Epruno

Epruno, il bello della vita. Cinque minuti settimanali di esercizio al sorriso.

 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

ULTIME VISITE AL BLOG

pincopalo1origlia.raffaelespaceyvampire0dolcemente.tuo0dglgeogeo73gianluca.amante83gvergogninieprunoellis.kmspadoni8massaggiatoremediterFatina_Tristemohita66colecistochinina
 

 

 
 
 
 

 La Sostenibile Pesantezza dell’Avere.

Post n°53 pubblicato il 29 Luglio 2007 da epruno

  Carissimi

Siamo sicuri di fare ciò che la nostra indole desidera come mestiere o siamo costretti a fare tutt’altro per sopravvivere???? Questo “pacioso” signore di fianco, era un amante della buona cucina. Sin da bambino - secondo i suoi biografi - avrebbe fatto il chierichetto essenzialmente per poter bere qualche ultima goccia del vino contenuto nel calice del prete. Una delle frasi che gli vengono attribuite e che, per questo aspetto, meglio lo definiscono è quella secondo cui l'appetito è per lo stomaco quello che l'amore è per il cuore. Non conosco - soleva aggiungere - un lavoro migliore del mangiare. Peccato che per mestiere, oltre a godersela, quest’uomo di nome Gioacchino Rossini, facesse il  compositore!!!!! Era spesso alla ricerca di prodotti di ottima qualità che faceva giungere da diversi luoghi: da Gorgonzola l'omonimo formaggio, da Milano il panettone, ecc. Una delle ricette che Rossini amava di più è l'insalata che aveva personalmente ideato, composta da mostarda, limone, pepe, sale, olio d'oliva e tartufo. Il Rossini compositore, morirà a circa 32 anni, ancor prima di un altro genio precoce Mozart (35 anni), ma il Rossini godereccio, vivrà fino a 70 anni, di rendita, uno dei pochi musicisti a morire ricco……….questo deve fare riflettere anche chi vuole togliere gli scaloni pensionistici…………..lavorare fino a 32 anni e vivere di pensione fino a 70………...roba da far venire l’infarto a Dini o Padova Schioppa!!!!!!!!!!!!

Ma godersela, aiuta ad allungare la vita specialmente se si è dotati di una certa ironia……...un carattere tale che ….udite….udite ….(non è una battuta di pessimo gusto)…..tale da farsi apprezzare dal “sordo” Beethoven…..un mito della musica classica che andava pazzo per Rossini, lui abituato al rigore e forgiato anche dalle lezioni rigorose di Haydn ...con il quale litigava abbondantemente…..andava pazzo per il trasgressivo Rossini, che al suo “orecchio” avrà dato le stesse sensazioni che può dare al maestro Abbado…...la musica di Vasco Rossi!!!!!!!!! Nel 1822 Rossini (30 anni) parte per Vienna. Qui ottiene grandi consensi rappresentando alcune sue vecchie Opere e coglie l'occasione per incontrare l'ormai vecchio e sordo Beethoven (52 anni…..sarebbe morto 3 anni dopo) che non mancherà però di fargli i suoi complimenti ("Non cercate di far altro che opere buffe: voler riuscire in un altro genere sarebbe far forza alla vostra natura") ed accompagnandolo alla porta si narrà che gli abbia detto “Maestro….ne scriva altri di quei barbieri” (barbiere di Siviglia).  Cose  da pazzi…..Beethoven….un mito, andava pazzo per la rock-music dell’epoca, di quel giovane pesarese  capace di far cantare contemporaneamente con testi diversi fino 6 sei cantanti sulla stessa scena (I cori rossiniani della cenerentola)……. E chi lo sa se non aveva ragione Festa Campanile, quando in una sua biografia buffa, raccontava di un Beethoven sordo e sempre “incazzato” perché la gente durante le sue composizioni non ballava, convinto come era di aver composto dei valzer……..Un abbraccio Epruno 

 
 
 

I 13 Passi..........................

Post n°51 pubblicato il 01 Luglio 2007 da epruno
 
Foto di epruno

 

Carissimi

Se  vi dico i “100 Passi”, tutti penserete alla distanza che separava le case di Peppino Impastato (eroe dei nostri tempi) e di Tano Badalamenti. Ma se dico “13 Passi” pochissimi di voi sapranno a cosa mi riferisco. Eppure chi nel 1976 aveva età per intendere ed avrà avuto l’oppurtinità di vedere quanto io ho visto, saprà che “13 Passi” sono una filosofia di vita. Ma la filosofia la fanno i filosofi, ma in questo caso la fece un “ingegnere”, un ingegnere particolare ed un sacerdote, non il suo prete spirituale, ma un “reverendo allenatore”…….Da questa strana accoppiata nasce una rivoluzione epocale, e quel giorno a Montreal …..Ediwin Moses, alla partenza di quella finale dei 400m ad ostacoli, sapeva che era pesante rappresentare l’America in quella che fu l’ultima vera olimpiade prima delle stagioni del boicottaggio, ma soprattutto nessuno conosceva questo ragazzo dell’Ohio che avrebbe compiuto 21 anni il 31 Agosto successivo. Anche se era alla sua prima competizione internazionale, Moses vinse la medaglia d'oro e stabilì il record del mondo con il tempo di 47"64. Fu l'unico atleta statunitense a vincere una medaglia d'oro individuale nelle gare di corsa di quell'olimpiade. Lascio tutti a bocca aperta, correndo come se fosse solo, realizzando una cosa mai vista, 13 passi soltanto tra un ostacolo ed un altro, fino a quel momento i suoi avversari ne effettuavano mediamente 14 o 15. Fu quell’innovazione tecnica che lo avvantaggiò su tutti, tanto da renderlo imbattibile nel decennio che seguirà, vincendo 122 gare consecutive, migliorando altre due volte il record del mondo (aveva vinto tre volte la Coppa del Mondo, due volte i Campionati mondiali, e ottenuto la sua seconda medaglia d'oro olimpica a Los Angeles 1984, dove venne scelto per prestare il giuramento dell'atleta). Lo sconfisse solo il suo connazionale Danny Harris a Madrid, il 4 giugno 1987,  Dopo aver perso contro Harris, vinse altre 10 gare di fila, quindi finì terzo nell'ultima finale dei 400m ostacoli della sua carriera, alle Olimpiadi di Seul del 1988. (Moses avrebbe vinto anche la medaglia d’oro di Mosca 1980, se gli Stati Uniti insieme al blocco occidentale, non avessero boicottato le olimpiadi, così come fece l’Italia, che trovo il modo di boicottarle e di parteciparvi in quanto CONI, senza inno nazionale e bandiera— che cosa è il genio). …………...Ma vi racconto questa storia, non solo per gli appassionati di sport, per dirvi che un atleta così eccezionale e perfetto, trovo il modo di rendersi umano e simpatico a tutto il mondo sbagliando, quando, facendo il giro d’onore con la bandiera degli stati uniti sulle spalle, tra gli applausi di uno stadio olimpico gremito, all’ultimo ostacolo inciampò e cadde, e lo stadio piombò nel silenzio. Fin quando questo ragazzo di colore ruppè l’imbarazzo suo e di tutti con un sorrisone a 72 denti con la finestrella (alla Eddy Murphy) ed allargando le braccia come a giustificarsi, fecè capire “più di così”!!!!!!!! Un abbraccio Epruno

 

 
 
 

Epruno su CULT - Mese di Aprile 2006

Post n°50 pubblicato il 25 Febbraio 2007 da epruno
Foto di epruno

Quando il venerdì mattina, davanti all’ultima faticosa giornata di lavoro della Vs. settimana, aprendo la posta elettronica, trovate un messaggio marchiato con l’effige del “palluto amico”, accompagnato dalla scritta “VENERDI’...ALLA FINE DELLA SETTIMANA LAVORATIVA”, capite che Epruno Vi ha pensato, ed allora sapete che arrivato il momento di concedersi un piccolo break di cinque minuti, prima di riprendere con la dovuta energia le ultime ore di lavoro, proiettati verso l’agognato week-end............... Epruno...........”chi è costui?”

C’è un’aria di mistero sulla firma che si nasconde dietro questo “pseudonimo”, ma ancor di più sulla mailing-list, raggiunta da Epruno stesso, che gelosamente creando la dovuta atmosfera di “privacy”, nelle sue settimanali corrispondenze, non ha mai svelato chi sono gli ormai 500 utenti “VIP” settimanali raggiunti (direttamente) dal messaggio di incoraggiamento, divertente, scherzoso, a volte strano, ma mai irriverente che accompagna con una nota di riflessione su temi, tra il serio ed il faceto, una corposa rassegna delle “clips” più divertenti che settimanalmente circolano nel Web.

Impareremo inoltre ad apprezzare, grazie ad un tentativo di “amichevole collaborazione” che da questo mese attiveremo nella nostra rivista, la sottile ironia nella lettura di ciò che ci circonda, tipica delle persone che pur avendo un ruolo, riescono a non prendersi troppo sul serio, mantenendo intatta la loro autorevolezza, e questa è la base della “filosofia di Epruno”.

Faremo in modo che Epruno tari lo stile ed il messaggio dal settimanale web al mensile su carta stampata.........credetemi tutt’altra cosa......

“Carissimi......in questo primo appuntamento mensile.....inusuale per me.......Vi parlerò di “CULT”........Si,....anche io leggo fin dai primi numeri ...questa rivista......e non Vi nascondo che la “leggo alla araba” .....da destra verso sinistra......dall’ultima pagina.....alla prima, cerco subito le foto conviviali......perchè io non ci resisto.......”dove c’è un sorriso.......lì è casa mia”.........dove ci sono donne che sorridono.........lì c’è il massimo della bellezza.....un bel sorriso è più coinvolgente di una ardita scollatura.........Ad esempio...se Epruno dovesse dare un oscar ai personaggi ritratti nel numero di marzo......non lo darebbe “al quarto posteriore” della ballerina brasiliana........non lo darebbe alle splendide modelle in nero affiancate a Verdone e Mucino..........ma senza ombra di dubbio.......al gendarme olandese.....ospite in Sicilia.......con quel simpatico volto “paonazzo”.......sintomatico di un clima inusuale per il nostro gradito ospite.......o di qualche brindisi di troppo!!!! Dal mio punto di vista.....può capitare di incappare in sanzioni......si può sbagliare......ma se a contestarvele ....è un autorevole.....ma sorridente....servitore dello stato che con la sua immagine.....sprizza simpatia da tutti i pori.....chi lo sa......!!!!!!........”pagare e sorridere”!!!!!????????

Vi auguro dei buoni fine settimana.....“CULT”.....da ricordare è immortale!!!!!!

Un abbraccio ed a presto il Vs. Epruno.

 
 
 

Chevalier………..

Post n°49 pubblicato il 26 Gennaio 2007 da epruno
 
Foto di epruno

20 2006/2007
19 Gennaio 2007
Carissimi
Amici, andiamo avanti alla grande nel nostro percorso, tirando con i denti fino alla fine delle nostre settimane lavorative. Siamo ormai nel momento di massimo picco del nostro anno lavorativo ed a breve arriveremo alla metà, e come chi di voi, “passista”, ben sa, è il momento di alzarsi sui pedali ed affrontare questa prima salita.
A parte il “Grande Fratello” con la nuova compagnia di “reclusi” possiamo dire che sta succedendo ben poco. La politica si trascina stancamente con il solito copione, riempiendo di contenuti di volta in volta, durante il suo percorso, quella che è la verità più banale ed evidente, la politica ormai è diventato un mestiere, e l’attaccamento alla poltrona è l’unico motivo che tiene in piedi questa baracca. Ormai i politici sono diventati bravi attori di programmi dove il litigio ed il contraddittorio vige su tutto. Quindi, se c’è da impostare un bel litigio, anche l’ampliamento degli alloggi della base aerea di Vicenza è un buon motivo. Chi governa litiga, chi sta all’opposizione fa finta di creder di vedere spazi per eventuali crisi di governo, e così facendo, come da copione arriveremo a 2 Anni, 6 Mesi ed 1 giorno, scadenza che per noi poveri mortali corrisponde a quello “scalone”, “porticina”, vicino ai 35 Anni di contribuzione, in lavori più o meno “usuranti”!!!!!!!!!!
Ma se la politica è un Talk-Show non bisogna meravigliarsi che costi tanto, …… lo spettacolo, il calcio, tutto quanto permette di fare “discorsi persi”, costa tanto …… ed allora, pensate forse che se dovessero arrivare i “Garibaldini” cambierebbe tutto ……. A cari amici ….. Comincio ad avere l’età del Gattopardo e quello sguardo tra il sorridente ed il pensieroso di chi ne ha viste già tante …… per pensarla come Manfredi (Cardinale del Santo Uffizio nel film “In nome del Papa Re) che rispondeva all’anziano collega che esclamava “Stanno arrivando i Garibaldini …… è finita!!!!!” ……. Con una riflessiva risposta …… “Qui non è finita perché arrivano i Garibaldini ……….. I Garibaldini arrivano perché è finita!!!!!!!!”
Ma, essendo nato nella terra dove fioriscono gli aranci, …….. Sempre dietro questo sguardo fiero e silenzioso, il nostro Gattopardo allo “Chevalier” venuto da Torino, a proporgli un seggio da senatore, in quella nuova Italia che vedeva tra gli esponenti politici del nuovo corso, il suo avido mezzadro, seppur padre della splendida “Claudia Cardinale” , rispondeva emettendo una sentenza, dall’alto della sua autorevolezza, dopo avergli ricordato la storia dei siciliani “ …..bisognava cambiare qualcosa …… affinché tutto restasse come prima!!!!!!!” …….. E nel suo procedere solitario, lo incontro ancora il Gattopardo, sopravvissuto a tutti questi epocali cambiamenti, che dietro ai suoi baffi, sembra ridersela …… mentre la nuova ricchezza e potere ….gli ricorda che “Rustica progene …….” . Un Abbraccio

 
 
 

Atterrato il DC9 I-TIGI Itavia………..

Post n°48 pubblicato il 26 Gennaio 2007 da epruno
 
Foto di epruno

19 2006/2007
12 Gennaio 2007
Carissimi
Ieri alle ore 20,59',45", è atterato finalmente Il DC9 I-TIGI Itavia, in volo da Bologna e Palermo, partito con due ore di ritardo, e giunto a destinazione con soltanto dopo 26 anni, sei mesi e 13 giorni!!!!! Direte Meglio tardi che mai!!!
Non è mai successo niente……Il veivolo presenta uno squarcio laterale proprio vicino al portellone d’ingresso limitrofo alla cabina di pilotaggio, sulla fiancata sinistra.
A bordo nessuna traccia dei passeggeri e dell’equipaggio!!! Si perché loro sono tutti morti……. Quella sera del 27 giugno 1980 …...81 vittime, di cui 13 bambini: 2 non hanno ancora compiuto due mesi.
La strage di Ustica, difatti, resta senza colpevoli e non ci saranno azioni giudiziarie per il risarcimento ai familiari delle 81 vittime del disastro del Dc9 Itavia caduto in mare il 27 giugno del 1980.
Dopo quasi 27 anni la prima sezione penale della Cassazione ha chiuso definitivamente la vicenda, dichiarando inammissibile il ricorso del Procuratore generale della Corte d'Appello di Roma che aveva chiesto una riformulazione della sentenza d'assoluzione. I generali dell'Aeronautica , accusati di aver omesso al governo informazioni sul disastro avvenuto 26 anni fa, sono stati assolti, in maniera definitiva, ''perché il fatto non sussiste''.
Non è mai successo niente, ed ecco consegnato ala storia l’ennesimo “segreto di stato” espressione elegante per descrivere omicidi impuniti.
Altro insegnamento importante di questa settimana e quello di non dare confidenza ai propri vicini di casa, soprattutto se questi sono soliti avere in casa spranghe di ferro, coltelli da macellaio o macete!!!!!!!
Ma se il paese si chiama “Erba”, tutto può succedere …….. Evidente il doppio senso ……. Tanto un extracomunitario da incolpare e da mandare in prima pagina su tutti i giornali lo si trova certamente!!!!!!!
Un Abbraccio

 
 
 

Finalmente arrivano i Re Magi????!!!!!!!

Post n°47 pubblicato il 26 Gennaio 2007 da epruno
 

18 2006/2007
5 Gennaio 2007
Carissimi
Siamo arrivati all’epilogo delle feste natalizie e quei pochi che si possono permettere ancora qualche ora di ferie, ne approfitteranno in questo fine settimana sapendo che lunedì, inizia l’anno solare!!?? Ci rimane soltanto l’ultima festività, l’Epifania, quella per intenderci che tutti i cultori dei presepi fanno coincidere con l’arrivo dei “Re Magi”, ……...Esatto quelle tre statuine così lente che per percorrere lo spazio che ci sta dall’ultimo scaffale della libreria al presepe ci stanno circa un mese di tempo!!!!!
Ed alla fine si presentano davanti la povera grotta, portando in dono “Oro, Incenso e Birra”, si ammettetelo che molti di voi si sono chiesti, che cosa se ne fa San Giuseppe della “Mirra”, cosa della quale molti di noi ne sconoscevano e ne sconoscono l’esistenza ed il significato……. Mentre sarebbe stato più opportuno un bel barile di “Birra” per festeggiare…… dopo aver cosparso l’aere di incenso!!!!!!!!!!!!
Anche perché il riscaldamento antelitteram del bue e dell’asinello era si efficiente, ma la puzza in quella stalla non doveva esser cosa giusta!
E che dire dell’impresa di questi tre Re, Melchiorre, Gaspare e Baldassare che giungono da terre lontane, viaggiando su cammelli e senza navigatori satellitari, ma solo consultando le stelle e seguendo la “stella cometa”, quell’ingombrate stella con la coda che non sta mai ferma quando la poggiate sulla “santa capanna” e che proprio al momento di chiedere informazioni hanno pure “l’attasso” (sfortuna) di imbattersi nell’unico nemico di colui che stanno cercando, Erode!!!!!!!! Ed al quale mettono pure la pulce nell’orecchio…… dicendo di cercare “un Re” infante……. Li proprio a casa sua!!!!! Non viene il dubbio che se questi Re Maggi, fossero rimasti a casa e si fossero fatti i “Caz.. Loro”, in primisi, non ci sarebbe stata la “strage degli innocenti”…… chi doveva dire ad Erode del “Re Infante”???? In secundis si rarebbe smontato il presepe cinque giorni prima…….. Con risparmi di energia, luce accontentandosi di festeggiare il capodanno e poi via……. Ed in ultimo, si sarebbe risparmiato in straordinario per il pagamento di tutti quegli artigiani, attorno alla capanna, le cui attività rimangono aperte giorno e notte per circa un mese…….e se si pensa a quel povero pastore con l’agnello sulle spalle…….si potrà capire il motivo di tanto disaggio!!!!!!
Un abbraccio

 
 
 

Epruno è l’Uomo dell’Anno 2006.....!!!!!!

Post n°46 pubblicato il 26 Gennaio 2007 da epruno
 
Foto di epruno

17 2006/2007
29 Dicembre 2006

Carissimi
Siamo arrivati alla fine dell’anno solare e come in tutte le buone famiglie, questo è il momento di fare i bilanci sull’annata trascorsa. Il 2006 è stato un anno preparatorio dei grandi successi che ci attenderanno nell’imminente 2007, anno in cui molti amici di Epruno sono in batteria per conseguire i propri propositi. Ma il 2006 è stato comunque l’Anno di Epruno, come testimonia il TIME, anno in cui il nostro modo di pensare e di vivere si è sparso a macchia d’olio, ma soprattutto è stato il Vs. anno se siete riusciti a ritagliarvi quei 5 minuti di allegria settimanali. Pertanto accompagno i miei Auguri di un Buon Anno 2007 a Voi ed alle Vs. famiglie, ai nuovi ingressi in Epruno di questo Anno: La Redazione di CULT, L’Università degli Studi di PA, Gli Amici delle Ferrovie dello Stato, L’Università del Mediterraneo, L’Ospedale dei Bambini di PA, L’Ordine degli Ingegneri di PA, Il Consiglio Comunale e la Giunta di PA, L’Ordine degli Avvocati di PA, La Giunta Provinciale di PA, Il Provvedirato Regionale alla P.I. della Sicilia, L’Ordine dei Giornalisti, La Regione Siciliana, l’ARPA Sicilia e le “colonie” Milanesi, Olandesi, Australiane, Giapponesi e di tutti quei posti del mondo dove c’è un amico di Epruno ….E dove c’è ancora speranza che la gente si pigli meno sul serio!!!!!
Auguri di Buon Anno 2007 da Epruno

 
 
 

Nell’attesa…………..!!!!!!!!!!!!

Post n°45 pubblicato il 26 Gennaio 2007 da epruno
 

16 2006/2007
22 Dicembre 2006
Carissimi
Questa è una settimana speciale perché precede il Natale. Anche per Epruno quindi coincide con un appuntamento speciale e ve ne accorgerete dal volume di questo “pdf”!!!!!!
Abbiamo voluto scherzosamente riflettere su questa ricorrenza nel momento in cui si mettono in discussione i simboli del Natale, chiedendoci, da credenti e non credenti, quale fosse il “senso della Natività”, ma soprattutto il “Senso della Vita”, con l’ausilio di Grandi e Piccoli pensatori.
Un modo scherzoso per farci gli auguri in questo venerdì, rimandando il piacevole rito del messaggio alla vigilia del “Santo Natale”.
Colgo quindi l’occasione per ringraziarvi, come sempre, avendo avuto anche questa settimana numerosi attestati di stima da parte vostra, ma soprattutto ringrazio tutti coloro che mi seguono da tempo e mi aiutano mandando clips e materiale da far girare per gli amici di Epruno.
Godiamoci questo periodo di feste familiari, cercando di ritrovare il vero senso del rilassamento e soprattutto godendoci le nostre famiglie o i nostri affetti!!!!!!!!!!!
Se avremo la fortuna di stare con i nostri cari, il giorno di Natale, se il nostro lavoro non ci porterà lontano da casa, anche noi per un momento ci sentiremo immersi accompagnati da una musica di Vanghelis in una splendida pubblicità di una famosa marca di pasta……… e sarà Natale anche per noi……………………….
Tanti Auguri di Buon Natale
da Epruno

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: epruno
Data di creazione: 09/12/2005