Creato da figliliberi il 18/07/2007
Associazione per la tutela e la Libertà dei nostri Figli
 

FIRMA LA CARTA ETICA

[ FIRMA LA CARTA ETICA PER LA BIGENITORIALITA ]

 

Area personale

 

FACEBOOK

 
 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
 

Tag

 

Ultime visite al Blog

matmax3Auponemaurofio1970hawk971limidotradefabiola_bertinottifurgadollsitalyciubi1giovanna.calluraalessio.inguantaavv.mazzolidr.commercialistiastrovivodraiscivaliente
 

Ultimi commenti

Stimatissimo Sig. Tiberio Timperi chi le scrive è il...
Inviato da: ProfGherardo Pagnoni
il 08/02/2016 alle 10:13
 
Avrei urgente bisogno di un contatto mail con Tiberio...
Inviato da: fabrizio
il 17/12/2014 alle 11:57
 
Gent. sig. Timperi,credo che Lei stia lottando per una...
Inviato da: anna rita fattori
il 13/02/2013 alle 00:05
 
se possibile avrei bisogno di un contatto con Tiberio...
Inviato da: Luca Angelelli
il 06/11/2012 alle 21:10
 
caro tiberio, non basta solo scriverti e piangerci addosso....
Inviato da: luciano
il 18/10/2012 alle 22:33
 
 

Contatta l'autore

Nickname: figliliberi
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 17
Prov: MI
 

Dedicata ai nostri Figli ...


Orgoglio di essere Papà

 
 

Chi siamo, gli obiettivi e le attività

Associazione per la tutela dei diritti dei figli nella famiglia separata 

EDUCARE INSIEME 

figli hanno il diritto di mantenere un rapporto equilibrato e continuativo, di ricevere cure, educazione ed istruzione da entrambi i genitori e di conservare rapporti significativi con i parenti di ciascun ramo genitoriale. L’Associazione Figli Liberi vuole sensibilizzare l’opinione pubblica sul fenomeno delle separazioni e sulle conseguenti problematiche che ne derivano, creando una rete solidale di sostegno a chiunque si trovi in difficoltà nello svolgimento della propria funzione genitoriale. Collabora con noi! La tua presenza nell’Associazione rappresenta un aiuto straordinario per tutti. Vogliamo farci promotori di una nuova cultura che incentivi nella coppia, anche dopo la separazione, il concetto di Bi-genitorialità  inteso come co-responsabilità dei genitori nei confronti dei figli. 

 

 

La storia della nostra povera Italia

Post n°168 pubblicato il 11 Settembre 2008 da figliliberi


La storia di "papino"......... Giorgio Ceccarelli
presidente dell' Associazione Figli Negati






 
 
 

3 settembre 2008 

Post n°167 pubblicato il 31 Agosto 2008 da figliliberi

Il 3 settembre alle ore 21.00 riprendono le attività associative.
Chiunque possa venire è sempre ben accolto.
La battaglia a favore della BiGenitorialità non è mai terminata.
Anche quest'anno ci saranno Avvocati, Psicologi, Mediatori Familiari ed altri esperti che ci aiuteranno a cambiare questa Cultura che ci ha portato alla disfatta del Valore della Famiglia.
L' appuntamento è aperto a tutti liberamente senza obbligo di tessere o altro.
Amiamo i nostri Figli !!!
un saluto a tutti ....
IL DIRETTIVO 

 
 
 

UN'ALTRA BRUTTA STORIA FINITA BENE

Post n°166 pubblicato il 26 Luglio 2008 da butter_flies

Bimba italiana rapita dal padre
trovata in Belgio dopo 4 anni

L'uomo, marocchino, è stato arrestato ed è accusato di sequestro di minore
Aveva sottratto Fatima alla madre. Ad Anversa aveva costruito una nuova identità

TRENTO - Dopo quattro anni la polizia ha trovato la bambina italiana rapita dal padre in Sicilia. Fatima, che ora ha nove anni ed è nata a Palermo da madre italiana, era in Belgio con il papà, Alì Benjrhad, un marocchino di 41 anni, che lì aveva costruito una nuova identità per sé e per la figlia.
L'uomo è stato arrestato dalla polizia belga ed è accusato di sequestro di minore. L'arresto giunge dopo quattro anni di indagini che hanno impegnato la squadra mobile di Trento, la direzione centrale della polizia criminale (il servizio S.i.r.e.n.e.) e coinvolto anche l'ufficio minori del ministero di Grazia e giustizia.
Era l'8 settembre 2004 quando, a Palermo, Benjrhad sottrasse la piccola Fatima alla madre, Maria Fiorentino. La donna aveva immediatamente sporto denuncia. Del caso si erano subito occupate sia la Procura della città siciliana che quella di Trento, perché la madre aveva il sospetto che il marito potesse essersi rifugiato a Trento da un fratello.
In effetti il padre per un paio di mesi si era nascosto nel capoluogo trentino. La Mobile di Trento lo individuò in città e lo fermò alla stazione dei treni, ma l'uomo nel frattempo riuscì a mandare la bambina in Marocco dalla nonna, dove la piccola rimase per un anno e mezzo a studiare l'arabo.
Infine la fuga in Belgio, ad Anversa. Lì Benjrhad si era creato una nuova vita, lavorava come operaio e aveva falsificato i documenti suoi e della figlia. La bimba aveva una data di nascita diversa e un nuovo nome: Sara al posto di Fatima.
Benjrhad, che era già stato condannato tre anni fa dal tribunale di Palermo per sottrazione di minore e aveva perso la patria potestà per accertati maltrattamenti, è stato arrestato il 15 luglio dalla polizia belga per falsificazione di documenti. Ora la magistratura dovrà avviare le pratiche per la sua estradizione.

da la Repubblica.it
(25 luglio 2008)

 
 
 

LA FANTASIA DEI NOSTRI FIGLI

Post n°165 pubblicato il 03 Luglio 2008 da butter_flies

Il Giornale.it , martedì 17 giugno 2008

Non spegnete la loro fantasia

menti utili

  ti

Ogni attività che il bambino sperimenta viene vissuta come un gioco e ogni gioco è un modo per esplorare il mondo che lo circonda. Osservando il nostro bambino che gioca, potremo scoprire le sue fantasie o il suo amico immaginario. Giocando insieme a nostro figlio, invece, impareremo a conoscerlo, ad ascoltarlo per proporci a lui in una veste diversa e allora anche l'approccio educativo sarà diverso e le regole saranno meno impegnative per lui.

I bambini amano disegnare, colorare e dipingere, quindi comunicano al mondo che loro esistono lasciando un segno, utilizzando una penna, scegliendo un colore, impugnando uno strumento, inventando una storia. Le nostre case dovrebbero essere a misura di bambino, quindi sarebbe utile creare uno spazio, come il tavolo della cucina o il tappeto nella sua stanza, nel quale il piccolo si sentirà libero di "sporcare", sperimentare e giocare liberamente. Ogni disegno permette al bambino, seppur piccino, di iniziare a strutturare il tempo, lo spazio e la forma, quindi ad esprimere con maggiore sicurezza le proprie predisposizioni, sia intellettive che emotive e temperamentali.

A volte basta poco tempo per instaurare un corretto rapporto intimo con i piccoli e i ragazzi. Si sa che oggi anche i genitori sono super-impegnati. Tale situazione ha cambiato il rapporto con i figli, ma non può annullare la cosa più bella che intercorre tra loro e i genitori: l'amore vicendevole che è anche il farmaco più salutare per creare una relazione positiva anche col mondo. Infatti, ciò che oggi accade nei giovani è in parte dovuto alla mancanza di un rapporto vero all'interno della famiglia. Un'eccessiva libertà e la casa vuota per troppo tempo, dove forse l'unico interlocutore è la televisione, sono elementi che distruggono la famiglia e creano le premesse per la noia.

Prevenire è meglio che curare. Occorre pertanto ripristinare il ruolo di genitori e soprattutto non sottovalutare i primi sintomi di disagio che l'adolescente ci manda. Un aiuto può proprio venire dal linguaggio non verbale che essi quotidianamente esprimono attraverso lo scarabocchio, la grafia e il disegno.

Evi Crotti

 

 
 
 

DUE SERATE IMPORTANTI

Post n°163 pubblicato il 10 Giugno 2008 da nonnagianca

CARI AMICI, COME VEDETE CI STIAMO DANDO DA FARE PER TRATTARE TUTTI GLI ARGOMENTI CHE CI RIGUARDANO. IN QUESTO CASO, TOCCA A NOI "I NONNI" TROPPO SPESSO DIMENTICATI; DALLE ISTITUZIONI, E A VOLTE (AIME') ANCHE DAI PAPA'. LO SO RAGAZZI CHE I PROBLEMI SONO TANTI, LO SO CHE CERCHIAMO DI AIUTARE GLI ALTRI, SPESSO DMENTICANDOCI DI NOI STESSI, MA COME E' ORAMAI EVIDENTE DI NONNI IN PIAZZA SE NE VEDONO POCHI. IO CREDO CHE SIANO VERAMENTE TANTI I NONNI NELLE MIE STESSE CONDIZIONI, MA PENSO ANCHE CHE SIA DIFFICILE PER TANTI "MOSTRARSI" NON TROVO ALTRA PAROLA! FORSE C'E' L'ETA' CHE LI FRENA, FORSE LA SALUTE, VISTO CHE NON SIAMO PIU DI PRIMO PELO. O FORSE PUO ESSERE CHE NON HANNO PIU VOGLIA DI LOTTARE....FORSE MANCA LA FIDUCIA. NON DANNO RETTA AI NOSTRI FIGLI FIGURATI SE DANNO RETTA A NOI. E ALLORA FORSE QUESTI NONNI "FANTASMA" HANNO DECISO DI PORTARE LA LORO SOFFERENZA NELLA TOMBA.
AL CONTRARIO DI LORO IO CI SONO...E NELLA TOMBA VORREI PORTARCI CHE CAUSA TUTTO QUESTO DOLORE.
VI ASPETTO DOMANI SERA CON L'AVVOCATO VITTORI, E IL 18 CON L'AVVOCATO HEIDY B.
NONNA GIANCA






Associazione Figli Liberi di Vimodrone (MI) - mercoledì 18 giugno 2008, ore 21.00: I 'diritti dei nonni'.

L'avvocato Heidi B. Heilegger dello Studio legale MPH parteciperà in qualità di relatrice ad un incontro organizzato presso l'Associazione Figli Liberi di Vimodrone (MI) in cui si discuterà del diritto dei minori alla frequentazione degli ascendenti alla luce della legge n. 54/2006. L'incontro si terrà il giorno 18 giugno 2008, ore 21.00 presso la sede delll'associazione in Via Della Guasta n. 1 in Vimodrone (MI). L'ingresso è libero.
www.figliliberi.it