Damon my heart

Per chi pensa che Damon sia fantastico

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

AMAZING

Amazing

Stupefacente

 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Damon and Elena

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

...

 

...

 

...

 

...

 

...

 

...

 

Damon

 

...

 

...

 

 

1 GENTILEZZA CON GLI ANIMALI

Post n°96 pubblicato il 12 Dicembre 2011 da francescamari30

La Fede Bahá'í insegna che gli animali devono essere trattati

con gentilezza e che si tratta di una cosa di grande importanza.

Bahá'u'lláh considera la gentilezza verso gli animali una di

quelle virtù che devono essere acquisite da chiunque cerchi Dio.

In altre parole, il progresso spirituale richiede che si amino e

si rispettino tutte le creature, umane o di qualunque altra specie.

Tutto nella creazione, è correlato e la presa di coscienza

dell'unicità di ogni forma di vita è fondamentale nella visione

Bahá'í. `Abdu'l-bahá, il figlio di Bahá'u'lláh disse:

"A meno che tu non debba, non calpestare il serpente nella polvere,

quanto meno evita di ferire un uomo.

E se puoi non spaventare nemmeno una formica,

tanto meno fai del male a tuo fratello."

La necessità che l'uomo cambi il suo atteggiamento verso gli animali,

difficilmente potrebbe essere espresso in maniera più forte di quanto non sia negli scritti Bahá'í:

"Si deve essere molto gentili con gli animali benedetti,

tanto più gentili, tanto meglio. Tenerezza e bontà sono principi

basilari del celeste regno di Dio. Dovete tenerlo bene a mente".

Confrontate questo modello con il modo in cui gli animali

vivi vengono trasferiti in condizioni inumane sul luogo

in cui saranno uccisi, o in gabbie dai paesi tropicali nei nostri negozi;

catturati o cacciati per diletto; usati in laboratorio per

sperimentare medicinali o cosmetici;

allevati per poi usarne le pellicce,

come simboli di un raggiunto stato sociale.

.........

 

 

...

 
 
 

2 STADIO DEGLI ANIMALI

Post n°95 pubblicato il 12 Dicembre 2011 da francescamari30

Le scritture Bahá'í dividono il mondo della creazione in 4 specie:

minerale, vegetale, animale, umana

in base alle rispettive qualità inerenti:

"Prima la minerale, cioè materia o sostanza che appare

in varie forme di composizione. Seconda, la vegetale,

che possiede la qualità del minerale e in più la facoltà di

aumentare o crescere, indicando con ciò

un grado più elevato e di maggiore specializzazione del minerale.

Terza, l'animale, che oltre agli attributi del minerale e

del vegetale possiede la facoltà della percezione dei sensi.

Quarta, l'umana, l'organismo più specializzato della creazione visibile,

che include le qualità del minerale, del vegetale e

dell'animale ed ha in più una dote ideale completamente

assente nelle specie inferiori, il potere di investigare

nei misteri dei fenomeni esteriori".

......

Questo potere di investigazione conferisce all'uomo, entro certi limiti, il controllo della natura. Infatti l'uomo ha la capacità di costruire e di distruggere. Può essere cortese e gentile oppure crudele ed egoista. L'uomo ha perciò una responsabilità nei confronti del resto della natura che, ci si aspetta, egli usi con saggezza e considerazione. Poiché gli animali non hanno questa capacità, non hanno neanche questa responsabilità. L'uomo perciò possiede degli aspetti della vita che gli animali non hanno:

"Proprio come l'animale è più nobile del vegetale e del minerale, così l'uomo è superiore all'animale. L'animale è privo di idealità; vale a dire è prigioniero del mondo della natura e non è in contatto con ciò che è all'interno e al di la di essa; è senza sentimenti spirituali, privo dei richiami della coscienza, inconsapevole del mondo di Dio e incapace di deviare dalle leggi naturali. Per l'uomo è differente. L'uomo è in possesso delle emanazioni della coscienza; ha percezione, ideali ed è capace di scoprire i misteri dell'universo."

 
 
 

3 CAPACITA' DEGLI ANIMALI

Post n°94 pubblicato il 12 Dicembre 2011 da francescamari30

Mentre gli animali non posseggono il potenziale umano

per svilupparsi spiritualmente o per distruggere scientemente,

come l'uomo hanno i sensi - a volte più acuti di quelli dell'uomo come,

per esempio, l'udito del cane o la vista di un uccello da preda;

hanno emozioni, quali l'amore o il timore e spesso

sviluppano forti legami sociali:

"...riferendoci ai suoi sensi esterni, quali l'udito, la vista,

il gusto, l'odorato e il tatto, come anche ad alcune facoltà interiori,

quali la memoria, l'animale è più riccamente dotato dell'uomo."

"Si consideri infatti la facoltà della memoria: se si porta

un colombo in regioni lontane e lo si lascia libero,

lo si vede ritornare perché ricorda la via percorsa.

Conducete un cane da qui al centro dell'Asia e lasciato libero,

esso ritornerà senza smarrirsi. Altrettanto vale per le altre facoltà."

"Il regno animale... possiede le qualità del minerale e del vegetale,

più i cinque sensi di percezione che mancano ai due regni inferiori.

Anche la facoltà della memoria inerente all'animale non esiste nei regni inferiori."

"Osservate come l'animale bruchi nei campi dove si trovano

centomila generi di erbe e di essenze e come,

con il senso dell'odorato annusi gli odori delle piante e

le assaggi col senso del gusto e poi mangi quell'erba

che risulti gradevole a quei sensi e che ne tragga beneficio.

Se non fosse per questa capacità di scelta,

gli animali morirebbero in un solo giorno;

poiché esistono moltissime piante velenose e gli animali

non sanno nulla di farmacopea.

Eppure guardate quale attendibile scala di misura essi hanno,

per mezzo della quale possono distinguere

ciò che è buono da ciò che nuoce."

...

 
 
 

4 GLI ANIMALI COME CIBO

Post n°93 pubblicato il 12 Dicembre 2011 da francescamari30

In alcune società più industrializzate l'agricoltura

è diventato un grosso affare, con lo scopo di rifornire

il mercato con la massima efficienza e il massimo profitto.

Gli animali sono parte della produzione;

fattorie organizzate come fabbriche costituiscono la norma.

Polli e tacchini, non vedono mai la luce del giorno,

sono ingrassati artificialmente per il mercato,

le uova sono prodotte in costruzioni in cui le galline

stanno in minuscole gabbie con pavimento reticolato,

dove è impedito ogni movimento naturale.

Gli animali sono trasportati stretti in autocarri,

talvolta a tre piani e viaggiano ore e ore senza cibo ne acqua.

Queste pratiche sono l'opposto degli insegnamenti

Bahá'í sul trattamento degli animali.

Gli scritti Bahá'í spiegano chiaramente che tenere gli

animali per cibarsene non è strettamente necessario:

"Col progresso dell'umanità, la carne sarà usata sempre meno,

poiché i denti dell'uomo non sono da carnivori.

Per esempio il leone è dotato di denti predisposti per

masticare la carne e, senza di essa muore di fame.

Il leone non può brucare l'erba; i suoi denti sono di forma diversa.

Il suo sistema digerente e tale che non può nutrirsi se non

attraverso la carne. L'aquila ha un becco adunco, in cui la

parte inferiore è più corta di quella superiore.

Non può beccare granaglie, non può pascolare,

perciò è costretta a prendere la carne.

Gli animali domestici hanno denti da erbivori,

fatti per tagliare l'erba che è il loro nutrimento.

Nell'uomo i molari sono fatto per triturare i cereali.

I denti anteriori, gli incisivi, sono adatti alla frutta, ecc.

E' perciò chiaro che, secondo gli strumenti di cui è dotato

per mangiare, il cibo per l'uomo sono i cereali non la carne.

Quando l'umanità sarà maggiormente sviluppata,

cesserà l'abitudine di mangiare carne."

"Il cibo del futuro sarà frutta e cereali.

Verrà un tempo in cui non si mangerà più carne.

Il nostro cibo naturale e quello che cresce dalla terra.

La gente svilupperà gradualmente il proprio intelletto

fino ad accogliere la condizione di questo cibo naturale."

...

 
 
 

5 RESPONSABILIT┴ DELL'UOMO PER GLI ANIMALI

Post n°92 pubblicato il 12 Dicembre 2011 da francescamari30

"..non è solo il prossimo che gli amati di Dio devono trattare con

misericordia e compassione, non devono mostrare massima

gentilezza verso ogni creatura vivente. E' infatti sotto ogni

aspetto materiale e là dov'è implicato lo spirito animale,

animali e uomini condividono le stesse sensazioni...

La sensibilità è identica, sia che facciate soffrire un uomo

o una bestia: non v'è alcuna differenza in questo.

E in effetti è peggio far soffrire un animale, perché l'uomo ha la parola,

può protestare, gridare, e gemere; leso, può ricorrere alle

autorità che lo proteggeranno dal suo aggressore.

Ma la sventurata bestia è muta, incapace di esprimere la propria

sofferenza o di deferire il proprio caso a un autorità ...

Perciò è importantissimo che mostriate la massima

considerazione verso gli animali e che siate con essi

ancora più gentili che con il prossimo."

"Abituate i vostri figli sin dai primissimi giorni a essere

oltremodo teneri e amorevoli con gli animali.

Se l'animale è ammalato, cerchino i fanciulli di guarirlo;

se è affamato lo nutrano; se è assetato ne plachino la sete;

se è stanco provvedano al suo riposo."

Se i nostri bambini saranno allevati in questa maniera,

la crudeltà verso gli animali finirà.

...


 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: francescamari30
Data di creazione: 06/12/2011
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: francescamari30
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
EtÓ: 39
Prov: PG
 

 

CHI PUĎ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

...

 

DAMON

 

ULTIME VISITE AL BLOG

c.valentinidamaere1966irenepalermo68lily_rose_goldingxenix1violino63brave.heartsmassimiliano650loriarturcrjsstortillotriscaterina.gallorisally.raiolapk0dolcecat4
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

...

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

I MIEI LINK PREFERITI

...

 

Non ti auguro un dono qualsiasi,

ti auguro soltanto quello

che i più non hanno.

Ti auguro tempo,per divertirti e per ridere;

se lo impiegherai bene,

potrai ricavarne qualcosa.

Ti auguro tempo,

per il tuo fare e il tuo pensare,

non solo per te stesso,

ma anche per donarlo agli altri.

Ti auguro tempo,

non per affrettarti e correre,

ma tempo per essere contento.

Ti auguro tempo,

non soltanto per trascorrerlo,

ti auguro tempo perchè te ne resti:

tempo per stupirti e tempo per fidarti e

non soltanto per guardarlo sull'orologio.

Ti auguro tempo per toccare le stelle e

tempo per crescere,per maturare.

Ti auguro tempo,

per sperare nuovamente e per amare.

Non ha più senso rimandare.

Ti auguro tempo per trovare te stesso,

per vivere ogni tuo giorno,

ogni tua ora come un dono.

Ti auguro tempo anche per perdonare.

Ti auguro di avere tempo,

tempo per la vita...  

 

Damon

 

...

 

Damon

 

...

 

...

 

...