Creato da breedaniels2010 il 27/03/2010

Spazio mentale

vissi nel mondo che non volevo vivere mai

 

 

post numero sessantadue - inutilmente

Post n°62 pubblicato il 17 Febbraio 2011 da breedaniels2010

torno
e ho un buon profumo addosso mi mette l'umore al sereno torno e finalmente mi riposo torno e tutto il sottomondo è cambiato torno e il fucsia mi piace sempre di più torno e anche se non c'è una sola cosa una che vada per il meglio sono ugualmente e staticamente serena pero' cambio subito idea così mi dispiace per le aspettative fasulle e mi immergo nella mia adorata inquietudine

ho qualcosa alla base della memoria che non mi funziona devo chiedere a google se mi trova i driver per sistemare quel conflitto che a volte mi viene in maniera animalesca ascolto i talk talk oh che favola sono
è inutile dirmi e tornare a ripetermi che lo sapevo gia' che tanto era un sasso lanciato nel pozzo del nulla secondo me la' sotto con tutti questi dannati sassi ci ho costruito un castello di nervi e inutilità

necessito di un' anestesia locale
perché oggi fa male
solo che una novità in tutto questo c'è ed è che non sento colpe

ah però un post senza parolacce - bree che ti piglia?
che c'è ti manca il vaffanculo? ecco serviti pure

 
 
 

post numero sessantuno - voglio il cervello con l'autoricarica da un cent

Post n°61 pubblicato il 02 Febbraio 2011 da breedaniels2010

ho le sinapsi spente la gola infiammata e la notte che mi avanza nel salotto e stasera alla tivù c'è quel gran bel film di the millionaire che con tutta probabilità lascerò scorrere più nella memoria che nello schermo sono distante assente incosciente consenziente e soprattutto ignorante ho voglia di fare colazione con i cinque cereali tutti e cinque insieme e un earl grey tinto di rosso campari ho un sogno nel cassetto che è ricordare un colore (o era un ricordo?) annacquato annegato a malapena accennato sceglierlo per laccarmi le unghie e dimenticarmi chi sono fare un ragionamento con la ciocca dei miei capelli che svogliatamente attorciglio alle dita che bella che sono stasera mentre prendo a calci una scatola di volgarita' e parolacce in puro stile bree daniels
e non sono sicura di arrivare alla fine del post senza enunciarne almeno un paio cosi' mi interrogo su domande esistenziali poi improvvisamente mi viene da ridere e penso a te e non so dove sei e non so se ci sei ma ci sei mai stato?
Bree non ti fare le seghe mentali
Ok mi hai convinto con poco mi accendo una sigaretta
immancabilmente la cenere mi crolla in su per tra fra i tasti
Bree sei naufragata su un isola deserta che libro scegli di portare?
Ehi ma di' un po' come cazzo è possibile che sono naufragata e ho avuto la prontezza di riflessi di scegliermi un libro? non era forse meglio un quadro? daltronde anche rose quando il titanic è affondato avrebbe potuto scegliere un monet magari ci sarebbe salita assieme a jack e ci sarebbe stato un lieto fine e avrebbero vissuto su un isola deserta no?
Oh ma è possibile che non riesci mai per un attimo a far finta che ti vada bene?
Lo faccio ogni giorno ora secondo attimo che respiro

 
 
 

post numero sessanta - why do you think we should suffer in silence

Post n°60 pubblicato il 25 Gennaio 2011 da breedaniels2010

la foto che cadeva dal muro ritraeva il suono della domenica mattina scivolava toccava la parete e mi guardava fisso ed io cambiavo sempre argomento vuoi qualcosa da bere mi diceva che ne so una birra una redbull si ma solo con la vodka e una goccia di sciroppo di fragola annuiva sapeva che la redbull mi ricordava la ruggine leccata via da una sbarra di ferro piantata nel nulla cosi' l'inconscio suggeriva parole ma che cazzo stai dicendo non posso tenere il telefonino acceso ti dico ho la batteria scarica se non ti dispiace ci sentiamo con calma appena arrivo a casa click poi partiva il cd cosi' mi sono dimenticata di te di me di tutti dei sogni dei ricordi delle esigenze delle mancanze delle trasparenze delle rotture di coglioni insomma di tutto sai sono andata via da quel piccolo paese dove sono stata in esilio per un tempo che non mi ricordo quanto è indefinito ma so che è stato tanto

noia

ho una certa dimestichezza  nell'incontrare persone sgradevoli e sono riuscita a farmi passare il mal di testa con una dose massiccia di moment act di prima mattina sono incazzata un po' triste tanto annoiata sono diventata piu' alta di un paio di centimetri piu' stronza di un paio di decibel sogno l'alabarda spaziale di goldrake da sfoderare improvvisamente e lanciare contro i nemici che bombardano il territorio conquistato con sangue e sudore immagino un' esistenza piu' felice fatta di un materasso piu' morbido e una sistemazione che provvisoria piu' non è
mi sento una totale idiota in un giorno idiota bevo the al melograno e ho la tv accesa su una televendita a volume altissimo
mi sono rifugiata nel fucsia e avevo freddo ho rivisto una parente troppo invecchiata per far finta di nulla e mi hanno dato noia le sue lamentele su sua sorella parente anche lei
sono troppo esigente e mi rompo i coglioni troppo in fretta anche di cose che gia' nn ricordo piu' di aver guardato

 

 
 
 

post numero cinquantanove - quelli come me si svegliano alle tre e dicono che i giorni sono corti

Post n°59 pubblicato il 12 Gennaio 2011 da breedaniels2010

non ho voglia di scherzare stasera non ne avevo voglia nemmeno quando ho dimenticato il foulard nel sogno di ieri notte perche' pioveva e io nn mi ero accorta che quei fili venivano accuratamente e con discreta maestria tirati a favore di un grossissimo errore e quale errore piu' fatale se non quello di guardare giu' nel pozzo e scoprire che l'acqua è giu' in fondo in fondo ma ancora piu' in fondo e se lancio un sasso nn sento nemmeno il suono del dubbio che ho adesso e di cui mi sono appena liberata fiumi di vodka svuotati nelle vene e un po' piu' lucida che ubriaca sento la consapevolezza di aver fatto una enorme minchiata quando la smettero'? quando riusciro' a capire che dal bianco e nero nn posso pensare di uscire che sono in trappola che nn sento la mia voce che urla contro un muro di idiozia ma perche' cazzo di motivo mi ostino a fare quel che faccio e che mi rende piu' stronza che infelice?
domande
quelli come me si svegliano a metà e rimangono cosi sogni mezzi aperti

domande inutili a quest'ora con la gradazione alcolica ben assestata sull'arresto e ritiro immediato di patente e mezzo stamattina ho mandato a fanculo qualcuno e senza motivo ma chissa' se gli basta per la prossima volta che un motivo ce l'avra' scritto in fronte ma ancora una domanda mi viene la ricaccio giu' nella gola a premere sulla ferita che sento ancora viva e grave e mi dico che ridotta cosi' nn arrivo nemmeno al letto forse è meglio se mi accendo una sigaretta forse è meglio se trovo qualcosa di interessante alla tv da guardare forse è meglio se accendo l'ipod e trovo una canzone da cantare che canzone? oh mi squilla il telefono è di nuovo dio
che cazzo gli racconto adesso?

 
 
 

post numero cinquantotto - ground control to major tom

Post n°58 pubblicato il 08 Gennaio 2011 da breedaniels2010

forse non saprò mai dirle certe cose quelle che restano tra la gola e la voce sospese così senza un motivo per lasciarsi espirare via liberando il sangue da certi pensieri dolcemente insensati sono un fiore stasera e mi perdo cadendo giù dalla luna in un dolce fluttuare in questo fiume di memorie dolci e devastanti chi ero ieri non lo ricordo chi sono oggi cerco di scordarlo chi sono stata per un tempo lasciato a marcire nei sogni mai fatti lo lascio a chi mi ha guardato negli occhi e ha visto di cosa sono malata e come al solito mi infilo cotone nel cervello per attutire il suono che fa questa giornata andata pericolosamente a troie (una persona a me cara mi ha domandato una volta se una situazione che va a troie è piu' disastrosa di una che va a puttane - ho risposto che è ovvio che sia cosi') e mi pongo domande che rimarranno sempre senza una risposta e lascio cadere i minuti che mi restano giu' per la scala a chiocciola senti che bel rumore ma guardandomi alle spalle non mi volto mai tranne oggi mi dico ti dico che cazzo ci sei venuto a fare nel mio angolo di oblio a fare tutto questo casino per niente a ricordarmi di quanto è profondo questo taglio a spargere sale e canzoni sulle ferite che erano solo coperte di vento ma attenzione non sto parlando a te veramente forse era giusto cosi' forse ma forse ma si devo prepararmi per il lavoro infilo l'abito viola e non metto gli slip cosi' faccio prima l' appuntamento è alle diciannove e quindici alle diciannove e quaranta saro' gia' in macchina la mia a maledire i miei coralli nei capelli e miei giorni derubati al tuo nome che non ho mai voluto conoscere davvero quando si potevano mangiare anche le fragole resto e voglio restare quel che sono puttana da pochi soldi con in testa un sogno irrealizzabile e nessuno in grado di levarmelo giu' dai finti sospiri della carne cosi' chiudo gli occhi e canto

 

 
 
 

AREA PERSONALE

 

 

I AM FINISHED WITH YOU

 

PROMISE

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 17
 

ULTIMI COMMENTI

Ciao bree, un bacio.
Inviato da: lesaminatore
il 20/08/2020 alle 15:27
 
Ciao bree, ti voglio sempre bene.
Inviato da: lesaminatore
il 15/06/2018 alle 21:27
 
chi sa come stai?
Inviato da: lesaminatore
il 30/11/2014 alle 17:20
 
dimmi Bree che cos'Ŕ la normalitÓ? bacio ovunque tu...
Inviato da: She_is_looking_for
il 06/12/2011 alle 10:04
 
Scusi ma, quando torna?
Inviato da: vlad
il 04/11/2011 alle 23:17
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ChildOfMurderlesaminatorebonanza76alekosdgl0lumil_0LolieMiuil.mio.viaggioarjentovyvoVento.caldo.del.Sudlove_barefootStivMcQueenAVV_PORFIRIORUBIROSANonpertutte69bPerturbabiIe
 

CHI PU˛ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

My status

 
 

 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963