Creato da Kastania il 07/06/2006

Sex&City 2013

sempre io

 

 

« Che programmino...Questione di lealtà »

Addio al celibato & spogliarello: sì o no?

Post n°214 pubblicato il 18 Luglio 2007 da Kastania
 

La serata si è rivelata anche peggiore di quanto pensassi. Intanto, giusto per la cronaca, TUTTI sapevano di Vocalist e Nubenda. Come si sia verificata questa fuga di notizie mi spaventa, ma ho il vago sospetto che Vocalist abbia chiamato tutti i contatti della sua rubrica tranne me per diritto d'informazione. Mah.

Perciò la prima parte della serata è stata dedicata a tutte le varie possibilità con cui questo matrimonio potrà affondare, o addirittura non essere affatto celebrato. Insomma, dal cantarle la sera prima "il triangolo nooooo" a Vocalist che irrompe in chiesa a cavallo di una rombante Hurley e rapisce la sposa, nessun caso è stato escluso.

E poi, parte assai più spinosa, abbiamo preso in esame l'addio al celibato/nubilato.

E qui occorre fare un passo indietro, e raccontare che Fidanzato ha aspramente rifiutato la festa organizzata dai suoi colleghi, che lo volevano trascinare nello strip club più famoso della città, e qualche settimana fa, d'accordo con lei, ha detto che avrebbe preferito una serata tutti insieme, uomini e donne, di stile tranquillo, in uno dei soliti posticini dove andiamo a bere una birra o ballare. Niente di fuori dall'ordinario, insomma, ma una bella uscita divertente con cui sdrammatizzare la serietà del giorno successivo.

Ho già detto che ADORO quest'uomo?

Ad una nostra amica però questo non va affatto giù. Vuole a tutti i costi che si rispetti la nostra idea originaria: uomini da una parte, donne dall'altra. Big e l'altro amico presente obiettano che, in ogni caso, sarebbero solo cinque maschi sposo incluso, e che non ha molto senso andare a sbronzarsi se lui non vuole.

IO obietto che se quello che vogliono è una festa insieme, noi dobbiamo rispettare il loro desiderio.

Sono abbastanza schifata dagli spogliarellisti sudaticci, ormai ogni genere di simile invito finisce nel cestino. Non trovo nulla di sexy in uno stallone unto d'olio di cocco che mi ancheggia il pacco a pochi centimetri dalla faccia. E onestamente, dal momento che ho assistito invece mio malgrado a "esibizioni" femminili sono piuttosto incazzosa sull'argomento.

Sapevate che circa l'80% delle donne che lavorano in topless bar e strip club confessa un passato di abuso sessuale psichico e fisico, a volte risalente addirittura all'infanzia?

So che per gli uomini una donna nuda è una donna nuda. Ma la mercificazione della sofferenza altrui, che si tratti di spogliarelliste o di prostitute, mi indigna e dà fuoco alle polveri in un men che non si dica.

L'amica insiste, dice che senza spogliarello bipartisan non sarà una vera festa. Che noi donne dobbiamo infilare i soldi nelle mutande dell'arrapato di turno e i maschi nel perizoma della lapdancer. Veniamo così a sapere che il suo ragazzo, ieri sera non presente, dopo essere andato a un addio al celibato in quel locale, è diventato praticamente cliente fisso.

"E a me non dà alcun fastidio!!!" proclamava lei tutta orgogliosa.

C'è davvero da essere orgogliosi di un ammissione del genere, posto che sia vera? se una donna è voyeur, posso anche capire che accompagni il suo ragazzo a questi spettacolini. Se non è voyeurismo, spesso è lesbismo latente. Niente di male in questo,naturalmente: ogni coppia ha i suoi equilibri. Ma non conosco nessuna donna che stia a casa a far calzetta e sia FELICE di sapere il suo ragazzo in un locale equivoco, dove per inciso le ballerine restano sul palco, ma la platea è zeppa di entreneuse pronte a concludere la serata in bellezza.

Comunque ogni coppia ha i suoi equilibri, dicevo. Perciò, se io non mi permetto di muoverti alcuna critica, mi sembra il minimo che tu faccia la stessa cosa. Invece io e l'altra ragazza fidanzata ci sentiamo dare delle bacchettone, delle missionarie, delle retrograde. "Tutti vanno in questi locali! Gli uomini ne hanno bisogno, che senso ha impedirglielo?"

Gli uomini ne hanno bisogno. Addirittura.

"Da che mondo e mondo, gli addii al celibato si fanno con le spogliarelliste. "

Ma pensa. Mio padre e i suoi amici si sono sbronzati a grappa, a casa sua, intonando canti alpini a voce così alta da far chiamare i vigili ai vicini. Mio nonno ha festeggiato il suo addio al celibato con i commilitoni, buttandosi a fare un bagno in Po, rigorosamente senza costume, in pieno ottobre.
E guarda, nessuno dei due matrimoni si è sputtanato, nonostante l'inosservanza della lubrica tradizione.

L'ipocrisia di certe persone è agghiacciante.
Stai con uno che ci va per tutto l'anno e te lo dice pure? almeno è onesto. Se tu lo sopporti, la vostra storia può durare omnia secula seculorum.
Ma se stai con uno che ha problemi a entrare con te nei negozi di intimo, e che mai e poi mai ti accompagnerebbe a fare un giro in un sexyshop, se scopri che non aspetta altro che il matrimonio di un amico per sbavare sotto a un palo, allora direi che hai un problema.

"Vedremo, se mai vi sposerete tu e Big. Cosa fai, se scopri che la sera prima gli amici lo hanno portato lì, annulli la cerimonia?"

No, le ho risposto. Perchè spererei che usasse la sua testa prima, come ha fatto Fidanzato. Non mi piacciono le scenate. Ma da un compagno, che sceglierei in quel momento come compagno unico e per la vita, mi aspetto la condivisione di certe idee.
E il mancato sfruttamento di un essere umano sarebbe il miglior regalo di addio al nubilato, per me.

So che molti di voi fraintenderanno. Non è gelosia, la mia. E'molto più pericolosa, per l'incrinarsi di una coppia, la vicina carina, la compagna di scuola che ci prova, la scosciata che si siede vicino al bar. Provare per credere: quante storie conoscete naufragate per una spogliarellista?Ecco, appunto. Nessuna.

Io credo che una larga fetta di uomini (e donne) debba abbandonare l'orripilante scissione femminile di Santa & Puttana.
Io non ci sto. Non sono nè l'una nè l'altra. Voglio avere il totale rispetto del mio compagno, come persona dotata di cervello, e voglio avere tutta la passione che un rapporto può trasmettere, perchè se una donna pensa non vuol dire che a letto non possa fare scintille.

Chi cerca l'eccitazione in uno spogliarello fatto da una sconosciuta, spesso minorenne, drogata e psichicamente labile (non sono parole al vento: sono stati fatti studi precisi su queste abitanti della notte.. poi certo, ci sono anche quelle che lo fanno per pagarsi l'affitto. E per loro mi dispiace quanto per le altre.), forse a casa sua dorme in un letto freddo, o quantomeno noioso.

E quella sì che è una trappola per coppie.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

ULTIME VISITE AL BLOG

CaffettieraSexykimba_tWLapadoveseausdauerSteffffniki312principeazzuroxxxxxslave310Timidoubriacolplay_stationskynet_manPrincipiaMathematicaIrrequietaDfabio1972dglapungi1950_2
 

AREA PERSONALE

 

SHINYSTAT

Contatore sito
 
Citazioni nei Blog Amici: 192
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

TECHNORATI

Add to Technorati Favorites