Creato da ciaobettina0 il 19/09/2014

Beauty and the Past

la bellezza dell'arte, l'arte della bellezza

ARMONIEONLINE
la mia pagina Facebook
dedicata alla mostra "Armonie"
 

sotto:
presentazione della mostra Armonie di luglio e settembre 2015.
CLICCA SULLE TRE PAGINE CHE SEGUONO PER LEGGERE LA PRESENTAZIONE 

 


PITTURA E DECORAZIONE

 

GLICINI E ORTENSIE
E. Neri 
finta finestra su tavola 

dipinto di Elisabetta Neri

clicca per ingrandire

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

 

« Beauty and the PastIl disegno dell'occhio ... »

I colori dell'architettura, parte 1 - IL ROSSO MATTONE IN LOMBARDIA

Post n°2 pubblicato il 27 Settembre 2014 da ciaobettina0
 

foto Elisabetta Neri

I centri storici delle diverse zone italiane sono caratterizzati da forme e colori ricorrenti, dovuti all'utilizzo dei materiali da costruzione e decorativi in passato più facilmente reperebili sul posto, una specificità che agli occhi di un turista curioso ed interessato all'architettura appare quasi come una firma distintiva delle diverse  aree.

Così qui in Lombardia, soprattutto nel Medioevo e nel Rinascimento, il mattone rosso è divenuto il materiale da costruzione più tradizionale. Nelle costruzioni nate nell'Alto Medioevo lo si può trovare inframmezzato  da grossi blocchi di pietra irregolari o da grossi ciottoli tondeggianti. Nell'immagine sotto, un tratto di muro adella Casina-Convento di San Giovanni, nel Parco Archeologico di Castelseprio e, ancora più in basso, due finestre del Monastero di Torba; nella prima si possonoo notare i ciottoli disposti a spina di pesce. caratteristici delle strutture di età romanica.

foto Elisabetta Neri

Elisabetta Neri

foto Elisabetta Neri

In epoca romanica il mattone rosso in Lombardia veniva utilizzato sia per la costituzione di elementi strutturali che decorativi; nella facciata della chiesa dell'Abbazia di Morimondo (nella foto in basso) il colore intenso del cotto domina infatti incontrastato, sia sulle superfici che nelle cornici create da mattoni disposte in modo da creare motivi ripetuti o ancora negli archetti pensili, molto diffusi nelle chiese romaniche (in questa foto appena sotto, archetti pensili sul fianco della chiesetta di Torba)

FOTO ELISABETTA NERI

foto Elisabetta Neri

sulla facciata della chiesa di Morimondo, si nota un particolare curioso: tra i mattoni si scorgono alcune scodelle decorate e smaltate che scintillano alla luce del tramonto. esse un tempo servivano per segnalare a chi si avventurava nelle campagne la presenza di un momnastero che poteva offrire accoglienza.

foto Elisabetta Neri

Il rosso del mattone lombardo di Morimondo spicca ancor oggi sul verde della curatissima campagna circostante.

foto Elisabetta Neri

volte

Nelle costruzioni di epoca romanica la volta a crociera, generata dall'incrocio di due volte a botte poste perpendicolarmente l'una rispetto all'altra, era una costante; e i costoloni in rilievo, spesso in mattoni, risaltavano sul bianco delle vele intonacate (nelle foto in basso, le volte del chiostro di Morimondo)

foto Elisabetta Neri

foto Ellisabetta Neri

Soprattutto in età tardo gotica e rinascimentale il cotto vieniva scolpito per assumere forme elaborate ed eleganti, antropomorfe o floreali, come si può notare nelle immagini qui sotto (nella prima immagine: antica cornice di una finestra a Castiglione Olona; nella seconda: il chiostro della Certosa di Pavia).

foto Elisabetta Neri

Anche nell'architettura rurale il mattone è stato il materiale da costruzione più utilizzato in Lombardia: la disposizione che genera spazi a forma di croce ha caratterizzato per secoli le aperture di cascine e fienili. In basso: costruzioni che si affacciano sul Naviglio presso Bernate.

foto Elisabetta Neri

In epoca tardo-gotica e rinascimentale gli archetti pensili decorativi assumono talvolta la forma a sesto acuto, in un susseguirsi di motivi intrecciati, come nel Castello Visconteo di Bereguardo (foto in apertura e in chiusura del post)

foto Elisabetta Neri

CLICCA SUI LINK PER VEDERE ALTRE FOTO DEI LUOGHI CITATI:

Abbazia di Morimondo

architettura rurale e Castello di Bereguardo

Castiglione Olona

foto di Elisabetta Neri

su P A V I A vedi anche:

PAVIA ROSSO MATTONE

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

TAG

 

da... ART!!!

L'OCCHIO, DISEGNO A PASTELLO - parte 1

 

L'OCCHIO, DISEGNO A PASTELLO - parte 2

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

sinaicoasettico35surfinia60Terzo_Blog.Giusdolcesettembre.1ape560cuoresolitario_2000eric65vciaobettina0allisciamistubebeMassimiliano_UdDcinzia.motoleseumbredemurichiarasany
 

 

Esecuzione live del Gloria RV 589 di Vivaldi alla quale ho avuto l'onore di prendere parte come corista...

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Locations of Site Visitors