Creato da carrubella il 27/01/2007
E la storia continua
 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

carrubellaCarlo_ValleleselviniNarcysseFrancesca.th95acquasalata111falco58dglnonmale43alive_2012antropoeticoperberemeghy1965unamamma1volod_jacristianavilli
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Ultime visite al Blog

carrubellaCarlo_ValleleselviniNarcysseFrancesca.th95acquasalata111falco58dglnonmale43alive_2012antropoeticoperberemeghy1965unamamma1volod_jacristianavilli
 

 

« alzheimerCerbiatta »

Sur le bitume

Post n°149 pubblicato il 02 Marzo 2009 da carrubella

Stazionava alla larga strada.

Filari,come braccia,alberi dolci

crescono vicino a posti  sosta

che passante usa per domesticare

calde estati con le verdi fronde.

Passa giovanotto da quel posto

e mai che s’abbia  farsene domanda:

perché quel posto,perché tutte quelle soste.

Passava,già,di fretta allora;

dove recar facea di se,poco distante.

A piedi o a cavallo di sellino

anch’egli solea fermarsi in loco,nella sosta

ventilando polmoni all’aria pura

e a sentir fischiare tra le fronde

piccole piume che mente nettan

e fanno forte il core.

Ma nella strada dove passa vita

non sempre di fortuna è costruita,

anzi, via o viottoilo che sia

vien sempre a chiudersi con rovi

dato che d’incuria è stata lesa.

Sarà stata cosa che non dice,

come a trovarsi solo senza alcuno

che vedea di lui le necessità;

sarà l’amore suo passato in quella donna,

oppure se stesso a lasciarla per motivo,

o a lagnarsi di non saper trovare,

d’anima di cuore la capacità d’adotto fare .

Ora si trova a stazionare

in quella larga strada

ove non sente più quell’aria fresca

non più viandante o passeggero

ma per averla scelta  come casa. 

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog