Creato da toughenough il 22/08/2007

Cinema e Amenità

Cinema e Amenità

 

 

« MISFITS di Howard Overman

A VOLTE RITORNANO di Barbatreccia

Post n°178 pubblicato il 29 Ottobre 2010 da toughenough
 

Passata l'afosa estate ho ben pensato di non tediare più nessuno con le mie recensioni. Uno si potrebbe chiedere: sei stato costretto a riprenderle sotto l'immane pressione di migliaia e migliaia di missive dei tuoi fan? Macchè! Ma poi a volte l'abitudine diventa un vizio, e così via.
Glisserò quindi sui vari Pandorum estivi, Welcome di cineforum e quant'altro. Dirò solo che Inception di onirico ha solo 10 minuti scarsi, per il resto è uno sparatutto neanche tanto riuscito, con narrazioni che dovrebbero essere incrociate e che invece sono a malapena accostate malamente, per non parlare dell'opinabilità di buona parte della sceneggiatura.
Due parole mi sento obbligato di dirle anche su "L'ultimo dominatore dell'Aria", dove seppur gli effetti speciali "elementali" sono pregevoli, di sicuro è un ottimo esempio di come i film non debbano essere proiettati in 3D se non sono realizzati correttamente, con la conseguenza di un film scuro (nel senso letterale) e disturbante alla vista. Avvicinate a questo una scelta a casaccio degli attori (il protagonista è meno espressivo e  credibile in quel ruolo di Topo Gigio, che a confronto "gigioneggia" di meno") e dialoghi e sviluppo della storia degni di un alunno di terza elementare (alla scrittura, non alla visione). Insomma, TERRIFICANTE!

Vengo qui a scrivere invece di BEING HUMAN, che non vale una recensione a se stante. Questo è un serial inglese che narra le gesta di una casa condivisa da un licantropo, un vampiro ed un fantasma. Uno si aspetterebbe una sit-com alla "Friends", invece le pretese sono anche drammatiche. I Vampiri, dei veri ighi, possono stare alla luce, subiscono la croce (o i simboli sacri) solo se lo sceneggiatore ha avuto un colpo di sole, vogliono conquistare il mondo, tranne il nostro eroe, che è buono e puro e si disintossica dal sangue (ma in compenso mangia e caga e fa sesso come un normale umano). I Licantropi son beoni che prendono calci un po' da tutti in forma umana e hanno l'intelligenza di un barboncino scemo da trasformati, e i Fantasmi hanno il poltergeist e la tattilità, ma solo quando se ne ricordano, ovvero circa mai.
La prima serie di Being Human dura solo sei puntate, per fortuna, patetica e banale, si può saltare a braccio. Ma voglio lasciarvi con una domanda che svela l'ingegno e l'intreccio garantito da un team di sceneggiatori di eccellenza: Se vi metteste contro tutta la segreta alleanza dei vampiri che vuole conquistare il mondo, e riusciste a scappargli, dove vi nascondereste? A casa vostra, ovvio, nel centro di Bristol, sorseggiando del te. E poi certa gente si lamenta se gli infilano un paletto nel cuore.

 

T.

 
Rispondi al commento:
esternoluce
esternoluce il 29/12/15 alle 12:19 via WEB
bella carrellata di serie tv! insomma da vedere! ciao da

canon82

 
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 
Il primo bicchiere, come sempre, è il migliore.

Hank
 

AREA PERSONALE

 

STO LEGGENDO...

 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

cassetta2free_evolutioncla.romaamssurprisef.milasimirkolaucasjolenewesternoluceNEMO00libellula44achiara.celsajackiepalPOLENTAeFORMAGGIOmariangelalopuzzoNova107
 

HAGAKURE

Si può imparare qualcosa da un temporale.
Quando un acquazzone ci sorprende, cerchiamo di non bagnarci affrettando il passo, ma anche tentando di ripararci sotto i cornicioni ci inzuppiamo ugualmente.
Se invece, fin dal principio, accettiamo di bagnarci eviteremo ogni incertezza e non per questo ci bagneremo di più. Tale consapevolezza si applica a tutte le cose.

Yamamoto Tsunetomo(1 - 79)
 
 

ULTIMI COMMENTI

Signore & Signori, buon giorno.
Inviato da: cassetta2
il 26/04/2022 alle 15:33
 
bella carrellata di serie tv! insomma da vedere! ciao da...
Inviato da: esternoluce
il 29/12/2015 alle 12:19
 
A VOLTE RITORNANO
Inviato da: puzzle bubble
il 03/05/2012 alle 17:04
 
Quoto, serie assolutamente da vedere, e in lingua...
Inviato da: Banjo
il 07/04/2011 alle 18:35
 
Sono contento del tuo commento, anche perchè a me non è...
Inviato da: toughenough
il 01/09/2010 alle 19:25
 
 

LA MORTE E IL BUSHIDO

Ho scoperto che la via del samurai è la morte.
Quando sopraggiunge una crisi, davanti al dilemma fra vita e morte,è necessario scegliere subito la seconda. Non è difficile: basta armarsi di coraggio e agire. Alcuni dicono che morire senza aver portato a termine la propria missione equivale a una morire invano. Questa è la logica dei mercanti gonfi di orgoglio che tiranneggiano Osaka ed è solo un calcolo fallace, un'imitazione grottesca dell'etica del samurai.
E' quasi impossibile compiere una scelta ponderata in una situazione in cui le possibilità di vita e di morte si equivalgono. Noi tutti amiamo la vita ed è naturale che troviamo sempre delle buone ragioni per continuare a vivere. Colui che sceglie di farlo pur avendo fallito nel suo scopo, incorre nel disprezzo ed al tempo stesso è un vigliacco e un perdente.
Chi muore senza aver portato a termine la propria missione muore da fanatico, in modo vano, ma non disonorevole. Questa è infatti la Via del samurai.
L'essenza del Bushido è prepararsi alla morte, mattina e sera, in ogni momento della giornata.
Quando un samurai è sempre pronto a morire, padroneggia la Via.
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom