Blog
Un blog creato da Philippandia il 25/03/2005

Istruzioni di volo

"Siamo tutti guerrieri nella battaglia della Vita, ma alcuni conducono, altri seguono."Kahlil Gibran

 
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Febbraio 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 10
 

 

« Messaggio #95Messaggio #97 »

Post N° 96

Post n°96 pubblicato il 25 Gennaio 2007 da Philippandia

immagine

Donne e gerarchia

Storicamente la Chiesa cattolica nega alle donne non solo l’accesso al sacro,

 ma anche la guida dei fedeli e l’ascesa gerarchica,

 tradendo la sua missione che era quella di camminare nel luogo dello Spirito

 e non del Potere, dell’unione e non della divisione.
Persino un ordine monastico femminile deve essere guidato da un sacerdote.
Ancor oggi il delitto che la Chiesa non perdona e contro cui scaglia scomuniche,

il delitto piu’ grave anche della pedofilia, e’ chiedere l’accesso delle donne al sacerdozio.
La pedofilia e’ perdonata, l’usura e’ perdonata, la guerra e’ perdonata,

 la tortura e’ perdonata, la pena di morte e’ perdonata… ma chi apre

 il potere alle donne e’ cacciato dal seno della Chiesa.

 Quel riconoscimento dissesterebbe un potere assoluto e maschilista connesso

 a una grottesca e innaturale concezione della sessualita’.


Perche’ dovremmo vederci delle eleganti differenze con le prevaricazioni

 e le barbarie del mondo islamico o ebraico? E. A. Johnson dice:

“In Gesu’ Cristo incontriamo il mistero di Dio, che non e’ ne’ maschio ne’ femmina” .
Sofri ricorda che nella Bibbia: ”La donna non e’ una persona ma una proprieta’:

 Non desiderare la moglie del tuo prossimo, ne’ il suo schiavo o schiavo, il suo bue o il suo asino”.
La donna e’ come un asino! Bene "questi" asini non ci stanno!
La concezione della donna-animale della Chiesa non discorda

 dalla concezione neoliberista della persona come merce ne’ da quella del capitalismo

 piu’ becero dei nostri media dove la donna e’ oggetto di consumo sessuale,

 velina che si rovescia su una scrivania, figlia che si stupra a piacere

 avendone poi gli arresti domiciliari…..

...e ora viene questo messaggio del Papa alle donne, che ribadisce il suo arbitrio : "Maggiore spazio sara’ dato alle donne nella Chiesa.. ma non il sacerdozio, non il potere gerarchico!"

http://www.masadaweb.org"

 

 

 

Santa Maria del Carmine, Cappella Brancacci, Firenze: La Cacciata dal Paradiso

Affresco del Masaccio

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Cometafutura/trackback.php?msg=2200398

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
hopersolombra
hopersolombra il 25/01/07 alle 14:02 via WEB
Emancipazione femminile? Dove? La differenza sta solo nel fatto che quelle che potevano essere considerate le veline di una volta non venivano pagate, perché secondo la mentalità vigente il loro scopo era quello di mero oggetto di sollazzo maschile. Oggi invece percepiscono profumati cachets, ma a quanto pare il loro ruolo non è cambiato. Sulla violenza purtroppo c'è poco di cui stupirsi dal momento che, nel nostro Paese, solo da pochi anni la legge è cambiata. Ma ce n'è voluto di tempo affinchè da reato contro la morale, divenisse reato contro la persona.
 
 
hopersolombra
hopersolombra il 25/01/07 alle 14:05 via WEB
P.s. Scusa se mi permetto l'appunto, ma "La cacciata di Adamo ed Eva" è un affresco, non un dipinto.
 
 
Philippandia
Philippandia il 27/01/07 alle 16:09 via WEB
Ciao,la questione dell’emancipazione femminile è davvero complessa e spinosa: in questo caso,il fatto di sfruttare il proprio corpo per finalità economiche,è diventato d’uso e consumo delle donne occidentali che sanno “vendere”la propria immagine..potremmo definirlo un fine che giustifica i mezzi ,se non fosse per la tristezza che la questione corporta…il corpo diventa strumento di lavoro..simbolo di sicurezza economica e di successo.Sulla violenza sono stati fatti dei passi,giuridicamente parlando,ma questo non ha certo fermato il fenomeno..non pensi?P.S – è vero,è un affresco..farò la dovuta correzzione. Phil
 
gotika
gotika il 25/01/07 alle 15:15 via WEB
E' una questione di acquisizione di energie. Un principio cosmico : il Sole dona, la Terra prende. Il lato maschile dona, mentre il femminile prende. Questo aspetto è presente in tutte le dottrine e religioni del mondo. In questo caso il potere spirituale deve essere donato e non trattenuto, quindi una donna non può per via della sua natura energetica esercitare determinati ruoli. La discriminazione che è seguita causa l'ignoranza di questo principio cosmico, è un altro discorso. Una discriminazione che va combattuta perchè le basi sulle quali si fonda sono erronee.
 
 
Philippandia
Philippandia il 27/01/07 alle 16:18 via WEB
Ciao Tanya,hai detto bene è una discriminazione che andrebbe combattuta..e credo che i tempi siano maturi : la consapevolezza che le donne hanno subìto per secoli questa discriminazione crea quesiti e inquietudine..il libro di Dan Brown né è stato un bell’esempio…Credo,al di là di tutto,che lo Spirito non abbia sesso..e questo lo sa anche chi detiene il potere ecclesiastico…ma,opportunamente,viene dimenticato..Un sorriso.Phil
 
CapJaneway
CapJaneway il 25/01/07 alle 17:00 via WEB
d'altronde Llith, prima moglie di Adamo..fu cacciata proprio perchè troppo indipendente e fu relegata al ruolo di demone tentatore..la femminilità che incanta e uccide
 
 
Philippandia
Philippandia il 27/01/07 alle 16:22 via WEB
Ciao Gianna,già la femminilità vista e vissuta come fonte di tentazione e disgrazie..concetto arcaico ma che è ben vivo ancora oggi,basta vedere la condizione delle donne islamiche..sarebbe ora che qualcosa cambiasse,non credi? Un sorriso.Phil
 
shiva39
shiva39 il 25/01/07 alle 19:08 via WEB
il sacerdozio non e aperto alle donne ....perchè secondo me :si dovrebbe riscrivere tutta la storia della religione anche se molti anni o secoli fa la ficura del maestro non c'èra tutti venivano iniziati da una sacerdotessa.
 
 
Philippandia
Philippandia il 28/01/07 alle 02:05 via WEB
Hai ragione amico mio,la storia delle religioni ha radici antichissime..la figura delle sacerdotesse sopravvive ancora in alcune parti del mondo,anche se in forma e usi diversi..purtroppo,molte di loro,e molto prima dell’avvento di Cristo,fecero una brutta fine..un po’ come le steghe ai tempi degli eretici…ricordi? Le mettevano al rogo…Phil
 
voloinme
voloinme il 26/01/07 alle 20:47 via WEB
Attenendoci ai testi sacri, la Donna e' stata elevata all'ennesima potenza, da Dio che non ha creato Gesu' come ha fatto con Adamo ed Eva ma lo ha fatto nascere dal grembo di Maria la vergine, che si e' occupata dell'educazione e la crescita' di colui che e' stato il messaggero di Dio. Evidente questo non basta agli alti papaveri della chiesa per conferire anche alla donna il ruolo che gli spetta....un saluto phil
 
 
Philippandia
Philippandia il 28/01/07 alle 02:35 via WEB
Se vogliamo parlare dei testi sacri ,la prima Donna è Maria,la quale riveste ha un'importanza notevole, perche é in essa che viene commemorato uno dei « misteri» della vita di Colei che Dio ha scelto come Madre del Suo Figlio e come Madre della Chiesa perché nella «presentazione » di Maria vien richiamata la « presentazione » al Padre celeste di Cristo e anzi di tutti i cristiani…il ruolo di donna,in quanto tale,invece,viene assolutamente posto in secondo luogo..consacrandola come simbolo Divino, si esclude un ruolo di femmina,e quindi di peccatrice ..E il risultato,nei secoli,è stato evidente..Un saluto a te Phil
 
pantarei_2005
pantarei_2005 il 26/01/07 alle 23:47 via WEB
eh si!abbiamo tanta strada da fare per giungere a un solo raggio di luce :) bye
 
 
Philippandia
Philippandia il 28/01/07 alle 02:37 via WEB
Dici che abbiamo raggiunto un raggio di luce?...mi piacerebbe sapere quale...un sorriso.Phil
 
   
pantarei_2005
pantarei_2005 il 04/02/07 alle 22:39 via WEB
tanta strada da fare per giungere a un solo..raggio di luce ..nessuno raggiunto infatti :) ciaooooo una precisazione un pò in ritardo :)
 
   
shiva39
shiva39 il 10/02/07 alle 10:45 via WEB
beeeee vediamo un pò un raggio di luce nel propio cuore .....va bene ciao
 
Melyssa63
Melyssa63 il 27/01/07 alle 14:46 via WEB
non riesco a commentare, ma ti lascio un mio augurio x un felice week-end un bacio,,
 
 
Philippandia
Philippandia il 28/01/07 alle 02:37 via WEB
Grazie Melyssa,auguro anche a te un buon weekend...un sorriso.Phil
 
violette51
violette51 il 28/01/07 alle 16:00 via WEB
ehh si...continua l'emarginazione..ancora nei secoli...chissa' quando si renderanno conto!!!ciao vio
 
 
Philippandia
Philippandia il 28/01/07 alle 18:08 via WEB
Ciao Vio',purtroppo è così,una vera e propria emarginazione agli angoli del potere..e non solo quello della chiesa..Un sorriso.Phil
 
ercole.etrusco
ercole.etrusco il 29/01/07 alle 15:40 via WEB
Innanzi tutto, …COMPLIMENTI, per il coraggio ed il “piglio” con cui affronti un tema tanto delicato e complesso. ( Con me sfondi una porta aperta). Tu poni il problema con chiarezza. Ma la risposta va ricercata nei meandri di una “Antropologia Culturale” che vede da sempre, ( anche se non ovunque), la DONNA relegata in un ruolo subalterno e appena complementare a quello PRIMARIO del maschio. Perfino le REGINE, nella storia dei rapporti Uomo – Donna sono state relegate a quello RIPRODUTTIVO, o alla RAGION di STATO, politico parentale delle ALLEANZE: quasi mai a quello AMOROSO. ( In questo gli animali sono più eleganti, disinibiti e corretti). La Chiesa ed il Papato, pur nel loro atteggiamento trasformista, ( non dimentichiamo le figliolanze e gli amorazzi dei Papi, la Caccia alle Streghe, il Tribunale dell’Inquisizione, le Crociate, la tolleranza per la pedofilia), non hanno mai “mollato” nella detenzione del potere maschile: in questo risiede, credo, il dubbio sulla effettiva superiorità del maschio sulla femmina. Paura di un confronto. Ma ciò che sorprende è che dalla loro parte hanno buona parte del popolo femminile. ( basti ricordare le difficoltà che ci furono per la legge sul Divorzio e sull’Aborto: … e oggi sui PACS ) La cosa lascia intendere che ci sia molto lavoro da fare per togliere le vecchie “incrostazioni”. Ciao, Ercole
 
Melyssa63
Melyssa63 il 07/02/07 alle 13:27 via WEB
ciao ...passo x lasciarti un mio saluto...felice pomeriggio e un bacio..
 
Melyssa63
Melyssa63 il 12/02/07 alle 20:26 via WEB
Ti auguro un felice inizio di settimana....Un bacio
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

marinovincenzo1958giorgi.seleneercole.etrusconikita.marchesemario.balconiVagabondo_solitarioPhill_1lupa_78donatoschiroorfeolegendokkiazzurri0108defgioalessia933acquario61.fred_light1900
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom