Un blog creato da dialogoalbuio il 05/02/2015

Dialogo al buio

Scrivendo con una perfetta sconosciuta

 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 

I MIEI BLOG AMICI

 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« (3) Un universo da disegnare(7) Di Terra e di Fuoco »

(5) Alla ricerca del presente che sfugge

Post n°5 pubblicato il 05 Febbraio 2015 da dialogoalbuio


Non so come chiamarti.
Non ho nome.
Vuoi sapere il mio?
No, no, stai zitta, non dire niente: io non voglio sapere come ti chiami.
Tu non hai nome e io nemmeno: nessun nome.
Qua dentro non ci sono nomi, non esistono nomi, capito?    


(ULTIMO TANGO A PARIGI)

 

Mia sconosciuta Bambola Assassina,
                                                            dovrà sempre ricordare, se con me vuole corrispondere adeguatamente, che chi Le scrive non è affatto un generoso angelo, ma piuttosto un subdolo diavolo corruttore. Dovrà guardare a me sempre come ad un pericolo, oltre che come ad un confidente. In passato ho amato condurre ingenue fanciulle nei loro intricati inferni. Ho amato corrompere e traviare. Sverginare corpi e menti.  Ho fatto le più turpi azioni con la freddezza di uno spietato assassino. Ma non sono affatto qui per farmene vanto. Io sono qui alla ricerca di un presente che mi sfugge.
Vede. Deve sapere che io ho scritto libri. Girato film. Conosciuto e amato decine e decine di bellissime donne. Ho viaggiato il mondo. E ho amato vivere le situazioni più strane, spesso ferendomi. Addirittura qualcuno arrivò a definirmi un Serial Killer. Me ne compiacqui. E feci mia questa definizione, poiché essa mi dava forza. Essa era in grado da sola di gonfiare a dismisura la mia eccitazione.
Vede. Io ho avuto modo di riflettere in questo ultimo periodo. E sono arrivato a questa conclusione :"Io non sono ciò che ho scritto. Io non sono i film che ho girato. Io non sono le donne che ho sedotto e posseduto. Io non sono i posti che ho visitato, e le avventure che ho vissuto."
Se le chiedo di donarmi la sua intimità, se le domando un rapporto folle, se le domando di aprirmi le porte della sua anima come mai ha fatto, è perché sto cercando un nuovo me stesso attraverso di lei. Ho guardato a me, attraverso ciò che sono stato. E' stata una fuga dalla vita, un inganno a me stesso. Lei mi aiuterà, perché parlando con Lei, parlerò anche a me stesso. E mi potrò leggere come davanti ad uno specchio. Desidero non portare il peso del passato. Desidero con Lei sgravarmi pure dell'aspettativa di un futuro. Lei non sarà l'ennesimo scalpo pubico rubato, e appeso alla parete della mia memoria di Serial Killer. Lei sarà per me uno specchio. E io altrettanto desidero esserlo per Lei. Desidero che si spogli. Completamente. E che mi parli sempre nuda. Desidero che mi affidi la sua vena di follia. Desidero che lei si metta in gioco completamente, così come intendo farlo io.
Non le chiedo il suo volto. Ma le chiedo cortesemente di non indossare una maschera. Si presenti piuttosto a me sempre alla ricerca di sé stessa. E se lei non mi dà tutta la sé stessa di cui è alla ricerca, le tornerà indietro soltanto una maschera.
Si metta in gioco sempre con me, fino in profondità. Si spogli dei paramenti che coprono la sua nudità.

Ho visto anche io quel film da poco, e trovo strano che l'abbia emozionata. Il film è veramente geniale.E' un piccolo capolavoro di scenografia e di sceneggiatura. Personaggi immortali. L'ho ammirato estasiato, ma non mi ha emozionato quasi per nulla.
Personalmente capisco che un film mi colpisca e che in qualche modo mi emozioni soprattutto quando nei giorni successivi penso più volte a cose viste in quel film. Da questo punto di vista potrei dire che gli ultimi film che mi hanno emozionato sono stati "HER" e "INTERSTELLAR".
Sul mio comodino c'è "Psicomagia" di Jodorowsky. Non so se conosce il personaggio. Le confesso che, da Diavolo quale sono, in passato ho frequentato molte streghe, di diversa natura, che mi hanno portato anche mentalmente a percorrere strane letture. Magari, quando avrò meglio adocchiato la sua natura, saprò pure consigliarle qualcosa. Ma non di mio. Io voglio sfuggire a ciò che in passato ho scritto, per poter scrivere qualcosa di vivo.

Non abbia mai fretta di ricevere una mia risposta. A volte sono impegnato. E così sarà per me.
Ma, a meno di problemi, non dovremo far passare più di 3 giorni senza farci sentire.
Ho una raccomandazione: sappia essere sconosciuta. Sempre.
Allo stesso tempo mi dia tutta l'intimità che riserva solo a sé stessa.

Mi dica l'ultimo pensiero vigile che lei ha avuto ieri notte.
Mi confessi dell'ultima volta che ha pianto.
E mi racconti la cosa più crudele che ricorda di avere fatto in vita sua.

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/DialogoAlBuio/trackback.php?msg=13104720

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Nessun commento
 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ioperfezionistail_ramo_rubatoSky_Eaglecloneselvaggiovivi64vtshantjecassetta2lubopolumil_0christie_malrydialogoalbuiocall.me.Ishmaelstreet.hassleghionnamarcoMarquisDeLaPhoenix
 
 
 
 
 
 
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom