Creato da Kastania il 07/06/2006

Sex&City 2013

sempre io

 

 

« Addio al celibato & spog...Dismorfofobia »

Questione di lealtà

Post n°215 pubblicato il 19 Luglio 2007 da Kastania
 

E'da un paio di giorni che sono arrabbiata con Big. Non di quella rabbia esplosiva e distruttiva di quando il tuo uomo te ne combina una grossa. Quasi più delusa che arrabbiata. Ecco, delusa mi pare il termine adatto.

Rimandandovi al post di sotto, mentre questa ex compagna sparava a zero su quanto noi fossimo bacchettone e su quanto lei, che permetteva peep show al suo uomo, fosse invece moderna ed equilibrata, da parte di Big mi sarei aspettata un commento.

Nel caso specifico, avendo già affrontato il discorso, sapevo come la pensava. E'sempre stato contrario e a disagio davanti a qualunque manifestazione di questo tipo. Un po' orso un po' riccio, non è mai stato il tipico adolescente sbavante e arrapato nemmeno a 15 anni, figuriamoci ora. E'uno dei motivi per cui lo amo: non ha mai trattato le donne, me compresa, come oggetto sessuale o meno, nemmeno per scherzo.

Ma per assurdo, avrei preferito che si fosse erto a difesa dello spogliarello, piuttosto che tacere a quel modo. Voglio dire, l'uomo della mia amica è stato sincero. Vado allo spogliarello: ti piace ti piace, non ti piace mi molli. Se lei ha acconsentito, lui non ha colpe all'interno del rapporto.

Invece muto. Come una tomba. Come il Piave al passaggio dei fanti. Come un pesce autistico.

Mentre tornavamo a casa quella muta ero io. Il resto della serata era scivolata via più o meno umanamente, senza più tensioni nel gruppo. Agli amici, si sa, si perdona sempre di più che alla persona che amiamo, perchè in un certo senso ci si aspetta un po' di meno.

Siccome stuzzicava per sapere i motivi di tanto silenzio, ho aspettato che fossimo sotto casa mia, a macchina ferma, per dar fuoco alle polveri.

C'è solo una cosa che mi dà più fastidio in un uomo dell'essere un porco maniaco.
Quando è un vigliacco.

Non ho potuto tacere, mi ha deluso troppo.
Quando gli ho chiesto perchè non avesse parlato, se fosse stato per non distruggere una presunta immagine di macho ( a proposito del Fidanzato infatti è stato detto che, se ha rifiutato il localino, non è mica "normale"), o se fosse stato semplicemente perchè anche lui mi considerava una moralista in questo caso,lui ha negato.

No no, era d'accordo con me e le altre ragazze su tutta la linea.

Ma allora mi prendi in giro. Hai lasciato che ci prendessimo delle bigotte per divertimento,quindi. Come raro esemplare di maschio in mezzo a un pollaio starnazzante femminile, avresti potuto sputare la tua dannata opinione o no?

Risposta agghiacciante. Tanto la mia opinione, ciò che dico o che faccio, non cambia mica il mondo.

Sono ferita. Ho amato per anni un uomo pensando che valesse più di quel che vale.

Io dal compagno che scelgo mi aspetto fedeltà, sincerità e lealtà. Non sono disposta a passare sulla mancanza di nessuna delle tre virtù, per me cardinali. Ho già mollato uomini per l'infrazione delle prime due. La terza per ora era rimasta in disparte.

PRETENDO lealtà. Pretendo che la persona che amo abbia il coraggio delle proprie azioni, che mi faccia ragionare se non è d'accordo con me, che mi supporti incondizionatamente se invece lo è.

Non mi serve un fantoccio garbato che mi porga il braccio per scendere dalla macchina. Sono una donna del terzo millennio, se occorre esco anche dal finestrino arrampicandomi come una scimmia.

Ma PRETENDO tutto questo. So che il mio destino, di fronte a tanta esigenza, è rimanere sola. Per ora non mi è mai davvero capitato, ma capiterà. Ma ho una natura troppo testarda, orgogliosa e appassionata per mollare. Meglio la solitudine.

Big ieri sera è stato al telefono quasi un'ora a spiegarmi le sue "ragioni". Aria fritta.
Gli ho detto che stasera deve dirmi cosa pretende lui da me. Perchè se non pretendi nulla dalla persona che dici di amare, stai sprecando il tuo tempo insieme, e allora è meglio chiudere.

Si fa un gran parlare delle libertà di coppia. Di quelle abbiamo sempre parlato tanto anche noi due. Ma se non ci sono obblighi, doveri, che senso ha darsi delle libertà? senza i primi, le seconde sono supergarantite, addirittura inutili da menzionare.

Voi cosa pretendete dalla persona che amate? e lei da voi?

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

ULTIME VISITE AL BLOG

CaffettieraSexykimba_tWLapadoveseausdauerSteffffniki312principeazzuroxxxxxslave310Timidoubriacolplay_stationskynet_manPrincipiaMathematicaIrrequietaDfabio1972dglapungi1950_2
 

AREA PERSONALE

 

SHINYSTAT

Contatore sito
 
Citazioni nei Blog Amici: 192
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

TECHNORATI

Add to Technorati Favorites