Creato da bolinanews il 23/01/2007

Bolina news

Il blog per chi viaggia controvento

 

 

« Come eravamoMessaggio #86 »

La guerra dell'acqua

Post n°85 pubblicato il 03 Marzo 2008 da falco58dgl
 

L’acqua…elemento primigenio della vita. E’ naturale avere acqua corrente, usare l’acqua per lavarsi, pulire, cucinare. E’ normale, scontato, forma parte della quotidianità, non sorprende.  Ma non è così dappertutto. 

 Ogni giorno 30.000 persone muoiono per cause connesse alla scarsità d'acqua o alla sua cattiva qualità e igiene (Legaambiente), si tratta di  10 milioni di esseri umani ogni anno.
Solo il 16% dell’umanità può aprire oggi un rubinetto e bere acqua potabile (
Bruno 14 riprendendo dati di Legambiente), una persona su sei. L'84% deve cercarla lontano da casa e presso fonti già scarse.
Osserviamo un mondo a due velocità: in Africa il consumo d'acqua varia da 12 a 50 litri al giorno per abitante, in Europa tra i 170 e i 250 litri (Italia) al giorno, negli Usa ci attestiamo sui 700 litri
Sotto i 50 litri si può parlare di sofferenza per mancanza d'acqua. Il 40% della popolazione vive in condizioni igieniche disastrose. Si tratta  di più di  due miliardi di persone.

Nel 2020 tre miliardi di persone non avranno accesso all'acqua. Ci sono già focolai di guerra per il controllo delle risorse idriche, in un futuro prossimo la ”guerra dell’acqua” potrebbe essere la normalità  (WWF).

 Per esempio,  le popolazioni palestinesi hanno accesso solo al 2% delle risorse idriche della regione. L'acqua è dunque una questione chiave nel processo di pace in Medio Oriente. Ma anche il bacino idrografico del fiume Nilo mette in gioco la sicurezza internazionale. Le acque di questo fiume riforniscono una popolazione che nel 2025 potrebbe arrivare a 859 milioni di persone.
Secondo la Fondazione per la ricerca delle Scienze, la Tecnologia e la Politica delle Risorse Naturali, il Nilo Bianco (che nasce in Burundi) e il Nilo Azzurro (la cui origine è in Etiopia) sono stati motivi di tensione permanente tra Egitto, Etiopia e Sudan. (
Tuttotrading)

Questa situazione viene da lontano, ma se volessimo identificare un momento in cui l’assalto all’acqua viene formalmente dichiarato, non dovremmo andare molto in là nel tempo. Nel Marzo del 2000 all'Aja, si svolge 2° Forum mondiale sull'acqua. L'acqua cambia status: da diritto umano (svincolato dalle leggi di mercato) diventa un bisogno umano, che quindi può essere regolato dalle leggi della domanda e dell'offerta. Dal mercato. E quindi privatizzabile e vendibile come qualunque merce.

La prima guerra dell’acqua dovuta a processi di privatizzazione si è verificata a Cochabamba, in Bolivia, dove la  Banca Mondiale conclude un accordo con il governo del paese sudamericano che concede alla Bechtel, multinazionale californiana, la gestione dell’intero sistema dell’acqua potabile della città, col risultato che i costi per avere acqua corrente in casa  aumentano del 200% e  diventano equivalenti a un quarto del salario minimo. La popolazione di Cochabamba, scesa in sciopero generale, ha dovuto lottare per settimane e affrontare una dura repressione governativa per riprendere il controllo delle proprie risorse idriche (Vero Sudamerica).

Se l’acqua diventa una merce come le altre, è evidente che la sua distribuzione può essere trattata come un affare commerciale, inserito nell’ambito della globalizzazione e dei rapporti nord-sud. In alcuni casi il Fondo Monetario internazionale e la Banca Mondiale hanno subordinato la concessione di prestiti a paesi poveri in cambio della gestione dei servizi idrici a società private estere. I giganti che si contendono la  privatizzazione del nascente mercato dell'acqua sono soprattutto europei: le aziende francesi Vivendi e Suez-Lyonnais des Eux (ora Ondeo), la tedesca RWE. E poi i colossi Nestlé e Danone, l'americana Coca Cola. Ma anche l'italiana ACEA concorre alla spartizione del mercato dell’acqua: le bollette che pagano i cittadini di Erevan, capitale dell'Armenia, finiscono nelle casse del Comune di Roma, titolare del 51% delle azioni dell'ACEA, che gestisce l'acquedotto locale. (Disinformazione)


La guerra dell’acqua è già iniziata.

Writer

 
Rispondi al commento:
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 23/03/08 alle 11:36 via WEB
Auguri per una serena e felice Pasqua...
Kemper Boyd
 
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 

TAG

 

FACEBOOK

 
 

CONSIGLI IMPORTANTI!!!

immagine

Vuoi navigare in maniera veloce e confortevole su questo blog?!

Ti basterà utilizzare il menù dei tags che serve proprio a dividere in aree tematiche il blog e a permetterti di trovare in maniera più veloce e agevole gli argomenti che più ti interessano. Se poi sai con assoluta precisione ciò che cerchi, allora ti basterà inserire la parola chiave nel menù di ricerca(che trovi subito sotto quello delle tags) e il gioco sarà fatto. Utilizzando questi due semplici "trucchetti", potrai raggiungere direttamente anche messaggi non recenti che si trovano in diverse pagine del blog, proprio come se ti muovessi in un sito web. Geniale no?! Buona navigazione;)



 

IL NOSTRO INTENTO

immagine

Ricordate il vero fine ultimo di questo blog: quello di proporre argomenti fuori dal coro, contro corrente, contro vento(come il vento di bolina, appunto) e di non uniformarsi mai, di non lasciarsi mai invischiare da pregiudizievoli dissertazioni politiche ed ideologiche. Io dico sempre “la mente umana dovrebbe essere come l’universo, aperta e infinita”. I bigotti qui non li vogliamo!!:-P

immagine

immagine

Clicca qui per scoprire chi ci governa


Per scrivere su questo spazio non è necessario possedere un blog o un sito su libero.it. E' sufficiente essere iscritti ed avere quindi un nickname. Per chi volesse partecipare, l'indirizzo per la registrazione(semplice e immediata)è il seguente:

http://registrazione.libero.it.

Come già detto, registrarsi a liber è semplice e veloce, soprattutto è gratis;)Allora?! Cosa aspettate?! Entrate anche voi a far parte della nostra community e mandare più articoli possibili.

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 10
 

ULTIME VISITE AL BLOG

EllaVideelyravzane.marinolubopoforever_green3newromanticvisageiris76_flo_snorkimax_6_66ephemeral_illusionluciabarberiniunamamma1luigi.michelonilmaddalena.toninramcalcestruzzi
 

ULTIMI COMMENTI

Grazie!
Inviato da: isa
il 26/01/2014 alle 09:37
 
Grazie!
Inviato da: prsica
il 26/01/2014 alle 09:36
 
Grazie!
Inviato da: Emma
il 26/01/2014 alle 09:36
 
Grazie!
Inviato da: Tami
il 26/01/2014 alle 09:35
 
Grazie!
Inviato da: Bert
il 26/01/2014 alle 09:35
 
 

COSA DA NON PERDERE

immagine
Forum
clicca per entrare

partecipa anche tu!
per saperne di piu'
visita
il Blog
se volete partecipare
scrivetelo sul blog
sarete inseriti nella
lista degli aderenti!


A.A.A
E' nato un nuovo sito per la valorizzazione dei blog, con tanti utilizi servizi(come la possibilità di ascoltare i programmi radio durante la navigazione) e con un interfaccia di navigazione graziosa, semplice ed intuitiva. Un modo per far conoscere i vostri blog e per scambiarvi visite importanti, per aumentare, quindi, la visibilità del vostro spazio personale. Per info scrivete a info@vascoblog.com oppure visitate il sito http://www.vascoblog.com...Buona navigazione


 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom