GeapSunrise R.E.S.G.

Ristrutturazioni sullo Spirito

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 7
 

 

« Michael JacksonCinque giorni dopo »

Quando l'alta moda e QAnon si scontrano

Post n°9616 pubblicato il 30 Novembre 2022 da childchild

Quando l'alta moda e QAnon si scontrano

Due nuove campagne di Balenciaga hanno scatenato una tempesta di fuoco che ha viaggiato da Internet a Fox News, alimentata dalle accuse che il marchio abbia tollerato lo sfruttamento minorile.

Pubblicato il 28 novembre 2022Aggiornato il 29 novembre 2022, 9:48 a.m. ET
Una borsa che sembra un orsacchiotto punk portata in passerella.
Le conseguenze sono iniziate il 16 novembre, quando Balenciaga ha pubblicato una campagna chiamata Balenciaga Gift Shop, in cui comparivano immagini di bambini con le borse del marchio che sembravano orsacchiotti in tenuta bondage.Balenciaga
Da quando Demna è diventato direttore artistico di Balenciaga nel 2015, lo storico marchio è diventato un parafulmine per le polemiche, spesso intenzionalmente. Vedi: rifare la borsa per la spesa da 99 centesimi dell'IKEA come un bene di lusso, mettere i tacchi alle Crocs, vendere scarpe da ginnastica distrutte a 1.850 dollari, vestire Kim Kardashian con una calza nera da capo a piedi per il Met Gala e mandare in passerella modelle che sembravano rifugiate con sacchi della spazzatura fatti di pelle costosa.

L'indignazione provocata da questi momenti è sembrata spesso l'unico scopo. Ognuno di essi ha solo rafforzato la reputazione di Balenciaga di Demna come marchio che costringe i consumatori a confrontarsi con il significato stesso di "gusto".

Ora, però, la pubblicazione di due nuove campagne di Balenciaga, che è di proprietà di Kering, il conglomerato francese del lusso che possiede anche marchi come Gucci e Saint Laurent, ha portato la pubblica riprovazione a un nuovo livello. Una campagna ha mostrato foto di bambini che stringono borse che sembrano orsacchiotti in tenuta bondage. Un'altra campagna presentava foto che includevano documenti relativi alle leggi sulla pornografia infantile. Insieme, hanno scatenato una tempesta di fuoco che ha viaggiato da Internet a Fox News, alimentata dalle accuse che Balenciaga abbia tollerato lo sfruttamento dei bambini. La controversia è diventata una delle più esplicite collisioni tra cultura internet, politica, moda e teorie cospirative.

Il 28 novembre, quasi due settimane dopo l'inizio della tempesta - e dopo una serie di scuse su Instagram che non sono riuscite a placarla - il marchio ha rilasciato una dichiarazione in cui ammette "una serie di gravi errori di cui Balenciaga si assume la responsabilità". La casa di moda ha annunciato che sono in corso "indagini interne ed esterne" e "nuovi controlli" e ha detto che si sta rivolgendo a "organizzazioni specializzate nella protezione dei bambini e che mirano a porre fine all'abuso e allo sfruttamento dei minori".

"Vogliamo imparare dai nostri errori e individuare i modi in cui possiamo contribuire", si legge nel comunicato.

Cosa è successo prima?

Le conseguenze sono iniziate il 16 novembre, quando Balenciaga ha pubblicato una campagna chiamata Balenciaga Gift Shop. La campagna è stata scattata il mese scorso da Gabriele Galimberti, un fotografo documentarista italiano il cui lavoro si concentra sulle storie che le nostre cose raccontano di noi stessi. Il signor Galimberti aveva già realizzato un libro con immagini di bambini con i loro giocattoli, ma non aveva mai scattato una campagna di moda.

Le sue fotografie ritraevano sei bambini che stringevano borse di orsacchiotti distrutte, che erano state viste per la prima volta nella sfilata della primavera 2023 del marchio a Parigi. I soffici orsetti avevano occhi neri, top a rete e imbracature di pelle; intorno a loro erano esposti bicchieri di vino e altri articoli da regalo. Secondo Galimberti, gli oggetti, i bambini e il luogo scelto per le riprese erano stati selezionati da Balenciaga, con la presenza di numerosi membri dello staff durante i due giorni di riprese.

Non molto tempo dopo la pubblicazione online della campagna Gift Shop, si è scatenata un'ondata di indignazione contro le immagini che accostavano i bambini a ciò che sembrava un armamentario bondage.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Geaplunner/trackback.php?msg=16489303

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Nessun commento
 
 
 

INFO


Un blog di: childchild
Data di creazione: 08/02/2011
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

childchildmurgiabernardinoDesert.69OgniGiornoRingrazioStil03sualtezza68Blogger2023Martina_Militoicomeimolaknorr1acer.250clatra.cNando2504alemusoni
 

ULTIMI COMMENTI

E OGGI SONO OTTO...
Inviato da: childchild
il 03/01/2023 alle 20:07
 
Tanti auguri amore mio...ovunque tu...
Inviato da: childchild
il 18/12/2022 alle 02:36
 
https://youtu.be/Hl6v3otAwrI
Inviato da: cassetta2
il 09/12/2022 alle 10:00
 
E adesso sono sette...
Inviato da: childchild
il 04/12/2022 alle 00:32
 
NE VEDREMO DELLE BELLE...
Inviato da: childchild
il 16/11/2022 alle 15:37
 
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom