Creato da fesper il 01/07/2011
emozioni un velo sull'anima

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 16
 

Ultime visite al Blog

smaug91licsi35peMMMMillastefania.bellomocassetta2PerturbabiIealb.55zITALIANOinATTESAsirio_bleud.diegoOdiBarbaremassimiani61Perturbabilea.pi1alexemanuele
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« da "IL GRANDE MALE" di..."E' NEL SILENZIO..." »

da "MILLE DIMORE DELLA MORTE" di Nelly SACHS

Post n°254 pubblicato il 24 Gennaio 2016 da fesper

PER NON DIMENTICARE MAI

            *********

 

Ma chi vi tolse la sabbia dalle scarpe,

quando doveste alzarvi per morire?

La sabbia che Israele ha riportato,

la sabbia del suo esilio?

Sabbia rovente del Sinai,

mischiata a gole di usignoli,

mischiata ad ali di farfalla,

mischiata alla polvere inquieta dei serpenti,

mischiata a grani di salomonica sapienza,

mischiata all'amaro segreto dell'assenzio.

 

O dita,

che toglieste ai morti la sabbia dalle scarpe,

domani già sarete polvere

nelle scarpe di quelli che verranno.

                  NELLY SACHS                         

[Ultima poetessa ebraica di lingua tedesca]

 


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/FESPER/trackback.php?msg=13346008

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
tobias_shuffle
tobias_shuffle il 25/01/16 alle 10:05 via WEB
Straziante. Ho letto Vasilij Grossman e i suoi reportages dai campi di concentramento e mi hanno cambiato la Vita, Lore. Quando una parola può diventare testimonianza siamo tutti più ricchi. Ciao
(Rispondi)
 
fesper
fesper il 25/01/16 alle 21:49 via WEB
Condivido il tuo commento. Non conosco i reportages che indichi, ma ho letto molto sull'argomento e veramente nulla, di quanto accaduto, può e deve essere dimenticato. Quando le parole entrano nell'anima,è perché si ha la giusta sensibilità ad accoglierle. Grazie e buona serata. Lore
(Rispondi)
woodenship
woodenship il 28/01/16 alle 21:40 via WEB
Di un dolore che non promette speranza di requie.La chiusa poi è quantomai visionaria nel suo essere predittiva...Non si può che accoglierla e tenerla fiamma sempre viva di memoria.......Grazie infinite per averla condivisa ed una pioggia di carezze che ti conforti su per il tuo lago di magiche fiabe.........W.......
(Rispondi)
fesper
fesper il 31/01/16 alle 00:02 via WEB
Ciao amico Wood. Una poesia di una bellezza unica, anche nel dolore così rovente e indimenticabile. Grazie per il tuo bellissimo commento, che apprezzo e condivido. Un abbraccio di lago con affetto e amicizia. Serena notte. Lore
(Rispondi)
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.