Creato da bettypz il 11/03/2009

specchio dell'anima

BETTYPZ

 

 

* Tentazione..... *

Post n°26 pubblicato il 11 Maggio 2009 da bettypz

 
 
 

* MARTHA MEDEIROS *

Post n°25 pubblicato il 06 Maggio 2009 da bettypz

ODE ALLA VITA                                                             

Lentamente muore
chi diventa schiavo dell'abitudine,
ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,
chi non cambia la marcia,
chi non rischia e cambia colore dei vestiti,
chi non parla a chi non conosce

Muore lentamente chi evita una passione,
chi preferisce il nero su bianco
e i puntini sulle "i"
piuttosto che un insieme di emozioni,
proprio quelle che fanno brillare gli occhi,
quelle che fanno
di uno sbadiglio un sorriso,
quelle che fanno battere il cuore
davanti all'errore e ai sentimenti.
Lentamente muore
chi non capovolge il tavolo,
chi e' infelice sul lavoro,
chi non rischia la certezza
per l'incertezza per inseguire un sogno,
chi non si permette almeno una volta nella vita
di fuggire ai consigli sensati.
 

Lentamente muore chi non viaggia,
chi non legge, chi non ascolta musica,
chi non trova grazia in se stesso.
Muore lentamente
chi distrugge l'amor proprio,
chi non si lascia aiutare;
chi passa i giorni a lamentarsi
della propria sfortuna o della pioggia incessante.
 
Lentamente muore
chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
chi non fa domande
sugli argomenti che non conosce,
chi non risponde
quando gli chiedono qualcosa che conosce.
Evitiamo la morte a piccole dosi,
ricordando sempre che essere vivo
richiede uno sforzo di gran lunga maggiore
del semplice fatto di respirare.
Soltanto l'ardente pazienza porterà
al raggiungimento
di una
splendida felicita'.

Martha Medeiros

 
 
 

Oscar Wilde

Post n°22 pubblicato il 17 Aprile 2009 da bettypz

"Sempre più D. si innamorava della sua

 stessa bellezza e con sempre

maggior

interesse seguiva il corrompersi della sua

 anima"

 (Il ritratto di Dorian Gray, O. Wilde)

 
 
 

*

Post n°20 pubblicato il 06 Aprile 2009 da bettypz

 
 
 

IL FILO DI ARIANNA

Post n°19 pubblicato il 28 Marzo 2009 da bettypz

Nell’antica terra di Creta viveva un terribile mostro , il Minotauro che divorava le anime degli uomini portati a lui per paura in sacrificio, quella paura che a volte spinge gli esseri mortali a non affrontare il proprio destino ma a lasciare che siano gli altri ad indicarne la rotta. Il giovane Teseo decise di interrompere quell’orribile tradizione e arrivò deciso a uccidere il mostro. Arrivato nell’antica terra nessuno voleva credere che lo avrebbe fatto davvero e il Re lo schernì…fu allora che da un angolo della sala la Principessa Arianna, figlia di Minosse, aveva assistito a tutta la scena appena vide Teseo se ne innamorò e decise di aiutarlo, perciò nella notte si recò di nascosto nella sua stanza.
“Principe, non posso aiutarti ad uccidere il mostro, però posso aiutarti ad uscire dal Labirinto. Ti prego, accetta il mio aiuto o morirai! Prendi questa spada e questo gomitolo di filo e nascondili sotto la tunica. Quando entrerai nel Labirinto, lega un capo del filo alla porta e srotolalo via via , mentre ti avventurerai nei corridoi bui. Se riuscirai ad uccidere il Minotauro, questo filo sarà la tua unica speranza di ritrovare l’uscita. Io ti aspetterò davanti alla porta, perché poi dovrai portarmi con te ad Atene, o mio padre mi ucciderà perché ti ho aiutato!”

 

Così fece e il giorno dopo quasi ucciso dalla furia del mostro, mise la sua mano in tasca e trovò il FILO DI ARIANNA e riuscì a ritrovare l’uscita e lei come promesso era lì che lo aspettava.

 

Quando la tua vita ti sembra chiusa dentro il peggiore dei labirinti, esso sia la paura, esso sia il dolore non dimenticare mai il filo che ti ho messo in tasca in tutto questo tempo che ti ho dedicato, prendilo, srotolalo, arriva all’uscita del tuo vivere sospeso e tu sai che io sarò lì ad aspettarti..perchè un mito serve solo per rispecchiare una realtà..la nostra…quel filo è il mio cuore, quel filo è la mia natura di donna che da amore, quel filo è speranza per la tua esistenza mutante…non posso aiutarti a uccidere il mostro MA POSSO INDICARTI LA VIA D’USCITA.

 
 
 

SOGNAMI * BIAGIO ANTONACCI *

 

 

LEZIONI DI PIANO

 

FACEBOOK

 
 

 

**LA FELICITà SI PAGA**

Per un istante d'estasi

noi paghiamo in angoscia

in misura esatta e trepidante

proporzionata all'estasi.

per un'ora diletta

compensi amari d'anni

centesimi strappati col dolore

scrigni pieni di lacrime...

              (E. Dickinson)

 

AREA PERSONALE

 

**

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

*MESSAGGI*

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

shivasal16avvbiaclaudio57toGiuseppeLivioL2mike30isa.pipnutellabikea101.cellcomet63leopardi76ivan6ivanpino1959gjack0807Perturbabilealiena68
 

* PECCATI DI GOLA... *

 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

ULTIMI COMMENTI

Ancora auguri e un salutone, Renato
Inviato da: diogene51
il 07/01/2013 alle 10:00
 
rinnovo...ciaooo
Inviato da: avvbia
il 13/03/2012 alle 23:28
 
un caro saluto..gino....
Inviato da: avvbia
il 14/11/2011 alle 12:11
 
AUGURI!! fatti sentire se vuoi...gino. ciao
Inviato da: avvbia
il 13/07/2011 alle 09:56
 
Confermo che è di Martha Medeiros. Può piacere o non...
Inviato da: el_desaparecido
il 09/07/2011 alle 19:02
 
 
 

***

 
Se l'amore è cieco,
tanto meglio si accorda con la notte.
William Shakespeare
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963