distratto

pensieri distratti

 

AREA PERSONALE

 

 

come aria in vena sei......

Post n°5 pubblicato il 20 Agosto 2013 da endina

<iframe width="640" height="360" src="http://www.youtube.com/embed/BeAumdK4Z4c?feature=player_detailpage&amp;autoplay=1" frameborder="0" allowfullscreen></iframe>

 
 
 

londra brucia....

Post n°4 pubblicato il 19 Agosto 2013 da endina

Hi...
e' tanto che cammini
e non senti male ai piedi
ti seguo gia' da un po'...
guardi
con due occhi neri e stanchi
e non mi vedi e passi avanti
io ti seguo ancora per un po'...

chi l'avrebbe detto prima che io
un giorno sarei andato dietro a te
come quando un uomo cerca dio
questa corsa
non ha senso
se il senso l'ho gia' perso
dietro te

vorrei odiarti un po'
senza
senza nemmeno amarti
e vorrei amarti poi
senza
senza nemmeno conoscerti

e intanto londra brucia
intorno a noi

hi...
mentre londra brucia uccidi
ogni sguardo su cui cadi
io ti osservo gia' da un po'...
e ti perdi
nei miei tuoi stessi occhi stanchi
e mi illudi e passi avanti
forse aspetto un altro po'...

chi l'avrebbe detto prima che io
un giorno avrei perso tempo dietro a te
come quando un uomo cerca dio
non lo trova
e piu' impazzisce
io impazzisco
se rimango ancora
senza te

vorrei odiarti un po'
senza
senza nemmeno amarti
e vorrei amarti poi
senza
senza nemmeno conoscerti

e come quando un uomo perde dio
io non voglio
capire in fondo che non ci sei
e mi tengo stretto il sogno mio
e ti lascio
finire i giorni
i tuoi giorni
nella mia testa
accanto a me

hi...
londra brucia e tu che dici
se ti fermo tu che dici
e non ci sei gia'
piu'...

strade che ho perso
dentro i tuoi occhi
neri di fango
stanchi di tutto
e fatti di niente
ora le cerco
in ogni parola
detta per sbaglio
da chi non sa bene
come passare
ad altra sorte
io vivo disperso
nei sotterranei
di questi tuoi giorni
non resta piu' niente
dei tuoi rimpianti
solo il ricordo
di alcuni istanti
stretti a dovere
intorno alla pancia
come una cinghia
per non dimenticare
il tempo che fugge
verso i tuoi giorni
che sono niente
ora che anch'io
non ho direzione
e vago nel buio
non ho destinazione
e dammelo tu
un nuovo indirizzo
dove trovarmi
appeso a uno specchio
ad ogni ritorno
un nuovo ritratto
ad ogni ritorno
appeso a uno specchio
un nuovo ritratto
ad ogni ritorno
un nuovo ritratto
appeso a uno specchio
ad ogni ritorno
un nuovo ritratto
appeso a un specchio
ad ogni ritorno
un nuovo ritratto
appeso a uno specchio
il mio ritratto

 
 
 

....

Post n°3 pubblicato il 24 Giugno 2013 da endina

Tu non sei l'eccezione. Tu sei la regola.
E la regola dice che se un uomo non ti chiama, è perché non vuole chiamarti. Se ti tratta come se non gliene fregasse un cazzo, è perché non gliene frega un cazzo. Se ti tradisce, è perché non gli piaci abbastanza. Non esistono uomini spaventati, confusi, disillusi.
Non esistono uomini tragicamente segnati dalle passate esperienze, bisognosi d'aiuto, bisognosi di tempo.
Gli uomini si dividono in due categorie soltanto: quelli che ti vogliono e quelli che non ti vogliono. Tutto il resto è una scusa.
E Tu, Tu Donna, di mestiere fai l'avvocato, la commessa, la cameriera, l'insegnante, la casalinga, la commercialista, la modella, la ragioniera, l'attrice, la studentessa. Non la crocerossina.
... Quindi aspetta che sia lui a chiederti di uscire. Perché va bene la parità dei sessi, le quote rosa, e l'eguaglianza dei diritti. Ma i tempi non sono poi così cambiati.
Gli uomini restano pur sempre dei cavernicoli, sia pure incravattati, e come tali adorano il sapore della conquista.
Tieniti lontana dagli uomini sposati. Non lasceranno la moglie per te. Meno che mai lasceranno i figli per te.
E non credere alla storia dell'amica della sorella di tua cugina, appena convolata a nozze con quello divorziato.
Tu non sei l'eccezione. Tu sei la regola.
Al bando quelli che ti costringono ad aspettare ore accanto ad un telefono che non suona.
Non hanno perso il tuo numero. Non hanno investito un cane. Non hanno appena scoperto di avere un tumore alla prostata.
Probabilmente sono al telefono con un'altra. Oppure sono gay.
Fanculo quelli che non declinano i verbi al futuro. Non sono analfabeti. Semplicemente non vogliono impegnarsi. Perché non gli piaci abbastanza.
Li riconosci facilmente. Girano con un cartello appeso al collo, e la scritta: "Ci stiamo frequentando". Quando la senti, scappa.
Non consumare le tue belle scarpe nuove (e neppure quelle vecchie) per correre dietro un uomo che non ti vuole. Usale, piuttosto, per prenderlo a calci in culo. Impara l'arte dell'essere donna.
Impara l'arte di ottenere dagli uomini quello che desideri, non sbattendo i piedini, ma facendogli credere che siano stati loro a decidere.
Impara a scegliere, invece che essere scelta.

Tratto da "LA VERITA' E' CHE NON GLI PIACI ABBASTANZA"

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: endina
Data di creazione: 16/01/2012
 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

Avv.BURBERY.79fico_vintagecanescioltodgl10PPXTendinaMeritabenestella69aMeme_ntomostro.inviatoGiulyyyyyylubopoatlantide28agente47_2011ziogiangi68onamorgios