Creato da In_mezzo_alla_segale il 13/12/2006

Autoestinguente

Che seccatura

 

 

« Operazione "Non sappia l...In cortile »

Idee

Post n°104 pubblicato il 24 Marzo 2007 da In_mezzo_alla_segale
 

(tempo di lettura: 2 minuti)

Ugluk, il capo del villaggio, era un po’ preoccupato per Atik.

Era uno strano ragazzo, quell’Atik, ogni tanto gli venivano delle idee balzane che sconcertavano il resto della tribù. Era debole di costituzione, inadatto alla caccia, troppo distratto per fare l’esploratore; sinceramente non sapevano che ruolo assegnargli all’interno dell’organizzazione del villaggio.

Era stato assegnato ai lavori femminili, ma si era rivelato un disastro anche lì. Nella concia delle pelli si era tagliato le dita, nel trasporto dell’acqua si era perso. Messo ad accudire i bambini ne era diventato lo zimbello.

Qualcuno aveva già cominciato a dire che non era giusto dividere con lui il cibo se non faceva niente. Poi Ugluk si era accorto di questa sua propensione a riflettere e aveva deciso di tentare un esperimento: Atik sarebbe stato il primo ad avere da mangiare per produrre idee.

Gli anziani del villaggio si erano scandalizzati al sentire una simile eresia, ma non avevano osato contraddire il capo. Ciononostante, a volte Atik preoccupava Ugluk. Gli era giunto alle orecchie di un nuovo esperimento del ragazzo e decise di andarlo a trovare. Lo salutò col rispetto dovuto solo agli anziani.

– Guarda! – disse Atik contento. Aveva applicato quattro dischi di legno a una slitta. – La chiamerò ruota! Sulla neve credo che vada ancora meglio la slitta, ma sul terreno duro questa mia idea farà risparmiare fatica a noi e ai buoi da traino. Potremo spostarci più in fretta e portare con noi più provviste! Ti faccio vedere!

E così dicendo diede una forte spinta alla slitta che, carica e senza guida, prese velocità. Finì contro la capanna di Ugluk, sfasciandola. L’urto fu tremendo.

– ...Ragazzo, ti devo parlare. –

Si appartarono un po’. – Lo vedi anche tu che a volte combini dei danni. Quella del fuoco sì che era una bella pensata, ma questa ruota, quanto pensi che possa durare? Fino al primo albero. Lascia stare, Atik. Anche le tue recenti invenzioni, la leva, la chiave di volta, il ferro, la vela, che razza di idee sono? Dai, ricomincia a pensare a cose serie!


Nessundove
Primavera 1999

Commenti al Post:
La_Chambre_d_Isabeau
La_Chambre_d_Isabeau il 24/03/07 alle 15:32 via WEB
Di lì a poco avrebbe inventato: la polvere da sparo, la fusione dell'idrogeno e le armi per la guerra chimica batteriologica. Il capo villaggio della tribù nemica lo assoldò per un pezzo di pane e companatico.
 
 
In_mezzo_alla_segale
In_mezzo_alla_segale il 24/03/07 alle 15:56 via WEB
E in un momento d'ozio costruì la matiztestarossa.
Mi stai raccontando fatti che non risultano nella biografia ufficiale di Atik. Se vuoi proseguire sono tutt'orecchie. O tutt'occhi, fai tu :)
 
   
La_Chambre_d_Isabeau
La_Chambre_d_Isabeau il 24/03/07 alle 16:04 via WEB
Ovviamente tra le due tribù scoppiò un caso bellico (e non dovettero nemmeno votare per l'invio delle truppe). La superiorità della tribù tecnologicamente avanzata era notevole, ma avevano un tallone d' Achille. Atik non smetteva mai di pensare. Così, in una notte incredibilmente fredda, inventò il teletrasporto e ne fece dono alla sua amata compagna di giochi Lylak. Prima che nascesse il sole la tribù originaria di Atik si teletrasportò sulla costellazione di Cassiopea. Se alziamo gli occhi nel cielo invernale possiamo vedere i loro eredi lassù tra quelle stelle a forma di W.
 
     
In_mezzo_alla_segale
In_mezzo_alla_segale il 24/03/07 alle 23:26 via WEB
Quella che si dice una rapida escalation. Dalla zagaglia all'atomica in men che non si dica.
Mi pare che Atik non tenesse poi tanto alla sua compagna di giochi, in fin dei conti. Teletrasportata su Cassiopea significa salva (forse), ma perduta. Preferirei una stella in meno in cielo e una Lylak in più a portata di mano.
Interessantissima svolta astro-faida. Se credi torna ancora a completari i miei racconti :)
 
     
La_Chambre_d_Isabeau
La_Chambre_d_Isabeau il 25/03/07 alle 13:26 via WEB
Credo che Atik si sia volutamente liberato della sua compagna di giochi per continuare a fare l'unica cosa che sapeva fare: pensare. Credo che ratio e eros non vadano spesso d'amore e d'accordo.
 
     
In_mezzo_alla_segale
In_mezzo_alla_segale il 25/03/07 alle 19:49 via WEB
Cuore e testa sono nemici giurati, questo è vero, ma credo anche che non possano esistere uno senza l'altro. O perlomeno si tratterebbe di una vita ben triste.
Se Atik ha combinato una cosa del genere lo cancello dalle mie amicizie.
 
     
La_Chambre_d_Isabeau
La_Chambre_d_Isabeau il 25/03/07 alle 21:29 via WEB
No tranquillo, Atik non ha fatto danni così irreparabili, siamo qui tutti a soffrire per i dolori e le gioie che ci danno ratio ed eros.
 
shockportatile
shockportatile il 24/03/07 alle 20:10 via WEB
e i confini esistevano? Così avrebbe inventato e creato un nuovo lavoro, l'interrogatore, affidato per via delle riconosciute attitudini a quelle vecchiette curiose che non avevano nient'altro da fare che spettegolare da mane a sera. :)
 
 
In_mezzo_alla_segale
In_mezzo_alla_segale il 24/03/07 alle 23:27 via WEB
Credo non esistessero ancora i confini, ma le vecchiette rompicoglioni di sicuro sì.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

MAI PIÙ

controviolenzadonne.org
http://www.controviolenzadonne.org/index.html

________________________

Casa della Donne
per non subire violenza
http://www.women.it/casadonne/

Via dell'Oro, 3 - 40124 Bologna
Tel. 051-333173

 

OGNUNO A CASA SUA


Una questione di rispetto

Perché il Papa dice a deputati e senatori come votare, mentre il Presidente della Repubblica non può fare altrettanto con i vescovi?

 

HAI VOGLIA DI GIOCARE CON LE PAROLE?

immagine
 

VALUTAZIONE

immagine

 

SO TUTTO DI TE

 

RSS? ATOM? BOOOH...

immagine
 

NICK DEMENZIALE

immagine 
 

UN MOMENTO D'ATTENZIONE

COPYRIGHT

Creative Commons License

Il contenuto di questo blog
(compresi testo e immagini)
è pubblicato sotto una
Licenza Creative Commons.

Cosa significa? Significa che, per quanto possa sembrare strano, a tutto 'sto casino è riconosciuta la dignità di opera d'ingegno. Come tale, è di proprietà di chi l'ha creato e alcuni diritti sono riservati.

In particolare, la licenza che ho scelto di sottoscrivere recita:
il materiale qui contenuto si può citare, copiare, diffondere purché

1) si citi l'autore
2) non se ne tragga guadagno
3) non venga alterato

È sempre e comunque doveroso avvisare prima di prelevare qualcosa.
Grazie :o)

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 56
 

ULTIME VISITE AL BLOG

settediamantinekkinabuckykathaidi07pantaleoefrancaiannaconematteosamu711max_6_66deltreppovikovanbal_zacBasta_una_scintillakstrentaquattrostraniera9stefs123
 

ULTIMI COMMENTI

Sono tutti ottimi propositi, ma poi li mantieni??? Ciao,...
Inviato da: soleluna67
il 27/03/2010 alle 17:37
 
piace piace...
Inviato da: pollon131.e
il 16/02/2010 alle 23:40
 
Santo subito per il punto 2.
Inviato da: tyreal
il 04/02/2010 alle 21:47
 
allucinante.e c'è chi dice che è sempre stata un...
Inviato da: daniela.fraticola
il 31/01/2010 alle 00:25
 
Rispettoso silenzio
Inviato da: Basta_una_scintilla
il 30/01/2010 alle 19:10
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom