Creato da: Ladridicinema il 15/05/2007
Blog di cinema, cultura e comunicazione

sito   

 

Monicelli, senza cultura in Italia...

 
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

tutto il materiale di questo blog può essere liberamente preso, basta citarci nel momento in cui una parte del blog è stata usata.
Ladridicinema

 
 

Ultimi commenti

Contatta l'autore

Nickname: Ladridicinema
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
EtÓ: 36
Prov: RM
 
Citazioni nei Blog Amici: 29
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

FILM PREFERITI

Detenuto in attesa di giudizio, Il grande dittatore, Braveheart, Eyes wide shut, I cento passi, I diari della motocicletta, Il marchese del Grillo, Il miglio verde, Il piccolo diavolo, Il postino, Il regista di matrimoni, Il signore degli anelli, La grande guerra, La leggenda del pianista sull'oceano, La mala education, La vita è bella, Nuovo cinema paradiso, Quei bravi ragazzi, Roma città aperta, Romanzo criminale, Rugantino, Un borghese piccolo piccolo, Piano solo, Youth without Youth, Fantasia, Il re leone, Ratatouille, I vicerè, Saturno contro, Il padrino, Volver, Lupin e il castello di cagliostro, Il divo, Che - Guerrilla, Che-The Argentine, Milk, Nell'anno del signore, Ladri di biciclette, Le fate ignoranti, Milk, Alì, La meglio gioventù, C'era una volta in America, Il pianista, La caduta, Quando sei nato non puoi più nasconderti, Le vite degli altri, Baaria, Basta che funzioni, I vicerè, La tela animata, Il caso mattei, Salvatore Giuliano, La grande bellezza, Indagine su di un cittadino al di sopra di ogni sospetto, Todo Modo, Z - L'orgia del potere

 

Ultime visite al Blog

FLORESDEUSTADmicmollr.mauro_1962logiudice.augustomonsterdark1fedigiancarlov.fasano39ginbelbluebird866eliotisilroccodeipoveripirambrogspeedy540zappalortialdoguardione4
 

Tag

 
 

classifica 

 

Messaggi del 06/07/2020

 

The best of Ennio Morricone

Post n°15740 pubblicato il 06 Luglio 2020 da Ladridicinema
 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

E' morto Ennio Morricone, compositore e premio Oscar aveva 92 anni da agenzianova

Post n°15739 pubblicato il 06 Luglio 2020 da Ladridicinema
 
Tag: news, STORIA

E' morto Ennio Morricone, compositore e premio Oscar aveva 92 anni
Roma, 06 lug 08:57 - (Agenzia Nova) - E’ morto nella notte Ennio Morricone, compositore e premio Oscar. Aveva 92 anni. Tra i primi ad aver dato la notizia Clemente Mimun su Twitter. Autore delle più belle colonne sonore del cinema italiano e non solo, da “Per un pugno di dollari” a “C'era una volta in America” fino a “Nuovo cinema Paradiso a Malena”, Morricone ha ricevuto due premi Oscar, uno nel 2007 e uno nel 2016. Pochi giorni fa Morricone era rimasto vittima di un incidente nel quale si era fratturato il femore.

La scomparsa di Ennio Morricone ci priva di un artista insigne e geniale. Lo afferma il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. "Musicista insieme raffinato e popolare, ha lasciato un’impronta profonda nella storia musicale del secondo Novecento. Attraverso le sue colonne sonore ha contribuito grandemente a diffondere e rafforzare il prestigio dell’Italia nel mondo. Desidero far giungere alla famiglia del Maestro il mio profondo cordoglio e sentimenti di affettuosa vicinanza", aggiunge il capo dello Stato. "Ricorderemo sempre, con infinita riconoscenza, il genio artistico del Maestro Ennio Morricone. Ci ha fatto sognare, emozionare, riflettere, scrivendo note memorabili che rimarranno indelebili nella storia della musica e del cinema". Queste le parole su Twitter del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.

"Un giorno triste per la cultura, con Ennio Morricone ci lascia uno dei grandi maestri italiani, un musicista di raffinata bravura che con le sue melodie ha saputo emozionare e far sognare il mondo intero che lo ha ricambiato con i più importanti premi e riconoscimenti, a partire dagli Oscar per le sue leggendarie colonne sonore". Così il ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini si stringe alla famiglia di Morricone. "Ho avuto la fortuna di incontrarlo e non scorderò quell'energia e quella forza che era capace di trasmettere anche con il solo sguardo. Sono vicino ai familiari in questa triste giornata". Anche dal ministro della Difesa Lorenzo Guerini una nota per ricordare il talento italiano: "Addio al Maestro Ennio Morricone. La poesia della sua musica resterà per sempre un regalo immenso a tutti noi. Ha portato l'Italia nel mondo e le sue note echeggeranno nell'eternità".

"Ci ha lasciato Ennio Morricone, che con le sue musiche ha fatto sognare migliaia di spettatori nei cinema di tutto il mondo, accompagnando i momenti più belli di film splendidi". Queste le parole su Twitter del ministro per le Politiche agricole, alimentari e forestali, Teresa Bellanova. "La musica e il cinema mondiali perdono un grande Maestro", ha aggiunto. "Purtroppo è venuto a mancare il Maestro Ennio Morricone: "Con le sue musiche ha incantato intere generazioni, le sue colonne sonore sono entrate di diritto nella storia del cinema mondiale. La sua firma anche nel successo delle Olimpiadi 2026, di cui ha composto l’inno", ha scritto su Twitter il ministro per le Politiche giovanili e lo sport Vincenzo Spadafora.

"Addio al maestro Ennio Morricone che con la sua musica ha portato la cultura italiana nel mondo". Queste le parole su Twitter del ministro per l'Istruzione, Lucia Azzolina che ha aggiunto: "Un grande italiano la cui eredità rimarrà in eterno". "Addio Maestro. Grazie per le emozioni che ci hai regalato": queste le parole del ministro della Salute, Roberto Speranza, per ricordare Morricone. (Rin)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Da Mattarella a Muti, il cordoglio per Morricone dalla politica alla musica da Ansa

Post n°15738 pubblicato il 06 Luglio 2020 da Ladridicinema
 
Tag: news, STORIA

Numerosi e commossi i messaggi d'addio per il compositore premio Oscar

Immediate e numerosissimi i messaggi di cordoglio per la morte del compositore premio Oscar Ennio Morricone, scomparso a Roma la notte scorsa per le conseguenze di una caduta. Dal mondo politico a quello della musica e dell'arte è unanime il dolore per la perdita del grande maestro.

"La scomparsa di Ennio Morricone ci priva di un artista insigne e geniale". Lo afferma il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. "Musicista insieme raffinato e popolare, ha lasciato un'impronta profonda nella storia musicale del secondo Novecento. Attrraverso le sue colonne sonore ha contribuito grandemente a diffondere e rafforzare il prestigio dell'Italia nel mondo. Desidero far giungere alla famiglia del Maestro il mio profondo cordoglio e sentimenti di affettuosa vicinanza"

"Ricorderemo sempre, con infinita riconoscenza, il genio artistico del Maestro Ennio Morricone. Ci ha fatto sognare, emozionare, riflettere, scrivendo note memorabili che rimarranno indelebili nella storia della musica e del cinema". Lo scrive su Twitter il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

"Un Maestro verso cui nutrivo amicizia e ammirazione. Di lui ho diretto una importante composizione 'Voci dal silenzio" a Ravenna e a Chicago suscitando vera emozione tra il pubblico". Così Riccardo Muti ricorda Ennio Morricone, "musicista straordinario non solo per le musiche da film ma anche per le composizioni classiche. Ci mancherà - aggiunge il grande direttore d'orchestra - come uomo e come artista".

"Ci sono persone che hanno la capacità di rendere il mondo migliore perché sanno creare la Bellezza. Ennio Morricone con la sua Musica - dice Monica Bellucci protagonista tra l'altro di Malena di Giuseppe Tornatore, una delle tante colonne sonore del maestro scomparso oggi - ci fa elevare verso qualcosa di alto, di cui abbiamo tanto bisogno per poter credere ancora nella nobiltà dell'anima".

"Un giorno triste per la cultura, con Ennio Morricone ci lascia uno dei grandi maestri italiani, un musicista di raffinata bravura che con le sue melodie ha saputo emozionare e far sognare il mondo intero che lo ha ricambiato con i più importanti premi e riconoscimenti, a partire dagli Oscar per le sue leggendarie colonne sonore". Così il ministro di beni culturali e turismo, Dario Franceschini si stringe alla famiglia di Ennio Morricone scomparso la scorsa notte a Roma. "Ho avuto la fortuna di incontrarlo e non scorderò quell'energia e quella forza che era capace di trasmettere anche con il solo sguardo. Sono vicino ai familiari in questa triste giornata".

"L'improvvisa scomparsa di Ennio Morricone mi colpisce profondamente. Con lui perdiamo un compositore, insignito di prestigiosi riconoscimenti, che ha saputo armoniosamente congiungere le proprie composizioni musicali ai numerosi film di cui ha realizzato le colonne sonore. Ne ricordo inoltre i generosi contributi alle attività delle istituzioni e della vita culturale italiana, nonché la squisita cortesia personale, e partecipo al dolore dei familiari e degli amici tutti". Lo scrive in una nota il Presidente emerito della Repubblia, Giorgio Napolitano.

"Il privilegio dell'artista è morire sapendo che la sua arte non morirà mai... W il Maestro Ennio Morricone!". Lo scrive su Instagram Vasco Rossi, ricordando la figura del maestro.

"Ci lascia un grandissimo artista, un genio della musica, un compositore straordinario che con le sue indimenticabili colonne sonore ha fatto la storia anche del cinema. Un simbolo e un orgoglio dell'Italia nel mondo, conosciuto e ammirato ovunque. Un gigante dalla carriera lunghissima e pluripremiata. #EnnioMorricone". Così il Sottosegretario ai beni culturali Anna Laura Orrico ricorda su Twitter il Maestro Ennio Morricone.

Mi porterò dentro la musica di C'era una volta in America e di infiniti altri capolavori. Addio Maestro. #EnnioMorricone". Lo scrive su Twitter il capogruppo Pd in Senato Andrea Marcucci

"Uno dei più grandi compositori di colonne sonore di film del Novecento, genio inimitabile, ci ha lasciati a 91 anni Ennio Morricone. A noi resta la sua stupenda musica, patrimonio dell'umanità, simbolo di arte e creatività - lo scrive sulla sua pagina Facebook Ettore Rosato, Presidente di Italia Viva. - Buon viaggio Maestro, l'orgoglio del nostro Paese."

"Se n'é andato oggi un grande maestro e compositore italiano stimato in tutto il mondo. Ennio Morricone, nel corso della sua lunghissima carriera, ha appassionato intere generazioni. Il suo ricordo, attraverso le sue straordinarie opere, resterà per sempre indelebile. È grande il vuoto che lascia. Un abbraccio alla famiglia". Lo scrive in un messaggio di cordoglio il sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo.

La morte di Ennio Morricone "è un grande dolore ma pensiamo anche alla vita che ha fatto, una grandissima vita, e questo deve rimanere. Ci ha lasciato molto ed è ha avuto una vita molto felice". Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala. "E' stato un artista straordinario che ho visto l'ultima volta due anni fa a Milano", ha ricordato.

"Dolore per la morte di Ennio Morricone, grande musicista e compositore del nostro tempo. Le sue colonne sonore hanno segnato la storia del cinema, in Italia e nel mondo, e continueranno a emozionarci. Roma era la sua città e oggi piange la scomparsa di un artista molto amato". Così in un tweet la sindaca di Roma Virginia Raggi.

"Addio a un grande poeta della musica, che con le sue note ha saputo emozionare e far sognare l'Italia e il mondo intero. Buon viaggio maestro. #EnnioMorricone". Lo scrive sul suo profilo Twitter la ministra per le pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti.

"Grande dolore per la morte di Ennio Morricone. È scomparso un genio. Ci lascia un immenso patrimonio di musica ed emozioni. Con i suoi capolavori ha reso l'Italia orgogliosa nel mondo, ha ispirato e dato voce alla nostra cultura, al talento, alla creatività di intere generazioni. Un abbraccio a sua moglie Maria, ai figli e ai nipoti. Grazie di tutto immenso e indimenticabile Maestro!". Lo scrive su Facebook il segretario del Pd Nicola Zingaretti.

"Caro Maestro, ricordo la Tua e soprattutto la mia emozione nel consegnarti la onorificenza come Cavaliere di Gran Croce. La Tua musica è consegnata alla storia, le emozioni che ci hai regalato rimarranno con noi per sempre. Per me la colonna sonora di Nuovo Cinema Paradiso resta la più bella di tutta la storia del cinema. Ti sia lieve la terra e grazie dal profondo del cuore". Così l'esponente di Italia Viva, Maria Elena Boschi.

"Addio, Ennio Morricone. Artista sublime. Maestro di emozioni". Così in un post su Facebook il presidente del Parlamento europeo David Sassoli.

"Un genio assoluto della musica che, scrivendo la colonna sonora di film memorabili, ha scandito con le sue note anche tanti passaggi della nostra vita. L'Italia perde oggi uno dei suoi simboli più alti e apprezzati nel mondo". Lo scrive Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia, ricordando il maestro Ennio Morricone.

"Se ne va Ennio Morricone, uomo simbolo della cultura italiana e del suo ruolo nel mondo. Da 'Il buono, il brutto, il cattivo' a 'Django Unchained', da Sergio Leone a Quentin Tarantino, parliamo di note che hanno attraversato intere generazioni, diventando parte integrante della nostra identità. Rip Maestro". Così su Facebook il deputato questore del MoVimento 5 Stelle Francesco D'Uva.

"Con Ennio Morricone ci lascia un artista che ha portato il genio e l'orgoglio di essere italiani in tutto il mondo. I suoi spartiti sono patrimonio dell'umanità, le sue note un inno alla bellezza. Grazie Maestro per tutta l'arte che ci hai donati. Ai suoi familiari vanno le nostre condoglianze e il nostro affetto". Così in una nota la delegazione del Movimento 5 Stelle al Parlamento europeo.

"Svegliarmi e apprendere che ci ha lasciati Ennio Morricone è stato un pugno nello stomaco" lo scive su Twitter la cantante Francesca Michielin, che sottolinea. " Con lui se ne va un assoluto genio della cultura italiana di cui essere orgogliosi. Buon viaggio maestro!!"

"Ennio Morricone con la sua musica ha fatto grandi il cinema, la sua Roma e l'Italia nel mondo". Così il commissario Ue all'economia Paolo Gentiloni ha voluto ricordare su Twitter il maestro.

"Addio al Maestro Ennio Morricone. La poesia della sua musica resterà per sempre un regalo immenso a tutti noi. Ha portato l'Italia nel mondo e le sue note echeggeranno nell'eternità". Così il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini in una nota ha ricordato Ennio Morricone.

Ennio Morricone "ci lascia ma non ci abbandona, tutta la sua narrazione musicale incancellabile e incancellata dal grand schermo per la quale continuerà a vivere per tutti in eterno". Eì il ricordo su twitter del teatro La Fenice di Venezia.

"È volato via Ennio Morricone, oltre i confini della terra come la sua musica. Un musicista unico, compositore di brani immemorabili, un genio e uomo di profonda sensibilità. Perdiamo un grande italiano". Così in un tweet il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris.

"Conserverò per sempre magnifici ricordi degli incontri con il Maestro #Morricone. Una persona gentile e meravigliosa: un genio assoluto. La sua morte priva il mondo di un enorme artista che ha inventato bellezza e poesia senza tempo.Con la sua scomparsa se ne va una parte di noi". E' il ricordo ,su Twitter , del conduttore Fabio Fazio.

"Piangiamo una grande persona, un grande artista, un'eccellenza italiana nel mondo, il cui nome rimarrà legatissimo all'Arena di Verona, palcoscenico eccellente per il suo genio: la scomparsa di Ennio Morricone è una notizia dolorosa per il Paese e per la nostra città". Lo afferma in una nota il deputato Lorenzo Fontana, segretario della Liga Veneta e vicesegretario federale della Lega.

"Firenze piange Ennio Morricone, grande testimone e protagonista della musica del Novecento, da compositore, con il suo linguaggio inconfondibile, ha portato l'Italia nel mondo. Lascia un segno indelebile. Oggi siamo molto tristi e ci uniamo al dolore della sua famiglia e dei suoi amici. Buon viaggio maestro". Qusto il messaggio del sindaco di Firenze Dario Nardella per la scomparsa di Morricone.

"Addio ad Ennio #Morricone, esempio del genio italiano. Il suo nome resterà impresso in maniera indelebile nella storia del cinema e della musica. Grazie per le emozioni che ci hai regalato, maestro". E' quanto afferma il senatore di Italia Viva, Ernesto Magorno.

"Il mio doloroso addio al M° Ennio Morricone. Negli anni d'oro della RCA, lui compose e arrangio' per me molti brani .Ricordo uno di pezzi più divertenti del mio repertorio , " Pel di carota" e poi la splendida " Non è facile avere 18 anni". Grazie Maestro!". Lo scrive su Twitter Rita Pavone.

"Con Ennio Morricone se ne va un pezzo di cinema mondiale. Una testimonianza di quanto gli italiani possano essere protagonisti ovunque. La musica, un legame universale per unire tutti in un abbraccio globale d'amore e di comunanza ideale". E' il ricordo del produttore Aurelio De Laurentis

"Non c'è stato giorno della mia vita in cui le note di #EnnioMorricone non abbiano risuonato. Risuoneranno ancora oggi, domani, per sempre. Un compositore immenso se ne va, ma la sua eredità, quelle musiche di capolavori del cinema che sono oggi patrimonio dell'umanità, rimarranno". Lo scrive su twitter il capo politico M5S Vito Crimi.

"Ennio Morricone è stato senza dubbio il più grande musicista 'italiano nel mondo' della nostra epoca. Perché è riuscito a sfondare? Perché ha trovato l'equilibrio perfetto tra la musica classica e il pop senza mai rinunciare all'una per l'altra". Lo afferma Morgan, commentando la scomparsa del Maestro, a 93 anni. "Nella musica di Morricone c'è audacia, il suo approccio gli ha permesso di maneggiare sia la 'canzonetta' - trasformandola in un gioiello (il cielo in una stanza, se telefonando, cuore, il barattolo...) e sia il grande sinfonismo - rendendolo fruibile per tutti - aggiunge ancora il musicista -. Tutto il cinema americano degli ultimi 50 anni deve qualcosa a Ennio Morricone così come la musica leggera.

"Ciao Ennio! Grazie per ogni tua nota, per la tua amicizia. Ci hai reso fieri di essere italiani. Per me il più grande di sempre". Il presidente del Coni, Giovanni Malagò

"Grazie, maestro Ennio Morricone. Emozione fortissima e privilegio enorme. Ispirazione costante". Lo scrive sui social Cesare Cremonini, postando anche una foto in bianco e nero di qualche anno fa che lo ritrae insieme al Maestro, scomparso nella notte a Roma.

"Oggi con la scomparsa di Ennio Morricone piangiamo la morte di un artista leggendario, un compositore ineguagliabile e un musicista sublime. Ai suoi familiari il nostro più sentito cordoglio. Le sue opere resteranno immortali, segno indelebile di una genialità tutta italiana che ha segnato in maniera inconfondibile il cinema, la musica e la cultura tutta". Così in una nota gli esponenti del Movimento 5 Stelle in commissione Cultura al Senato.

"Il maestro Ennio Morricone ha lasciato un segno nella storia del cinema mondiale e nelle nostre vite con le sue indimenticabili colonne sonore. Oggi, purtroppo, ci ha lasciati, e l'Italia perde uno dei suoi piu' grandi artisti, ma il suo genio e la sua musica rimangono con noi a farci compagnia. A i suoi familiari e amici le mie condoglianze". E' quanto afferma il capogruppo del MoVimento 5 Stelle alla Camera, Davide Crippa.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

GRAZIE MAESTRO!!!

Post n°15737 pubblicato il 06 Luglio 2020 da Ladridicinema
 
Tag: news, STORIA

Se ne va un grandissimo, un assoluto maestro. Un uomo che ha fatto commuovere generazioni con la sua musica. Sarebbe riduttivo ricordare questo o quel film perché Ennio Morricone è stato protagonista con le su colonne sonore di tantissimi film e di tantissimi capolavori e si farebbe torto a qualcuno. Un assoluto protagonista della storia del cinema mondiale.
Vedere e ascoltare un suo concerto al forum di Assago qualche anno fa è stata una grande emozione.
Metto qui sotto Mission perché credo sia l’assoluto capolavoro di questo uomo.
Che la terra ti sia lieve maestro e grazie

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

E' morto il maestro Ennio Morricone da cinecittÓ news

Post n°15736 pubblicato il 06 Luglio 2020 da Ladridicinema
 
Tag: news, STORIA

E' morto nella notte in una clinica romana Ennio Morricone. Aveva 92 anni. Il compositore Premio Oscar era caduto e si era rotto il femore, un incidente che gli è stato fatale. Vincitore di due Oscar, Morricone ha anche vinto con le sue colonne sonore tre Grammy Awards, quattro Golden Globes, sei Bafta, dieci David di Donatello, undici Nastri d'argento, due European Film Awards, un Leone d'Oro alla carriera e un Polar Music Prize. Nel 2017 ha ricevuto l'onorificenza di Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana. Era Accademico di Santa Cecilia. Clicca qui per il ricordo dell'Archivio Luce

Venerato maestro del mondo cinematografico, Ennio Morricone ha arricchito centinaia di film con il suo talento musicale, costruendo, dall'Italia, la sua reputazione con le musiche per leggendarie pellicole ambientate nel selvaggio West americano. Morricone è famoso per le colonne sonore per i film western all'italiana, collaborando con registi come Sergio Leone, Duccio Tessari e Sergio Corbucci, con titoli come la Trilogia del dollaro, Una pistola per Ringo, La resa dei conti, Il grande silenzio, Il mercenario, Il mio nome è Nessuno e la Trilogia del tempo. Tra i tanti film musicati anche Nuovo Cinema Paradiso di Giuseppe Tornatore e Novecento di Bernardo Bertolucci. Nel 2007 Morricone ha ricevuto il premio Oscar alla carriera, dopo essere stato nominato per 5 volte. Nel 2016 ha ottenuto il suo secondo Oscar per le partiture del film di Quentin Tarantino The Hateful Eight, per la quale si è aggiudicato anche il Golden Globe.

Nato a Roma il 10 novembre del 1928, ha composto più di 500 melodie, spesso immortali, per il cinema e la televisione, il suo tocco da arrangiatore ha caratterizzato la musica pop italiana degli anni '60 (tra Edoardo Vianello, Mina e tanti altri), ma la sua vera passione era la musica sinfonica, la sperimentazione e l'innovazione musicale, sulla scia di un maestro come Goffredo Petrassi e delle improvvisazioni del gruppo Nuova Consonanza cui contribuì a dare nuova linfa fin dal 1964. Figlio di trombettista e diplomato al Conservatorio di Santa Cecilia nella stessa materia e in direzione d'orchestra, tra i tanti riconoscimenti della sua lunga carriera ha avuto perfino l'intestazione di un asteroide.

70 milioni di dischi venduti, il chitarrista degli U2 The Edge che dichiara di considerarlo sa sempre il suo musicista di riferimento, gruppi come i Metallica o i Ramones che aprono i propri concerti con un omaggio a lui, Quentin Tarantino che saccheggia le sue melodie ben due volte (Kill Bill e Bastardi senza gloria) rendendogli pubblico omaggio fino a convincerlo a firmare una colonna sonora originale per The Hateful Eight con cui il musicista ha vinto il suo primo Oscar.

Nonostante centinaia di partiture che hanno fatto epoca, è sempre il sodalizio con Sergio Leone a fare da sigla ideale al cinema di Morricone. I due si conoscono sui banchi di scuola, alle elementari, e quando il debuttante regista si rivolge a lui nel 1964 (Per un pugno di dollari) non sa ancora che molto del suo inatteso trionfo si deve alle invenzioni del musicista, costretto a lavorare senza orchestra e con pochi soldi, capace di trasformare un fischio, una tromba, uno sparo nella più formidabile sintesi dell'epopea western. L'amicizia tra i due non verrà mai meno e scandirà una carriera di successi fino all'ultimo film di Leone C'era una volta in America che anche per il musicista rappresenta una delle sfide compositive più complesse e importanti.

Se nel mondo è proprio lo "spaghetti western" ad aprire a Morricone le porte di Hollywood con autori come John Carpenter, Brian De Palma, Roland Joffé, Oliver Stone e titoli come Gli intoccabili The Mission, in Italia sono molti i cineasti che con lui vantano un rapporto quasi simbiotico. E' il caso di Elio Petri per cui Morricone inventa i suoni di Indagine su un cittadino o di Gillo Pontecorvo che scrive con lui la partitura de La battaglia di Algeri che gli ispira Queimada e che sarà tra gli amici più cari fino alla fine.

"Ogni volta - ha detto - cerco di realizzare una colonna sonora che piaccia sia al regista, sia al pubblico, ma soprattutto deve piacere anche a me, perché altrimenti non sono contento. Io devo essere contento prima del regista. Non posso tradire la mia musica". Nella maturità ha cominciato ad esibirsi in pubblico come direttore d'orchestra delle sue composizioni. E, davanti alla sua orchestra, Morricone rivelava ogni volta la sua duttilità da camaleonte: compositore contemporaneo, creatore di epopee per il più vasto pubblico, nostalgico cantore di emozioni segrete. Non è un caso che, nel 2007, sul palco dell'Oscar sia stato Clint Eastwood a consegnargli l'ambita statuetta: Eastwood non sarebbe esistito senza Leone e Morricone. E il musicista aveva trovato nell'attore il primo simbolo della sua musica amata in tutto il mondo. A gennaio di quest'anno aveva ricevuto in Senato il premio alla carriera dalla presidente Elisabetta Casellati. ''Io credo che la prossima stagione sarà bellissima. Ci vedremo nella grande Sala di Santa Cecilia. Ora state a casa'', aveva detto poi ad aprile nel saluto a pubblico dell' Accademia Nazionale durante il lockdown in un video pubblicato sul sito dell' istituzione musicale in occasione del Natale di Roma.

I funerali si terranno in forma privata "nel rispetto del sentimento di umiltà che ha sempre ispirato gli atti della sua esistenza". Lo ha annunciato la famiglia attraverso l'amico e legale Giorgio Assumma. Morricone, si legge nella nota, si è spento "all'alba del 6 luglio in Roma con il conforto della fede". Assumma aggiunge che il maestro "ha conservato sino all'ultimo piena lucidità e grande dignità. Ha salutato l'amata moglie Maria che lo ha accompagnato con dedizione in ogni istante della sua vita umana e professionale e gli è stato accanto fino all'estremo respiro, ha ringraziato i figli e i nipoti per l'amore e la cura che gli hanno donato. ha dedicato un commosso ricordo al suo pubblico dal cui affettuoso sostegno ha sempre tratto la forza della propria creatività".                     

“Un giorno triste per la cultura, con Ennio Morricone ci lascia uno dei grandi maestri italiani, un musicista di raffinata bravura che con le sue melodie ha saputo emozionare e far sognare il mondo intero che lo ha ricambiato con i più importanti premi e riconoscimenti, a partire dagli Oscar per le sue leggendarie colonne sonore”. Così il ministro per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo, Dario Franceschini si stringe alla famiglia. “Ho avuto la fortuna di incontrarlo e non scorderò quell’energia e quella forza che era capace di trasmettere anche con il solo sguardo. Sono vicino ai familiari in questa triste giornata”.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Arrivederci Maestro Ennio Morricone

Post n°15735 pubblicato il 06 Luglio 2020 da Ladridicinema
 
Tag: news, STORIA


Accademia Nazionale del Cinema

Arrivederci Maestro Ennio Morricone.

Il grande musicista e compositore, autore delle colonne sonore più belle del cinema italiano e mondiale, si è spento questa notte all'età di 91 anni in una clinica romana per le conseguenze di una caduta.

Considerato uno dei massimi autori della musica cinematografica, nel corso della sua ricchissima esperienza ha composto oltre 400 colonne sonore originali ed è stato riconosciuto con 2 premi #Oscar (uno alla carriera e uno per le musiche del film "The Hateful Eight"), 4 #GoldenGlobes, 6 #BAFTA e 10 #DavidDiDonatello.
Nel 2017 è stato insignito del titolo di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

A Ennio Morricone

Post n°15734 pubblicato il 06 Luglio 2020 da Ladridicinema
 
Tag: news, STORIA

Un mio ricordo per il grandissimo Ennio Morricone. Lo faccio con le parole che Alda Merini mi dettò per lui, dopo che in un’intervista l’aveva definita “il Dante dei nostri tempi” perché la sua poesia come in Dante “era tutta amore”. Sempre con Alda, lo conobbi anche personalmente a Milano allo Spazio Pomodoro. Mi disse che aveva ascoltato e apprezzato alcune nostre canzoni e ne fui naturalmente onoratissimo. Lo sentii un’ultima volta al telefono nel 2017 quando misi in musica il testo di Holland, dai più attribuito erroneamente a Sant’Agostino, de “La morte non è niente”. Era vero anche per lui: la morte non esiste... e mi disse che avevo avuto coraggio a musicare quel testo. Le sue musiche e le sue parole mi accompagneranno sempre.

A ENNIO MORRICONE

Le tragedie degli uomini

sono simili a magiche sinfonie

un violino segreto l’abbiamo tutti

una digitazione d’amore

che nessuno vuol dichiarare

evasioni fiscali del sentimento

e anche del firmamento.

Diciamo di non conoscere Dio

e lo cerchiamo tra le più onuste vendemmie

e lo troviamo

a volte ci delude

perché non capiamo che Dio si fa bambino

e sta nel vertice del mio tavolo

in un bicchiere di plastica,

è come un po’ di vino

e mi disseta al punto giusto.

Anch’io Ennio sono stata venduta

per un pugno di dollari

mi ricordo soltanto il pugno

e non la manciata di versi

che ne è venuta fuori.

27/2/2007

Alda Merini

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso