CL0CHARD

FOTOGRAMMI NELLA MENTE

 

SONO SEMPRE IO

ULTIME VISITE AL BLOG

brunellabuscemilady.animaluisiniomariomancino.mferoma2009NERO_SOLEdonnadaipassiperdutipa_miletizia_arcuriwherethechildrenplayYaris167laeternaanmicupramarittimaelisar_81piovraneranera0
 

ULTIMI COMMENTI

...
Inviato da: attimi6
il 07/09/2012 alle 21:20
 
Bellissima riflessione...molto profonda!Un caro saluto...
Inviato da: lauravera1959
il 11/12/2010 alle 22:16
 
Ciao, mi dici come fai a creare le pagine del tuo blog così...
Inviato da: asia1958a
il 24/02/2010 alle 01:59
 
un saluto... non ti si vede da un pò...
Inviato da: lihanna
il 29/01/2010 alle 15:56
 
Ben trovato :-) Alda Merini...... rassegnazione e...
Inviato da: algheazzurre.s
il 19/11/2009 alle 17:17
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 67
 

 

« Messaggio #80Messaggio #82 »

Post N° 81

Post n°81 pubblicato il 17 Luglio 2008 da AMARC0RD

♀  ♂

I poeti lavorano di notte
quando il tempo non urge su di loro
quando tace il rumore della folla
e termina il linciaggio delle ore.

I poeti lavorano nel buio
come falchi notturni
od usignoli dal dolcissimo canto
e temono di offendere Iddio.

Ma i ♪ poeti
nel loro silenzio
fanno ben più rumore
di una dorata cupola di stelle.

____ ♂  ♀ ____
 

Commenti al Post:
semplicementecomplic
semplicementecomplic il 17/07/08 alle 00:37 via WEB
Non hai paura del poeta?...Lui...devastato...devasta.Notte Serena.L.
 
 
AMARC0RD
AMARC0RD il 17/07/08 alle 00:45 via WEB
oh si che temo i pensieri chiusi, ne ho un profondo terrore delle devastazioni surrettizie che "credono" reali, ma conosco anche il pragmatismo che abita i pollini alla perpetua ricerca della luce reale
 
sfumaturacremisi
sfumaturacremisi il 17/07/08 alle 00:43 via WEB
"... è vero che i poeti ci fanno paura .Perchè i poeti accarezzano troppo le gobbe,amano l'odore delle armi,odiano la fine della giornata.Perchè i poeti aprono sempre la loro finestra anche se noi diciamo che è una finestra sbagliata..." (Lolli -Ho visto anche degli zingari felici )
 
 
AMARC0RD
AMARC0RD il 17/07/08 alle 01:00 via WEB
sono solito suddividere le poesie e conseguentemente anche i poeti
vi sono poesie del tenero ricordo, vi sono poesie del presente reale, e vi sono poesie reali solo in menti chiuse che ha fatto guadagnare a tutta la categoria la qualifica di mentitori, solo che loro non mentono, vivono relmente la loro menzogna, talmente realmente che anche solo la carezza volta a fargli superare il dramma viene respinta perchè non desiderano realizzare la magia con altri che non siano loro stessi
vivi dentro ma morti fuori, nel reale
la finestra che aprono è quella d'un giardino morto realmente che vive solo per ed in loro, qualsiasi estraneo accolto in tutti gli altri giardini come momento di crescita, da loro è respinto brutalmente
 
algheazzurre.s
algheazzurre.s il 17/07/08 alle 08:03 via WEB
Buon giorno a tutti :-) Non saprei....... non ho mai avuto paura dei poeti, anzi li ho sempre apprezzati, perchè riescono con le loro frasi, ad arrivare nel profondo di me...... forse proprio perhè sono una persona curiosa e prima di tutto curiosa di me stessa, e loro (i poeti) mi aiutano a scoprirmi un po' alla volta...... E' bellissimo anche questo brano, grazie! Susy
 
 
AMARC0RD
AMARC0RD il 17/07/08 alle 11:59 via WEB
giorni addietro mi sono casualmente imbattuto in una comitiva che colpiva la mia attenzione, non sapendo stare buono buono, mi avvicino per accogliere con il gesto ciò che la mia vista aveva già accolto tra i pensieri, erano degli e delle "internati" con i loro accompagnatori in breve uscita di svago, discutendo con la responsabile apprendo che la terapia è stata alleggerita per rendere più attiva la loro partecipazione
posso mai esimermi dall'interagire con il gesto? certo che no
e come per tutto nella vita, anche nel frangente si compie una scelta, così mi sono ri-trovato a discutere con la torma blandamente farmacotizzata, una di queste persone si esprimeva forbitamente ed elegantemente attirando su di se la mia attenzione
ascoltavo attentamente cercando tra le sue parole lo spiraglio per entrare rispettosamente nei suoi reconditi, non la causa del suo malessere ma proprio la sua modalità d'intendere l'evento o gli eventi scatenanti, ho persino danzato tra i tavoli del ristorante con la leggiadra signora per superare le spesse mura dei suoi convincimenti, ma tutto è stato vano come succede con chi è innamorato, non vede altro che la fonte del suo innamoramento, il resto del mondo esiste solo se è in funzione dell'innamoramento, oppure semplicemente non esiste, e sono persone innamorate di se stesse al punto di crearsi un mondo solo loro, ti è dato partecipare nei tempi e modi da loro decisi, non vi sono aperture tra quelle mura, nessuna finestra volta all'esterno, nessun ponte levatoio che possa abbassarsi
una vita rinchiusa all'interno, interno che può essere anche un giardino bellissimo con i fiori che profumano e sbocciano poeticamente a comando, con le foglie che cadono elegantemente a comando, con gli uccelli che volano forbitamente a comando
la poesia che si respira in quei giardini è sublime, troppo sublime, perfetta, perfetta come una soluzione algebrica, perfetta come il loro netto rifiuto all'imperfetta vita reale

NON esiste solo la poesia buona, è necessario saper ascoltare per poter cogliere l'assenza di quelle componenti che rendono la vita aperta, finchè la vita non concede di com-prendere le differenze, ci si innamorerà ignaviamente anche della poietica chiusa, conosciutola diviene scelta della modalità di rapportarsi con essa, ed ogni scelta è legittima, l'assenza di scelte è assenza di vita umana o vita inanimata che dir si voglia, le scelte non si giudicano, tantomeno condannano, sono da accogliere rispettosamente, solo l'assenza di scelte è da maneggiare con le dovute protezioni affinché non ci si lasci circuire dalla chiara linearità dell'assenza
 
   
algheazzurre.s
algheazzurre.s il 17/07/08 alle 13:02 via WEB
Occavoli! Come mi sento minuscola adesso! :-) mi ritorna alla mente un post che ho scritto, riguardava i folli, o forse era solo un commento? Mah! Adesso non ricordo con esattezza...... lasciarsi circuire? Mai! Però è sempre molto utile ascoltare. Ciao :-) Susy
 
impazient
impazient il 17/07/08 alle 08:47 via WEB
E' quello che esce dall'anima che fa rumore... ed è poesia! hola hombre!
 
 
AMARC0RD
AMARC0RD il 17/07/08 alle 12:04 via WEB
essendo la poesia una sequenza logica di simboli, è possibile rendere poieticamente gradevole anche la strage degli innocenti
pensa un po che le maggiori facoltà europee stanno facendo dei simposi in giro per l'europa, simposi che vertono sull'importanza del come viene espresso un concetto, questo perchè la diffusione dello scarso ascolto ha elevato il come sul cosa, dimenticando che dietro ogni cosa c'è il chi
se oltre la politica anche le facoltà si mettono a rincorrere il comune intendere piuttosto che provare a renderlo consapevole, non è un bel futuro quello che si prospetta alle generazioni a venire
 
joannas
joannas il 17/07/08 alle 17:31 via WEB
Sii sempre piu' luminoso delle stelle, lascia che la tua luce risplenda e che disseti ogni anima che ne sappia cogliere la bellezza. Poesia non è solo tutto cio' che è bene, poesia è ogni emozione che un'anima sa ascoltare
 
great.star
great.star il 17/07/08 alle 19:06 via WEB
A volte modestissimo peta anch'io, nel mio piccolo... come mi dovrò sentire? DOvrò aver paura di me? Un abbraccio.
 
infinitylive
infinitylive il 18/07/08 alle 21:03 via WEB
Ci sono amori che più di altri portano alla follia,dipende da chi li vive e da come sono percepiti....Alcuni amori ti aprono le porte della felicità,altri della follia,altri ancora passeranno e verranno dimenticati.Non ho mai creduto nella pazzia,semplicemente perchè delle volte ha basi nella realtà.Una mia amica a un passo dal matrimonio si è lasciata con il compagno...ora vive nel ricordo,non vede altre che lui...lui invece guarda altrove...pallida in viso,gli occhi di fuori,non dorme,cammina con passo veloce,chi la guarda riceve brutte risposte"è pazza"commenta la gente!solo sofferente rispondo io.Per quanto riguarda la poesia,ci sono parole che ti toccano il cuore e ti emozionano solo quando combaciano con i tuoi stati d'animo...tutto può essere poesia nel mio cuore se io la sento dentro.Ciò che mi scioglie le membra e mi accarezza il cuore,quello per me è poesia.Ho notato che alcuni dei più grandi poeti della storia suscitano in me indifferenza,solo ciò che mi appartiene come animo,riesco a sentirlo mio.
 
nifken
nifken il 30/07/08 alle 14:48 via WEB
Bisogna diventare silenziosi perche' il silenzio ci sveli le sue melodie, dolore perche' i dolori scivolino fino a noi, attesa perche' l'attesa faccia finalmente scattare le sue molle. Scrivere significa saper strappare dei segreti Lèon-Paul Fargue Condivido i tuoi pensieri ed e' un piacere per me rileggerli. Un caro saluto Dona http://withoutpretences.wordpress.com
 
trovami_dentro
trovami_dentro il 18/08/08 alle 07:26 via WEB
Verissimo...
 
great.star
great.star il 30/08/08 alle 18:05 via WEB
SOo i silenzi vissuti da Alda Merini posso far esplodere queste parole. Stupenda Alda, come sempre. Un abbraccio, Clochard, torna presto.
 
dreamersgirl
dreamersgirl il 25/09/08 alle 21:41 via WEB
questa la preferisco...si addice molto alla mia personalità ed al fatto che amo scrivere la notte....avvolgermi nel suo manto e cantare le mie emozioni alla luna...
 
 
dreamersgirl
dreamersgirl il 25/09/08 alle 21:42 via WEB
e ti ripeto...la poesia è tutta la mia vita.
 
diablita91
diablita91 il 26/10/08 alle 15:10 via WEB
la Merini..................quanto la amo! :) un abbraccio. Roberta
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: AMARC0RD
Data di creazione: 19/03/2005
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: AMARC0RD
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 115
Prov: MO
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Febbraio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28