fanno compiti a casa e compiti nelle vacanze. Vedremo negli anni cosa salterà fuori (mi sembrano partiti bene però)
Ciao Lory :)
(Rispondi)
 
 
arw3n63
arw3n63 il 18/09/16 alle 20:40 via WEB
Ti ricordi quando anche noi andavamo a scuola per 4-5 ore e il pomeriggio libero? Ok avevamo i compiti a casa ma molto più tempo libero per i giochi e altre attività libere che oggi i bambini non hanno. Eravamo felici, almeno più liberi di giocare tea coetanei reali e non in chat o whatsapp.Ok che non si sa dove lasciare i figli e la vita che conducono oggi i bambini è interamente programmata con spazi per il libero gioco quasi nullo, ma non so quanto siano felici. Vivono una vita scandita da orari e impegni programmati dai genitori che non sanno dove lasciarli in loro assenza e anche quando ci sono tra palestra, scuola, musica e attività varie.Ciao Laura
(Rispondi)
 
 
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 18/09/16 alle 23:17 via WEB
Giusta riflessione Lory, ricordo bene ... pensa che a me, quinta di sei figli, non è mai mancata la voglia di ridere, ero serena e il fatto che mi mancassero cose che altre mie amiche avevano, non mi è mai stato di peso. I valori erano diversi... Oggi anche chi non ha problemi di gestione, carica i figli di impegni, io credo invece che debbano anche annoiarsi, perchè è nella noia che cercano di inventarsi cose per divertirsi e vivere davvero da bambini. Buona notte a te carissima :)
(Rispondi) (Vedi gli altri 2 commenti )
 
 
 
isry
isry il 19/09/16 alle 11:07 via WEB
anche a Sparta prendevano i fanciulli e li facevano studiare lontani dai carichi quotidiani ^___^ erano felici?
BOH
di fatto erano spartano nella loro vita infatti ancora si dice hai modi spartani di chi si contenta di poco ^___*
(Rispondi)
 
 
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 19/09/16 alle 23:23 via WEB
I ragazzini spartani venivano tolti alla madre all'età di sette anni e iniziava subito il loro addestramento militare che durava tutta la vita... dubito che fossero felici
(Rispondi)
ITALIANOinATTESA
ITALIANOinATTESA il 17/09/16 alle 23:09 via WEB
Credo che questo tipo di attenzione verso l'empatia abbia profonde radici storiche in quella terra. Forse oggi si rende necessaria una intensificazione, istituzionalmente integrata a livello scolastico, anche per sopperire al disfacimento relazionale che si sta diffondendo in gran parte dell'intera comunità mondiale, in conseguenza della diffusione capillare degli attuali mezzi di comunicazione che rispetto gli aspetti emozionali dei nostri sentimenti tendono a generare più lacerazioni che sinergie.
Nel 2010 feci un post con test che riproposi nel 2013 ove c'è anche il tuo! Un saluto a te, cara Laura e buona domenica, M@.
(Rispondi)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 17/09/16 alle 23:23 via WEB
Sentivo stasera alla televisione che ci sono molti bambini che restano connessi a social anche per 11 ore al giorno. Spero non sia un fenomeno molto diffuso, perchè diversamente penso che potremo solo peggiorare... altro che empatia. Grazie Mario, buona domenica anche a te :)
(Rispondi)
woodenship
woodenship il 18/09/16 alle 19:54 via WEB
Altri climi,altre mentalità,ma io sono sempre più convinto che,certi studi,vanno presi con le pinze...E'pazzesco come,statisticamente, si giochi su aspetti che riguardano la vita e perciò tanto sensibili da essere influenzati dai più svariati fattori.Dico sempre che ognuno è figlio del proprio tempo e in esso trova il proprio spazio.Certo,ben vengano certe iniziative,se permettono di migliorare l'esistenza degli individui,ma da qui a farne regola di vita,mi pare leggermente eccessivo.......Un bacio di plenilunio.......W.......
(Rispondi)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 18/09/16 alle 23:23 via WEB
Sono studi che hanno lo scopo di far capire ai ragazzi come non farsi soggiogare da emozioni negative, comprendere ed immedesimarsi nel tuo prossimo... male non fanno. Ad ognuno poi la scelta se aprofittare di questa opportunità. Un saluto dalla luna :)
(Rispondi)
ranocchia56
ranocchia56 il 19/09/16 alle 09:18 via WEB
Diciamo che l'empatia non è abbia mai spiccato fra i valori umani, almeno nella regione dove ho sempre vissuto, però oggi è scomparsa del tutto e hanno preso il suo posto la maleducazione, la spietatezza e l'indifferenza. Non si dovrebbe arrivare a quanto hanno fatto in Danimarca, ma credo che un tentativo si potrebbe fare anche qui con i bambini in modo che possa far parte del bagaglio della cultura anche quando diventeranno uomini. Per gli esseri umani "cresciuti" ormai credo non servirebbe a niente.. Ciao Laura, che freddo..:)
(Rispondi)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 19/09/16 alle 23:08 via WEB
investire nei bambini è forse l'unica speranza che abbiamo, il problema è ... i genitori li sopprimiamo? ah ah ah... sccherzo eh?
Ciao Rosa :-)))
(Rispondi)
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 19/09/16 alle 15:59 via WEB
così, di getto, mi vien da dire: fortunati i danesi che possono permettersi Klassens tid. noi invece siamo alle prese con la buona scuola, dove mancano i professori, dove le ore di supplenza superano le ore effettive e produttive.
comunque sia, trovo che l'empatia fra le persone non si insegni, o la senti o non c'è studio che la insegni. trovo invece civile imparare ad ascoltare l'altro, a comunicare con l'altro e i punti di vista dell'altro.
buon lunedì, Laura
(Rispondi)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 19/09/16 alle 23:33 via WEB
E imparare ad ascoltare l'altro e capire i suoi punti di vista non è già un buon inizio?
Sì, la nostra scuola fa acqua da tutte le parti, nonostante ciò, grazie a molti insegnanti scrupolosi, credo sia ancora una scuola salvabile... certo non stanno operando in quel senso. Ciao Elena, a te buona notte :)
(Rispondi)
ninograg1
ninograg1 il 19/09/16 alle 22:38 via WEB
J. Rifkin c'ha fatt tempo fa un saggio sull'empatia.... un vero mattone ma alla fine del tutto giungeva alla ovvia conlcusione senza l'empatia siamo persi..
(Rispondi)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 19/09/16 alle 23:37 via WEB
grazie per la segnalazione, NON lo leggero ah ah ah
Ciao Nino, ben rientrato :)
(Rispondi)
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.