**TEST**

Disabile sto cazzo

E' il mondo che ti rende disabile anche se non vorresti esserlo

 

DA SEDUTO PER ARRIVARE ALLA TESTA DELLE PERSONE

...da sei mesi seduto in carrozzina...non importa come, non importa perchè...la cosa importante è la voglia di tornare a vivere... ma c'è un mondo lì fuori che ti mette il bastone tra le ruote... che ti costringe ad essere disabile anche se uno non si sente tale. La società è così attenta a non ferire il mio ego, non vuole chiamarmi DISABILE o HANDICCAPATO o PORTATORE DI HANDICAP....allora mi chiama DIVERSAMENTE ABILE.

Sinceramente non sono così suscettibile e non me ne frega niente di come vuole chiamarmi il mondo... vorrei prima di tutto che il mondo capisse che sono e che siamo ABILI a fare parecchie cose...e non sono poche...e che basterebbe davvero uno piccolo sforzo per renderci la vita più facile.

Questo blog non nasce da vittiimismo...esattamente il contrario...l'idea è quella di raccontare, possibilmente in modo simpatico, situazioni, vicissitudini, ostacoli che sono all'ordine del giorno...Sono stato dimesso solo da qualche settimana dall'ospedale..ma già ce ne sarebbero da raccontare...e quindi buona lettura...

Nessun tentativo di denuncia o battaglie contro i mulini a vento...ma se può servire a suscitare un po' di sensibilità su questi temi...beh.... ben venga...lo dice uno che fino a sei mesi fa viveva in un soppalco con una splendia scala a chiocciola...e non ci pensava per niente... a STI CAZZO DI DISABILI...

 
 

ASCOLTARE E CREDERE...

                                           

 

EVERYBODY HURTS...(R.E.M.)

Everybody hurts (R.E.M.)

When the day is long and the night, the night is yours alone,
When youre sure youve had enough of this life, well hang on.
Dont let yourself go, everybody cries and everybody hurts sometimes.

Sometimes everything is wrong. now its time to sing along.
When your day is night alone, (hold on, hold on)
If you feel like letting go, (hold on)
When you think youve had too much of this life, well hang on.

Everybody hurts. take comfort in your friends.
Everybody hurts. dont throw your hand. oh, no. dont throw your hand.
If you feel like youre alone, no, no, no, you are not alone

If youre on your own in this life, the days and nights are long,
When you think youve had too much of this life to hang on.

Well, everybody hurts sometimes,
Everybody cries. and everybody hurts sometimes.
And everybody hurts sometimes. so, hold on, hold on.
Hold on, hold on. hold on, hold on. hold on, hold on. (repeat & fade)
(everybody hurts. you are not alone.)


Quando il giorno è lungo e la notte
La notte è tutta tua
Quando sei sicuro di averne avuto abbastanza
Di questa vita, beh, stringi i denti
Non lasciarti andare
Tutti piangono
E tutti stanno male a volte

A volte è tutto sbagliato
Adesso è il momento di cantare insieme
Quando il tuo giorno è solo notte, tieni duro, tieni duro
Se ti sembra di star mollando, tieni duro
Quando pensi di averne avuto abbastanza
Di questa vita, beh, stringi i denti

Tutti stanno male
Approfitta dei tuoi amici
Tutti stanno male
Non mollare la presa, oh no
Non mollare la presa
Se ti senti come se fossi solo
No, no, no, non sei solo

Se te la cavi da solo in questa vita
I giorni e le notti sono lunghe
Quando sei sicuro di averne avuto abbastanza
Di questa vita per stringere i denti

Beh, tutti stanno male a volte
Tutti piangono
E tutti stanno male a volte
Quindi tieni duro, tieni duro
Tieni duro, tieni duro
Tutti stanno male
Non sei da solo

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 26
 

ULTIME VISITE AL BLOG

bimbayokowalsabbamoji79diletta.castellicgennaristellapikluciaciccaresela.vegetarianaGTOnizuka22pantera1971vperla_di_mare79iannaconematteoamomiIndependence_Day2011Ciko27
 

ULTIMI COMMENTI

Ho letto molto volentieri questo post. Complimenti da...
Inviato da: diletta.castelli
il 11/10/2016 alle 15:44
 
Un sorriso...
Inviato da: la.vegetariana
il 02/03/2016 alle 18:44
 
Tirati su con un po' di musica. Abbattersi è la cosa...
Inviato da: Lorena
il 03/12/2014 alle 15:49
 
Raga, cosa ne dite di questo servizio. Secondo me è...
Inviato da: Lorena
il 02/12/2014 alle 19:40
 
Aiuto per i disabili anche in questo modo. E' poco ma...
Inviato da: giammaffa
il 26/11/2014 alle 14:57
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

« Si comincia dagli Ospedali...La patente "speciale"... »

E poi la visita per l'invalidità...

Post n°3 pubblicato il 24 Ottobre 2007 da moji79

L'11 settembre è stato un gran giorno per me...dopo 5 mesi dall'incidente che mi ha messo in carrozzina sarei stato finalmente dichiarato invalido... E io non vedevo l'ora sul serio! Non è un cavolata ironica..!!
Il giorno prima avevo dato un acconto per la mia macchina nuova (con il cambio automatico e da adattare con i comandi al volante)... Ero felice perche ne avevo trovato una in pronta consegna che mi piaceva...questo mi permetteva di risparmiare un sacco di tempo...la macchina significava un passo importante verso l'autonomia...poter uscire da solo...quando ne ho voglia...e sopratutto poter tornare al lavoro...che non è una frase fatta ... ma gratifica l'uomo. Per firmare il contratto definitivo mi mancava solo un attestato della mia condizione di invalidità che mi permettesse di usufruire delle agevolazioni fiscali che mi spettano.

La visita della commissione arrivava quindi proprio al momento giusto...a dire il vero sarebbe stata chissà quando ma implorando l'USSL di accorciare i tempi (5 mesi sembra impossibile ma significa accorciare i tempi!!!) adesso mi trovavo lì fuori dalla porta ad aspettare il mio turno pensando alla mia macchina...alla vita che riprende...alla dimissione dall'ospedale prevista per la settimana successiva...

"M.L. tocca a lei"...mi chiamano...entro...ci sono sei persone...un po' troppe ho pensato io per capire che sono invalido...vabbè paga lo stato...cioè noi con le tasse...

La cosa forte che tra i medici in commissione c'era il medico della squadra di calcio per cui giocavo quando era più giovane...una volta mi sistemava le caviglie, adesso doveva certificare che non muovo manco gli addominali...che strana la vita!

Vabbè ritornando alla visita...sostanzialmente consiste in qualche domanda anche stupida a dire il vero...tipo la domanda di una signora (non so quale fosse il suo ruolo) che mi chiede se ho cominciato a mettermi in piedi...io ci scherzo sulla mia condizione...non è un problema...ma se una domanda del genere mi viene fatta da un membro di una commissione medica con sotto il naso la mia cartella clinica...beh mi girano un po' le balle....

Ma non importa...io voglio il mio verbale...voglio pagare la mia macchina...tornare ad uscire...andare a lavorare...tornare a vivere...Allora chiedo quando posso avere la mia carta. La signora dalle domande intelligenti mi risponde che ci vorranno un paio di mesi per avere il verbale definitivo...perchè le carte devono passare per un'altra commissione di verifica..

UN PAIO DI MESI??? Non posso crederci..un paio di mesi per far prendere un altro po' di soldi ai membri di un altra commissione medica per fare prendere aria alle mie carte...

NO non è giusto...Cerco di spiegare che ho appena dato l'acconto per una macchina...che devo regolarizzare il contratto...che ho bisogno di questo benedetto certificato...che tra una settimana mi dimettono dall'ospedale...che ho bisogno della macchina per tornare a lavorare...per uscire...chiedo se è possibile avere qualcosa di provvisorio... Alcuni membri della commissione vedendomi così preoccupato della cosa si chiedono se posso lasciarmi due righe sostitutive del verbale finale ma la signora dalle domande intelligenti esclude che qualsiasi cosa del genere mi possa servire...dice che devo aspettare e basta.

Io avrei voluto alzarmi...sbattere la porta e andarmene...ma prima di farlo (anche perchè se mi alzavo veniva fuori un casino :) ) mi sono rivolto alla signora dalle domande intelligenti...

"SONO QUESTE LE COSE CHE CI COSTRINGONO AD ESSERE INVALIDI...ESSERE COSTRETTI A RESTARE CHIUSI IN CASA PER ASPETTARE UNA CARTA"

Adesso posso andarmene con il mio nervoso...anche se tornando al mi centro di riabilitazione il nervoso passa in fretta... là ci sono un sacco di ragazzi che non possono nemmeno pensare di guidarla una macchina... allora ritorno a sentirmi fortunato e stupido ad essermi innervosito...

Qualche settimana più tardi vengo a sapere che effettivamente potevano darmi qualcosa di provvisorio che mi avrebbe permesso di procedere con la mia macchina...spero che se non l'hanno fatto sia stato per incompetenza e non per prigrizia altrimenti sarebbe stata veramente una meschinità...

Adesso il mio verbale è arrivato...sto pensando di incorniciarlo a appenderlo assieme agli attestati di Laurea...del master...alla fine è stato molto più difficile da ottenere!!

Ah...la macchina...quella non me l'hanno ancora data...ma questa è un altra storia...un'altra di quelle storie da raccontare e da mettere nel libro dei "cattivi"...
Alla prox

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: moji79
Data di creazione: 18/10/2007