Creato da e_d_e_l_w_e_i_s_s il 16/06/2012

Random

Cose a Caso

 

« Scelte insceglibiliOltre il dramma anche la beffa? »

D'estate e di libertà

Post n°749 pubblicato il 23 Maggio 2019 da e_d_e_l_w_e_i_s_s
 

“ DiscoverEU  è un’iniziativa dell’Unione europea,
basata su una proposta del Parlamento europeo, che intende offrire ai giovani di 18 anni
la possibilità di viaggiare per sfruttare appieno la libertà di circolazione nell’Unione europea, scoprire la diversità dell'Europa, apprezzarne la ricchezza culturale e il suo patrimonio,
entrare in contatto con persone provenienti da tutto il continente e, in ultima analisi,
scoprire se stessi “


L’ iniziativa  interesserà almeno 20.000 diciotte
nni.

 

Questo riportava l'Ansa qualche giorno fa.

Un progetto che piace. Piace ai giovani.
Viaggiare è un investimento personale oltre che un arricchimento.
Viaggiare da soli è  un mettersi alla prova.

Così sono tornata indietro negli anni. Alla mia prima vacanza da sola.
Allora l’Europa era lontana, inarrivabile.
Ma per noi non era importante dove, ci entusiasmava partire.
Senza mamma e papà. Senza chi ci sorvegliava. Liberi.

Mamma era nettamente contraria: troppo giovane, diceva.
Inoltre, nessuno dei mei fratelli più grandi aveva mai osato tanto.
Papà la assecondava forse più per amor di pace che per convinzione.
E io battagliavo invocando la mia autonomia.
Fu un braccio di ferro serrato poi la vinsi e così all'indomani della maturità partimmo in 19 compagni di classe  alla volta di Jesolo.

Fu nel preparare lo zaino che mi resi conto che ci si mette sempre troppa roba dentro perché mai si sa che non serva anche l’inservibile.
La sera prima non chiusi occhio : ero elettrizzata.
Mi sentivo grande e non me ne fregava nulla se mamma teneva il broncio
Andavo al mare. Da sola. Libera.




















Quella settimana passò veloce.  Troppo veloce.
Sole, mare, sabbia, pallavolo e tuffi.
Imparai  a condividere lo spazio esiguo di una tenda e a rispettare i turni per l'uso del bagno.
Mangiavamo tutti insieme in spiaggia quel che capitava e la sera andavamo di pizza e gelato perché lavare i piatti e le pentole divenne motivo di discussione.

Nacquero invidie, inimicizie ma anche amori, quelli che durano meno di un’estate,  e si consolidarono rapporti nati fra i banchi di scuola.

Ricordate la vostra prima vacanza da soli?

Vi va di raccontarla?


 

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

e_d_e_l_w_e_i_s_sJhon_Cdivinacreatura59gabbiano642014dolcesettembre.1Terzo_Blog.Giuswoodenshipblankshinenina.monamourfelixthecat6chiedididario66dianacarfagnohrc.rossanomonellaccio19
 

BIANCOLUNGO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

BACIO