L'Elfo del tramonto

...non stringo nulla perchè il senso di tutto rimane nello scorrere indipendente...

 
immagine immagine
 
immagineimmagine
 

 

Post N° 84

Post n°84 pubblicato il 12 Ottobre 2007 da elenaapo

nessuna protezione...
il cielo e' un corpo di seta.....
...sole brucia pure in questi occhi...
vento soffia...
soffia fuori e dentro
piega le ali...
fischia fra le radici di fondo...
non mi difendo...
nulla svelle l'inizio che non ha fine...

...mi dici...:
-" oggi non esisti"...dove sei?...
-"non guardarmi dentro"...


-..."gia' l'ho fatto...il tuo sguardo mi ha parlato"...

un maglio in una valle batte...
la terra vibra
la fucina forgia il suo corso...
la forza dell'acqua nutre la fiamma
che ondeggia armoniosa...
istintivamente alzi la mano per proteggerla...
...non serve...
la sua vena non conosce fine...
sfiora col grembo del palmo il suo calore...

..."hai ascoltato il pulviscolo dello scorrere
trasportare profumi che varcano l'orizzonte di una percezione?" ...

...e poi...

chiudendo gli occhi
ti sei vestito della sua presenza poesia e vento?...


melodia che la luce dardeggia nel silenzio apparente...


 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: elenaapo
Data di creazione: 04/07/2006
 

      

immagine

           i sentieri e...Elfo

immagine


 

BASSO DX

immagine

immagine

    immagine

immagine

immagine

immagine

immagine

immagine...i gabbiani tendono il loro verso al riverbero dell'alba...
ho provato a dare una voce
dei pensieri, delle parole alla loro rotta....
allo stallo, al continuo movimento nutrito da ricerche e da correnti apparentemente dell'attimo...
quante trasmigrazioni tra le mani...
nei pugni chiusi...
scritte sui palmi che spingono vetri trasparenti come occhi ...
oppure aggrappati alle falangi di due dita con i piedi nel vuoto che si agitano come pesci appena pescati
e attendono un respiro di sollievo mentre volteggiano come una foglia...
ecco...ora corrono come la spuma bianca di un'onda,
saltano come  chicchi di grandine nella tempesta,
scoppiettano come sale nel fuoco
o affondano nel più profondo dei mari sospinti come farfalle fra le braccia di calde correnti...
...le stesse farfalle che sui ghiacciai fra le mani con alito ho riscaldato...
il battello mi aspetta mentre la luna completa il suo ciclo...
il viaggio è breve, ma permette al tempo di avvolgere e srotolare lo sfondo che non abita
il campo visivo e neanche la gittata più lontana che martella in gola...
ho rinforzato il corpo e il sole mi ricorda la sua presenza...
manciate di secondi scorrono lenti...
non è la fine di un viaggio...il viaggio non è mai finito...

 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

TAG