Ultimi commenti

 

I miei Blog Amici

Citazioni nei Blog Amici: 5
 

Ultime visite al Blog

PiantaGrane.69lorco0cavecanem000smoothfoxterrierprofilo_verok_a_r_m_alancilrottoDeneirdisilluso70escapefromthepassionshangri.laIncrocioDiEmozionifinemaggiobybenny2009robby1265
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Area personale

 
Creato da: memoriedia_g il 11/02/2008
Un modo semplice per formarsi un'opinione non teleguidata

 

 
« Cose che dimentico

Era gia' tutto previsto

Post n°3 pubblicato il 03 Gennaio 2009 da memoriedia_g

Gli ultimi dati sui conti dello Stato e il crollo dell'avanzo primario confermano purtroppo che anche il terzo governo Berlusconi ha effetti disastrosi sull'economia del paese come i precedenti. Sara' sfortuna o colpa della crisi, o le cavallette.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/DatiNumerici/trackback.php?msg=6229160

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
zac.giorgio.epilessi
zac.giorgio.epilessi il 20/04/09 alle 16:53 via WEB
Ciao Donna intelligente, premetto che io sono di sinistra, però mi piace la matematica e guarda guarda sono anche capace di leggere un grafico, tipo quello che hai esposto, partirò da lontano io l'anno scorso al mese di Giugno sono andato in ferie nella costa occidentale degli S.U. e combinazione come guida avevamo un ex giornalista che parlava correntemente la nostra lingua, lui fin di allora ci informò che la crisi che allora stava attanagliando l'America sarebbe a breve arrivata in Italia, perchè i Suprimes non erano una cosa circoscritta ma era un'affare globale del mondo capitalista, dunque se io al mese di Giugno durante un viaggio in America sono venuto a conoscenza che stavamo entrando in una fortissima crisi economica che poi qua ha raggiunto l'apice al mese di Ottobre, a me sembra sinceramente che ci sia qualcosa che non va, non riesco a capire cosa ma senzaltro è inefficienza da parte di qualcuno, poi sul governo attuale avrei parecchie cose da recriminare ad esempio avrei fatto di più per i ceti più poveri, togliendo a quelli che guadagnano oltre i 100.000,00 Euro mi sembra una proposta ragionevole e mettere una supertassa sui giocatori di calcio A/B e sulle trasmissioni televisive e conduttori intanto più che stupidaggini non fanno vedere di conseguenza facciamogli pagare una supertassa sull' ingaggio, poi toglierei quelle accise demenziali sulla benzina di 70 anni fa (guerra sull'abissinia, terremoto del belice ecc.) che paghiamo ancora adesso, per ora ho finito un saluto Giorgio.
(Rispondi)
 
lospermatozoo
lospermatozoo il 22/07/09 alle 12:20 via WEB
il problema dell'Italia e' il debito pubblico elevato e questa in gergo economico e' cattiva amministrazione decennale dei vari governi che si sono succeduti
(Rispondi)
 
waltzinblack
waltzinblack il 16/09/10 alle 09:24 via WEB
mah... sicuramente sarà colpa delle cavallette :)))
(Rispondi)
 
ninograg1
ninograg1 il 05/06/14 alle 21:54 via WEB
un saluto
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

 

 

(presunti) pregi e difetti del presente blog


Difetto:

i parametri oggetto dell'indagine sono solo due, per motivi di brevita' e per poterli contenere in un unico grafico leggibile. Ho scelto deficit/PIL e avanzo primario, perche' considerati dagli economisti fra i piu' significativi, per giudicare lo stato di salute della finanza pubblica. Ovviamente ne esistono tanti altri ugualmente utili (inflazione, debito pubblico, ricchezza media etc etc.). Come molti sapranno, il deficit/PIL e' un parametro che il governo deve cercare di tenere piu' basso possibile, mentre l'avanzo primario rappresenta quanto c'e' nelle casse dello Stato e occorrerebbe tenerlo piu' alto possibile (se si approssima allo zero, e' davvero bruttissimo segno...)

Pregio:

Il blog si basa su pochi semplici dati numerici di dominio pubblico (nel senso che sono ufficialmente pubblicati, non nel senso che sono diffusi con facilita'). Non si tratta quindi di opinioni, o di stime, o di previsioni, bensi' di dati di bilancio pubblici a consuntivo.