Creato da cannibale3 il 26/11/2006

POST IT

Messaggi in foglietti sparsi, appunti di attualità, economia, politica, momenti di vita, di uno staff di Bloggers

 

 

DIXIT

Post n°1276 pubblicato il 28 Marzo 2019 da cannibale3
 
Foto di cannibale3


La vita continua, dicono,
ma non sempre è vero.
A volte la vita non continua.
A volte passano solo i giorni.

 
 
 

SENZA LUCE

Post n°1275 pubblicato il 27 Marzo 2019 da cannibale3
 
Foto di cannibale3

Metto sempre impegno in quello che faccio: si tratta di un atteggiamento automatico e prevedibile che mira all'ottenimento di un buon risultato finale.

Non fa differenza l'attività! Si potrebbe trattare della programmazione di un intervento chirurgico, come del'organizzazione di una tinteggiatura dei muri di casa: solito sistema con il previsto esito. Questi sono i miei interessi al momento attuale, stretto tra il ricovero in Ospedale e le discussioni per il "grano" con inutili polemiche conseguenti. Inutili perchè a decidere è sempre chi paga e mai chi incassa.
Andiamo avanti... fino a quando sarà possibile!

 
 
 

LA CERTEZZA

Post n°1274 pubblicato il 22 Marzo 2019 da cannibale3
 
Foto di cannibale3

Non sono passaggi inutili, ma il frutto di decisioni che hanno motivazioni non rivelate. Unica certezza è la solitudine: ostinata, concreta ed eterna solitudine.

Assisto come uno spettatore qualsiasi, al moltiplicarsi di eventi nefasti, alla riduzione al minimo della mia aspettativa di vita. Mi sto spegnendo rapidamente avendo esaurito la forza vitale. Attendo con pazienza che arrivi il momento.

 
 
 

AUTISTA IMMIGRATO TERRORISTA

Post n°1273 pubblicato il 22 Marzo 2019 da cannibale3
 
Foto di cannibale3

Strabiliante l’assenza di correttezza, di rispetto dei fatti, di professionalità. 
I giornali in formato cartaceo non si vendono perchè considerati inattendibili e quelli on-line ancora meno. 

I telegiornali sono una cloaca di inesattezze, contorsioni lessicali così da rappresentare un ubriacone seriale molestatore di bambini, (assunto come autista di scuolabus, da una emerita testa di cazzo, colpevole di non aver monitorato vita parole ed opere di un delinquente africano) quale un italo-senegalese ma prima ancora come italiano (solo perchè ha avuto la cittadinanza che non merita). Dopo l’incendio generato dal autista terrorista, tre bambini a bordo dell’automezzo hanno dato l’allarme. Due sono stranieri e perciò in odore di beatificazione, uno italiano quindi “sbianchettato”, come da sempre usano fare i comunisti. Li chiamano “eroi” e i sinistri si affrettano a proporre l’attribuizione della cittadinanza (occorre avere 18 anni...) ma la NOTIZIA è rappresentata dall’atto terroristico commesso da un SENEGALESE ai danni di cinquanta bambini non dalla capacità nel utilizzo delle dita da parte di bambini digitali. Ora espulsione e ritiro della cittadinanza.

 
 
 

E POI?

Post n°1272 pubblicato il 21 Marzo 2019 da cannibale3
 
Foto di cannibale3

Se la vita è alfine "burocrazia" timbri, firme, abbandoni, mistificazione ed egoismo, cosa resta a testimoniare le traccie di un passaggio, delle "cose buone" realizzate, se qualcuno impegna tempo e forze nel distruggere ciò che è stato creato con fatica e passione?

Nella mia qualità di persona priva di utilità, svuotato e sofferente, scopro di non avere crediti emotivi, di non meritare rispetto, carezze, sorrisi. Dopo aver dato tutto, con il massimo del trasporto sentimentale e della generosità, si passa alla "cassa" a scoprire che non fu abbastanza... Anni meravigliosi vissuti come se fosse normale essere felice, soddisfatto con una famiglia a supporto. Poi le tragedie in fila, e come birilli sono cadute le persone, le certezze i riferimenti, lo stesso scopo della mia vita.
Ora anche la salute mi ha lasciato, oltre la famiglia ed il lavoro. Bene è giunto il momento che mi si presenti un altro conto, che sancisca la distruzione del "sogno d'amore" demolendo le fondamenta della realtà. Ormai procedo elencando i ricordi felici, le giornate trascorse ridendo con accanto le persone care. Era una bella giornata di Settembre ed il sole era alto nel cielo. Fu bellissimo e gli invitati non volevano andarsene più. Ora sono trentadue anni da allora ma per me sembra ieri.
Giurammo davanti a Dio che ci saremo presi cura uno dell'altro, in salute ed in malattia, ma non è stato così. Oggi si va a mettere le firme ma per me il matrimonio era e resta indissolubile: non osi l'uomo separare ciò che Dio unisce. AMEN

 
 
 
 

AREA PERSONALE

 

REDAZIONE

CANNIBALE3   (Direttore - Tuttologo)

KIORPHE (Vice - Sport)

FRESBE (Economia)

FLOGEN66 (Varie ed eventuali)

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 7
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

immagine
My blog is worth $ 35,903.56.
How much is your blog worth?

immagine

 

TAG

 
immagine
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom