Creato da luigicama il 17/03/2005
E' meglio credere o sapere ? Le informazioni che ricevi e che diffondi a tua volta, sono frutto di un cammino di conoscenza o di fede ?

Contatta l'autore

 
Nickname: luigicama
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 46
Prov: ME
 

Area personale

 
 

Tag

 
 

Archivio messaggi

 
 
 << Settembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Cerca in questo Blog

 
  Trova
 

Risorse utili

 

FACEBOOK

 
 
 

Ultime visite al Blog

 
ZuKkErOsAmEnTe_VaNytizia70aquila.in.voloXefeba
 

Chi può scrivere sul blog

 
Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 

 

 

Adesso devo raccontare qualcosa di più concreto.

Post n°5 pubblicato il 21 Settembre 2008 da luigicama

Ricordo quando feci il primo timido tentativo aprendo questo piccolo blog su libero. Ormai le cose sono cambiate, ma questo lo lascio lo stesso.

Mi trovi nel nuovo blog di libero:

blog.libero.it/metavisione

 
 
 

Esiste l'Aldilà ?

Post n°4 pubblicato il 12 Giugno 2007 da luigicama

Libri, siti, convegni, prove e contraddizioni ... ormai in tutto il mondo c'è chi sostiene di poter comunicare con i trapassati e c'è chi sostiene il contrario. Attualmente, dopo quasi 32 anni di vita (al 12 Giugno 2007), il mio motto è: per Credere bisogna prima Sapere. E ritengo che ci saranno sempre almeno due correnti di pensiero che forse sono pure necessarie; senza qualcuno da convincere, l'altro non si impegna nella ricerca delle prove.

A me piace stare nel mezzo, nonostante di prove ne abbia a sufficenza. Il grande Socrate diceva: "Sò di non sapere". Perchè sapeva ! Un essere umano saggio, soprattutto dopo una grande scoperta, non può iniziare a dettare regole e comandamenti: in quel preciso istante dovrebbe essergli tutto più chiaro. Non lo puoi afferrare, dominare, controllare. Quindi, ora che sai, sai anche di non sapere abbastanza per poter pronunciare sentenze pro, o contro.

Non mi va di girare troppo attorno al discorso; del resto, sto parlando a me stesso e ho deciso di condivire con gli amici della rete, ciò che sentivo in questo momento. Nonostante le prove, sò di non sapere.

Quali prove direte voi ?

Beh, dell'esistenza di un'altra dimensione, della vita dopo la morte. Dell'Aldilà ! E non mi interessa pubblicare le prove. Questo è solo un diario. Non ha bisogno di essere convinto della verità. Perchè in queste pagine, devo scrivere solo la mia verità. Credo sia l'unica regola alla quale possa attenermi senza sentirmi schiavo. Ma libero.

Buona giornata a tutti.

Luigi

 
 
 

A proposito di Leonardo, Gesù e la Maddalena ...

Post n°3 pubblicato il 25 Gennaio 2007 da luigicama
 
Foto di luigicama

Di recente mi è capitato di postare in qualche blog alcune considerazioni in merito alla tanto discussa "ultima cena" di Leonardo e del "Codice da Vinci" di Dan Brown. Quest'ultimo ha attenzionato l'opinione pubblica a livello mondiale su un elemento curioso del dipinto del genio di Firenze: alla destra di Gesù, Leonardo, avrebbe dipinto una donna, Maria Maddalena, presunta moglie di Gesù.

Tutti gli esseri umani "comuni mortali", vedono una donna.
Gli esperti, i critici, chi conosce la storia dell'arte, sa che dovrebbe essere un uomo con tratti tipici femminili, tipico del periodo rinascimentale e soprattutto per quanto concerne l'apostolo Giovanni.

La mia riflessione in merito, non va tanto alla verità sulla storia di Gesù, quanto sul dipinto stesso e sul suo autore.

Se Leonardo ha dipinto un uomo dai tratti effeminati e che veste speculare a Gesù, quindi un personaggio di sesso opposto e che lo completa, allora forse voleva trasmettere un altro messaggio: che Gesù amasse un uomo ?


E perchè, l'uomo effeminato viene minacciato/a dal "macho" Pietro ?

L'apostolo in questione dovrebbe essere Giovanni, l'apostolo che Gesù - amava più di tutti - , come scritto nel Vangelo.

E comunque, ribadisco, io vedo una donna, non solo per i lineamenti e un piccolo rigonfiamento al petto che mi fa pensare ad un seno, ma per tutta la simbologia che Leonardo ha utilizzato nel dipinto.

In conclusione, secondo voi, Leonardo (presunto omosessuale) ha messo una donna o un uomo alla destra di Gesù ?

Tenete presente che, se è una donna, manca un apostolo ...


Potrei continuare a scrivere per ore ... ma lo scopo di questo blog è far riflettere su certe presunte verità dettate da chi detiene lo scettro della "conoscenza".

Curioso questo Leonardo ... e non è tutto !

Alla prossima.

 
 
 

La Sindone di Torino e gli stigmatizzati: chi dice il falso ?

Post n°2 pubblicato il 22 Gennaio 2007 da luigicama
Foto di luigicama

Non mi dilungherò sui dettagli tecnici pro o contro la Sindone di Torino (il telo di lino che avrebbe avvolto il corpo di Gesù nel sepolcro). Affronterò tali approfondimenti sul mio sito (che spero di pubblicare al più presto).

Desidero soffermarmi su un particolare: nella Sindone l'uomo raffigurato, essendo stato crocifisso, presenta dei fori ... sui polsi. Proprio così ! Sui polsi e non sulle mani.

Questo dato è in netto contrasto con quanto affermano la Chiesa, le rappresentazioni artistiche e i presunti stigmatizzati.

Ma da un punto di vista scientifico è giusto che sia così. Infatti, un corpo appeso ad una croce ed inchiodato per le mani e per i piedi, una volta cessate le forze, avrebbe riportato una lacerazione alle mani che si sarebbero "strappate" lungo le dita a causa del peso del corpo stesso.

Quindi, se l'uomo della Sindone è Gesù, gli stigmatizzati sono solo dei casi clinici.

E se fosse vero il contrario ? Chi è l'uomo della Sindone che tutti stanno adorando ? E ancora peggio: chi è l'autore della Sindone ?

In base a certi ragionamenti maturati in otto anni di ricerche, posso solo affermare, che secondo me, l'autore della Sindone, sia Leonardo da Vinci.

Ma ovviamente, prendete sempre tutto con le pinze ...

 
 
 

Introduzione

Post n°1 pubblicato il 22 Marzo 2005 da luigicama

Notevoli differenze separano il CREDERE dal SAPERE.

La scienza, per propria natura, si basa sulla ricerca del SAPERE: nei secoli, in seguito alla formulazione di ipotesi di menti eccelse ed alle successive sperimentazioni, sono stati svelati molti misteri che fino a quel momento, a causa della religione, venivano considerati opera del maligno.

Ed è grazie alla così detta “ripetibilità” che la scienza difende con totale sicurezza la verità dimostrata e molte volte anche controllata e modificata secondo il proprio volere. La scienza arriva alle radici del mistero, lo svela e lo rivela. Non esiste nessun “mistero della fede”.

Ma si può parlare di reale progresso solo se ne può beneficiare tutto il genere umano senza alcun "effetto collaterale".

Invece, mentre la religione annebbia le menti, la scienza distrugge il pianeta…

Fortunatamente, però, in ogni parte del pianeta esistono esseri umani di fede e di scienza che lottano affinchè questo meraviglioso pianeta possa continuare a vivere e a brillare per le generazioni presenti e future. Non ricordo chi fu che scrisse: “La Terra non ci è stata donata dal padre, ma prestata dai nostri figli !”.

Questa è una delle poche cose in cui CREDO.

Per quanto concerne questo spazio, mi propongo di rapportare esperienze e fatti (anche personali), che qualcuno potrebbe definire "paranormali" ma che per me rientrano nell’indefinita normalità.

Del resto, l'essere umano è il primo, inspiegabile, mistero ...