Creato da Coxa92 il 30/01/2008

Sogni fragili

Un mondo parallelo, può esistere in un domani?

 

 

Parlami di un sogno.

Post n°140 pubblicato il 15 Aprile 2017 da Coxa92

Parlami di Firenze, e della rinascenza. Novita di Bramante, e di Stilnovo e Dante.

Si racconta a Firenze, che la Terra è rotonda, e che c'è un continente alla fine del mondo.

Parlami di un sogno, di un desiderio. Di un prpfumo lontano nelctempo, ma vicino nel cuore.

Parlami di un cuore cucito, stretto stretto, in modo che non ci siano buchi.

Voglio un sogno, circondato da nuvole, da rose blu, e da coccinelle.

Parlami di quello che ti fa sorridere, di quello che ogni giorno ti da guardare il sole ed essere grato di esserci.

Parlami del sole e di quello che vorresti farmi vedere.

Scrivimi una lettera. Una lettera lunga. Che mi tocchi il cuore.

Parlami.....

 
 
 

Bullet Journal per ME.

Post n°139 pubblicato il 05 Aprile 2017 da Coxa92

Ciao a tutti,

Oggi vi voglio parlare del 'mio' Bullet Journal. In genere si utilizza per segnare imoegni quotidiani lavorativi, ma io oltre ai turni del lavoro, vi aggiungo tutto quello che riguarda la Corrispondenza, quindi quando spefisco e ricevo le lettere, quando spedisco e ricevo i penpal's book, e temi e spedizioni degli swap a cui partecipo.

Lo trovo molto utile per me, per tenere traccia di tutto.

 
 
 

Il buongiorno.

Post n°138 pubblicato il 28 Gennaio 2017 da Coxa92

Ricevetti una lettera scritta a mano. Parlava di sole, di mare, di sogni infranti su una battigia. Parlava si mari ancora da scoprire, parlava di albe ancora da sognare e tramonti da vivere col cuore a palla.

Parlava di qualcuno che mi aspettava. Raccontava momenti di mojito e risate, e musica alta e selfie. Parlava di locali in riva al mare e passeggiate al chiaro di luna. Parlava di colazioni salate, con gli occhiali da sole a coprire le occhiaie. Parlava di risate e pianti soffocati da cuscini.

Non so,c'era la parola amora cancellata. Parlava di sogni, odorava di mare e salsedine.

C'e una conchiglia dentro. Piccola. A cornetto. E una promessa alla fine.

Ah. Ma mi accorsi che non era per me.

Che sogno infranto.

 
 
 

Via del campo - Fabrizio De André

Post n°137 pubblicato il 02 Novembre 2016 da Coxa92

Via del Campo c'è una graziosa 
gli occhi grandi color di foglia 
tutta notte sta sulla soglia 
vende a tutti la stessa rosa. 

Via del Campo c'è una bambina 
con le labbra color rugiada 
gli occhi grigi come la strada 
nascon fiori dove cammina. 

Via del Campo c'è una puttana 
gli occhi grandi color di foglia 
se di amarla ti vien la voglia 
basta prenderla per la mano 

e ti sembra di andar lontano 
lei ti guarda con un sorriso 
non credevi che il paradiso 
fosse solo lì al primo piano. 

Via del Campo ci va un illuso 
a pregarla di maritare 
a vederla salir le scale 
fino a quando il balcone ha chiuso. 

Ama e ridi se amor risponde 
piangi forte se non ti sente 
dai diamanti non nasce niente 
dal letame nascono i fior 
dai diamanti non nasce niente 
dal letame nascono i fior.

 
 
 

Cambiare

Post n°136 pubblicato il 30 Giugno 2016 da Coxa92

C'era una volta, un giovane ragazzo, dolce, aitante, volenteroso. Suo papà voleva trovarle una sposa, e per questo, cercò in lungo e in largo una fanciulla che lo soddisfacesse.

Il figlio, sempre sorridente e fiero di essere un don Giovanni coi fiocchi, non voleva farsi incastrare, e perciò decise di non legarsi mai a nessuno.
Passarono gli anni, e lui condivideva il letto con molte donne diverse. Un giorno, una fanciulla, nuova ai suoi occhi, ormai non più giovanissimi, lo stregò. Era così giovane, così pacata, così innocente.

Fu amore a prima vista. Per molte lune l'uomo la corteggió, senza che lei si lasciasse andare.
Quando, una sera, si trovarono nei pressi di un laghetto, lui le chiese -non ho molto da offrirti, ma ti voglio con me...-.
Lei, sorridente, gli prese le mani e rispose -anche io ti voglio al mio fianco..... Voglio invecchiare con te, svegliarmi ogni mattina col tuo odore che mi inebria, sentire la tua voce che mi solletica le orecchie...... Voglio anche io essere tutto il tuo mondo, così come tu lo sei per me....-
Seguí un bacio.

 
 
 

Tardiva consapevolezza.

Post n°135 pubblicato il 11 Giugno 2016 da Coxa92

Non mi ero resa conto di quanto significasse per me. Quando mi abbracciava, il mondo acquistava un nuovo significato. Adoravo il modo in cui il suo viso si incastrasse dietro al mio collo, come per sondare il mio odore. Mi piaceva come mi sorrideva e io modo che aveva di stare in mezzo al suo branco di amici. Era leggero, era spensierato, era vitale. Illuminava tutto. Mi piaceva tanto, anche quando si arrabbiava, metteva il broncio, ma subito dopo, faceva un gran sorriso. Mi piaceva il modo in cui illuminava tutto ciò che lo circondava.

Era talmente bello averlo, che non riuscivo ad immaginare una vita senza di lui. Buffo, vero?

 
 
 

Il mondo da una finestra.

Post n°134 pubblicato il 29 Aprile 2016 da Coxa92

Vorrei vedere da quella finestra

Che mi ha donato la felicità 

Che mi ha aperto il cuore

E dischiuso la mente.

La stessa finestra che ogni giorno

Fa entrare il sole,

Per illuminare la giornata

E farti partire con un sorriso.

Mi piacerebbe vedere il mondo

Da quella finestra,

Così in alto che mi fa vedere l'orizzonte,

Cosi in disparte, che è come sbirciare 

Quando il sole tramonta,

Così bella, che il mondo

Appare colorato di mille colori

Ancora più vivaci di come sono realmente.

Vorrei quella finestra,

Perché mi fa svegliare al tuo fianco

E mi da la consapevolezza

Che anche oggi sarà una bella giornata

Perché tu ci sarai.

 
 
 

A oggi.

Post n°133 pubblicato il 23 Marzo 2016 da Coxa92

Mi piacerebbe partire con uno zaino in spalla, i ray-ban sul naso, e la reflex attorno al collo.

Mi piacerebbe scrivere canzoni, poesie su ció che mi dona allegria. Mi piacerebbe vedere paesaggi mai visti, immortalarli per la prima volta, illuminare una giornata, donando un sorriso. Mi piacerebbe camminare fino allo sfinimento, lavorare per viaggiare, e mai fermarmi nello stesso posto.

Mi piacerebbe vedere un film mille volte, saperlo a memoria, e ancora emozionarmi come fosse la prima. Mi piacerebbe annusare ogni fiore, coglierne le sfumature, la profondità, l'intensità.

Mi piacerebbe conoscere un buon compagno di viaggio. Un qualcuno che mi dica, Parti io ti seguo. Sempre un passo a fianco a me, a parlare, a commentare. A fare follie. Giocarmi ogni momento, illudermi che i secondi siano infiniti, e rallegrarmi di ogni sorriso regalato.

Mi piacerebbe un mondo all'altezza dei sogni che ho...

 
 
 

Difficile.

Post n°132 pubblicato il 15 Marzo 2016 da Coxa92

Aveva uno spirito fiero e solare

una dolce risata

due occhi magnetici.

Un animl dolce

e un cuore segreto.

Amava l'amore

ma vi fuggiva da sempre.

Troppa era la paura

di rimanervi incatenato.

Passava da un letto ad un altro

da un odore ad un altro

da un colore ad un altro.

E tutto gli pareva uguale,

insipido, vuoto.

Voleva di piú.

Voleva sorprese, voleva sogni,

voleva affetto, rispetto, sostegno.

Voleva il suo FOREVER.

Lo agognava.

Lo bramava.

Lo sognava.

 
 
 

Natale.

Post n°131 pubblicato il 25 Dicembre 2015 da Coxa92

Natale. Festa semplice tutto sommato. Che si passa con la famiglia.

Ma alla fine, la famiglia a volte non la si puó avere al proprio fianco. Chi per un motivo, chi per un altro, si ritrova catapultato anche dall'altra parte del mondo. Ad osservare la felicità altrui. Si ritrova la sera, davanti alla tv, con un pasto surgelato davanti. E forse solo la compagnia del proprio animale domestico.

Mentre invece il suo cuore è altrove. È dove ci sono le persone che ama. Dove ci sono coloro per il quale vale la pena rischiare la vita.

Voglio fare gli auguri non solo a coloro che sono in famiglia, ma anche a coloro che portano la propriq famiglia nel proprio cuore.

 
 
 

Lieto fine?

Post n°130 pubblicato il 23 Dicembre 2015 da Coxa92

C'era una volta, una giovane donna. Sorridente, solare, di buon cuore, e molto buona. Lei desiderava disperatamente un po' di felicità. Negli anni, molti uomini le si erano affiancati, rimanendo solo poco tempo. Dicendo che lei non era degna di loro. Eppure non aveva niente di sbagliato. Anzi.

Poi un giorno invece conobbe un ragazzo. Più grande di lei. Di 8 anni. Lui era fiero, forte. Aveva un sorriso che ammaliava. Una risata contagiosa.

Era un uomo di mondo. Aveva sempre lavorato. E lei amava ascoltare le sue storie. Ma spesso parlava con nostalgia del suo mare. Della sabbia che adorava sentire sotto le piante dei piedi.

Cosí lei, una sera, prima di andare a casa, gli chiese cosa desiderasse in quel momento. Lui ci pensó su, poi rispose che avrebbe voluto solo immergere i piedi nella sabbia del suo mare.

Quanto gli doveva mancare casa sua. Lei quindi lo salutó, e andó dal mare di lui. Durante il tragitto, la dolce voce di De André e Bob Dylan, riempivano l'abitacolo. Mentre lei macinava chilometri. Scalza. Canticchiando.

Arrivó la mattina prestissimo. Si tolse le scarpe, e camminó sulla sabbia per un po'. Era vero. Ogni dolore, ogni pensiero, come per magia era svanito. Rimaneva solo la gioia della sabbia e la meraviglia dell'alba che stava vedendo.

Prese in mano il telefono e fece una foto al sole, e una a se stessa con il mare alle spalle. Poi rimase li ancora. A vedere il sole che cambiava colore, i raggi che la colpivano e la scaldavano.

Poi si rimise al volante, e gli mandó la seconda foto con una semplice dedica:

"Buongiorno. Guarda l'alba del tuo mare, che oggi mi ha baciata."

Mandó il messaggio e riprese il ritorno a casa. Ma accadde qualcosa. Un incidente. Bruttissimo. 

E lei si salvó per un pelo, ma era in coma. Lui lo venne a sapere solo dopo qualche giorno. Si precipitó da lei. La strinse forte, e pianse. Pianse tanto. Invocandola di tornare. Di non abbandonarlo.

Dopo molti giorni, lei ancora dormiva, ma lui andava la tutte le volte che riusciva. Una notte, rimase li a dormire. L'infermiera non lo sveglió. E nel sonno, lui disse solo due parole, quelle che lei sognava.

Di colpo il battito di lei impazzí. Lui si sveglió e la vide aprire gli occhi. La guardó per un secondo che parve infinito. Lei aveva lo sguardo perso. Ma protese la mano verso di lui. Si toccarono. Lei rispose "anche io". Ma lui non capí.

Rimase a guardarla. E le disse: Non voglio perderti. 

Lei lo bació. 

 
 
 

Perdonami.

Post n°129 pubblicato il 13 Dicembre 2015 da Coxa92

 Non saprei come raccontarti ieri sera. è stato diverso da quello che mi aspettavo. Vedevo attorno a me volti di amici, avevo la mia ragazza con me. Una cena prelibata a base di pesce. I regali fatti col cuore. E senza accorgermene, beh li ho paragonati al tuo. Molto semplice, immagino non troppo costoso, ma che denotava una certa profondità. Come se ci avessi dovuto pensare, e riflettere su ciò che mi volevi prendere. E non puoi immaginare quanto mi sia piaciuto scartare il regalo e trovare quello che neanche sognavo di desiderare.

Ma sto divagando. Ieri sera, vedevo Lei che rideva, come se gli ultimi mesi non fossero successi. Come se non mi avesse fatto tutto il male che mi ha fatto. Innamorata, fintamente innamorata di me. Sempre pronta a criticare, a giudicare. Vedevo sorrisi finti e sorrisi sentiti accanto a me.

E tra tutti quei sorrisi, io cercavo il tuo. Come se fosse magico, e mi facesse resistere a tutto. Come se la mia voglia di fuggire, fosse immotivata. Ma io volevo vedere Te. Sentivo che mi mancava qualcosa.

Ho sprecato la mia occasione con Te. Ti ho amata, mi hai amato. Ma avevo paura della mia dipendenza da Te. Ogni giorno il tuo Buongiorno. Una foto, un sorriso, un bacio.

E ogni sera, sentire la tua voce calda attraverso un telefono.

Stavo diventando dipendente da tutto di te. Mentre di Lei non sono dipendente. Non credo nemmeno di essere innamorato. Mi sa si tratti di abitudine. Quasi un sopportarsi.

E invece, stringerti tra le braccia, sentire il tuo odore, la tua voce. Vederti spavalda, sicura e sexy, mentre guidi la mia Piccola. Il modo il cuo le tue dita accarezzano il volante. Quanto vorrei essere io il volante, tutte le volte che guidi.

Quanto vorrei essere l'obiettivo, che si avvicina così tanto ai tuoi occhi, alle tue labbra.

Baciare Lei, e sognare le tue labbra, infinitamente più morbide e buone. Fare l'amore con lei, ma immaginare i tuoi orgasmi.

Sono stato un fottuto codardo. Mi mancherai a vita

Ciccio

 
 
 

Lei.

Post n°128 pubblicato il 13 Dicembre 2015 da Coxa92

Vederla solo qualche mattina. Mentre si alza, in maglietta si avvia alla porta, si prepara, si cambia e mi prepara il caffè. E svanisce dai miei occhi. Non mi rimane che il suo odore addosso.

L'odore delle volte che abbiamo fatto l'amore. Della notte passata a stringerla forte a me, a inspirarne l'odore.

Poi la sera, sentirla rientrare a casa, aprire la porta e salutare. Salutare tutti, ma sapere che solo a me riserverà il suo bacio migliore.

Saperla con addosso i miei vestiti, mentre gira per casa o mentre dorme. Accanto a me.

E quanto mi manca quando non c'è. Quanto mi sono ripromesso di non amarla mai. Perchè una vita senza lei, che vita sarebbe?

Un giorno senza il suo buongiorno, senza la sua voce, senza il suo spirito forte e fiero.

Senza lei che mi fa sentire a casa, anche se casa è distante. Sentirla quando viene, quando veniamo insieme. Quando si morde il labbro. Quando dorme. Quando mi fa le sorprese.

Quando sono diventato cosi dipendente da lei da averne un bisogno estremo, più dell'aria che respiro?

 
 
 

Mi fai male.

Post n°127 pubblicato il 21 Settembre 2015 da Coxa92

'Amore mio, oggi si, mi hai fatto male. Sentirmi dire cosa non siamo.

Ho pianto lacrime amare. Ridendo della mia stoltezza. Denigrando i miei sentimentl. Soffrendo per la mia ingenuità. Beffandomi del mio cuore.

E ora sono qui. Con un asciugamano addosso, e solo le lacrime a incorniciare il mio volto. Scarno. Pallido. Le occhiaie segnate. L'aria fredda che mi gela il sangue e mi fa congelare il cuore.

E piango. Mi guardo ad uno specchio. Troppo stanca per controbattere. Troppo buona per mandarti al diavolo. Troppo innamorata per non amarti.

Ma tu non mi ami. Io ne prendo atto giorno dopo giorno. Quando un altro pezzo del mio cuore si stacca, e crolla via, insieme alle mie lacrime.

E spero. Confido in in futuro. Ma le possibilità che mi noti, beh sono infinitesimali.

E intanto io piango, mi dispero. Ma quando sono con te, mostro solo la parte migliore di me. E mi metto una maschera.

Ma ti amo. E non ti voglio perdere.'

 
 
 

Lettera all'amato.

Post n°126 pubblicato il 20 Settembre 2015 da Coxa92

Quando il giorno mi alzo e ti vedo li, riverso sul letto, non posso che pensare a quanto sono fortunata.
Peechè mi ami così tanto? Io, insomma sono imperfetta. Sono pazza, folle, impulsiva.
Eppure mi ami. Lo sai, io sono anni che ti amo.
Che ogni giorno mi sveglio e penso a come stai. E tu ci hai messo anni per vedermi. E ora ti vedo li, con gli occhi chiusi, stretto al lenzuolo. Con le labbra aperte. E il viso rilassato.
E ti amo. Quando ridi e strizzi gli occhi, quando mi prendi in giro e mi dai della bambina. Quando piangi, stringi i pugni e vuoi restare solo, mi allontani. Ma poi torni indietro, mi abbracci e ti lasci cullare tra le mie braccia. Ti amo quando sbraiti per il tubetto del dentifricio strizzato a metà, quando mi prepari la cena e io ti bacio la fronte. Quando invadi il mio spazio a letto e ti stringo forte a me. Ti amo quando entri sotto la doccia con me e mi baci le spalle, mi stringi forte, e mi dici che tutto andrà bene.
Ti amo quando ti odio, quando non mi ascolti e mi fai piangere. Ti amo quando mi consoli, mi sproni a dare il meglio di me e mi baci con una dolcezza quasi avessi paura di rompermi.
Ti amo e ti ho amato sempre. Anche quando mi allontanavi, quando avevi paura di quello che stavi provando. Quando cambiavi una donna a sera, ma poi tornavi da me ridendo, dicendo che era solo sesso. Quando mi strigevi forte a letto, e io piangevo per l'ennesima delusione. Ti amo quando mi metti su un film strappalacrime e mi porgi il vasetto di fonzies. Quando mi porti a vedere le stelle e mi accarezzi le guance. Quando dici che ti vedi riflesso nei miei occhi.
Ti amo da sempre e ti ameró per sempre.

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

ULTIME VISITE AL BLOG

infaticabile2Coxa92GattinoaffettuosoPo_Smicio_tristeMasterndServant2P.aol.oflyawaydglElemento.Scostanteamorino11acer.250donnamaturacercasi3il_pablolubopo
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom