DA CUORE A CUORE

SOFFI DI VITA

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

I STAND IN AWE OF YOU

 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

mare66sELY_DEmynamesabriRahab777frattale58animasugcrazy_21_1945Lunicaviasimone.alberganticassetta2fra873Federico.Scifo.dgllucyvanpelt64MarquisDeLaPhoenixoscardellestelle
 

ULTIMI COMMENTI

<3<3<3
Inviato da: Rahab777
il 24/03/2013 alle 11:29
 
"...e sempre ricordarti dell'immenso valore che...
Inviato da: simpal
il 20/03/2013 alle 21:02
 
Se vuoi passa dal mio blog e leggi i post n° 79, 72, 61, 59...
Inviato da: perpoche1
il 12/03/2013 alle 16:14
 
Forse non riesco a spiegarmi. Sono d'accordo con te...
Inviato da: Rahab777
il 12/03/2013 alle 15:20
 
Si si, tornare a vivere con lui significherebbe morire....
Inviato da: perpoche1
il 11/03/2013 alle 23:23
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

 

Cos'è l'interiorità?

Post n°52 pubblicato il 06 Luglio 2015 da Rahab777

Cos'è "l'interiorità"?

 A volte quando si parla di interiorità, di spiritualità si pensa a qualcosa di molto vago e di molto serio, qualcosa che "non è alla portata delle persone normali".
 Invece credo che sia un cammino, alla fine, di umanizzazione... ossia, un cammino dove si impara a vivere sempre più pienamente quello che si vive. Non è questione di essere "più bravi", ma è questione di vivere "di più", di rendersi conto che vivere "così" non mi basta. Si, posso FARE un sacco di cose, AVERE cose sempre nuove ma...
 MA non mi basta.

 Il punto è poter vivere pienamente per quello che sono, per quello per cui sono stata "progettata".

 Infatti, una cosa determinante del cammino con Dio é la scoperta di se stessi. All'inizio dipendi molto dal giudizio delle persone, da quello che gli altri pensano di te (che dovesti essere), e anche se questa dimensione non se ne va mai completamente ( é chiaro che amiamo essere accolti ), quando accetti questo cammino di capire veramente quello che tu sei, di non dover essere schiavo di ciò che gli altri pensano, e credono e dicono... ALLORA scopri di avere dentro qualcosa (per me l'immagine più evidente è uno spazio decorato, un giardino), in cui puoi imparare ad essere te stessa.

 La svolta, la cosa che mi ha permesso questo inizio di cammino é stato l'incontro con Gesù: in questa relazione mi sono sentita accolta per quello che sono, (e non per quello che si pensa che Lui voglia che io sia, come tra i "religiosi ipocriti"), ed ho potuto così accettare di provare a togliermi quelle maschere che mi ero costruita nel tempo, scoprendo quindi che C'È una via possibile, che é fantastica perché è vera... non devi più stare attento a quello che gli altri pensano di te, ma puoi cominciare a seguire quello che é la tua via.

 Il cammino é iniziato da lì, e da lì inizia una scoperta sempre nuova di chi sei. E questo fa si che non cerchi più le novità fuori, perché è come se tu potessi camminare sempre "più dentro" alle cose che succedono.
 Possiamo scegliere se vivere sulla superficie oppure un pochino sotto...e ci sono livelli sempre più profondi.
 E più vai in profondità più trovi la Vita, perché è in quella corrente sotterranea che scorre nel tuo giardino che c'è la Vita. Quindi, più vai in fondo in te, più la vita ce l'hai vicina! Emoticon smile

 E non é una cosa per eremiti, perché questa vita che scorre in te, é la stessa vita che scorre nelle persone che incontri, nelle cose che tu fai. Quindi, più vai a fondo, più incontri anche una comunione. Non è vero che é un cammino di solitudine. Certo, hai bisogno ANCHE di solitudine e silenzio per rimettere insieme i momenti... ma in realtà è l'unico cammino che ti apre.

 Rilke scrive:
 "Voglio vivere tutte le cose fino in fondo perché siano degne di Te e vaste"

 Il cammino spirituale é tutt'altro che noioso... Ora mi rendo conto che é ovvio che la gente si annoia se non vive un pò in profondità: possono cercare novità in eterno, ma se non scendono in profondità non basteranno mai, non "troveranno" mai.

 Invece, nella misura in cui "vai sotto", allora le cose diventano più interessanti e belle. É come quando vedi qualcosa da lontano: si, vedi qualcosina, ma non osserverai mai i particolari...o nel rapporto con una persona: se l'ascolti per cinque minuti ...ok, finisce lì magari. Se invece ci cammini per del tempo scopri sempre più cose, é una cosa sempre nuova...c'è sempre spazio in più.

 Diventa tutto molto più intenso. Diventa uno spazio dentro di te in cui camminare, dove scopri stanze sempre nuove che stanno intorno alla stanza centrale dove abita Dio, che ti chiama
 (Si si...Il riferimento al Castello interiore di Teresa d'Avila NON è puramente casuale ).

 In questo modo passi la vita a scoprire dentro di te, dentro agli altri, dentro le cose che vivi, questo Qualcosa che c'è oltre. Le cose che succedono sono l'occasione, ma non é necessario che siano cose sempre diverse, che ti emozionino molto o che ti piacciano particolarmente...perché è comunque la via in cui Lui passa.

 Ed è alla portata di tutti.
 Anche di te che stai leggendo.
 Dentro di te c'è una sorgente, ma quella sorgente é ricoperta di sassi... il cammino é questo: scoprire questa sorgente, (Gesù), togliere i sassi e la sabbia affinché possa bere a quell'acqua. E quando l'hai scoperta inizia la vera vita.
 Questa è la vera avventura che vale la pena di essere vissuta.
 Un grazie al Dio della mia vita!

 
 
 

Adesso so che Dio era lì ... e mi aspettava

Post n°51 pubblicato il 13 Settembre 2013 da Rahab777

Ho vissuto trent'anni tra tossicodipendenza, prostituzione(e omosessualità).


Una non-vita di ribellione, violenza e dolore. 
Nei lunghi anni di abuso, droga e psicofarmaci hanno corroso ogni cosa:
 la mente, le emozioni, la volontà, il fisico ...la mia famiglia.

Molte volte e in vari modi ho tentato di uscire da tutto questo, senza mai riuscirci definitivamente.
Poi ...incontrai Lui. ♥ ♫ ♫ ♪♫ ♫♪ ♫♫ ♪♫ ♫♪ ♥

È difficile spiegare a parole quello che Dio ha fatto in me...

Come spiegare una risurrezione?
Semplicemente: ero morta, ora vivo.

Incontrai Gesù pochi anni fa, cercandoLo in una Bibbia che mi era stata regalata.

Pur essendo cresciuta in una buona famiglia, con un'educazione religiosa di stampo ''cattolico romano'',nessuno mai mi aveva parlato della possibilità di conoscere e di relazionarmi con quel Dio vivente che avevo cercato in vari cammini spirituali, il cui Amore scoprivo e sperimentavo finalmente leggendo la Sua Parola... 

Leggendo e rileggendo, Dio pose in me un fondamento ogni volta più solido: tutta la Parola mi "parlava" di una persona sola: Gesù Cristo.

E per me fu finalmente come sentirmi a casa...Entusiasmante!
La profondità del Suo amore e della Sua grazia mi hanno conquistata.

Capii che Lui mi amava così com'ero!
Il Figlio di Dio era lì per me, un'emarginata,un frammento di umanità sconosciuto...

Si, Dio aveva mandato Suo Figlio solo per me!
E dal momento che decisi di seguirlo, il Suo amore cominciò a cambiarmi.

Da allora Lui vive in me, ed io vivo in Lui e grazie a Lui.

La gente che mi conosceva "prima" è stupefatta dal cambiamento avvenuto nella mia vita. Sono letteralmente una "nuova creatura" (2Corinzi 5:17).

Quando ora ripenso ad alcuni dei momenti più bui del mio passato, mi rendo conto che quello che splende in quelle tenebre è l'amore delle persone che mi hanno teso la mano. Non il dolore, non il male... ma la luce delle persone che mi hanno veramente amata, nonostante quello che ero.

Adesso so che Lui mi aspettava.
E il meglio deve ancora arrivare! 

Dio... è Dio! Si compiace di fare miracoli, salvare, liberare, guarire, perchè è Amore.
E opera ancora oggi nelle vite di chi Lo cerca con tutto il cuore. 
Infatti, Egli stesso dice: "Voi mi cercherete e mi troverete, perchè mi cercherete con tutto il vostro cuore;io mi lascerò trovare da voi", dice il Signore" (Gr. 29:13). 

Per quanto in basso tu possa essere caduto/a,l'amore di Dio è anche per te. 

Gesù Cristo è morto sulla croce, subendo la condanna al posto mio e tuo.
Anche Lui è stato ferito, disprezzato, umiliato, condannato, ucciso.
Ma poi è risorto.
Ed è vivente. Ora.

Il suo amore è forte e fedele, puro, disinteressato.

Ama anche il più misero, il più lontano da Lui...
Non allontanarti, come se la cosa non ti riguardasse.
Lui non respinge nessuno.

Trova il coraggio di credergli...Abbi fiducia in Lui, e cercalo: conoscerai la vita, la pace di Dio e la vera gioia che non hai mai sperimentato. 

Dio ti ama ed è molto vicino a te! Non arrenderti mai, tranne che a Lui... perchè ti stà aspettando per rialzarti. 

Se desideri davvero conoscerLo, cerca Gesù nella Sua Parola, la Bibbia. 

"Speranza" non è solo una parola: Gesù è capace di liberarti!

Nel Suo amore e nel mio.

 
 
 

Smettiamo di giudicare

Post n°47 pubblicato il 01 Luglio 2013 da Rahab777
Foto di Rahab777

 È l'amore che ti cambia, non il giudizio. 

La gente cambia grazie all'amore e alla grazia di Dio, non perchè c'è qualcuno che la fa sentire giudicata. 

Smettiamo di condannare noi stessi e gli altri, e di mettere tutti "sotto esame". 

"Non giudicate, e non sarete giudicati; non condannate, e non sarete condannati; perdonate e vi sarà perdonato; date, e vi sarà dato; vi sarà versata in seno buona misura, pigiata, scossa e traboccante; perchè con la misura con cui misurate, sarà rimisurato a voi". (Luca 6:37-38) 
Quì Gesù stà parlando di amore, perdono e condanna. Stà dicendo che tu sarai amato nel modo col quale tu ami... E come giudichi, sarai giudicato. La misura di come vivrai è nelle tue mani. 
Vuoi essere condannato? Continua a condannare. 
Vuoi essere perdonato? Perdona. 
Vuoi essere amato? Ama.

 
 
 

Preghiera

Post n°43 pubblicato il 12 Maggio 2013 da Rahab777
Foto di Rahab777

Prega sempre di avere occhi che vedano il meglio nelle persone, un cuore che perdoni le azioni peggiori, una mente che dimentichi il male e un’anima che non perda mai la fede in Dio.

 
 
 

A cosa pensi?

Post n°42 pubblicato il 24 Aprile 2013 da Rahab777

Quello che assorbiamo nella nostra mente determina le nostre parole e le nostre azioni...Allora... Soffermiamoci a pensare alle cose giuste.Molti pensano alle cose sbagliate.Vuoi sapere cosa pensa una persona? Ascolta quello di cui parla continuamente! Infatti, "La bocca parla dall'abbondanza del cuore". (Mt 12:34).Molti sono sempre agitati e preoccupati e pensano al lato sbagliato della vita parlando continuamente in incredulità. Se si vuole mettere in pratica la Parola, non si può continuare a parlare in incredulità, o no? PIÙ SI PARLA DI CERTE COSE, PIÙ DIVENTANO GRANDI. Se qualcosa non possiede tutti questi requisiti, se non èVERA, ONESTA, GIUSTA, PURA, AMABILE, DI BUONA FAMA... (Filippesi 4:8) non pensiamola e non parliamone! Molte delle storie che girano tra la gente non adempiono nemmeno il primo requisito: non sono neanche vere! Quindi evitiamo di parlare di storie "per sentito dire". Non pensiamole nemmeno. Alcune di queste storie potrebbero anche essere vere, ma possono non essere pure e amabili, e - nota questo - di buona fama. Allora non stiamo lì a pensarci.Pensando a questo tipo di cose, diamo posto al diavolo. La sua arma più grande è il potere della SUGGESTIONE.Egli cerca continuamente di entrare nei nostri pensieri... Facciamo attenzione a cosa 'mangiamo'!

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: Rahab777
Data di creazione: 03/03/2013
 

AS THE DEER

 

 

SONS OF KORAH PSALM 117 LIVE

 

INNO ALL'AMORE

 

I MIEI LINK PREFERITI