Creato da e_d_e_l_w_e_i_s_s il 16/06/2012

Random

Cose a Caso

 

« futuro con la effe maiuscola?se dici Italia... »

azzardi legalizzati

Post n°463 pubblicato il 23 Ottobre 2015 da e_d_e_l_w_e_i_s_s
 






























e pericolosi.
Una sorta di piaga sociale legalizzata come l’alcool e il fumo.

 

 

*SuperEnalotto bacia Napoli con una vincita
 con punti 5 da 92.844,62 euro registrata ieri sera presso il punto vendita  […]
SuperEnalotto annuncia in una nota che ora c'è la possibilità di vincere un nuovo jackpot
da 22.600.000 euro, disponibile per il prossimo concorso di domani.*
Il Mattino di Napoli




Bruno inizia 12 anni fa  per caso alle macchinette dei bar.
La prima giocata gli frutta tanti euro: 800. Lui ne aveva giocato solo uno. 
Il giorno dopo ne vince 600, poi 400.
Un secondo stipendio.
Si sente furbo e  fortunato.

Punta e perde, ripunta e riperde. Punterà 1000 euro in un giorno e altrettanti ne perderà.

Arrivano i debiti a cui non sa far fronte ma anche la magnanimità  delle fiduciarie che elargiscono denaro.
A non calare è solo la bramosia di puntare perché prima o dopo la fortuna deve sorridergli, si convince.
Un impulso irrefrenabile, una specie di droga da cui non riesci ad uscirne.
Racconti e ti racconti bugie prima di renderti conto che hai bisogno di aiuto, dice.


                                          <<<<<<<   >>>>>>>


Ciao, sono Stefano giocatore d’azzardo compulsivo………………..
Sono un membro dell’associazione giocatori anonimi da circa un anno……………………..

Perché mi trovo in questa associazione?

Ma sono veramente malato come sento dire?

Ma ho veramente toccato il fondo, come gli altri?

                    Ma soprattutto “DESIDERO VERAMENTE SMETTERE DI GIOCARE”?
                                                  tratto dal web.




Oggi, il Governo ridurrà da 22mila a 15mila i punti scommesse perché l’allarme sarebbe del tutto infondato.

E’ corretto pensare a un’ ipocrisia dello Stato che si sciacqua la coscienza di fronte al tema ludopatia togliendo 7mila esercizi a scopo di lucro, cioè si sgrava  di cospicui introiti, 

o

invece pensate che ognuno di noi sia libero di ammalarsi di qualsiasi malattia, anche della sindrome compulsiva da gioco?

 

 

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Edelweiss12/trackback.php?msg=13297799

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
hrc.rossano
hrc.rossano il 23/10/15 alle 19:49 via WEB
Ciao,lo stato nicchia perche' in fondo ha una grande convenienza che tutto questo continui.La malattia del gioco e'tremenda,a volte vedo certi vecchietti che mentre grattano i famosi "gratta e vinci" o similari,hanno uno sguardo un po' preoccupante...
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 24/10/15 alle 14:49 via WEB
già, ha convenienza. quanti interessi girano intorno ai dadi, alla roulette, ai gratta e vinci. penso per esempio alle ditte che producono le slot machine o a chi progetta il giochetto..a chi insomma su introiti ricavati dall'azzardo paga pure le tasse.
vedo anche giovani, donne, uomini. se lo Stato vende il cancro con le sigarette e la droga con il gratta e vinci, perchè dobbiamo essere così sciocchi da caderci nella trappola legalizzata?
 
giramondo595
giramondo595 il 23/10/15 alle 20:24 via WEB
smackkkkkkkkkkkkkkkkkkkkk, buona serata..E' davvero vergognoso che lo stato lucri sulle aspettative della gente, specie dei poveri pensionati
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 24/10/15 alle 14:54 via WEB
ma ciao Giramondo! :-)
sì, sono con te: è vergognoso. non solo per i pensionati, non solo per il lucro, non solo per i guadagni truffaldini. fa pena nel senso brutto del termine chi si lascia annientare, però...buon sabatoooooooo
 
woodenship
woodenship il 23/10/15 alle 21:44 via WEB
Credo che la notizia si commenti da sola,come pure il proibizionismo accanito e impenitente per altre materie, come se ci fossero dipendenze di serie A e di serie B......Forse ci sono solo dipendenze che fruttano se vietate, come quelle da droghe.Oppure quelle da alcool,da fumo o da gioco che è meglio tenrle legalizzate:rendono meglio ancora.........Un abbraccio di luna crescente.....W........
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 24/10/15 alle 15:00 via WEB
che dici,....W..., c'aggiungiamo anche la prostituzione? perchè anche quella è proibita: c'è e ci sarà, si consuma, ma di nascosto...e a legalizzarla forse renderebbe meno.
mi sono chiesta se nelle dipedenze A o B ci sia sempre un responsabile e mi sono risposta che sì c'è: è il destinatario...forse sbaglierò ma sento questo...un bel sabato, ciaooo :-)
 
diogene51
diogene51 il 23/10/15 alle 23:10 via WEB
Io ne sono immune, per cui non so. D'altra parte i soldi lo stato deve pur prenderli da qualche parte: preferite le tasse sulla casa, sulla benzina, sugli oggetti che comprate? Lo Stato non è un tiranno, è quell'associazione, di cui siamo parte anche noi, che apre gli ospedali, fornisce le medicine a costi talora ridotti (a seconda delle condizioni di ciascuno), fa le strade, organizza le scuole, salvaguarda (poco) il paesaggio e i beni culturali che il mondo ci invidia, salva i migranti in mare...certo, il gioco lucra sulla speranza, anche a me piacerebbe vincere qualche bella sommetta, per cui ogni tanto faccio qualche colonna di superenalotto, un gratta e vinci, ecc., se perdo - il che avviene regolarmente - mi dico: beh, potevo prendere un cappuccino al bar, che magari non fa neanche bene, perché le proteine del latte riscaldato sono indigeste e i cornetti hanno tutti quei grassi... Buona serata, Elena!
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 24/10/15 alle 15:08 via WEB
mi fa molto piacere tu, Renato, ne sia immune: lo sono anche io ^___*
ammesso e concesso che nello Stato in cui vivi tu ;-))) la scuola funzioni, le strade non abbiano buche, i fiumi non esondino, i migranti salvati si integrino, gli ospedali siano efficienti per posti letto, i musei non siano retti da stranieri... secondo te, questo Stato non tiranno avrebbe interesse a vendere il cancro nelle tabaccherie o la droga dei gratta e vinci? mah...con ciò sono dell'idea che il libero arbitrio ce l'abbiamo e possiamo scegliere se cadere nelle trappole legalizzate o farne a meno...buon sabato :-))
 
PRONTALFREDO
PRONTALFREDO il 24/10/15 alle 00:39 via WEB
E' esattamente quello che sta succedendo qui sui blog di libero.
All'inizio del gioco, una decina di anni fa, chiunque faceva un post "vinceva" almeno un centinaio di commenti.
Presi dall'entusiasmo abbiamo continuato a giocare ancora e ancora e poi ancora, ma anno dopo anno qui si vince sempre meno.
Adesso siamo arrivati al punto che per vincere un commento decente come questo, bisogna indebitarsi di almeno 100 post...
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 24/10/15 alle 15:18 via WEB
ahh ma tu qui stai parlando di dipendenza web... che sempre dipendenza è! poi per qualcuno/a è diventata assuefazione. per altri è restata entro i limite della non tossicità.
il giorno in cui su Libero si dovesse vincere qualcosa me ne andrei.
 
faustina.spagnol
faustina.spagnol il 24/10/15 alle 06:33 via WEB
Mi trovo dall'altra parte della barricata perchè mio figlio da anni lavora in questo settore e manitiene in questo modo la sua famiglia. E' un dipendente come lo sono tanti altri eppure lo fanno sentire quasi un ladro tanto che da un po' di tempo dice che fa il rappresentante. Sarà che io non gioco e quindi non capisco, ma non si arriva a mangiarsi una casa dall'oggi al domani...bisogna ragionare prima di buttare i propri soldi, soprattutto se si fa fatica a guadagnarli. Ma ripeto, io non gioco e probabilmente non capisco, o forse non gioco proprio perchè ho capito. Buona giornata Elena
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 24/10/15 alle 15:26 via WEB
ciao Tina :-) immagino che tuo figlio di fronte a certi insulti possa sentirsi venditore o produttore di assuefazioni pericolosissime. però, lui svolge onestamente il suo lavoro, ci paga le tasse, ci mantiene una famiglia. ci sono lavori che passano più inosservati ma che creano subdolli danni ben maggiori.
mi piace molto e lo condivido del tutto *forse non gioco proprio perchè ho capito.* buon sabato a te :-)
 
monellaccio19
monellaccio19 il 24/10/15 alle 11:34 via WEB
Ciò che purtroppo i giocatori viziosi e avvolti dalla "malattia" non hanno compreso è che il"Banco vince sempre". Ovvero, nel tempo chi sarà sempre in vantaggio è la "macchina dello stato" e quelle vincite che suffragano il gioco e le puntate, anche se cospicue non saranno mai abbastanza per pareggiare il conto del dare e dell'avere. Ahinoi, funziona così e i poveri illusi credono di poter alla distanza, battere il banco. Invece è esattamente il contrario: alla prima vincita ci si ritira subito in...credito! Se è possibile. Buon giorno Elena, sereno w.e.
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 24/10/15 alle 15:35 via WEB
già, Carlo. il Banco vince sempre e chi punta troppo e troppo spesso da cascare nella 'malattia' ci rimette sempre.è una sfida perdente. alcuni anni fa entrai in un Casinò: c'erano mamma e figlio che giocavano e giocavano e puntavano e puntavano. vinsero quella giocata. ripuntarono tutto e persero tutto. non si alzarono, ma cambiarono un assegno...era già finito il loro credito. buon sabato, ciaooo :-)
 
chiedididario66
chiedididario66 il 24/10/15 alle 13:03 via WEB
inutile che si faccino campagne pubblicitarie contro questi giochi,se poi e'lo stato che che autorizza l'installazione.ha il suo tornaconto no!? e' come i mutui delle banche:e' una estorsione legalizzata.io giocavo all'enalotto 5€ alla settimana,ora mi sono stancato di non vincere e sono anni che ho smesso.ciaooooo
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 24/10/15 alle 15:39 via WEB
su questo sono d'accordissimo, Dario anche se penso che molte campagne siano volte a sensibilizzare le persone affinchè non grattino, non sfidino, non puntino.
e fai bene a non giocarci all'enalotto!!! buon sabato...
 
Nuvola_vola
Nuvola_vola il 24/10/15 alle 14:51 via WEB
Non amo giocare e mai ho giocato...ma il gioco se diventa vizio è una brutta cosa.un abbraccio..
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 24/10/15 alle 15:40 via WEB
tragica, alle volte...ciao Nuvola, un abbracci8ne e buon sabato :-)
 
amistad.siempre
amistad.siempre il 24/10/15 alle 18:32 via WEB
Buon sabato Edel e ben ritrovata! :) Behhh... Lo Stato (ma non dimentichiamoci che il gioco clandestino esiste da tempo immemorabile... ) è "padrone"... Anche di aprire 700.000 esercizi in cui spendere i propri soldi fino anche a 'rovinarsi' del tutto... Non ti punta una pistola alla tempia,però! E forse... se non ci entrasse più nessuno in quelle bische 'legalizzate', comincerebbe a 'chiudere bottega'! Molto, davvero, dipende da noi: anzi.. TUTTO! Ciò non toglie che la gente afflitta da questi disturbi andrebbe aiutata.. anche con 'obbligo' di cura! Un saluto mia cara... Felice fine settimana... *_*** Rosa PS: Ti avevo lasciato un msg. in pvt... :)
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 25/10/15 alle 12:40 via WEB
ciao Rosa :-) intanto mi scuso se non ho risposto al messaggio che m'hai lasciato con il Klikka del tuo rientro: ne sono felice e ti ringrazio ora e qui.
sono con te che nessuno obbliga nessuno, neppure lo Stato e che quindi la responsabilità prima è di ciascuno di noi. però trovo di uno squallore immenso pensare a uno Stato che lucra sopra a drammi e malattie che tra l'altro hanno un costo sociale rilevante. buona domenica, ciaoo :-)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 24/10/15 alle 19:19 via WEB
E' un periodo che le mie certezze vacillano... non sono per il proibizionismo, ma penso anche che le parti deboli di questa società vadano in qualche modo protette.. come? Ahhhh saperlo....
Ho avuto modo di vedere una famiglia rovinata, non solo per la parte economica, ma anche negli affetti, perchè il gioco compulsivo, come le droghe, devastano chi ti sta vicino. Mio marito per mesi giocava dei numeri sulla ruota di milano, l'unica settomana che non ha giocato, sono ovviamente usciti i numeri ah ah ah... Io invece non gioco mai, non gratto niente ... almeno vinco tutte le settimane quello che non perdo. Serena domenica Elena :-)
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 25/10/15 alle 12:46 via WEB
non ho certezze neppure io, sai Laura, ma sono dell'idea che il proibire fomenti la voglia di trasgredire a scapito del senso di responsabilità.
sul problema 'gioco' ho un'esperienza quasi diretta nel senso che un nostro amico c'era cascato. noi abbiamo fatto muro e ogni qualvolta ci chiedeva anche solo 1 euro noi uniti dicevamo no! e piano piano consapevolmente l'abbiamo allontanato senza però perderlo di vista. forse siamo stati crudeli: ma secondo noi è stato l'unico modo che avevamo per fargli capire che poteva perdere molto: la compagna e gli amici. dopo mesi duri cel'ha fatta. buona domenica, Laura :-)
 
macrio1
macrio1 il 25/10/15 alle 08:55 via WEB
Giochi (e forse è sbagliato chiamarli così) che non devono diventare vizio e creare dipendenza... nel caso, mantenere e far mantenere le distanze... all'occorrenza farsi aiutare...
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 25/10/15 alle 12:48 via WEB
si inizia con il gioco e si finisce annientati. mah, non credo che a certi livelli si riesca a mantenere la giusta distanza perchè non sempre si riconosce in se stessi la 'malattia'
 
faustina.spagnol
faustina.spagnol il 25/10/15 alle 09:31 via WEB
Buona domenica Elena, un abbraccio. Tina
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 25/10/15 alle 12:48 via WEB
grazie Tina, anche a te :-)
 
xy21zjw69k
xy21zjw69k il 25/10/15 alle 10:39 via WEB
Ora ti faccio ridere..E' difficile abbandonare il gioco specialmente quando vinci...Sò di una persona che si è mangiata la casa..Ora ti dico nel 1987 ero trasferito per lavoro con altri colleghi per 10 gg. a PUERTO RICO (150 KM dal Messico)Eravamo sulla nave PRINCES a fare delle modifiche.Nel pomeriggio eravamo liberi.Io e quella persona giravamo per la città ma lui si fermava sempre al CASINO',non ti dico quante vecchiette intorno alla macchinette.Forza d'insistere quella persona mi ha convito di giocare,Ho perso due volte,(poco)Poi ho vito ( 8 dollari),contento come una Pasqua sono andato alla cassa a ritirare la vincita.Ecco quella è stata la prima ed ultima mia giocata.Quella persona quel giorno con il cambio in lire ha vinto un milione e 750 mila lire.E' come una malattia non puoi curarla.Qualche volta incontro quella persona,è in uno stato pietoso..ma la colpa è solamente sua...buon inizio settimana...Wr
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 25/10/15 alle 12:51 via WEB
che vincita, Wr! no, non in termini di soldi, ma nel senso di vincita su un vizio che può diventare malattia. fa sempre male, vero?!, conoscere chi per mania di gioco è finito male ...buona domenica, un sorriso :-)
 
tecaldi
tecaldi il 27/01/16 alle 13:44 via WEB
complimenti molto bello questo post. Mamma mia fa un freddo assurdo ci vorrebbe un bel te caldo
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 27/01/16 alle 18:44 via WEB
non è forse l'ora giusta per un tè caldo, ma è sempre un piacere sorseggiarlo...grazie, ciao :-)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

woodenshipdivinacreatura59e_d_e_l_w_e_i_s_smonellaccio19hrc.rossanodolcesettembre.1virgola_dfnina.monamourdiogene51reception.cpoformiaantonioperpinci84Nuvola_volamimi671cortirottami
 

BIANCOLUNGO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

BACIO