Creato da: Destino333 il 24/08/2007
Visioni di un destrorso

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

Ultime visite al Blog

simona.moretti1986biziettino0moroni.erikabotti98Destino333luciosolegiudittadomenicateruzzi.lfrancibella65MatisseMatisseelfricarla_piovesanglibralatobrunoeffe64palu2005
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 
« Identità.Terra promessa!! »

Bugie e videotape

Post n°14 pubblicato il 14 Novembre 2007 da Destino333
 

Ieri sera guardando Ballarò, l'Onorevole Letta ha fatto questa dichiarazione ( cito a memoria ): " questo governo si è dato da fare per la lotta contro l'evasione ed il nostro obiettivo è fare pagare le tasse a tutti. Perchè solo se le tasse le pagano tutti si possono ridurre, altrimenti è utopistico pensare ad una riduzione e aggiungo che ci sono categorie che le pagano e categorie che evadono, visto che i lavoratori dipendenti le trattenute le hanno a monte, tutti gli altri chi più e chi meno evade". Aveva già dichiarato a suo tempo il Ministro Padoa Schioppa: "Ci sono 7 punti di Pil di mancate entrate per l’erario: oltre 100 miliardi, cioè il 15-20% di tutte le entrate fiscali raccolte. (..)"
* Quello dell’evasione, è un male che riguarda tutto il Paese, da nord a sud, senza distinzione (..) " Bene, bravi, complimenti per perfetta analisi economico-sociale. Ma qualcosa mi stona in questa sinfonia di alti ideali, in questa sonata pro salariati.

 Mi sembra demagogico sostenere che il gettito evaso possa venire totalmente recuperato, è solo un modo (nemmeno poi tanto furbo) per dire che la riduzione della pressione fiscale non si farà mai; a meno di credere che l'On. Visco abbia in tasca la verità suprema in fatto di finanza, visto che i Paesi più virtuosi si fermano a un rapporto evasione/Pil dell' 8,8% ,Svizzera e Stati Uniti ( fonte Worldbank), dove se evadi le tasse vai dritto sparato in galera.

Altra dichiarazione del buon Padoa Schioppa: "l'evasione è un male che riguarda tutto il Paese, da nord a sud, senza distinzione".Parliamo di cifre, basterebbe che Schioppa consultasse i dati del suo Ministero, ad esempio quelli relativi all'evasione dell'Irap da parte delle aziende. In particolare, l'evasione dell'Irap in Lombardia (13,04%), Emilia (22,05%) Veneto (22,26%) è un po' diversa da quelle di Campania (60.5%), Puglia (54.4%) o Calabria (93,9,%!!!!). Nonostante le Regioni del Nord possano contare su meno industrie statali o parastatali, che verosimilmente dovrebbero abbassare la media dell'evasione. Questi dati , ripeto di fonte ministeriale, dimostrano al di là di ogni dubbio che l'evasione non è generalizzata dal nord al sud, anzi, ma è indegno di un ministro fare certe affermazioni, che oltre a fomentare l'odio tra le caregorie dei lavoratori, sono palesemente false.Questo implica che vessare gli artigiani ed i piccoli imprenditori del Nord, come il governo sta facendo, è economicamente ingiustificato e socialmente ingiusto. Si tratta evidentemente di una scelta politica, voluta dalla sinistra estrema, che se poi và a punire anche le regioni che votano per l'opposizione tanto meglio!!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Destrorso/trackback.php?msg=3586561

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Zeppelin_III
Zeppelin_III il 14/11/07 alle 21:18 via WEB
I dati che tu riporti con assoluta precisione, non fanno altro che dimostrare che l' Italia si mantiene e sopravvive grazie solo ed unicamente alla evasione e/o alla elusione, altrimenti non si spiegherebbe come mai l'economia tira infatti se analizzi i tuoi dati ti renderai conto che la moneta gira e se gira la moneta, l'economia va. Per quanto riguarda il debito pubblico quello è destinato ad aumentare, non per effetto dell'evasione e/o elusione ma per il semplice fatto che c'è una economia ufficiale che gira su se stessa (e paga gli interessi bancari) ed è a mio avviso la parte di economia che riguarda essenzialmente quella pletora di nullafacenti ai quali fa riferimento anche Ichino, il quale non può spiegarsi più chiaramente di quanto di già non faccia. Quella pletora di nullafacenti sono: 1) I milioni di sindacalisti che esitono perchè imposti dallo statuto dei lavoratori. Infatti lo statuto quando nacque ha portato con sè un errore matematico sulla conta dei sindacalisti riconosciuti tali. Con il tempo trascorso, questo diritto è diventato un abuso enorme riconosciuto dagli stessi sindacalisti, quindi nelle aziende statali, para statali ed affini, il numero dei sindacalisti è abnorme, mentre nelle aziende private e nelle catene delle grandi distribuzioni i sindacati sono completamente assenti se non in alcune vecchie realtà ex-standa oppure ex-upim, ma sono mosche bianche. I sindacalisti in sovrannumero, ma legalmente riconosciuti dallo Statuto sono circa 1 milione e 800mila Questi si chiamano debito pubblico E UNO !! In tutti gli enti pubblici, Comuni, province, Regioni, ci sono altri nullafacenti che potremmo definire di supporto ai sindacalisti di cui sopra il cui totale è di circa un altro 1 milione e 500mila. Questi si chiamano debito pubblico E DUE !! Tutti quelli che sfruttano le ONLUS in Italia sono quasi 4milioni, di questi, circa 2milioni praticamente imbrogliano lo Stato senza portare alcun beneficio (gli altri qualcosa la fanno, ma sono proprio pochini). Questi si chiamano debito pubblico E TRE !!! I patronati danno da fare ad altri circa 800mila persone, tutte queste persone sono un doppione degli impiegati INPS, in pratica lavorano come in un sommergibile (passami la pratica.......passami la pratica.....passami la pratica....... eccoti la pratica..........eccoti la pratica..........eccoti la pratica..........) Questi si chiamano debito pubblico E QUATTRO !!! Queste sono le perdite mestruali dello stato italiano quando son regolari figurati in caso di monopausa come quella attuale.
(Rispondi)
 
 
Destino333
Destino333 il 15/11/07 alle 13:17 via WEB
Beh un altro dato che ho omesso di citare, è che circa il 42% delle entrate fiscali, fonte del ministero delle finanze, se ne và solo per gli stipendi degli statali. Questo ovviamente è un male vecchio. Esiste secondo te una possibilità che questo governo faccia qualcosa? Oppure il prossimo?
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.