Creato da: A.Dr.Faust il 17/10/2010
causa incontinenza verbale

Area personale

 

Ultimi commenti

 

Ultime visite al Blog

A.Dr.FaustScorpioncina71Vgdaunfioreblack.whalelascrivanaacquasalata111mariomancino.mletizia_arcuriPerturbabilefin_che_ci_sonowoodenshiphokaimaffa3simona1808
 

 

 
« Finisce il 2013, ovvero....... ed un giorno arrivò K. »

Dharma mi ha lasciato... oggi scrivo io per lei

Post n°379 pubblicato il 22 Aprile 2014 da A.Dr.Faust

Dharma mi ha lasciato... oggi scrivo io per lei
FAUSTO: SEDUTO SUL PAVIMENTO - 12


(Cecile Corbel - My lullaby)

 

Domenica mattina al parco delle V.

E' tanto che manco ed il parco sembra saperlo. Mi tiene il broncio e mi accoglie con uno scroscio d'acqua. La pioggia, insistente, piega i rami degli alberi che al mio passaggio sfiorano il mio ombrello, lo strattonano.

In breve sono completamente zuppo d'acqua, ma non importa.

E' da sabato che un pensiero non vuole abbandonarmi, è un aprire l'uscio di casa ed aspettarmi di trovare uno sguardo felice, un lieve grattare. E' una mia mano che nel sonno cerca giù dal letto di afferrare l'aria.

E' una melodia, una ninna nanna. E' un sospiro.

Nemmeno mi accorgo che ha smesso di piovere e che il sole ha fatto capolino tra le nuvole, di essere arrivato ad un campo d'erba che scende dolcemente verso il fiume.

E' solo allora che vedo che il campo è sconvolto in più punti, come se un gigante si fosse divertito a saltarci dentro a caso, piegando sempre gli steli verso il fiume.

Ricomincia a piovere, la tregua finita.

Cerco di capire, di scoprire se esiste una qualche forma di simmetria tra le orme, se esiste un disegno, un messaggio, un segno. Mi servirebbe un punto di osservazione più in alto, che mi permettesse di abbracciare con lo sguardo tutto il campo d'erba...

ma io non so volare

 

Fausto

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog