Creato da: je_est_un_autre il 04/11/2008
Date la colpa alla mia insonnia

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Guarda, a dir molto siete in:

 
Citazioni nei Blog Amici: 132
 

Ultime visite al Blog

je_est_un_autreil_tempo_che_verrafemmina_ludicacassetta2woodenshiplunetta_08Arianna1921nodopurpureogianor1QuartoProvvisoriosurfinia60Estelle_klisa.dagli_occhi_bluCrossPurposes
 

Ultimi commenti

Ciao woodenship, nessun problema a dirlo: faccio il...
Inviato da: je_est_un_autre
il 18/01/2022 alle 08:16
 
Anch'io ho sempre amato andare per cimiteri. Ed...
Inviato da: woodenship
il 18/01/2022 alle 01:12
 
Molto interessante, grazie cassetta.
Inviato da: je_est_un_autre
il 17/01/2022 alle 08:58
 
devi leggere qui allora:...
Inviato da: cassetta2
il 17/01/2022 alle 08:26
 
Sono d'accordo. Poi alla Certosa fanno un sacco di...
Inviato da: je_est_un_autre
il 16/01/2022 alle 09:10
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 
« BasetteIn quegli anni »

Chimere

Post n°482 pubblicato il 13 Novembre 2021 da je_est_un_autre

Credo, in seguito ad un episodio accaduto recentemente, di aver capito (o meglio, ho visto confermato) quello che arrivo quasi a chiamare un vizio della mia coscienza. Ovvero: non è nella vita concreta, quotidiana, o negli incontri, nei fatti, nel tatto, nella carne la parte più rilevante di ciò che "mi parla"e in cui più mi riconosco e ritrovo me stesso; ma piuttosto nel corollario di immaginazione che ne segue, nelle fantasticherie che prendono il via da una parola non detta, da un gesto trattenuto, specialmente anche da un rimpianto che riemerge a poco a poco, dolce o doloroso. La vita che vivo "di fatto" insomma non è che una parte, quella visibile, tangibile, ma per me non certo l'unica, non la più importante (o meglio: lo sarebbe, ma non riesco a rinunciare a me stesso e alle mie derive, che son derive inevitabilmente solitarie e a volte non del tutto comprensibili nemmeno per me).
Non so bene da che cosa derivi questa attitudine puerile e un pocolino masturbatoria, ma forse non me l'ero mai detto con chiarezza.
E' già qualcosa? Mah. Chissà, forse lo dico solo per segnare almeno un punticino a mio favore.
E adesso, ho come un nodo alla gola.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Cipigli/trackback.php?msg=15916489

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Signorina_Golightly
Signorina_Golightly il 13/11/21 alle 11:43 via WEB
Sai che ti dico, je? Anche per me è così. Non so se siamo effettivamente disturbati, ma chissene. :)
(Rispondi)
 
 
je_est_un_autre
je_est_un_autre il 13/11/21 alle 11:54 via WEB
Ma infatti lo so, che con ogni probabilità sono in larga (e buona, a quanto vedo) compagnia. Infatti chissene, d'accordo. Solo a volte penso: e se avessi vissuto, invece di immaginare?
(Rispondi)
 
Arianna1921
Arianna1921 il 13/11/21 alle 11:57 via WEB
Fantasticherie? Di queste ne ho fin troppe..Qualche volta mi sono detta o proposta di estirparle, come delle erbe infestanti della/sulla realtà, ma non ci sono riuscita ancora.
(Rispondi)
 
 
je_est_un_autre
je_est_un_autre il 13/11/21 alle 21:33 via WEB
Che poi le fantasticherie, di suo, non sarebbero poi mica una cosa sbagliata, un'erba infestante. E' solo che a volte vanno a sostituire la vita, e allora lì forse...
(Rispondi)
 
Arianna1921
Arianna1921 il 13/11/21 alle 11:57 via WEB
Mi piace sognare ad occhi aperti...e dunque sogno.
(Rispondi)
 
 
je_est_un_autre
je_est_un_autre il 13/11/21 alle 21:34 via WEB
Fai bene. Io faccio uguale.
(Rispondi)
 
bluaquilegia
bluaquilegia il 13/11/21 alle 15:10 via WEB
e ora hai raccontato, nel tuo modo unico, lieve, personale. grazie jea. (Accidenti se hai affilato la lama del pensiero).
(Rispondi)
 
 
je_est_un_autre
je_est_un_autre il 13/11/21 alle 21:34 via WEB
Accidenti se son contento di rileggerti, blua! (grazie, mi sembra un gran complimento)
(Rispondi)
 
gianor1
gianor1 il 13/11/21 alle 17:05 via WEB
Consapevolezza di quanto la fantasia faccia parte della nostra personalità. Tu, con coraggio, lo affermi. Abbiamo molto in comune, ad iniziare dall' esercizio utopico della esistenza. A ben rileggerci. Gian
(Rispondi)
 
 
je_est_un_autre
je_est_un_autre il 13/11/21 alle 21:37 via WEB
E in comune abbiamo anche i colori rosso e blu e la meravigliosa Sardegna (ovviamente molto più tua; io l'ho acquisita, e mi sa che non la voglio più mollare). Ciao Gian!
(Rispondi)
 
il_tempo_che_verra
il_tempo_che_verra il 13/11/21 alle 18:25 via WEB
La capacita' di condividere pensieri come questi ,nel modo in cui lo fai tu...deriva anche da questo tuo aspetto... e fai bene a non rinunciare alle "derive"... Sicuramente un punto meritato il tuo...non e' facile essere sinceri con se stessi.Io penso di esserlo ma...sono meno coraggiosa di te e,temendo di farmi male,faccio di tutto per non guardarmi indietro e provare rimpianto... Si,un punto per te...decisamente...
(Rispondi)
 
 
je_est_un_autre
je_est_un_autre il 13/11/21 alle 21:39 via WEB
Non è coraggio, il mio. Ho solo voglia di ripensare al perchè e al percome penso e mi comporto in un certo modo: è l'abitudine mia di scavarmi dentro. Ciao, sono contento di rileggerti qui!
(Rispondi)
 
lisa.dagli_occhi_blu
lisa.dagli_occhi_blu il 14/11/21 alle 11:15 via WEB
Credo che sia umanamente normale… sai? Credo che sia un’attitudine di tutti, amplificata per alcuni, più sopita in altri. È quello che ci distingue dagli altri esseri viventi, sognare, immaginare, a volte colorare quello che viviamo. Ed è spesso qualcosa che facciamo da soli, nell’intimo di noi stessi… È bello così :)
(Rispondi)
 
 
je_est_un_autre
je_est_un_autre il 14/11/21 alle 16:10 via WEB
Sì, penso che in effetti sia un'attitudine diffusa - è solo che a volte mi stupisco a vedere quanto spazio si prende di me e del mio tempo.
(Rispondi)
 
Estelle_k
Estelle_k il 15/11/21 alle 00:41 via WEB
Mio caro Je, mi conosci. Per me le chimere parlano e raccontano, tracciano linee e bisbigliano, ma non dovrebbero mai segnare. Per come ti conosco, sono certa che uscirai da questo piccolo Matrix ( chiamiamolo così) che ogni tanto si propone, ma che ti può aiutate ad avere una visione più utile nella tua ricerca interiore. Per il nodo alla gola, consiglio di scioglierlo con un calice di Lambrusco:)
(Rispondi)
 
 
je_est_un_autre
je_est_un_autre il 15/11/21 alle 08:19 via WEB
Mia cara Estelle, purtroppo ti conosco ancora poco, ma quel tanto che basta da potermi permettere di dirti grazie del tuo commento, che mi rassicura un po'. E seguirò il tuo consiglio sul lambrusco!
(Rispondi)
 
fleurbleu17
fleurbleu17 il 15/11/21 alle 18:44 via WEB
Sembra una confessione al confessionale, solo che qui siamo in tanti. Beh, tutti i mortali hanno queste derive che sono derivate dal subinconscio. Vuol dire che sei normale ahahahah e siccome c'è il nodo alla gola vuol dire che possiedi anche un cuore. Bella riflessione, Lo'.. Ho veduto la foto, è di profilo per far notare le basette. Ciack, silenzio, si gira....
(Rispondi)
 
 
je_est_un_autre
je_est_un_autre il 15/11/21 alle 22:40 via WEB
Hai ragione, è una specie di confessione al confessionale, infatti mi è sembrato strano farla. Ma del resto, una volta, qui sopra, i blog erano così. Uno si confessava un po', ed era normale. Ed era anche bello. Poi i blog sono quasi finiti, tutto è cambiato. Si vede che avevo nostalgia dei bei tempi andati. Ciao, fleurbleu.
(Rispondi)
 
woodenship
woodenship il 16/11/21 alle 03:08 via WEB
... https://youtu.be/p2VBS3NHg6w , fantasticando...
(Rispondi)
 
cassetta2
cassetta2 il 17/11/21 alle 12:22 via WEB
L’immaginazione è di chi scioglie le briglie al cuore. Cavalca sia la realtà che l’immaginazione. La realtà ha bisogno dell’immaginazione come una lampadina ha bisogno della presa. L'immaginazione ha bisogno della realtà come un cieco ha bisogno del suo bastone.
(Rispondi)
 
 
je_est_un_autre
je_est_un_autre il 17/11/21 alle 16:04 via WEB
Non sono sicuro di aver capito. Realtà e immaginazione hanno bisogno l'una dell'altra, ma in modi diversi?
(Rispondi)
 
surfinia60
surfinia60 il 19/11/21 alle 18:54 via WEB
L'immaginazione ti porta dove la realtà non potrebbe mai. Banale e scontata, la mia osservazione. Posso però aggiungere che finché resiste la volontà di creare nella mente, si è vivi. Quando invece si continua a ravanare su fatti di volgare quotidianità, si è in fase di declino (sob)
(Rispondi)
 
 
je_est_un_autre
je_est_un_autre il 20/11/21 alle 09:13 via WEB
Allora prendo questa mia attitudine come un segnale incoraggiante. Anche se poi mi succede, eccome, di "ravanare" tra le quisquilie d'ogni giorno, hai voglia.
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.