Creato da Kastania il 07/06/2006

Sex&City 2013

sempre io

 

 

« Vecchi gattiUltimo mare »

Ritrovare una sorella

Post n°465 pubblicato il 18 Agosto 2012 da Kastania
 
Tag: amiche, donne, Io

(premessa ai lettori: questo non sarà un post breve. Non ci posso fare nulla, ho bisogno di sfogarmi e di analizzare tutto il casino che mi frulla nel cervello. Perciò, se non vi va un filosofeggiare sui massimi sistemi, raus)

Io sono figlia unica. E'una condizione che non mi è mai pesata (specialmente quando assisto a certe scaramucce!), anche perchè per una bella fetta della mia vita ho avuto una sorta di sorella.. putativa.

Nonostante non vivessimo vicine,e fosse ancora lontana l'epoca delle mail, di FB o della messaggistica istantanea, era la persona che sentivo più vicina al mondo. Ci dicevamo tutto, quello che facevamo, quello che pensavamo, quello che sognavamo di fare.  Le poste italiane hanno un enorme debito di riconoscenza nei nostri confronti, dico solo che ero l'unica persona della mia via che il postino chiamasse affettuosamente per nome.

E' stato così fino a una decina di anni fa. Proprio quando si avvicinava l'età più bella (o più ingrata, bisogna valutare più punti di vista!), ecco il patatrac. E fosse almeno stato un vero patatrac. No, uno stupido fraintendimento. E poi un diluvio di orgoglio, testardaggine, mutismo.Nessuna delle due fece il classico primo passo.

Le cose erano destinate a restare immobili a lungo. Ci vedevamo soltanto al mare, e le mie vacanze, che fino a quel momento erano quasi sempre di circa sei settimane,da quell'anno in poi furono radicalmente ridimensionate: soprattutto dalle condizioni via via sempre più critiche di mia nonna, sono arrivata a fare anche solo 5 giorni in un anno.

Se ci penso, adesso, mi viene una rabbia che vorrei spaccare un muro a mani nude. In qualche modo anche il destino, oltre a noi stesse, ha tramato contro di noi.
Da pochi giorni infatti, complice il famigerato FB, ci siamo risentite. E com'era prevedibile, abbiamo provato a dare un nome, una spiegazione a tutto ciò che era successo. Senza peraltro trovarne di soddisfacenti.

Sono contenta di aver riallacciato questo rapporto naturalmente, ma anche molto triste. Mi chiedo che genere di rapporto sarà ora il nostro. Non faccio i salti di gioia al pensiero che sia un'"amicizia" intesa alla social network, non dopo quello che in passato ci ha legate: entrare in contatto con la vita di un altro attraverso qualche foto, ricetta, aforisma.. Che senso ha questo,se alle spalle ci sono state radici profonde? un conto sono le conoscenze superficiali, o addirittura soltanto virtuali. Quante risate mi sono fatta con persone conosciute qui su Libero! ho ricevuto consigli preziosi, consolazione.  Ma non so davvero chi ci fosse al di là dello schermo, della tastiera.

Allo stesso tempo, non si può pensare di riprendere una simile amicizia come se niente fosse. E non lo dico per orgoglio ferito o chissà che. Credo che se si decide di lasciar perdere il passato lo si debba fare davvero,abolendo ogni recriminazione. Marlene Dietrich diceva che se perdoni un uomo poi non puoi riscaldargli i suoi errori per colazione: in amicizia questa massima vale anche di più, ed è assolutamente reciproca.

Semplicemente,però, non ci si può alzare una mattina ed essere nuovamente migliori amici.

Non so praticamente più nulla di lei. Si è perfino appena sposata, ed io a malapena conosco questo ragazzo, solo perchè già lo frequentava allora. Non abbiamo affrontato insieme nè la patente, nè la maturità, nè l'Università, nè una tale e tanta quantità di quisquilie quotidiane di cui prima inzeppavamo pagine e pagine di lettere, pomeriggi e pomeriggi di chiacchiere...
Ogni ragazza lo sa, con le sue amiche condivide cose assurde: dalle cotte incompiute ai flirt realizzati, dalle scarpe che le piacciono e non ha trovato in saldo al libro o al film che le cambiato la vita, alla canzone che le picchia in testa tutto il giorno e non sa perchè.. Dalle più infime banalità agli avvenimenti più eclatanti, il nostro passato gioca un ruolo assoluto nel renderci chi siamo ora. E dieci anni purtroppo, dieci anni così intensi e formativi, sono una voragine spaventosa in qualunque esistenza.

Lei parte perfino un pochino più avvantaggiata di me. Mi ha detto di aver scoperto tempo fa questo blog, e di avervi curiosato un pochino. Meglio un pochino che niente: io di lei proprio non ho più saputo nulla. E non ho mai cercato di fare nulla per rimediare, lo ammetto. Non chiedevo mai di lei alle amicizie comuni, per esempio. Certo, ero molto presa da una vita per nulla facile, anzi proprio dolorosa (solo adesso mi rendo conto di quanto ho vissuto fuori dal tempo e dallo spazio, non solo in relazione a questa storia),ma non era l'unico motivo.

Non potevo più sentire senza innervosirmi certe canzoni, che avevano fatto parte della nostra adolescenza, avevo perfino rinchiuso in un enorme scatolone tutta la nostra corrispondenza (peraltro trattenendomi a stento, in un accesso di rabbia, dal dare tutto alle fiamme in un rogo purificatore.. eh sì, lo sapete, sono sempre stata un po' melodrammatica!). Per me era stato veramente un trauma.

Ed ora.. ora non so. Mi sento come una barchetta in mezzo al mare in tempesta, che non sa dove andrà a finire. Sarà la fragilità emotiva che da un paio di mesi mi accompagna. Sarà che invecchiando forse divento più saggia, chi lo sa. Vorrei davvero riuscire pian piano a ritrovare quella sorella perduta. La davo per perduta per sempre, ma forse mia nonna dal Cielo mi sta dicendo che solo quando si arriva lassù le cose sono irreversibili. Mentre siamo quaggiù, meglio impegnarsi a fondo per avere il meglio da questa pazza vita, anche quando sembra molto, molto difficile.

Commenti al Post:
odio_via_col_vento
odio_via_col_vento il 19/08/12 alle 12:48 via WEB
Non ti conosco e forse questo mio commento lo giudicherai inopportuno. Ma anche io ho una storia simile. Con la differenza che di anni non ne sono passati solo 10, ma ben 30.
Ma nel mio caso il grande lasso di tempo aveva già svolto il suo ruolo: dalla rabbia e dall'incredulità dei primi tempi ero passata, senza nemmeno accorgermene, ad un distacco e una indifferenza vere. La richiesta di al"amicizia" su Facebook l'ho presa per quello che era: un fatto puramente di circostanza. Nessuna voglia di riallacciare un rapporto, di vedere una persona che, vivendo nella stessa città, avrei potuto cercare di contattare dal vero mille volte (questo vale anche per lei, naturalmente).
Non ho più nessun astio, sarebbe ridicolo, dopo tanto tempo. Ma nemmeno nessun desiderio di ricostruire un qualcosa che appartiene ad un passato troppo lontano. Chissà quante volte ci saremmo litigate o allontanate comunque, in tutti questi anni!
A parer mio valgono di più le amicizie e i rapporti successivi ed ogni fase della vita ha i suoi protagonisti. Come dice un proverbio, non si può fare l'aceto solo per forza di volontà.
Auguri!
 
 
Kastania
Kastania il 19/08/12 alle 19:02 via WEB
La differenza in me forse è stata proprio l'assenza totale di indifferenza: non sarà stato maturo da parte mia,ma la rabbia per tanto tempo è stato l'unico sentimento che mi dominava se pensavo a questa vicenda. Del resto,non volermene, ma sono l'esatto opposto del tuo nick: io adoro Via col vento,e sebbene riconosca la fondamententale antipatia di fondo di un'eroina viziata,arrogante ed egocentrica, ne ammiro la forza nel rialzarsi sempre e comunque. Mi piace il proverbio dell'aceto, non lo conoscevo. Ne contrappongo uno giapponese:la forza di volontà attraversa anche le rocce. :)
 
bluewillow
bluewillow il 19/08/12 alle 18:17 via WEB
Spero tu riesca a recuperare il rapporto con la tua amica di un tempo, anche se credo che dopo così tanti anni sarà un po' come conoscersi di nuovo piuttosto che come continuare qualcosa del passato. Non è detto che non ne venga comunque qualcosa di buono, magari anche solo lasciarsi alle spalle qualche dubbio e qualche piccolo nodo irrisolto. Mi rendo conto che non è per niente facile: da giovani si vuole essere sinceri a tutti i costi, da adulti a volte ci si rende conto che bisogna sorvolare su molte cose anche solo per mantenere rapporti decenti, quindi tutto diventa più complicato. Un abbraccio forte!
 
 
Kastania
Kastania il 19/08/12 alle 19:06 via WEB
Purtroppo credo di non essere cresciuta troppo invecchiando: continuo a preferire la verità ad ogni costo, e questo per molte persone rappresenta ovviamente un problema. Ma se riesco ad essere velatamente ipocrita in molti contesti sociali, nella vera amicizia no, non posso. Per questo sono contenta di aver ricominciato un vero dialogo con questa ragazza. Meglio passetti brevi brevi nella verità che sorvolare e volare nell'illusione, no?
 
Housewife82
Housewife82 il 19/08/12 alle 19:39 via WEB
Ciao, in maniera diversa ho vissuto una storia simile. Sono passati 15 anni, mi son resa conto che io e lei non abbiamo più nulla in comune. Onestamente siamo così cambiate che non ho neppure il desiderio di parlarci o di sapere come sta. La freddezza con cui mi liquidò allora, con cui buttò tutto all'aria per un ragazzo (che poi ha tradito) per stare il più possibile con lui, ha generato in me una freddezza nei suoi confronti. Mia sorella ogni tanto si vede con lei: loro hanno figli, famiglia. Io non ho nulla in comune, ho 2 pelosi come figli e sento che sarebbero conversazioni così noiose che ho preferito non interessarmi.. anche se lei mi fa portare i suoi saluti. Ma a me non potrebbe importarmene di meno. Questo è quanto successo a me, per quel che riguarda tu.. beh è una cosa troppo personale che solo tu puoi decidere di gestire e puoi vedere se vuoi davvero riallacciare i rapporti con una persona che ora è una perfetta estranea. Buona serata, Laura P.S. Qui ho il mio blog di cucina, se vuoi passare a trovarmi da me trovi anche il link del mio blog personale.
 
 
Kastania
Kastania il 19/08/12 alle 19:50 via WEB
Capisco,una situazione certo molto delicata, specialmente quando ci sono di mezzo uomini, importanti o poco che siano. L'unica differenza sta forse nel mio cattivo carattere: la mia rabbia non si spegne facilmente se si rivolge verso quello che era un affetto profondo, in amore come in amicizia. Adesso proprio non so come progrediranno le cose. Non credo che siamo cambiate al punto da non poter più recuperare il rapporto,anche se le nostre vite sono davvero molto diverse. Da parte mia mi impegnerò, e poi.. chi vivrà vedrà. Passerò sicuramente a trovarti, un abbraccio.
 
   
HouseWifePersonal
HouseWifePersonal il 19/08/12 alle 20:11 via WEB
Ti auguro che non sia cambiata a tal punto da non riprendere tutto quasi come allora. Io mi sono accorta che purtroppo per me è un discorso diverso, spero vivamente non sia così anche per te. Credo che dipenda molto da quando vogliate riprendere questo rapporto e se senti freddezza o difficoltà nel comunicare ciò che senti. Grazie per esser passata e per gli auguri! Un abbraccio a te, Laura
 
     
Kastania
Kastania il 21/08/12 alle 17:45 via WEB
..devo dire che trovo una strana, perfino sorprendente naturalezza nel comunicare, e credo che questo sia un segnale molto positivo. Un abbraccio.
 
Edgar_Byrne
Edgar_Byrne il 20/08/12 alle 07:30 via WEB
Il tuo racconto mi ricorda un po' il libro di Grossman "Che tu sia per me il coltello", non so se lo hai letto ... i protagonisti sono un ragazzo e una ragazza, e la tutta la storia ruota attorno alla corrispondenza tra i due. Comunque nel tuo caso, personalmente io non cercherei la tua amica, serba piuttosto nel cuore il bellissimo ricordo di lei e dei momenti di complicità passati insieme. Impossibile riviverli uguali ad allora dopo tanti anni. Oppure se proprio vuoi ristabilire un rapporto con lei, dimentica ciò che è stato e cerca d'essere pronta per vivere una nuova esperienza. Ciao e complimenti per il tuo blog. -EB-
 
 
Kastania
Kastania il 21/08/12 alle 17:48 via WEB
Oh sì, ricordo quel libro, l'ho letto peraltro poco dopo lo svolgersi di questa vicenda.. devo ammettere i miei limiti: non sono stata io a cercarla, non so se il mio orgoglio ferito me lo avrebbe permesso, soprattutto in un momento così brutto per me. Sono d'accordo con te, è impossibile rivivere momenti uguali al passato, non siamo più quelle persone: però lo siamo state, e possiamo avere ricordi nuovi, diversamente belli. Non si possono provare a 30 anni le cose che si provano a 20, e non ha nemmeno senso provarci. Vivere il futuro è l'unica chance che ci si può dare.
 
Narciso_Ale
Narciso_Ale il 20/08/12 alle 08:57 via WEB
Ho letto con molto interesse il tuo post..Tra l'altro ti ringrazio ancora per aver lasciato un commento nel mio. Ti dico la mia testimonianza..Io ho avuto un amico come la tua durante l'adolescenza. Un'amicizia vera e profonda...almeno per me penso, considerato che ad un certo punto lui si sentii in diritto di mettermi davanti un bivio e di dover scegliere..se proseguire per la mia strada e perderlo oppure rinunciare ai miei sogni per restargli amica. Scelsi i miei sogni e lo persi per sempre..Almeno così credevo quando anni fa mi rivide a casa di mia madre. Lì si sentì in diritto di chiamarmi, mi invitò a casa sua a bere un tea e mi disse: Da quel giorno non ho fatto altro che sognarti tutte le notti perchè mi sentivo in colpa. Quando io uscì da casa sua capii che non mi trasmetteva più nulla, ma non perchè fossi ancora arrabbiata con lui, ma proprio perchè il tempo mi aveva fatto perdere quell'interesse di quando avevo 17 anni e quando glie lo dissi lui mi trattò malissimo al telefono ed io gli risposi: Vedo che son passati gli anni ma tu non sei cambiato affatto..Ed ora so che se avessi rinunciato ai tempi ai miei sogni lo avrei perso comunque come amico, perchè eravamo incompatibili caratterialmente...Ma a 17 anni certe cose non si possono sapere..Scusami se ho scritto un post nel post, ma l'argomento mi è piaciuto e mi toccava personalmente..Ale ^_^
 
 
Kastania
Kastania il 21/08/12 alle 17:50 via WEB
.. in effetti il ricatto emotivo è qualcosa di terribile da parte di un amico, al posto tuo avrei agito nello stesso modo. Come sempre, meglio avere rimorsi che rimpianti, e seguire il cuore, il proprio istinto è sempre la scelta più giusta: quando e se è possibile, alle volte si riesce anche a salvare capra e cavoli. Purtroppo, non sempre è così, ed evidentemente il tuo amico non lo meritava.
 
deagatta80
deagatta80 il 20/08/12 alle 09:43 via WEB
Ciao kastania...è bello rileggerti! Credo che la risposta te la darà il tempo.. ci sono legami che si ritrovano, per cui sembra che il tempo non sia passato ... e altri invece che sono danneggiati in maniera irreversibile per sempre.. vivi quello che viene.. cercate di ritrovarvi ma senza forzare nulla.. se il dialogo tornerà fluido come prima, nonostante distanze e vite diverse, vivrete una seconda sorellanza.. altrimenti,ognuna per la sua strada, senza rimpianti.. Un abbraccio forte
 
 
Kastania
Kastania il 21/08/12 alle 17:51 via WEB
Sai? è veramente strano.. certi dialoghi si sono riallacciati con una facilità così sorprendente da lasciarmi sbalordita.. a volte la vita riserva proprio grandi sorprese.
 
sillylamb
sillylamb il 21/08/12 alle 17:50 via WEB
Per prima cosa, è bello rileggerti. Poi, io sono un'inguaribile ottimista e spero che FB ti aiuti a ritrovare questa amicizia perduta. Anche se a me in realtà nn è mai capitato. NN sono stata capace di passare sopra torti e tradimenti, per cui magari per un po' tornavamo a sentirci, ma era come se fra di noi rimanesse una sorta di distanza che poi portava a perderci di nuovo...
 
 
Kastania
Kastania il 21/08/12 alle 17:54 via WEB
Una delle mie massime è di non concedere una seconda occasione, perchè il proiettile che ti ha mancato al primo colpo non ti possa uccidere al secondo. Perciò immagina che lavoro mentale ho fatto su me stessa, pensando a questa storia, nonchè quale tipo di affetto nutrissi per questa persona. Gli ultimi mesi sono stati difficili per me, e ho deciso per certi versi di dare una svolta alla mia vita, anche nel lasciare andare antichi rancori, nello sforzarmi maggiormente di mettermi nei panni degli altri. Spero che questo atteggiamento porti i suoi frutti, non solo riguardo a questa storia naturalmente. Chi vivrà vedrà.. un abbraccio grande.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

ULTIME VISITE AL BLOG

CaffettieraSexykimba_tWLapadoveseausdauerSteffffniki312principeazzuroxxxxxslave310Timidoubriacolplay_stationskynet_manPrincipiaMathematicaIrrequietaDfabio1972dglapungi1950_2
 

AREA PERSONALE

 

SHINYSTAT

Contatore sito
 
Citazioni nei Blog Amici: 192
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

TECHNORATI

Add to Technorati Favorites