Boycott ©®

Responsabilizziamoci:"Questo Mondo alla rovescia ci insegna a subire la realtà invece di cambiarla,a dimenticare il passato invece di ascoltarlo e ad accettare il futuro invece di immaginarlo.Vediamo di vivere e lavorare per un mondo 'altro' "

 

AMARCORD


 
 
Citazioni nei Blog Amici: 115
 

AREA PERSONALE

 

ULTIMI COMMENTI

La vita nasce per essere vissuta e per godere mon trovi?...
Inviato da: chiarapertini82
il 05/02/2016 alle 19:05
 
Il chinotto recoaro il top!!! Peccato che questo prodotto...
Inviato da: Andrea
il 09/07/2014 alle 22:10
 
Grazzie!
Inviato da: L'île au trésor
il 07/08/2013 alle 11:32
 
La informazione da voi data non corrisponde alla verità dei...
Inviato da: Zingaro Carlo
il 07/05/2012 alle 00:40
 
Ma invece di perdere tempo con questo giocattolo senza...
Inviato da: Sergio
il 02/12/2010 alle 22:36
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

amoilmareelaneve0fausto.panzeriwillobbreggiana0lillicamiecol2rita.zaninielviprimobazarpavone2303riccardiannamariapig62claudioavioSindiegofantartistgloglo1995
 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: Boycott
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 39
Prov: VR
 

FACEBOOK

 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

Il Mondo Migliora?

Post n°266 pubblicato il 26 Settembre 2006 da Boycott
 

  Mi aggrego anch'io all'iniziativa di Jacopo Fo di cercare di far capire che questo mondo può essere migliorato e che sta migliorando...insomma non esistono solo le disgrazie. Il testo completo è qui.
   "Questa è un’occasione: aiutaci a scrivere un libro che (probabilmente) ridurrà al silenzio quelli che dicono “Si stava meglio prima…”. Oppure dovremo convincerci che il mondo va veramente sempre peggio e non c’è un cazzo da fare.
Se vuoi fare qualche cosa di veramente brutto, sporco e cattivo dacci una mano a rompere i luoghi comuni. E’ un’azione strategica! [...] Per dimostrare che oggi, nonostante tutto quello che cercano di faci credere, il potere e le possibilità del singolo individuo (grazie a internet e a tutto il resto) sono un milione di volte quelle di 50 anni fa. E questo aumenta le possibilità che gli umani riescano a liberarsi dal gioco della paura e della follia.
Il potere ci tiene sotto terrorizzandoci e dando l’impressione che noi non si possa fare niente per cambiare".

Io do il mio contributo con queste notizie:

- da oggi per i clienti Vodafone tornano a disposizione i 100 sms gratis al giorno dal sito www.190.it
- chi si fosse perso la puntata di Report domenica scorsa può rivederla sul sito: http://www.report.rai.it/
- chi volesse vedersi le puntate di Anno Zero, il programma con Santoro, Travaglio e la Jebreal può rivederle su: http://www.annozero.rai.it/annozero/default.htm

e voi? che notizie buone e positive mi portate?

- 6 GIORNI Il Dott.Montanari, quello che ha denunciato la presenza di nano-particelle dannosissime per la nostra salute all'interno di alcuni prodotti di marca, viene ad illustrare il problema a San Martino B.A. di Verona il 2 ottobre. Accorrete numerosissimi e spargete la voce! Vi assicuro che è molto interessante DIVERTENTE e la cosa è appoggiata da Beppe Grillo in persona.

 
 
 

Prestarsi i soldi in gruppo

Post n°265 pubblicato il 25 Settembre 2006 da Boycott
 

Riportiamo 2 esperienze.
La prima si chiama
Zopa
, acronimo inglese che vuol dire Zone of Possible Agreement. La seconda si chiama Prosper ed è californiana, tra i suoi finanziatori c'è Pierre Omidyar (vedi foto) che fu uno dei fondatori del sito di aste online eBay . Entrambe si basano sull'idea di mettere in contatto direttamente chi ha bisogno di prestiti con chi ha dei soldi da prestare. E' l'applicazione delle tecnologie P2P (da pari a pari) al mondo del credito e infatti Prosper così si definisce: Il mercato online per il prestito People-to-People.
Se si vuole è la trasposizione di una pratica diffusa in tutto il mondo da tempo, anche prima che le banche esistessero: all'interno di una comunità, parenti e amici fanno cassa comune per aiutare i membri che abbiamo necessità finanziarie; in seguito quelle forme spontanee e solidali di credito divennero poi società di mutuo soccorso, casse di credito popolare ecc. Nella forma iniziale, la restituzione del prestito era assicurata proprio dai vincoli di gruppo, dato nessun debitore si azzardava, pena l'onore, a sparire con il malloppo.
Ma in rete, e tra sconosciuti che non si conoscono e non si incontreranno mai F2F (faccia a faccia), come è possibile il credito P2P? Il meccanismo è semplice: chi ha bisogno di un prestito compila online un modulo con la somma richiesta e il massimo interesse che è disposto a pagare. I prestatori potenziali partecipano a una specie di asta indicando quanto vogliono prestare e a che tasso. Il sito Prosper combina le condizioni migliori in modo che il rischio sia distribuito. Ovviamente Prosper si fa pagare una commissione per il servizio che rende. Per aiutare chi presta i soldi a ridurre i rischi il sito offre una valutazione dell'affidabilità del debitore, basata sui credit report ufficiali (delle banche e di altre agenzie di credito) e anche sul comportamento passato di quella persona nel mercato Prosper. Ma soprattutto il sistema si basa sulla creazione di gruppi di prestito. Questi possono essere creati da chiunque, il quale inviterà altri amici a unirsi; l'idea è che un gruppo dove le persone si conoscono sia nel suo complesso più affidabile dei singoli, dato che deve difendere la sua reputazione collettiva. Qui come in Zopa uno può decidere di prestare solo ai membri di un gruppo con buona fama, o solo a quelli del suo gruppo; comunque quando un prestito viene restituito, il capo gruppo ottiene una piccola percentuale che può tenere per sè o redistribuire.
Zopa ha 15 mesi di vita, vanta 75 mila aderenti e denuncia una percentuale molto bassa di default (contratti non rispettati), solo il 5 per mille. Prosper è attivo dal febbraio scorso e annuncia di avere 1.500 utenti, che tra di loro hanno stipulato prestiti per 7 milioni di dollari.
Tra le ragioni del successo di queste esperienze c'è un elemento fondamentale, la cattiva fama delle banche e in molto casi, addirittura, l'odio verso le stesse.

- 7 GIORNI Il Dott.Montanari, quello che ha denunciato la presenza di nano-particelle dannosissime per la nostra salute all'interno di alcuni prodotti di marca, viene ad illustrare il problema a San Martino B.A. di Verona il 2 ottobre. Accorrete numerosissimi e spargete la voce! Vi assicuro che è molto interessante DIVERTENTE e la cosa è appoggiata da Beppe Grillo in persona.

 

 
 
 

Giocando s'impara: come fa soldi McDonald's

Post n°264 pubblicato il 22 Settembre 2006 da Boycott
 

In casa mia ho appeso un lungo manifesto di 4 fogli che spiegano "Cosa c'è che non va con McDonald's" (in basso la copertina di questo manifesto). L'ho messo prima di entrare in cucina in modo da esser consapevoli di quello che succede quando si va a mangiare in questa catena di fast-food. Nonostante tutte le persone che sono venute a casa mia e incuriosite hanno letto le atrocità di cui è responsabile questa catena di montaggio, poi in pochi si ricordano perchè io la boicotto.
"Dai, Compa (cioè il sottoscritto Boycott nel mondo reale), vieni con noi al McDonald's! Lo so che lo boicotti perchè il cibo non è salutare, ma una volta ogni 2 mesi si può!" mi dice una mia amica pochi giorni fa.
"Non è questo il motivo" rispondo io "altrimenti non andrei a mangiare neanche i kebab". Stupore nella mia amica che si sforza un po' di più e dice una cosa che è il pensiero comune di tantissime persone che si trovano davanti uno come me che vuole consumare in modo responsabile "Ah, sì, mi ero scordata che tu sei contro le multinazionali...". "Anche i tortellini di Giovanni Rana sono prodotti di una multinazionale, eppure non li boicotto". Sconcerto ed incredulità nella mia amica, come se le avessi scretolato la colonna portante di tutte le sue convinzioni.
Bene, oltre ad invitarvi a leggere il link sulla destra riguardante i misfatti di McDonald's, oggi vi presento un giochino molto divertente che vi insegnerà come funziona l'etica di questi fast-food e magari ve lo ricorderete!

Clicca qui per accedere al giochino!

Giocate, divertitevi, imparate...ma soprattutto ricordate e diffondete!

- 10 GIORNI Il Dott.Montanari, quello che ha denunciato la presenza di nano-particelle dannosissime per la nostra salute all'interno di alcuni prodotti di marca, viene ad illustrare il problema a San Martino B.A. di Verona il 2 ottobre. Accorrete numerosissimi e spargete la voce! Vi assicuro che è molto interessante DIVERTENTE e la cosa è appoggiata da Beppe Grillo in persona.

 
 
 

Destra di ieri e sinistra di oggi: stessa cosa

Post n°263 pubblicato il 21 Settembre 2006 da Boycott
 

Guardate in che epoca stiamo vivendo. Nel mondo i popoli si stanno ribellando quando i loro politici imbrogliano o dicono bugie. In Ungheria il popolo scende in piazza perchè il primo ministro ha raccontato balle. In Thailandia è in atto il golpe di stato perchè il presidente fa affari ai danni del paese. In Mexico stanno facendo un governo parallelo èerchè il governatore uscente ha imbrogliato alle elezioni. In Francia, mesi fa, fanno una legge sul primo impiego dove il licenziamento senza giusta causa è permesso, gli studenti scendono per le strade fino a che i politici non cambiano la legge.
In Italia cosa succede? Niente. Quando cominceremo ad averne le tasche piene di questi politici che fanno finta di essere di destra o di sinistra, in realtà sono tutti dalla stessa parte, cioè quella della poltrona?
Ricordate quando Berlusconi a Milano dice alla polizia di arrestare quella persona che gli ha gridato "Buffone, fatti processare"? Insomma nessuno poteva essere bero di contestarlo. Ora, la stessa persona, Piero Ricca, va alla Festa dell'Unità di Milano per contestare Fassino sull'indulto. E cosa succede? Lui e i suoi amici vengono aggrediti, gli viene spenta la telecamera, gli dicono che non deve permettersi di esprimere il proprio pensiero pubblicamente! Addirittura viene accusato di essere un mandante di Berlusconi! Ecco il filmato!
Cos'è cambiato? Niente. Solo il colore del politico è cambiato, ma i modi di fare politica sono sempre gli stessi: inciuci, interessi sotto banco, mai contestare chi è al potere e soprattutto risposte evasive!
Quando avevo scritto a tutti i politici che avevano votato a favore dell'indulto spacciandolo a favore delle condizioni dei carcerati (ma in realtà serviva per i ladri dai colletti bianchi come Fiorani, Billè, Fazio, Gnutti, Consorte, Dell'Utri, Previti, ecc.) tra i pochi che mi hanno risposto (ai quali va riconosciuto che almeno si confrontano con il proprio elettorato) c'è anche Fassino. Ecco la risposta integrale. Gli dicevo che se l'obiettivo era migliorare le condizioni carcerarie era sufficiente depenalizzare la Bossi-Fini e sarebbero usciti solo i poveracci, mentre così sono discolpati i ladri e i mafiosi che in carcere non c'erano perchè erano agli arresti domiciliari nelle loro ville. Lui ha risposto dicendo che hanno "lavorato ad un testo equilibrato e ragionevole" e che "Abbiamo detto sì all'indulto, dunque, non per favorire qualcuno, ma perchè
era una risposta necessaria, doverosa e non più eludibile all'emergenza
delle carceri
"... In pratica non ha risposto alla domanda, esattamente come Berlusconi ha fatto a Strasburgo non rispondendo all'euro-parlamentare Shultz, alla rivista tedesca Bild e all'Annunziata in tv.
In compenso Piero Fassino lascia il suo numero di cellulare, il suo fax e la sua email:

Tel. +39.06.6711260
Fax +39.06.48023246
p.fassino@dsonline.it

Bombardiamolo di sms, fax ed email sulle faccende che non ci sembrano a posto! Come quella sulla Telecom!
Visto che trovo doveroso che Prodi vada a riferire sulla faccenda Telecom, non solo alla Camera, ma anche in Senato, dove la maggioranza è molto più sottile...se ha la coscienza a posto non deve temere e non mandare Gentiloni (vedi foto) che è la persona che fa le leggi anti-trust sulle televisioni in accondo con Confalonieri che rappresenta il trust.
Prodi era stato avvertito da Beppe Grillo su che razza di uomo fosse Tronchetti Provera e lui invece di prenderlo sul serio si è messo a ridere! Ecco il filmato che lo dimostra!

PS: Stasera Anno Zero su Rai2 ore 21 con Travaglio, Rula e Santoro...

 
 
 

Pagati per contare i tombini

Post n°262 pubblicato il 20 Settembre 2006 da Boycott
 
Tag: Lavoro

   C'è anche chi viene pagato per contare, ogni giorno, i tombini di una città. E c'è chi prende lo stipendio per controllare, ogni giorno, quanti sono quei loro colleghi che contano i tombini. Tutti hanno la qualifica di ispettori ambientali. Sono una settantina solo a Palermo e guadagnano 800 euro al mese. Prima erano precari, adesso hanno un lavoro fisso. Come quei 397 assunti senza concorso nelle aziende comunali. Sono tutti parenti di uomini politici. 
   È sempre festa a Palermo. Si cancellano 1700 posti letto negli ospedali pubblici, si chiudono guardie mediche, ma quando c'è da assumere figli e mogli e cognati non si bada a spese. L'ha fatto anche il neo presidente dell'Assemblea regionale Gianfranco Micciché (foto a destra). Nello stesso giorno in cui annunciava tagli a Palazzo dei Normanni - venerdì 15 settembre - ha chiesto anche due autisti in più.
Con 15.500 dipendenti e quasi 100.000 stipendi pagati ogni mese, la bancarotta della Regione non ci sarà certo per i due prossimi fortunati autisti. 
È il caso di quei settanta lavoratori di "Palermo Ambiente", formati in un corso finanziato in parte dalla Comunità europea, per 7 anni sono stati precari e poi, nove mesi fa, l'assunzione a tempo indeterminato. Una cinquantina di loro ogni mattina esce dall'ufficio e cominciano a contare i tombini e le feritoie sui marciapiedi, quelle per il deflusso delle acque piovane. Poi tornano in ufficio con un foglio zeppo di numeri: la lista dei tombini di Palermo.
   A volte ricevono l'ordine di fotografarli, uno per uno, rione per rione. Fino a qualche mese fa gli ispettori ambientali andavano in giro per le vie della città a intervistare i palermitani:"Palermo è sporca o pulita?". Quell'altra ventina di ispettori ambientali è invece "distaccata" negli uffici con un compito specifico: controllare le presenze dei cinquanta che stanno fuori a contare tombini. L'amministratore delegato di "Palermo Ambiente" ha fatto sapere che "si tratta di una situazione temporanea e che le attività della società devono essere ancora delineate".
   Molto tracciate invece le scelte di quelle che una volta erano chiamate le "municipalizzate", oggi società a partecipazione pubblica come l'Amg (azienda del gas), l'Amia (ambiente), l'Amat (trasporti), l'Amap (acquedotti) la Sispi (servizi informatici) e la Gesip (gestione dei lavoratori precari). Queste aziende hanno fatto 397 assunzioni negli ultimi tre anni, tutte per chiamata diretta. Lo scandalo (non c'è nulla di penalmente rilevante se non per quegli 11 reclutati senza titoli), era esploso una prima volta nell'agosto dell'anno scorso. In un'interrogazione al sindaco Diego Cammarata, il consigliere dei ds Diego Faraone voleva conoscere l'elenco dei lavoratori ingaggiati senza concorso. Dalle società era arrivato un secco rifiuto: "Per ragioni di privacy noi quei nomi non ve li diamo". E spiegava il vice sindaco Giampiero Cannella: "Io li renderei pubblici, ma si rischia la gogna mediatica, un clima da Unione Sovietica, mi sembra una violenza ingiusta verso chi era disoccupato e ora ha finalmente un posto di lavoro".
   Dopo un anno di polemiche qualcuno aveva chiesto anche al difensore civico Antonino Tito un suo intervento, l'avvocato Tito però si è defilato: "Non ho il potere di fare questa richiesta". Si è scoperto poi che il figlio e la figlia del difensore civico erano anche loro in quell'elenco dei 397 assunti. Il commento dell'avvocato a liste note: "È tutto regolare, i ragazzi hanno un lunghissimo curriculum". 
    Qualche giorno fa il Garante della privacy si è pronunciato: "In nome della trasparenza, divulgate gli elenchi". Tantissimi sono anche i personaggi minori della politica cittadina che si sono autosistemati, che hanno fatto in modo di essere assunti loro stessi nelle aziende finanziate per intero o per quote maggioritarie dal Comune di Palermo. 

  Io nel frattempo sto cercando lavoro e nonostante una laurea in Economia faccio fatica, perchè non conosco nessuno che mi possa raccomandare...

 
 
 

L'0pen-source ci libera dai monopoli!

Post n°261 pubblicato il 19 Settembre 2006 da Boycott
 

   OpenExp (sottotitolo: percosi attraverso l'Open Source - Manifestazione orientata a promuovere l'utilizzo consapevole delle tecnologie informatiche attraverso il Software Libero) è un appuntamento pensato per far confluire esperti, imprenditori, appassionati e semplici curiosi in un unico punto di ritrovo, sotto il denominatore comune del Software Libero.
   Si svolgerà tra il 29 settembre e il 1 ottobre a Cerea (Verona) presso l'Areaexp nel padiglione A.
   Ci sono interventi tecnici e divulgativi, sessioni pratiche e proposte per tutti i gusti; per la prima volta, viene dato ampio spazio a chiunque ne faccia richiesta, e abbia qualcosa da condividere con la comunità; finalmente gruppi che hanno sempre operato in modo diviso avranno l'occasione di incontrarsi conoscersi, e di scambiare idee e opinioni.
   Che tu abbia qualcosa da dire o semplicemente una curiosità per il nostro mondo, ti aspettiamo ! Partecipare a OpenExp è Libero!

per maggiori informazioni
www.openexp.it

- 14 GIORNI Il Dott.Montanari, quello che ha denunciato la presenza di nano-particelle dannosissime per la nostra salute all'interno di alcuni prodotti di marca, viene ad illustrare il problema a San Martino B.A. di Verona il 2 ottobre. Accorrete numerosissimi e spargete la voce! Vi assicuro che è molto interessante DIVERTENTE e la cosa è appoggiata da Beppe Grillo in persona.

Per chi vuole fare acquisti consapevoli e responsabili può fare la spesa con il nuovo Gruppo di Acquisto Solidale Gologas. Per maggiori informazioni a contatti vedere il sito che metterò nei link preferiti: www.gologas.it

 
 
 

Dialogo indispesabile

Post n°260 pubblicato il 18 Settembre 2006 da Boycott
 

Sono sempre stato convinto che nella vita, in tutte le relazioni personali e di lavoro, sia indispensabile il dialogo. Se le cose non si nascondono, ma si dicono, è meglio. Poi possono nascere delle incomprensioni su quello che si è detto e allora sarà ancora il dialogo a fare luce sulle questioni.
Se ci pensate quando non c'è dialogo vengono fuori dei casini pazzeschi: le guerre nascono proprio quando non ci si parla.
Ebbene i questi giorni abbiamo assistito e stiamo assistendo proprio ad eposidi e a fatti ecclatanti dove il dialogo è invocato a gran voce.
Stamane ha finalmente dato le dimissioni Rovati (vedi foto), consigliere economico del premier Prodi, il quale è colpevole di non aver riferito dell'operazione Telecom a nessuno. Ha agito da solo senza parlare con nessuno...anche se qualche sospetto viene a chiunque. Comunque il fatto importante è che chi sbaglia paga. Cosa ancora più importante è che della vicenda se ne parli in Parlamento...vedete quanto è importante il dialogo?
Altro fatto importante è l'incomprensione nata tra il Papa e il mondo islamico. Ma queste incomprensioni, che a parer mio sono architettate appositamente per metterci gli uni contro gli altri, potrebbero essere superate se ci si parlasse direttamente. Infatti chi riporta solo la citazione del Papa, viene da pensare male: "Mostrami pure ciò che Maometto ha portato di nuovo, e vi troverai soltanto delle cose cattive e disumane"...ma il testo integrale del discorso (cliccare per leggerselo tutto) dice l'esatto contrario. Infatti oggi la Santa Sede lo ha inviato ai capi delle comunità islamiche per chiarire l'accaduto.
Venerdì scorso è morta la famosa scrittrice Oriana Fallaci, che apprezzavo un tempo. Poi, dopo l'11 settembre, la Fallaci ha contribuito a creare un livore tra oriente ed occidente pericolosissimo. Fossi stata in lei avrei cercato di scrivere libri che spingessero le persone a capirsi e a comprendersi...non avrei fomentato l'odio con i miei scritti (facendo proprio il gioco dei fondamentalisti Bush e Bin Laden), ma avrei spinto affinchè si cercasse il dialogo. Infatti senza dialogo abbiamo paura di qualsiasi cosa...

- 15 GIORNI Il Dott.Montanari, quello che ha denunciato la presenza di nano-particelle dannosissime per la nostra salute all'interno di alcuni prodotti di marca, viene ad illustrare il problema a San Martino B.A. di Verona il 2 ottobre. Accorrete numerosissimi e spargete la voce! Vi assicuro che è molto interessante DIVERTENTE e la cosa è appoggiata da Beppe Grillo in persona.

Per chi vuole fare acquisti consapevoli e responsabili può fare la spesa con il nuovo Gruppo di Acquisto Solidale Gologas. Per maggiori informazioni a contatti vedere il sito che metterò nei link preferiti: www.gologas.it

 
 
 

Bentornata informazione!

Post n°259 pubblicato il 15 Settembre 2006 da Boycott
 

E' tornato in televisione il giornalismo scomodo, quello che fa inchieste e che mette al muro i politici basandosi sui fatti e non sulle opinioni dei politici stessi di cui francamente non deve interessarci più di tanto.
Ritorna così Santoro, senza applausi tra il pubblico. Ringrazia il pubblico per averlo aspettato per quattro anni e promette che in ogni puntata dirà: "Come mai non sono ancora tornati a lavorare in Rai Biagi, Luttazzi e i fratelli Guzzanti?"...speriamo che mantenga la promessa.
Il compito di aprire la trasmissione è stato però affidato a Beatrice Borromeo, che ha parlato della vita nella sua Milano, della paura per i recenti episodi di aggressioni e violenze, e ha introdotto la prima inchiesta: dedicata alla città lombarda, e in particolare alla vita degli immigrati, per la quale Fabrizio Gatti, giornalista dell'Espresso, ha riportato la sua testimonianza sulle condizioni dei centri di accoglienza e sui maltrattamenti subiti nelle campagne pugliesi e siciliane per la raccolta di frutta e verdura. Lui può parlare per esperienza diretta in quanto si è finto emigrato curdo sulle coste di Lampedusa. Risultato: lavoro nero, mal pagato, ricattato con una lettera di dimissioni in bianco che fanno firmare a chi non sa l'italiano, picchiato, ecc.

Ma è proprio il reportage su Milano ad aver provocato la prima polemica intorno alla trasmissione di Santoro. Nuova trasmissione, vecchie polemiche. A protestare è il capogruppo della Lega nel Consiglio comunale meneghino, Matteo Salvini: "Una vergogna - ha tuonato - il sindaco di Milano Letizia Moratti acquisisca la cassetta e chieda alla Rai i danni per la città dipinta come il Bronx". Scrive il Giornale di proprietà di Paolo Berlusconi:
"Resta la faziosità. Prima puntata dedicata a Milano. L'unica grande città amministrata dal centrodestra - ci si dovrebbe chiedere perchè è l'unica - presa come concentrato delle schifezze d'Italia. La capitale dell'evasione fiscale - il tema non piace ai fratelli Berlusconi, infatti Paolo ha confessato di aver pagato tangenti alla Guardia di Finanza e Previti che ha ammesso di essere un evasore fiscale è a Roma, non a Milano - dove le case popolari sono infestate dai topi e dall'amianto, le immondizie lasciate per le strade, gli stranieri schiavizzati e picchiati da giovani impuniti. Che non invita nemmeno un assessore di Rho per salvare la faccia di una «par condicio» - e su questo sono d'accordo con il Giornale, avrebbe potuto invitare una controparte per spiegare il perchè di certe cose - Che condanna i giovani milanesi delle «white», le case dei bianchi che picchiano i neri - ma Santoro non condanna nessuno è stato il ragazzo delle White a dire senza vergogna queste cose - [..] Che prende in giro un'azienda di Paolo Berlusconi importatrice di merci cinesi - ecco perchè perdiamo lavoro in Italia - e sfiora appena le figuracce di Prodi e relativo staff sul caso Telecom: lo fa in chiusura di trasmissione al termine dell'intervista di Rula Jebreal a Fausto Bertinotti".
Quest'ultimo con sudorini freddi deve rispondere a domande imbarazzanti sul suo operato, quello del suo partito e quello degli alleati. Infatti la bellissima e bravissima Rula gli chiede se non è una contraddizione essere a favore dei lavoratoti e poi scagionare con l'indulto chi ha commesso i reati contro i lavoratori (cosa che aveva chiesto la CGIL). Insomma questa squadra di Anno Zero, da tutti definita di parte, in realtà sta dalla parte dei fatti. Nessuno può dirgli di aver detto anche solo mezza bugia, visto che i dati sono tutti documentati, o che sia fazioso in quanto anche fausto ha avuto i suoi problemi a rispondere. Questi fanno venire i sorci verdi a tutti. Ecco perchè sono scomodi!

Il conduttore ha dato la parola ad alcuni giovani in studio, seduti su panche spartane che ricordano un pò quelle di un'aula di tribunale. Tra gli ospiti, anche il vignettista Vauro ( foto a lato)e Marco Travaglio (foto sopra con Santoro), anche lui ex "epurato" eccellente, che ha sottolineato alcune incongruenze della legge Bossi-Fini, che specifica essere figlia della Turco-Napolitano ("punisce gli immigrati che vengono in Italia per lavorare, premia quelli che vengono per delinquere") e delle nuove norme sull'indulto. Insomma, qualcuno che fa capire allo spettatore medio cose accade e perchè, le lacune delle leggi e le loro conseguenze.

Alla fine il telespettatore, dopo 2 ore di trasmissione rischia di capire le cose, rischia di essere informato, rischia di capire chi predica bene e razzola male...quindi, è un programma che da fastidio a tutti politici.

 
 
 

Anno Zero: il ritorno di Santoro in tv

Post n°258 pubblicato il 14 Settembre 2006 da Boycott
 

Anno Zero, il programma con il quale stasera ore 21 su RaiDue Michele Santoro ritornerà in televisione dopo quattro anni - fatta salva una fugace apparizione a Rockpolitik, promette fuoco e fiamme. Sicuramente il presentatore non sarà un maggiordomo come lo è Bruno Vespa a Porta a Porta.
Ideato dallo stesso Santoro, con la collaborazione di Sandro Ruotolo e Franco Simonetti, Enza Gentile, Roberta Bellagamba, Alessandro Renna, regia di Grazia Michelacci, musiche di Nicola Piovani.
Il cast al femminile è arricchito dalle presenze di Rula Jebreal (foto a lato)- bella e brava giornalista proveniente dalla scuderia di La7 -, che nella prima puntata intervisterà Bertinotti, e di Beatrice Borromeo (foto in basso), che nell'idea di Santoro dovrebbe diventare un punto di raccordo con i giovani.
Ospiti scomodi - dovranno esserlo e lo saranno, non ne ho dubbi - il vignettista Vauro e Marco Travaglio, opinionista fisso. Quest'ultimo non ha bisogno di presentazioni, ma lo ricordiamo per esser stato accusato insieme a Luttazzi per aver parlato in tv dei rapporti economici tra la mafia e Berlusconi.
Il tutto a fare da contorno a un reportage vecchio stile che dovrebbe essere il nucleo portante della trasmissione.
Ma non finisce qui: Santoro promette bastonate a destra e a manca, e inviterà Berlusconi in tv. Il cavaliere accetterà di apparire a fianco dell'uomo che bandì dalla tv pubblica?

- 18 GIORNI Il Dott.Montanari, quello che ha denunciato la presenza di nano-particelle dannosissime per la nostra salute all'interno di alcuni prodotti di marca, viene ad illustrare il problema a San Martino B.A. di Verona il 2 ottobre. Accorrete numerosissimi e spargete la voce! Vi assicuro che è molto interessante DIVERTENTE e la cosa è appoggiata da Beppe Grillo in persona.

Per chi vuole fare acquisti consapevoli e responsabili può fare la spesa con il nuovo Gruppo di Acquisto Solidale Gologas. Per maggiori informazioni a contatti vedere il sito che metterò nei link preferiti: www.gologas.it

 
 
 

Siamo nell'era dell'immagine, ma l'apparenza inganna

Post n°257 pubblicato il 13 Settembre 2006 da Boycott
 

   Una turista giapponese, quest'estate in Costa Smeralda, desiderosa di abbrozzarsi in uno degli hotel più esclusivi di Porto Cervo, arriva sulla spiaggia e cerca il ragazzo addetto ai lettini e agli ombrelloni. Vedendo seduto un ragazzo giovane di carnagione olivastra, non ci pensa due volte e gli chiede di preparargli la sdraio. Quel giovane è Saif al-Islam (vedi foto), figlio del leader libico Gheddafi, del quale è il delfino politico. Davanti alla singolare singolare richiesta, il figlio di Gheddafi, il cui nome significa in arabo "spada dell'Islam", non fa una piega: si alza e si mette all'opera. Non contente, l'ignara giapponese gli raccomanda pure di fargli trovare "il materassino e l'asciugamano steso per bene sul lettino". Saif annuisce e va avanti nel lavoro, che alla fine gli frutta una mancia di 10 euro. Che intasca con un sorriso, prima di tornarsene a sedere al suo posto e riprendere in mano il giornale che stava leggendo: una copia del Financial Times.

   Cosa si può dedurre da questa singolare storia? Innanazitutto non riusciamo mai a pensare che un ragazzo di colore possa essere un pezzo grosso dell'alta società. Ma la cosa più bella di questa vicenda è che ci insegna che tutti, ricchi o poveri, siamo così uguali che un personaggio ben in vista dell'alta società, può essere scambiato per una persona comune.

- 19 GIORNI Il Dott.Montanari, quello che ha denunciato la presenza di nano-particelle dannosissime per la nostra salute all'interno di alcuni prodotti di marca, viene ad illustrare il problema a San Martino B.A. di Verona il 2 ottobre. Accorrete numerosissimi e spargete la voce! Vi assicuro che è molto interessante DIVERTENTE e la cosa è appoggiata da Beppe Grillo in persona.

Per chi vuole fare acquisti consapevoli e responsabili può fare la spesa con il nuovo Gruppo di Acquisto Solidale Gologas. Per maggiori informazioni a contatti vedere il sito che metterò nei link preferiti: www.gologas.it

 
 
 

Stasera ore 21 su RaiTre: Fahrenheit 9/11

Post n°256 pubblicato il 12 Settembre 2006 da Boycott
 

Stasera dobbiamo fare impennare l'auditel di RaiTre e fargli raggiungere un record storico! In questo modo diamo un segnale forte e significativo ai futuri dirigenti Rai, visto che si stanno discutendo le nomine del settore della tv pubblica.
Gli italiani non vogliono reality show, giochi a quiz o tribune politiche dove si fa chiacchiera e non si capiscono i problemi. Gli italiani vogliono conoscere i fatti e la verità, vogliono vedere le inchieste serie, vogliono giornalisti che con le loro domande e le loro analisi mettono in difficoltà i politici.
Ecco perchè invito tutti a stare incollati agli schermi stasera su RaiTre ore 21 e a spargere la voce il più possibile tra amici, prenti e conoscenti. In che modo? con sms, con email, con il vostro sito o il vostro blog...perchè la pubblicità per Fahrenhait 9/11 non è stata tanta, anzi, se non me lo dicono sul mio blog neanche lo sapevo. Ovviamente cercano di far in modo che queste cose vengano trasmesse in tv, così risultiamo come un paese libero, ma che nessuno lo sappia così nessuno lo vede.
Intanto in tutto il mondo questo film è stato trasmesso ieri.
Il film, uscito il 27 agosto 2004, è u
na sarcastica e coraggiosa inchiesta sugli aspetti nascosti della politica estera di George W. Bush. Il regista Moore indaga cause e conseguenze della tragedia dell'11 settembre al World Trade Center: partendo dalle contestazioni alle elezioni presidenziali del 2000, che hanno portato Bush Jr. alla Casa Bianca, fino ad arrivare alle imbarazzanti amicizie tra le famiglie Bush, Saud e Bin Laden, alla gestione discutibile della sicurezza interna e alle drammatiche conseguenze della guerra in Iraq.
I protagonisti del film non sono attori, ma personaggi reali: lo stesso Michael Moore, George W. Bush, Condoleeza Rice, Britney Spears, Donald Rumsfeld e tanti altri.
Per chi vuole saperne di più su questo film può visitare il sito: http://www.fahrenheit911.com/

- 20 GIORNI Il Dott.Montanari, quello che ha denunciato la presenza di nano-particelle dannosissime per la nostra salute all'interno di alcuni prodotti di marca, viene ad illustrare il problema a San Martino B.A. di Verona il 2 ottobre. Accorrete numerosissimi e spargete la voce! Vi assicuro che è molto interessante DIVERTENTE e la cosa è appoggiata da Beppe Grillo in persona.

Per chi vuole fare acquisti consapevoli e responsabili può fare la spesa con il nuovo Gruppo di Acquisto Solidale Gologas. Per maggiori informazioni a contatti vedere il sito che metterò nei link preferiti: www.gologas.it

 
 
 

L'altro 11 settembre...quello dimenticato: Cile 1973

Post n°255 pubblicato il 11 Settembre 2006 da Boycott
 

Per tutti l'11 settembre significa ritornare con la mente a 5 anni fa quando sono crollate le Torri Gemelle di New York. Ed è giusto ricordare questa tragedia perchè sono morte 3.000 persone innocenti. Ma, in pochi sanno che prima del 2001 esisteva già l'11 settembre come un giorno di tragedia...correva l'anno 1973 e siamo in Cile. Perchè nessuno ricorda mai questa data? I morti cileni valgono meno di altri?

In quel giorno le forze armate cilene, con l'incoraggiamento e l'aiuto degli Stati Uniti, lanciarono attacchi di terra e di aria contro il palazzo presidenziale, l'ufficio del Presidente Salvador Allende. Allende morì quel mattino. Dopo il golpe si instaurò un regno del terrore in cui 10.000 cileni subirono la tortura, centinaia di migliaia furono costretti all'esilio o fuggirono e le istituzioni democratiche del paese furono sistematicamente distrutte. Il leader del golpe, Generale Augusto Pinochet, rimase dittatore del Cile per diciassette anni, quattro più di Hitler. Il repubblicano Richard Nixon nel 1970 affidò ai servizi segreti l'incarico di distruggere la libertà dei cileni, che avevano scelto un presidente in un'elezione più libera e più imparziale di quella statunitense del 2000.
L'ex Segretario di Stato Colin Powell ha ammesso nell'aprile del 2003 che "non è una parte della storia americana di cui siamo orgogliosi".
Powell attribuisce il ruolo degli Stati Uniti nella destabilizzazione del Cile nel periodo 1970/73 (una parte è documentata nel Volume 7 del 1975 del Rapporto della Commissione del Senato Church sui servizi segreti americani) alla guerra fredda. Ciò si riferisce al "peccato " politico di Allende di aver ammesso il Partito Comunista Cileno fra i cinque gruppi politici della coalizione di Unità Popolare.
In effetti, per oltre un secolo, i politici americani hanno consistentemente complottato per rovesciare i regimi "disobbedienti come la coalizione socialista in Cile. Le forze statunitensi occuparono: il Nicaragua e Haiti (ciascuno per vent'anni), Cuba (1906-9, 1912 e 1917-22), Colombia, Honduras, Repubblica Dominicana e Panama, Cina, Siria, Corea e Marocco (tutti tra il 1900 e il 1910); Messico e in Guatemala e Costarica (1910-1920); Cina (1911,1912 e 1920), Turchia (1912) e Unione Sovietica (1918-22);Iran (1953); Guatemala (1954); sostenne il golpe in Brasile (1964). L'ex funzionario della CIA Phillip Agee documentò la normale interferenza della CIA nelle politiche di Ecuador, Uruguay e Messico.

Ma nel 1973 il Cile prese la palma d'oro. Pochi giorni dopo la vittoria elettorale di Allende nel settembre del 1970, il Segretario di Stato Kissinger e il Presidente Nixon cospirarono nella Stanza Ovale per "correggere il destino dei cileni che avevano scioccamente eletto l'uomo sbagliato come Presidente". Nei tre anni successivi al trionfo elettorale di Allende, la CIA complottò violenze, sabotaggio economico e guerra psicologica contro il suo governo perchè non si metteva in riga con i dettami di Washington: non permettere ai comunisti di entrare nel governo; non espropriare, neanche con indennizzazioni, le proprietà degli Stati Uniti; seguire l'economia del libero mercato; evitare ogni relazione con la Cuba di Castro e mai votare contro gli Stati Uniti in nessun consesso internazionale.
Come testimoniò allora il Direttore della CIA Richard Helms alla Commissione Church, Nixon "voleva un maggiore sforzo per evitare ad Allende l'accesso al potere." Nixon ordinò anche, come indicano le note di Helms, che "l'economia cilena doveva essere schiacciata fino a farla urlare." La CIA non riuscì a impedire l'investitura di Allende, sebbene nell'ottobre del 1970 assoldò dei killers per assassinare il Capo dell'esercito cileno Generale Rene Schneider poichè si era opposto al golpe militare.
Nixon e Kissinger volevano "salvare il Cile", come dissero a Helms, intendendo che essi vedevano Allende, un socialista eletto, quintessenza del parlamentarismo, come un comunista sovietico. Sebbene Mosca non diede un significativo aiuto ad Allende, il dogma ideologico di Nixon e Kissinger fu sufficiente a motivare il sostegno al golpe o il terrorismo diretto della CIA.
R
iferendoci di nuovo agli appunti del Capo della CIA Helms presi durante la sua conversazione nel settembre 1970 nella Stanza Ovale con Nixon e Kissinger, dove ricevette l'ordine di rovesciare il governo del Cile. "Non preoccuparsi dei rischi connessi", scrisse Helms."10.000.000 di dollari disponibili, di più se necessario." Una conversazione simile potrebbe aver avuto luogo dovunque in Arabia Saudita due anni prima dell'11/9/01, fra Osama bin Laden e i suoi amici sui rischi e i costi necessari per dirottare gli aerei e farli volare sopra le torri gemelle e il Pentagono.

"Il vero americano non va all'estero in cerca di mostri da distruggere" 4 luglio 1821 John Quincy Adams, sesto presidente degli Stati Uniti d'America.
"Sono pronto a resistere con qualsiasi mezzo, anche a costo della mia vita, così che questo possa servire di lezione riguardo la vergognosa storia di quelli che usano la forza e non la ragione." Il dottor Salvador Allende, nel suo ultimo messaggio dalla radio al popolo cileno, 8.30 del mattino dell'11 settembre 1973.

Ovviamente nessuna tv italiana oggi trametterà il film di Meachel Moore "Fahrenheit 9/11".

 
 
 

Inchiodiamo i politici alle loro responsabilità

Post n°254 pubblicato il 10 Settembre 2006 da Boycott
 

Oggi voglio usufruire anche dello spazio domenicale per diffondere un'iniziativa interessante. Il fatto di far pressione tramite la rete ai politici affinchè rispettino le promesse fatte in campagna elettorale sta prendendo piede. Le parole che seguono sono tratte da "Altraeconomia":
"Cari amici,
sono passati cinque anni dai fatti del G8 di Genova: durante le
manifestazioni del 20 luglio 2001 Carlo Giuliani, 23 anni, viene ucciso da un carabiniere. Il giorno dopo un corteo di 300 mila persone è caricato in più punti dalla polizia. La sera stessa, le forze dell'ordine irrompono nella scuola Diaz massacrando e arrestando tutti i 93 occupanti.
Nel programma elettorale dell'Unione c'è scritto, nero su bianco, l'impegno di istituire una commissione parlamentare d'inchiesta per fare luce su quanto è accaduto e attribuire le giuste responsabilità.
Vi chiediamo di scrivere ai presidenti dei gruppi parlamentari della maggioranza per chiedere loro di rispettare la promessa che hanno fatto in campagna elettorale.
Di seguito, la lettera che abbiamo preparato. Firmatela e inviatela agli indirizzi in calce. Se qualche parlamentare dovesse rispondervi, vi preghiamo di inoltrarci il messaggio.

Gentile onorevole,
l'Unione si è impegnata con gli elettori ad istituire, in caso di vittoria, una commissione
parlamentare d'inchiesta sui fatti avvenuti a Genova durante il G8 del 2001. E' un impegno importante, perché a Genova, come ampiamente dimostrato, furono sospese le garanzie costituzionali: le vite di migliaia di persone sono ancora segnate dallo choc subito in quei giorni.
Le ferite morali sono ancora tutte aperte. La passata maggioranza si è ostinatamente rifiutata di accertare tutte le responsabilità operative e politiche di quanto avvenuto, così abbiamo perso cinque anni. Ora è arrivato il momento di agire senza alcun indugio. Le incertezze che ancora sembrano esistere all'interno della nuova maggioranza paiono del tutto incomprensibili. I fatti di Genova hanno causato una pericolosa frattura fra la cittadinanza e le forze dell'ordine. E' necessario che il parlamento costituisca al più presto la commissione d'inchiesta, che avrà anche il compito, attraverso un'indagine limpida e approfondita, di restituire alle forze di sicurezza la credibilità perduta nelle strade, nelle scuole, nelle caserme di Genova.

Per questo le chiediamo di fare tutto quanto è in suo potere per accelerare l'iter parlamentare del progetto di legge riguardante la commissione d'inchiesta. Abbiamo atteso cinque anni, ci pare abbastanza.

Data e firma con nome e cognome

 Gli indirizzi dei Presidenti dei gruppi parlamentari della maggioranza:

Alla Camera dei deputati:
- Partito dei Comunisti italiani
SGOBIO_C@CAMERA.IT
- Italia dei Valori DONADI_M@camera.it
- L'Ulivo FRANCESCHINI_D@CAMERA.IT
- Rosa nel pugno VILLETTI_R@camera.it
- Popolari - Udeur FABRIS_M@camera.it
- Partito della Rifondazione comunista MIGLIORE_G@camera.it
- Verdi BONELLI_A@camera.it
- Gruppo Misto BRUGGER_S@camera.it

Al Senato
- Insieme con L'Unione, Verdi e Comunisti italiani
palermi_m@posta.senato.it
- L'Ulivo
finocchiaro_a@posta.senato.it
- Partito della Rifondazione comunista russospena_g@posta.senato.it
- Gruppo Misto formisano_a@posta.senato.it,aniformisano@tiscali.it" 

- 22 GIORNI Il Dott.Montanari, quello che ha denunciato la presenza di nano-particelle dannosissime per la nostra salute all'interno di alcuni prodotti di marca, viene ad illustrare il problema a San Martino B.A. di Verona il 2 ottobre. Accorrete numerosissimi e spargete la voce! Vi assicuro che è molto interessante DIVERTENTE e la cosa è appoggiata da Beppe Grillo in persona.

Per chi vuole fare acquisti consapevoli e responsabili può fare la spesa con il nuovo Gruppo di Acquisto Solidale Gologas. Per maggiori informazioni a contatti vedere il sito che metterò nei link preferiti: www.gologas.it

 
 
 

Idee per combattere il caro-libri

Post n°253 pubblicato il 08 Settembre 2006 da Boycott

   Oggi mi hanno mandato nelle due scuole medie, o meglio scuole secondarie di primo livello, del comune per cui lavoro (Sona, Verona). Come arrivo mi annunciano: "Signora Preside c'è qui l'obiettore del comune"..."No - dico io - non sono obiettore, sono Volontario del Servizio Civile"..."Beh, io allora non sono bidella, ma collaboratrice scolastica!"..."A parte che io non l'ho chiamata bidella, comunque io non obietto il servizio militare visto che non c'è più l'obbligo di farlo, ma volontariamente presto Civilmente il mio Servizio". Arriva un altro bidel...ehm... collaboratore scolastico che chiede ad alta voce: "Devo scrivere 'Riservato agli handicappati', come si scrive?"..."Guardi, si scrive con l'acca, ma ora si chiamano 'diversamente abili', meglio scrivere così"..."Allora mia moglie non è vecchia, ma 'diversamente giovane'!"
   Dopo questo simpatico siparietto, mi dicono che devo timbrare con il logo del Comune tutti i libri di testo che il comune regala agli studenti. Già, il Comune di Sona ha regalato per ogni studente delle scuole, che ai miei tempi si chiamavano 'medie', 180 euro di libri scolastici per combattere il caro-libri. Mi sembra una bella cosa, ma ci sono altri modi per aiutare le famiglie a non sobbarcarsi l'enorme costo dei libri di testo?
   Ripescando nella memoria, ricordo che nel 2004 un esponente del governo precedente aveva avanzato, incredibilmente, la proposta di scaricarsi i libri scolastici da internet, pagando i soli diritti d'autore. Di questa proposta si parlò assai poco e i più non se la ricordano, perchè poi il Signore che gestisce la Mondadori (che vi lascio indovinare chi è) avrebbe cominciato a perdere un sacco di soldi. Quindi la proposta è finita in un cassetto e sta facendo le ragnatele.
   Ma cosa succederebbe se questo governo dovesse riproporla? Uno scenario già visto:

    "Sarebbe un grave danno, mi sembra assurdo, ma tutto è possibile". E' questa la reazione negli ambienti dell'Associazione librai italiani (il logo è sulla sinistra) alla notizia dell'eventuale provvedimento.  "Trovo la notizia assurda- dice Rodrigo Dias, presidente dei librai- e di difficile applicazione perchè ci vorrebbe un accordo fra editori e Ministero. Comunque tutto può essere. Se le librerie vengono tagliate fuori in questo modo, ne prendiamo atto, faremo una ferma opposizione, alzeremo alti lamenti, ma più di tanto non possiamo fare". "Mi sembra comunque- ha aggiunto- un discorso futuribile che sovvertirebbe il mercato e non ne vedo il vantaggio per il pubblico" .

Purtroppo queste parole sono state dette davvero nel 2004...

   Mi racconta un mio vicino di casa che al tempo del fascismo la scuola ti dava i libri e tu dovevi tenerli bene perchè dovevi passarli l'anno dopo a quelli più giovani. Ma evidentemente la cosa non ha funzionato. Allora si è aperto il mercatino dell'usato, così un libro più era tenuto bene più potevi rivenderlo ad un prezzo maggiore. Ma questo riduceva le vendite dei librai.
   Insomma le soluzioni ci sono state, ci sono e ci sarebbero...si deve solo decidere se fare gli interessi delle categorie o della gente...

- 24 GIORNI   Il Dott.Montanari, quello che ha denunciato la presenza di nano-particelle dannosissime per la nostra salute all'interno di alcuni prodotti di marca, viene ad illustrare il problema a San Martino B.A. di Verona il 2 ottobre. Accorrete numerosissimi e spargete la voce! Vi assicuro che è molto interessante  DIVERTENTE e la cosa è appoggiata da Beppe Grillo in persona.

Per chi vuole fare acquisti consapevoli e responsabili può fare la spesa con il nuovo Gruppo di Acquisto Solidale Gologas. Per maggiori informazioni a contatti vedere il sito che metterò nei link preferiti: www.gologas.it

 
 
 

L'era dell'immagine

Post n°252 pubblicato il 07 Settembre 2006 da Boycott
 

Grandi novità nel mio blog! Come potete vedere ho deciso di cambiare la grafica! Viviamo nell'era dell'immagine, purtroppo, e se non ti adegui ti tagliano fuori. Pensate solo, ad esempio, che ieri tutti i telegiornali hanno dato la notizia che ha sconvolto la vita a milioni di italiani: "Il Papa ha indossato un cappello nuovo... o meglio, ha ripristinato un cappello che portava un altro Papa tanti anni fa...già in precedenza aveva sfoggiato un altro cappello di storica memoria"...grande informazione! Leggendario scoop!...l'immagine e l'apparire vengono prima di quello che il Papa ha detto...pensate un po'...
In realtà la scelta è stata dettata da una maggiore capacità di supporto e dal fatto che ora ho tre colonne a disposizione: a sinistra trovate tutto quello che riguarda il blog (autore, citazioni in altri blog, numero di visitatori, login, ultimi commenti lasciati, ultime visite, trova nel blog determinate parole, e il calendario), nella colonna centrale, la più grande, trovate i miei post (articoli per i non addetti ai lavori). Nella colonna di destra trovate tutti i collegamenti con le cose che suggerisco di visitare, oltre ai blog amici.
Ho scelto lo sfondo con la luna. Perchè? Spesso scrivendo i miei post o parlando con amici e conoscenti di quello che penso e di quello che faccio mi sembra veramente di venire dalla Luna. Gente che pensa di risolvere i problemi esistenti pensando di non affrontarli, nella speranza che se nessuno parla del problema il problema si dissolve da solo, insomma chiudendo gli occhi il problema non esiste...oppure gente che mi dice che non posso parlare di certe cose perchè se la gente pensa alle ingiustizie che ci sono vicine o lontane, poi si fanno un sacco di problemi e non vivono più bene (della serie "w l'informazione!")... oppure altri che mi danno del pazzo perchè ho pagato per andare a fare il contadino in Messico e aiutare le popolazioni indigine, invece di farmi pagare per un lavoro in banca qui in Italia...insomma io "Vengo dalla Luna", come canta Caparezza.
Datemi dei pareri se vi piacciono i cambiamenti o quali modifiche vorreste...in fondo questo blog non lo fa l'autore, ma i lettori che vi ci partecipano.
Intanto vi ricordo due cose monto importanti:

Il Dott.Montanari, quello che ha denunciato la presenza di nano-particelle dannosissime per la nostra salute all'interno di alcuni prodotti di marca, viene ad illustrare il problema a San Martino B.A. di Verona il 2 ottobre. Accorrete numerosissimi e spargete la voce! Vi assicuro che è molto interessante e la cosa è appoggiata da Beppe Grillo in persona.

Per chi vuole fare acquisti consapevoli e responsabili può fare la spesa con il nuovo Gruppo di Acquisto Solidale Gologas. Per maggiori informazioni a contatti vedere il sito che metterò nei link preferiti: www.gologas.it

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: Boycott
Data di creazione: 14/11/2005
 

IL VIDEO DELLA SETTIMANA

 

TELEFONA GRATIS

immagineimmagine
 

LA TV SUL TUO PC

immagine
immagine
immagine
 

GIORNALI SUL TUO PC

immagine


immagine


immagine


immagine


immagine


immagine


immagine


immagine