Creato da romanodavide il 02/03/2006
Collaboratore de La Repubblica. Per contattarmi: 366-3701812

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

simone111181raf.camposluigi.cajanivincenzo.licalzif.dovettoomar2100deficitspendingiocomplicata_e_amaraSky_Eagleromanodavidehopelove10grazia.rosellihaldir72fambienm.a.r.y.s.e
 

Ultimi commenti

 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« La cultura antidoto dell...Speriamo che i turisti s... »

Perchè sto dalla parte dei Rom

Post n°55 pubblicato il 16 Luglio 2007 da romanodavide

Ho sempre difeso i Rom – da questo giornale (La Repubblica NdR) come nelle discussioni pubbliche - dagli attacchi razzisti cui spesso sono stati sottoposti. A volte mi sono sentito accusare di “stare dalla parte dei Rom”, come se fosse una colpa e non un merito stare dalla parte dei più emarginati. Tutto questo perché ho cercato di trattare la questione dei nomadi con equilibrio, cercando di distinguere tra ladri e onesti. Ma quando si parla di nomadi purtroppo, a volte anche le persone all’apparenza più ragionevoli perdono la calma, e tendono all’equazione “Rom uguale criminali”.
Stare dalla parte degli zingari però, vuol dire stare anche dalla parte di chi vuole risolvere davvero i problemi:
con Don Colmegna e il suo coraggioso Patto di Legalità quindi, efficace strada per l’integrazione dei Rom nella nostra società. Un Patto di successo, che non prevede legislazioni “speciali” di alcun tipo, ma un dialogo e una convivenza basati non solo sul buonismo dei diritti, ma anche su precisi doveri.
Il nomade tredicenne arrestato per sedici volte - e altrettante volte scarcerato sempre in poche ore - pone un altro grosso problema. Sono infatti troppi i bambini dai 9 ai 14 anni che si dedicano alla criminalità. Mi pare purtroppo inutile, con la legislazione vigente, continuare a “giocare a guardie e ladri” con questi bambini per mandarli in prigioni con le ruote girevoli. Non si risolve certo così la questione. Anzi, diventa un incentivo per gli adulti ad usarli come manovalanza criminale. Un meccanismo dannoso non solo per i borseggiati, ma per gli stessi bambini, che invece di andare a scuola si ritrovano “educati” all’illegalità nelle strade. Per il bene di una minoranza come quella Rom - che di tutto ha bisogno tranne che di far crescere le giovani generazioni nel crimine – c’è bisogno di regole che facciano uscire i bambini da questo circolo vizioso. Nuove leggi che li tirino subito e definitivamente via dalle strade, prima che la situazione degeneri e si arrivi a provvedimenti eccessivamente repressivi perché dettati dall’emozione.
In attesa di queste norme, mi pare doveroso intanto cercare di concentrare l’attenzione nel colpire i mandanti di questi crimini: i genitori (che lasciano i figli delinquere) e gli adulti che solitamente stanno dietro a queste baby gang. Di fronte all’utilizzo dei minori a fini criminali abbiamo delle leggi più che soddisfacenti. Gli articoli 111 e 112 del Codice Penale parlano chiaro:(…) Se chi ha determinato altri a commettere il reato ne è il genitore esercente la potestà, la pena è aumentata fino alla metà (…)”.  Oppure: “(…)  La pena è aumentata fino alla metà per chi si è avvalso di persona non imputabile o non punibile (…).”
Applichiamo intanto la legge vigente sugli adulti insomma, con tutte le aggravanti del caso. Senza sconti o giustificazioni “sociologiche”. Per stare veramente “dalla parte dei Rom” infatti, non bisogna difenderli anche quando commettono reati: farlo, non vuol dire stare dalla loro parte, ma da quella dei criminali.

Davide Romano

Pubblicato su La Repubblica - Milano del 13 luglio 2007

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/DavideRomano/trackback.php?msg=2993970

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Paolox73
Paolox73 il 20/07/07 alle 17:50 via WEB
W Castro e abbasso i Rom!
(Rispondi)
 
 
romanodavide
romanodavide il 25/07/07 alle 10:00 via WEB
Meglio Rom che Chavez
(Rispondi)
 
Paolox73
Paolox73 il 06/09/07 alle 15:30 via WEB
Così mi piaci un po' di più; preferisci i Rom a Chavez ma non a Castro ;-)
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.