Viva Berlusconi!!!

Post n°79 pubblicato il 24 Ottobre 2005 da Clubmvfaculoberlusca
 
Foto di Clubmvfaculoberlusca

Branco di bolscevichi ma che figura mi fate fare!!! Avete trovato solo la legge sul fumo e la patente a punti come cose positive? Bolscevichiiiiiiii!!! Noi siamo un paese democratico, e in un paese democratico non si critica il governo!!!! Nelle dittature si critica il governo!!! A Cuba si può criticare Castro, in Iraq si poteva criticare Saddam, ma nelle democrazie il governo si elogiaaaaaa!!! Ma che figura mi fate fare? Va beh branco di Bolscevichi ci penso io!!!! 

Berlusconi è un genio e un santo! Ha riformato la scuola per esempio!!! Cosa? gli insegnanti si lamentano? Ma si sa che gli insegnanti sono tutti degli sporchi comunistiiiiii!!! Quindi zittiiiiiii !!! E ha riformato la giustizia!!! Cosa? sono leggi ad personam? Ma che diteeee bolscevichiiiiiii!!! Berlusconi è una persona retta e pulita!!! Cosa? Ha perso la causa con Luttazzi perchè era tutto vero e ha dovuto pagare pure le spese processuali? Ma zittiiiiiiiiii, si sa che i giudici sono tutti degli sporchi comunistiiiiiiiii!!!! Zittiiiiiiiiii!!! E l'economia? Viviamo nel boom economicooooooo!!! Cosa il pil non cresce? Prima di tutto il pil è una invenzione dei bolscevichi e poi di chi è la colpa? Dei cinesi!!! E chi sono i cinesi? Sono comunistiiiiiiiiiii!!! Quindi zittiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!! Basta!!! E la devolution? Dove la mettiamo la devolution!!! Ecco dove c'e la ficchiamoooooo!!! Cosa? Volgareeeeee!!! Ecco cosa siete! Volgari e bolscevichiiiiiiiii!!! Zittiiiii! Mutiiiiiii!!! Berlusconi è un genio, è un santo, un benefattore!!!! Ragion per cui diamo voce al mito!!!!

Berlusconi- Il suo pensiero ( non è che il link non funziona e che non esiste il pensiero di berlusconi!!!!) ^__^ hahaha!

E dopo aver ascoltato il sommo statista,  tutti in piedi con la mano sul cuore e cantiamo l'inno di Forza Italia!

Musica- Inno di Forza Italia!

P.S.

Scusate ragazzi se non lo dico mi viene un colpo apoplettico e muoio...... Clicca!  ^__^ hahahah!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Io non capisco!

Post n°78 pubblicato il 23 Ottobre 2005 da Clubmvfaculoberlusca
 
Foto di Clubmvfaculoberlusca

Leggendo qua e là nei blog, ho scoperto che molti elettori di Berlusca, lo votano perchè è criticato, e più viene criticato e più lo votano!!! Cacchio!!! E ditelo noooooo, che siete strani! Io pensavo che in un paese democratico si criticasse il governo e in base alle cose fatte si decidesse se rivotarlo o meno!!! Ma scopro che in Italia, almeno per chi vota il Berlusca, vale il contrario!!! Ok, va bene!!! E allora adesso voglio elogiarlo! Si avete capito bene, faccio un bel post di elogio del governo Berlusca!!!!

Allora incominciamo... ecco.. allora... il governo berlusca ha fatto di buono...si quindi...certo...quella legge..di buono ha fatto.....insomma..... non mi viene niente!!! //cerotto! Hei datemi una mano cavolo!!! Avrà fatto qualcosa di buono! Per forza! Anche statisticamente  o andando a caso qualcosa di buono si azzecca!!! Dai su aiutatemi, prometto che farò un post di elogio, con canzone e immagine di elogio annessa, se mi dite che ha fatto di buono il governo Berlusca!!!!!! ^__^ahhahahahaha!

Daniele Luttazzi -  La querela di Berlusconi

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Post N° 77

Post n°77 pubblicato il 23 Ottobre 2005 da Clubmvfaculoberlusca
 
Foto di Clubmvfaculoberlusca

Entra nel Club! 

Vogliamo scardinare la corrotta oligarchia politica!

Vogliamo.........

Il Referendum Propositivo!!!!!!!

Musica- Kung Fu Fighting

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Come scardinare il sistema?

Post n°76 pubblicato il 22 Ottobre 2005 da Clubmvfaculoberlusca
 
Foto di Clubmvfaculoberlusca

Assodato che in Italia lo scontro politico non è tra dx e sx, ma tra i cittadini e la classe dirigente, come possiamo scardinare questa roccaforte politica che si occupa solo dei propri interessi clientelari e che segue perfettamente la regola del tutto cambi affinchè nulla cambi?

Abbiamo bisogno di un cavallo di Troia! Abbiamo bisogno del referendum propositivo!

Il referendum propositivo permetterebbe al popolo di bypassare il parlamento corrotto e clientelare e di riformare direttamente lo stato!!!

Con il referendum propositivo i cittadini potrebbero per esempio:

  1. Votare una legge elettorale maggioritaria che permette di selezionare la classe dirigente.
  2. Votare una legge che sancisce che per essere eletti non solo bisogna essere incensurati, ma anche i familiari e i parenti lo devono essere, così da ripulire il parlamento da molta gente corrotta!
  3. Ridurre il numero dei parlamentari!!!

Basterebbero già queste tre regole per dare uno bello scossone a questa oligarchia, che molti si ostinano ancora a chiamare Democrazia!!!

Ma abbiamo bisogno del referendum propositivo, per combattere seriamente!!!!

Chi sarà capace di sostenere questa lotta, come possiamo ottenere il referendum propositivo?

Musica- Star Trek

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Il vero ed autentico obiettivo del Club!

Post n°74 pubblicato il 21 Ottobre 2005 da Clubmvfaculoberlusca
 
Foto di Clubmvfaculoberlusca

Qual è secondo voi il vero ed autentico obiettivo del Club? Denunciare il marciume della politica? Si, vero è un nostro obiettivo, ma non il principale, non il fondamentale!

Il vero obiettivo è coinvolgere le persone, convincerle di non avere solo un rapporto passivo verso la politica, ma attivo, convicerli a passare dal dire al fare!!! E non solo! Il vero obiettivo è creare una comunità di persone che non agiscono più solo individualmente, ma conservando la propria individualità e la propria libertà di gestire il loro blog come meglio credono, nello stesso tempo siano solidali tra loro, uniti nel collaborare insieme per raggiungere un obiettivo comune!!!

Viviamo in un paese dove la politica è sentita come altro da sè. Il rapporto con la politica dell'italiano è apatico, passivo, menefreghista , indifferente e comunque individuale!!!! 

Ed è questo  il vero male  della società italiana! La gente non partecipa, non si impegna e i politici continuano indisturbati a fare i loro comodi!!!

Molti credono che la politica sia una questione tra dx e sx!!! NOoooo!!! La politica in italia è uno scontro tra i cittadini e la classe dirigente!!!! E il popolo questa battaglia la sta perdendo, anzi forse l'ha persa già!!!!

E allora ecco il vero e autentico obiettivo del Club: uscite dalla vostra passività, trovate spazio all'interno delle tante cose della vostra quotidianità , per l'impegno politico, trovate spazio all'interno dei vostri blog, tra i tanti post, per i post di denuncia politica, trovate la volontà per l'impegno politico!!! E non facciamolo individualmente, solitariamente,   ma insieme, uniti e solidali tra noi!!!!

Il vero cancro dell'italia non è la corruzione, ma siamo noi!!!!!! E' il disimpegno, il menefreghismo, l'apatia, l'indifferenza ecc....!!! Quindi il vero obiettivo del Club è combattere l'apatia degli italiani, coinvolgendoli in un impegno attivo e solidale! Il vero obiettivo siamo noi, la nostra volontà, è il lavorare su noi stessi!!!!

La prima  condizione di esistenza di questa rete di solidarietà e di impegno politico è l'uso di un simbolo comune!!! La creazione è libera! Ogni membro può creare i suoi loghi, l'importante che ci sia il nome del Club, che ci rende uniti!

La seconda e fondamentale condizione di esistenza è l'impegno stesso, il proporre nuove idee, nuovi obiettivi, nel cercare di coinvolgere più persone, nel diffondere i nostri principi........LA SOLIDARIETA'!!!!!

Da soli siamo gocce nel mare, uniti siamo il mare!!!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Musicaaaaa!!!!!!!

Post n°73 pubblicato il 20 Ottobre 2005 da Clubmvfaculoberlusca
 
Foto di Clubmvfaculoberlusca

Caso "Satyricon" chiesti da Berlusconi 20 mld di risarcimento per aver "devastato l'immagine di politico e di imprenditore" Luttazzi e Travaglio assolti "Berlusconi non fu diffamato"
Il premier condannato a pagare 100 mila euro di spese legali
di ALESSANDRA LONGO
 

Berlusconi ha perso la causa perchè tutto quello che si dice su di lui è la verità!!!! ^__^ Yahoooooooooo!

ROMA - Condannato. Silvio Berlusconi aveva chiesto un risarcimento di 20 miliardi del vecchio conio, come direbbe Bonolis, a quel diavolo di Marco Travaglio, colpevole, in associazione a delinquere con l'attualmente desaparecido Rai Daniele Luttazzi, di averlo offeso, anzi di aver "letteralmente devastato - si legge nella querela - la sua immagine di politico e di imprenditore".
Ma il giudice ha deciso diversamente e ha condannato il capo del governo a pagare le spese legali nell'ordine di centomila euro. Ne dà notizia lo stesso Travaglio, molto sollevato all'idea di non dover versare a rate, per il resto dei suoi giorni, la cifra richiesta dagli avvocati del Cavaliere. E ora i fatti, come si dice in gergo d'aula.
Era il 14 marzo del 2001, un mercoledì sera. Su Raidue andava in onda Satyricon, direttore di rete Carlo Freccero, produttore Bibi Ballandi (anche loro denunciati in sede civile). Luttazzi chiama Travaglio a parlare del suo libro, "L'odore dei soldi", scritto a quattro mani con Elio Veltri. Storia non autorizzata sulle origini delle fortune economiche di Berlusconi, sui segreti meccanismi finanziari che portarono alla nascita della Fininvest, sullo strano arrivo, ad Arcore, dello stalliere mafioso Vittorio Mangano. Minuti televisivi senza filtro.
Luttazzi chiede, Travaglio risponde, con documenti e atti che ha usato per scrivere. Da dove ha preso Berlusconi i miliardi per cominciare? Perché ha ospitato un boss, poi condannato a due ergastoli, a casa sua? Perché la Rai ha sempre scansato l'ultima intervista di Paolo Borsellino, acquisita da chi indaga sulle stragi di Capaci, via D'Amelio e degli Uffizi? Intervista nella quale, spiega Travaglio, il magistrato parla dell'interesse della procura di Palermo per Berlusconi, Dell'Utri e Mangano?
"Ignobile attacco al capo dell'opposizione, libercolo diffamatorio": Berlusconi s'infuria, querela, fa querelare. Partono dieci cause che sarebbero in realtà cinque raddoppiate, una per la trasmissione e una per il libro, moltiplicate appunto per cinque. La Fininvest di Aldo Bonomo chiede cinque miliardi, Mediaset di Confalonieri si aggrega. Querelano anche Giulio Tremonti, citato perché la sua legge avrebbe garantito 243 miliardi di sgravi a Mediaset, e Forza Italia, partito offeso del leader offeso. In tutto le richieste di risarcimento ammontano a 150 miliardi di vecchie lire.
Pochi giorni fa, in sordina, la decisione del giudice, a breve la motivazione della sentenza. Travaglio, che ha appena finito di risarcire Previti per una causa persa ("Un problema di avvocato"), si dice "contento, molto contento": "Nel mio libro non dicevo niente di nuovo, mi sono limitato a riordinare documenti. Non abbiamo danneggiato nessuno perché non abbiamo mentito. Le querele sono partite solo per spaventarci. Io ho scritto acqua fresca rispetto a quel che si legge nella sentenza Dell'Utri dell'anno scorso.
Berlusconi è stato condannato in sede civile, dovrà pagare le spese legali. E' un passaggio importante. Con questa, ho vinto tre cause su dieci. Me ne rimangono altre sette...". Travaglio sta preparando un altro libro. Si chiama "Inciucio". Avverte: "Questa volta s'incazzerà anche la sinistra".


(20 ottobre 2005)

Amici e amiche del Club diffondiamo la notizia che i giornali e i telegiornali la stanno imboscando!!!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Post N° 71

Post n°71 pubblicato il 19 Ottobre 2005 da Clubmvfaculoberlusca
 
Foto di Clubmvfaculoberlusca

Noi del Club vogliamo divertirci ma anche impegnarciiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!

E vai con il ballo!

Grease 1- We go together

Grease 2- Summer lovin'

Grease 3- You're the one I want

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Il Club vuole te!

Post n°70 pubblicato il 19 Ottobre 2005 da Clubmvfaculoberlusca
 
Foto di Clubmvfaculoberlusca

Lo scopo del Club è unire tutti i bloggers che vogliono o che già denunciano il marciume della politica italiana, in maniera da creare una rete di informazione. Singolarmente le nostre idee si perdono nel mare di internet, uniti con un simbolo comune, invece, le nostre idee  assumono la compatezza monolitica di una voce sola, di un sentire comune moltiplicato per il numero dei membri!!!! Da soli siamo solo gocce nel mare, uniti siamo il mare!!!! 

Ogni membro può creare un nuovo simbolo o più simboli a suo piacimento, l'importante che ci sia il nome del Club per renderci riconoscibili.

Se sei stufo di questa falsa politica che segue la regola del tutto cambi affinchè nulla cambi, che è autoreferente e pensa solo ai propri interessi particolari e clientelari.....

Entra nel Club! 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Post N° 69

Post n°69 pubblicato il 18 Ottobre 2005 da Clubmvfaculoberlusca
 
Foto di Clubmvfaculoberlusca

Berlusconi: Colui che va oltre i limiti della degenza!!!!

Berlusconi: "Sono sceso in campo costretto dal popolo italiano"

"Per la politica ho lasciato tutto, ma era necessario per il Paese"

da REPUBBLICA 2.11.03

NEW YORK - E' entrato in politica perché "costretto dalle migliaia di persone che, arrivando fin sotto le finestre di casa" gli hanno chiesto di candidarsi. Così Silvio Berlusconi spiega in una intervista al settimanale americano New Yorker la ragione della sua celeberrima "discesa in campo" del 1993. Una sorta di moto popolare, a sentire il presidente del Consiglio.

"Sono stato costretto dal popolo italiano ad entrare in politica - dice il Cavaliere -, la gente veniva da me a migliaia, alle mie finestre, a casa mia, continuavano a chiedermi di candidarmi". E lui, "riflettendo che ero l'unico italiano con una popolarità oltre il 90 per cento, che ero popolare perfino tra la sinistra e che potevo rappresentare un'alternativa per gli elettori che non volevano votare per la sinistra e i comunisti", si è detto: "Devo farlo per dare dignità al passato degli elettori e per dare loro speranza per il futuro".

Una scelta fatta - è ancora Berlusconi che parla - con grande sacrificio, perché per la politica "ho lasciato tutto, ho lasciato ai miei manager e ai miei figli il compito di seguire le aziende". Poi, continua, "ho fondato un partito, ho vinto le elezioni, sono diventato primo ministro, tutto in due mesi. E l'ho fatto perchè era necessario per il mio paese".

Quindi il capo del governo passa a lodare la sua attività politica, e si assegna il premio-stabilità: "Prima - dice al settimanale Usa - il presidente del Consiglio
italiano cambiava ogni dieci-undici mesi, e non c'erano possibilità di costruire una relazione personale con altri presidenti e primi ministri". Ora, segnala il premier, le cose sono molto diverse, e anche tra i suoi alleati della Casa delle libertà dice che tutto va benissimo: "Tra loro esiste grande amicizia". 
 

Ma che faccia tosta! Vedete che scimità va dicendo questo all'estero!!! E poi qualcuno gli spiega che può pure ritornare tranquillamente da dove è venuto? E chi è sta fantomatica gente che lo ha costretto ad entrare in politica e a romperci le balle? Chiiiii?!!! Voglio nomi e cognomi per sputarli in facciaaaaa!!! ^__^ hahahahaha!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

E un berlusconiano?

Post n°68 pubblicato il 17 Ottobre 2005 da Clubmvfaculoberlusca
 
Tag: Mafia
Foto di Clubmvfaculoberlusca

E secondo voi quale sarebbe l'opinione sulla mafia di un berlusconiano?

Clicca!

E allora non c'è limite all' indegenza! Ragion per cui diamo voce al grande Comico!

Il giudizio universale- Benigni!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

E tu?

Post n°67 pubblicato il 16 Ottobre 2005 da Clubmvfaculoberlusca
 
Tag: Mafia
Foto di Clubmvfaculoberlusca

Il governo convive con la mafia!!! Ma per fortuna ci sono persone che lottano contro la mafia , pagando anche con la vita! Autentici eroi, già dimenticati dagli italiani, popolo purtroppo tanto apatico, clientelare, qualunquista e rassegnato, ma sopratutto menefreghista!!!!

E tu? tu che leggi convivi o lotti contro la mafia? Fatti un vero esame di coscienza! Esamina i fatti, per caso anche tu scambi i diritti per favori? Per caso anche tu quando vai a votare, non controlli se quel tal politico è corrotto e lo voti? O ancora peggio sai che è corrotto e pensi che nel magna magna generale scappa fuori un posto di lavoro anche per te e lo voti? Per caso non sei anche te indifferente e menefreghista e pensi solo al tuo orticello, ai cazzi tuoi? Per caso di fronte alle storie di quei grandi eroi che hanno perso la vita per lottare contro la mafia, magari ti commuovi, ti scappa anche la lacrimuccia, ma dopo due secondi ti sei già dimenticato tutto e ritorni a fregartene? Fatti un vero esame di coscienza!!! Non è che tu fai parte del sistema clientelare? Fatti un vero esame di coscienza e chiedi a te stesso, ma ho mai fatto qualcosa, anche una piccola cosa, contro la corruzione e la mafia? 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Lunardi afferma che con la mafia bisogna convivere!!!

Post n°66 pubblicato il 15 Ottobre 2005 da Clubmvfaculoberlusca
 
Tag: Mafia
Foto di Clubmvfaculoberlusca

Attenzione post molto lungo, non adatto alle persone rassegnate, indifferenti  e qualunquiste!!!

Pietro Lunardi

Ministro delle Infrastrutture e titolare di una società di progettazione, rappresenta l'ennesimo caso di conflitto d'interesse, dopo quelli di Berlusconi e Taormina. Parlando delle possibili infiltrazioni mafiose negli appalti per le opere pubbliche, ha detto: "Mafia e camorra (...) purtroppo ci sono e dovremo convivere con questa realtà. (...) Questi problemi di camorra, che ci saranno, per carità, ognuno se li risolverà come vuole". 

Questo governo vuole convivere!!! E infatti per indebolire la lotta alla criminalità organizzata si possono fare alcune cose. Il governo Berlusconi le ha fatte!!!

  1. Per indebolire la lotta alla mafia bisognava fare capire che lo Stato non ha alcun senso di colpa verso i familiari delle vittime;  e che le loro parole hanno un valore esattamente uguale a quelle di qualsiasi suddito. Dunque si scordino di testimoniare a vita: devono tacere o le citeremo in tribunale. Come la vedova Grassi, ad esempio, che crede di potere ancora liberamente interrogare la pubblica opinione su quale sia, presso Cosa nostra, l'effetto del messaggio mandato dal "ministro della convivenza". La signora ha parlato proprio mentre riapriva temerariamente la ditta del marito. Meritava di essere pubblicamente minacciata di querela. E questo è stato fatto.

  2. Per indebolire la lotta alla mafia bisognava far capire che lo Stato non ritiene poi troppo disdicevole difendere con i suoi rappresentanti di governo i killer mafiosi mandati a giudizio nelle aule di Giustizia della Repubblica. E nemmeno far vedere a una moglie, a un figlio, a una madre di un carabiniere o poliziotto morti ammazzati da Cosa nostra o dalle organizzazioni sorelle, che ci va il sottosegretario in persona e con tanto di scorta a difendere il boss finito a processo. Sì, proprio lui. E, diversamente dai familiari delle vittime, senza alcun complesso di colpa. E questo pure è stato fatto.

  3. Per indebolire la lotta alla mafia bisognava poi fare capire che è finita la solfa della legalità, andata così fastidiosamente di moda agli inizi dello scorso decennio. Ma non bisognava solo deprecare gli eccessi prodotti da quel clima incandescente. Se no che messaggio si manda? L'eccesso, il vero eccesso, è stato proprio quella richiesta di legalità tanto estranea ai nostri costumi. Dunque, adeguiamo la legge alle nostre tradizioni. Meglio ancora se ne approfittiamo per far capire che ogni interesse privato è sempre più legittimo dell'interesse pubblico. L'ideale? Depenalizzare il falso in bilancio o fare tornare praticamente gratis e in forma anonima i soldi portati in nero in giro per il mondo. E questo è stato fatto.

  4. Per indebolire la lotta alla mafia bisognava poi fare capire ai magistrati che la pacchia è finita. Che essi non possono più contare su una considerazione e un rispetto innaffiati con il sangue dei loro colleghi uccisi. Naturalmente non bastava stigmatizzare le singole arroganze o ricondurre i chiacchieroni a sobrietà. Se no che messaggio sarebbe? Molto meglio, e più diretto, far capire a tutti che ora debbono pagare ­e salato- per quella fisima del "controllo di legalità" a trecentosessanta gradi. Che essi sono degli eversori. Sappiano ladri e assassini che chi li persegue e li giudica non è poi infinitamente più in alto di loro nella considerazione sociale. E anche questo è stato fatto. Per indebolire la lotta alla mafia bisognava ancora far capire che i magistrati, conseguentemente, non sono più protetti come una volta. Dunque, occorreva tagliare le scorte. Ma non solo combattendo gli abusi o gli impieghi da status-symbol. Se no che messaggio sarebbe? Occorre proprio tagliare. A tutti, dovunque; anche se è stato appena scoperto un progetto di attentato contro un procuratore antimafia. E al tempo stesso far vedere che ministri, sottosegretari e loro nani e ballerine le scorte e le macchine di servizio continuano ad averle. Così che sia chiaro che sono proprio i magistrati a essere meno protetti di una volta; e che lo Stato alla loro pelle ci tiene un po' di meno. E anche questo è stato fatto.

  5. Per indebolire la lotta alla mafia bisognava far vedere che le autorità pubbliche nate da un decennio di lotte e di paure, di umiliazioni e di speranze, sono considerate a pieno titolo -nè più nè meno- posti di potere da spartire, pezzi di domino nello spoil system. Ad esempio il Commissariato contro il racket e l'usura. E occorreva mandar via di lì il primo commerciante che ha organizzato la ribellione contro il racket; lui con i suoi personalissimi rapporti di fiducia con le vittime dell'usura e del pizzo mafioso. O almeno renderlo meno autonomo e meno forte. E anche questo è stato fatto.

  6. Per indebolire la lotta alla mafia bisognava, infine e ovviamente, rendere molto più difficili le investigazioni e i processi. Per esempio intervenendo sui meccanismi di formazione delle prove. E cercando di renderli praticamente proibitivi per chi si azzardi a mettere il naso nei conti all'estero dei padrini e dei loro amici e protettori. Magari arrivando a rendere retroattive tali nuove norme di procedura penale. E anche questo è stato fatto.

 Per indebolire correttamente la lotta alla mafia bisognerebbe ora intervenire sui meccanismi della cultura, della scuola, dell'informazione, della partecipazione religiosa; insomma su tutte quelle attività che sono state utili a mobilitare per la prima volta contro la mafia milioni di cittadini e di giovanissimi in tutta Italia. Occorrerebbe mettere all'indice qualche giornalista libero; così, per dare un segnale. Meglio se è il più autorevole di tutti, un Enzo Biagi, ad esempio, che ha pure raccolto in due libri le dichiarazioni del principe dei traditori, Masino Buscetta. Oppure incominciare ad attaccare i "gargarismi antimafia" che si fanno nelle scuole, magari partendo da un'audizione parlamentare del ministro Moratti. Fatto anche questo. Ancora -questo è vero- non si è riusciti a montare uno scandalo contro un prete di trincea o contro una preside troppo antimafiosa nè a impedire a qualche scrittore troppo impegnato di vincere un premio letterario. Ma sono passati solo cento giorni e qualche cosa. Come si dice nei graziosi quadretti che stanno dietro la scrivania di ogni Capo, "per l'impossibile ci stiamo ancora attrezzando".

(Il Popolo, giovedì 25 ottobre 2001)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Post N° 65

Post n°65 pubblicato il 14 Ottobre 2005 da Clubmvfaculoberlusca
 
Foto di Clubmvfaculoberlusca

Entra nel CLUB!

Il nuovo programma del Club è stato approvato e inserito nello Statuto!

E' talmente bello il programma che anche Rocky è entrato nel Club ed ecco la sua dichiarazione clicca! E ricordate amici e amiche che se c'è la volontà, se c'è la determinazione, se c'è il desiderio di sognare ancora, allora tutto è possibile, possiamo.... Gonna fly now!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

VERGOGNATEVI!!!

Post n°64 pubblicato il 13 Ottobre 2005 da Clubmvfaculoberlusca
 
Foto di Clubmvfaculoberlusca

Pacche sulle spalle e abbracci alla Camera 

«Affondata la lobby delle donne» 

Hanno cominciato a insultarsi alle 9 del mattino e hanno smesso alle 9 di sera, chiamandosi a vicenda «ignobili», «pericolo per la democrazia», «indecenti», «vedove allegre », «moralmente inferiori».. La maggioranza, una falange macedone nelle trenta votazioni precedenti, si frantuma per la prima e ultima volta: i franchi tiratori evocati per giorni si affacciano solo il tempo di affossare le quote rosa e subito svaniscono. !!! (Unitissimi quando si tratta di fare le leggi ad personam e tutte le altre leggi di merda ed ecco che il polo delle libertà(?) sulle leggi giuste e democratiche stranamente si sfalda!!!)

 Quando Fassino offre alla destra una breve tregua per far passare le quote con un voto congiunto, la Santanché risponde: «Fassino non ci incanta, delle donne non gliene importa nulla, vuole solo scardinare la legge; noi siamo per i piccoli passi e voteremo solo il nostro emendamento, quello che ci riserva un quarto dei posti». ( poverina credeva che il polo delle libertà(??) avrebbe votato l’emendamento…povera ingenua!!!!)

Parte allora con la mozione degli affetti Sandro Bondi: «Ci sono momenti in cui le decisioni da prendere non sono soltanto politiche ma etiche, morali, dettate dalla passione civile»; il tentativo è di convincere almeno i suoi ad approvare la quota del 25%, che ha avuto il via libera dal governo; la «passione civile» è tale che Casini deve richiamare scampanellando i deputati di Forza Italia mentre ha la parola il loro coordinatore, «ragazzi non è possibile, c'è un capannello a un metro da chi sta parlando, onorevole Micciché la richiamo all'ordine».: la destra ha votato contro la quota minima da lei stessa proposta. Finisce con la Prestigiacomo a occhi lucidi che ascolta confusa tra i giornalisti la promessa galante di Berlusconi, rose e seggi per tutte.( che vergogna!) Fini pare sinceramente dispiaciuto. La Santanché, molto congratulata dai suoi per come ha trattato Fassino, si irrigidisce: «Vergognatevi, a Kabul il 40% degli eletti sono donne!». Fassino le manda un biglietto: «Proprio a me Daniela hai detto questo, a me che guido il partito più femminista, con due donne presidenti di Regione, una donna capo dell'organizzazione, un sacco di donne sindaco. Non me lo meritavo...».

Le euforie si confondono: la vittoria dei maschilisti, la rivincita della Prima Repubblica proporzionalista, la riscossa del centrodestra. L'atmosfera è di truce allegria con qualche eccezione lieve, tipo Jannuzzi prontamente giunto dal Senato dopo aver letto per l'editoriale del Foglio: «Finalmente Ferrara è uscito dal tunnel dell'embrione… ». Grande prestazione atletica di De Mita, che si fa più volte il Transatlantico sottobraccio a un compagno sempre diverso col ritmo del miglior Pamich. L'unico immune dalla felicità ribalda pare Buontempo, che si batte invano contro le liste bloccate e quando scoppia la bagarre dei cartelli resta in disparte a capo chino.

Vergognatevi! Vergogna per il ritorno alla prima repubblica, vergogna per le liste bloccate, vergogna per questa offesa e questo oltraggio alle donne! Vergogna per tutte le altre leggi antidemocratiche votate a larga maggioranza! E cari italiani che avete votato certa gente vergognatevi anche voi!!!!!

E all'innominabile dal profondo  del cuore dico...Clicca!

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Post N° 63

Post n°63 pubblicato il 12 Ottobre 2005 da Clubmvfaculoberlusca
 
Foto di Clubmvfaculoberlusca

IL CLUB VUOLE TE!!!

Notizioneeee! Anche Diego Abantantuono è entrato nel Club!!! E ha subito proposto una modifica al nostro programma!!! Ascoltate la sua proposta sull'innominabile!!! ^___^ hahahahaha!!! Clicca!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Il CLUB vuole TE!!!

Post n°62 pubblicato il 12 Ottobre 2005 da Clubmvfaculoberlusca
 
Foto di Clubmvfaculoberlusca

Anche Lino Banfi è entrato nel CLUB!!! ( dico per scherzare) e tu cosa aspettiiiiiii???  Se vuoi difendere la Democrazia, entra nella nostra comunità e denuncia il marcio della politica italiana insieme a noi!!!

Entra nel CLUB!

Clicca qui e ascolta l'opinione di Banfi sull'innominabile! Musica- Vieni avanti cretino!!! ^_^ hehehe!

P.S.

Ricordo ai membri del Club la votazione del nostro nuovo programma nel post numero 60.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Post N° 60

Post n°60 pubblicato il 11 Ottobre 2005 da Clubmvfaculoberlusca
 
Foto di Clubmvfaculoberlusca

Obiettivi del Club

Dopo consultazione ( post 48) tra i membri è stato stilato il nuovo programma del Club. 

Il programma:

  1. Tutto quello che combina Berlusconi, il suo governo e la maggioranza che lo sostiene.
  2. La corruzione nella politica italiana.
  3. L'inquinamento e l'uso di energie alternative.
  4. Lo stato della pubblica istruzione.
  5. Lo stato e la difficoltà della integrazione.
  6. Le tasse e la distribuzione della ricchezza.
  7. La ricerca scientifica in Italia.

E' aperta la votazione per rendere definitivo il nostro programma che poi sarà inserito nello Statuto del Club! La votazione terminerà giovedì alle 24.00. Buona votazione :-)

P.S.

Solo i membri  del Club possono inserire commenti in questo post! Tutti gli altri commenti saranno eliminati! Grazie per la collaborazione :-)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Basta con le pagliacciate!

Post n°59 pubblicato il 10 Ottobre 2005 da Clubmvfaculoberlusca
 
Foto di Clubmvfaculoberlusca

Appello del ministro a Berlusconi: "Dimostri che sono infondati
gli attacchi della sinistra sul suo conflitto d'interesse"
Tfr, Maroni rilancia la riforma
"O passa così o non se ne fa niente"
"Il prossimo Cdm sarà caldo. La lobby delle assicurazioni ha forti
sponde nell'esecutivo. Almeno, a giudicare dalle parole di alcuni ministri"

SAINT VINCENT (AOSTA) - "O passa così com'è o non passa": è l'ultimatum del ministro del Welfare, Roberto Maroni, sulla riforma del Tfr. "E' un testo equilibrato, che tiene conto delle richieste delle parti sociali, non è un regalo a nessuno", ha detto Maroni a Saint Vincent, dove partecipa al convegno della Fondazione Donat Cattin. Lo stesso Maroni, però, teme che il prossimo consiglio dei ministri che dovrà affrontare per la seconda volta la questione, "sarà molto vivace". Sull'esecutivo, oltre alle pressioni delle compagnie assicurative che vogliono una normativa rispetto al testo preparato dal ministero, pende anche la minaccia di dimissioni dello stesso Maroni.

E proprio dal ministro del welfare arriva un appello a Berlusconi che suona anche come una chiamata in causa: "Il premier ora ha la grande opportunità di dimostrare che l'accusa rivoltagli dalla sinistra di fare leggi ad personam o nel proprio interesse è infondata". Chiaro ed esplicito il riferimento agli interessi del Cavaliere nel settore assicurativo: "Questo testo - ha detto Maroni - va contro i suoi interessi di azionista di una compagnia di assicurazioni (la Mediolanum; ndr). Spero voglia cogliere questa grande occasione".

Secondo Maroni il via libera alla riforma offrirebbe al premier l'occasione per dimostrare che "sa gestire il conflitto di interessi nel migliore dei modi facendo provvedimenti che vanno contro i suoi interessi. Spero - ha concluso - che voglia cogliere questa opportunita".

E il ministro ha raccontato alcuni retroscena dell'ultima riunione dell'esecutivo: "La lobby

assicurativa ha all'interno del governo sponde importanti come si è visto dal dibattito in consiglio dei ministri. Mi ha molto sorpreso l'intervento di alcuni ministri, mai intervenuti prima sulla questione, che hanno preso la parola accalorandosi a sostenere la tesi che la riforma non era fatta bene con argomenti strampalati. Come se io parlassi di scissione dell'atomo al convegno mondiale di fisici ad Erice. L'unico intervento che comprendo - ha aggiunto Maroni - è quello del ministro Alemanno che ha posto la questione della moratoria per le imprese che non hanno la possibilità di aderire al fondo di garanzia".

(8 ottobre 2005) ( tratto da repubblica)

Adesso basta con le pagliacciate! Già l'UDC ha fatto tante chiacchiere nei giorni scorsi ( primarie, la legge elettorale) per poi allinearsi e sottomettersi! Berlusconi non deve dimostrare più nulla, ha già fatto capire benissimo agli italiani chi è!!!! Cara lega nord è giunto il momento di farci capire  voi chi siete!!! Eravate il partito che si scagliava contro la partitocrazia, contro la corruzione ( il motto roma ladrona lo ricordate?), ebbene è arrivato il momento che voi ci dimostriate di non esservi anche voi conformati, allineati, asserviti al sistema!!!! O sapete solo difendere Fazio, fare slogan razzisti e pagliacciate sul pò?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

TVFLASH1hopelove10errea1960paniluvolandfarmlorteyuwTesi89blogdemocraticoambra.albericciventididestraredazione_blog
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom