Creato da Kastania il 07/06/2006

Sex&City 2013

sempre io

 

 

« VampiresMhhhhh »

L'amaro caso di Nubenda

Post n°256 pubblicato il 20 Dicembre 2007 da Kastania

Nubenda, ora Sposata, non è felice. E nemmeno il marito, stando a ciò che ho visto. Intendo, non infelici in maniera drammatica e dolorosa.  Quelle infelicità quiete e disperate, che alle volte sfociano in divorzi stile Guerra dei Roses.

Motivo? Bambini.

Il leit motiv di Nubenda è sempre stato "moglie e madre entro i 25". La prima speranza è andata a buon fine, la seconda.. beh, per ora no. Ma sembrava piuttosto normale a tutti che, una volta accasata, aspettasse un paio d'anni per mettere in atto il suo progetto genetico.

E il marito.. beh, non credo di aver mai conosciuto un uomo più ansioso di metter su una bella famiglia numerosa, di quelle da pubblicità dei biscotti per colazione. Davvero, un uomo prontissimo a cambiare pannolini tutta la notte ed essere felice.

Ora però, qualcosa è cambiato.

Nubenda ha iniziato a pensare alla sua carriera. Tra quattro anni inizierà a lavorare, a maturare punti per ottenere un posto. E all'inizio lo stipendio, ovviamente, sarà basso.

"Capisci, per almeno altri 10 anni non posso permettere che un bambino rovini i miei piani. E poi.. quando finalmente avrò un lavoro e l'indipendenza economica, ti pare possibile che tutto quello che mi guadagnerò faticosamente debba andarsene in pannolini, pappette e omogeneizzati? No no, è fuori discussione. Non so, forse non ne vorrò mai. Davvero, non ho poi tutta questa grande voglia di diventare madre."

Io e Big, notando il volto glaciale del marito, cerchiamo di sdrammatizzare.
Beh, magari non è il caso di avere tre figli, però uno.. meno tempo, meno impegno, meno pressione. Anche meno spese, se vogliamo parlare di economia.

"Uno o tre, si tratta sempre di rovinarti la vita."

Mentre tornavamo a casa, io e Big tacevamo. E'stato lui a rompere il silenzio, e notare che non è affatto uno ansioso di riprodursi in tanti piccoli Big.

"Ti sembra giusto il suo voltafaccia?"

No. Non mi pare giusto.

Non puoi sposare una persona promettendole di avere insieme una squadra da calcio di marmoccchi e poi abolire perfino l'idea di una sola gravidanza. Perlomeno, non per questi motivi. Un conto è chi non può permetterselo,perchè magari è disoccupato e non arriva a fine mese. Un conto è quando insorgono motivi di salute per cui affrontare una gravidanza si rivela pericoloso.

Insomma, se anche una sola virgola fosse cambiata nella loro vita rispetto a tre mesi fa, rispetto al giorno in cui si sono legati per sempre (brr, scusate ma mi fa ancora effetto il "per sempre"), allora potrebbe essere giustificata.

Diversamente, da parte sua mi pare solo un mostruoso atto di egoismo.

Non illuderei mai la persona che mi chiedesse di sposarlo.  Non sono tipo da avere 4 figli, non lo sono ora e non lo sarei mai. Diplomaticamente, credo che uno sia il numero ideale.Certo, per lo stesso motivo non sposerei qualcuno che rigettasse completamente l'idea di avere un figlio.

Vorrei qualcuno che volesse, come me, l'"aspettiamo e vediamo come va".

Ho visto coppie separarsi perchè uno voleva figli e l'altro no. Oppure perchè uno dei due si rivelava sterile:credo che, al di là del dolore che certe situazioni possono trasmettere, queste persone si fossero fondamentalmente legate SOLO per avere bambini.

Possibile che un imperativo biologico possa sconvolgere tanto il comportamento di persone altrimenti razionali?

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

ULTIME VISITE AL BLOG

CaffettieraSexykimba_tWLapadoveseausdauerSteffffniki312principeazzuroxxxxxslave310Timidoubriacolplay_stationskynet_manPrincipiaMathematicaIrrequietaDfabio1972dglapungi1950_2
 

AREA PERSONALE

 

SHINYSTAT

Contatore sito
 
Citazioni nei Blog Amici: 192
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

TECHNORATI

Add to Technorati Favorites