Creato da adel1961 il 03/09/2007

la cucchiarella

blog di cucina

 

 

Crocchette alla Simmenthal

Post n°724 pubblicato il 08 Luglio 2018 da adel1961
 
Tag: Secondi

Continuano le mie sperimentazioni in cucina dettate soprattutto dal "non ho nulla in casa"… un po' visionarie direi! Quindi ecco che nascono le crocchette di simmenthal. Ne avevo un paio di scatoline in giacenza che nessuno ormai considerava più e quindi ecco che parto con la solita solfa "che ci posso fare?". Unica idea che mi è venuta è stata quella di prepararci delle crocchette che sono sempre buone qualsiasi cosa ci si infili dentro. Io le ho preparate così:

2 patate piuttosto grandi lessate e fredde
2 scatolette piccole di Simmenthal
50 gr. di cotto
1 uovo intero
basilico fresco
sale e pepe
una manciata di parmigiano grattugiato

pangrattato per la panatura

Ho messo nel Bimby (ma ve bene qualsiasi mixer o anche nulla) la Simmenthal e il basilico ed ho azionato qualche secondo a velocità 5 per tritare un pochino. Ho aggiunto poi il resto degli ingredienti tra cui la patata lessata (io l'ho fatto al microonde) ormai completamente fredda ed ho azionato ancora a velocità 5 per 10 secondi. Ho controllato che il tutto si fosse amalgamato ed ho constatato che l'impasto non necessitava di aggiunta di pangrattato ma era già abbastanza sodo in modo da poter fare le crocchette. Le ho quindi preparate, passate nel pangrattato e adagiate sulla teglia da forno leggermente oliate in superficie. Ho infornato a 180° per circa 35 minuti. Di un buono!!!! Da rifare certamente visto che sono state divorate. Chiaramente la versione fritta è di sicuro più buona…. La prossima!

 
 
 

Tofu grigliato

Post n°723 pubblicato il 08 Luglio 2018 da adel1961
 

Il tofu, questo sconosciuto. Mai mi era venuta voglia di acquistarlo ma ultimamente vedo su Instagram tantissime ricette in cui si utilizza questo prodotto che la cosa mi ha incuriosito. Volessimo rimanere senza mai averlo provato?? Chiaro che no. Quindi, studiato un pochino la pratica, mi sono cimentata nel ricettarlo. Cosa essenziale direi! Si perché il tofu così com'è non sa veramente di nulla e sinceramente sembra di mangiare cartone Quindi ora vi spiego come l'ho preparato.

Ho tolto il tofu dalla sua confezione, l'ho asciugato per bene con un panno-carta e l'ho quindi tagliato a fette. Ho preparato la marinatura: mezzo bicchiere di soya, succo di mezzo limone, pepe e un paio di rametti di rosmarino. In questo liquido ho messo a marinare i bastoncini di tofu per tutta la notte. Al momento di portarlo in tavola, ho arroventato la padella antiaderente senza nessun tipo di condimento e, scolato il tofu, l'ho fatto grigliare da tutti i lati. Basteranno veramente pochi minuti. A questo punto non resta che gustarlo: io una volta sul piatto ho condito con della salsa all'aceto balsamico. Direi che anche questo esperimento è stato apprezzato!

 
 
 

Rotolini di frittata al forno

Post n°722 pubblicato il 08 Luglio 2018 da adel1961
 


Estate per me equivale a "voglia di cucinare zero"! Ma allo stesso tempo i prodotti che la natura ci offre in questo periodo dell'anno sono innumerevoli, dalla varietà di frutta a ortaggi buonissimi. Quindi che si fa? Si continua a cucinare, chiaro!  Sempre però architettando ricette non elaborate ma veloci da preparare e soprattutto che si possono gustare fredde. Questo piatto è uno di queste. La frittata l'ho preparata nel fornetto in pochissimo tempo e una volta fatta rappresa e fatta raffreddare, l'ho farcita con quello che avevo a disposizione. Queste le mie dosi per una teglietta rettangolare non molto grande:

5 uova intere
1 zucchina tagliata a julienne con una grattugia a fori larghi
un pizzico di sale e pepe
scamorza
prosciutto cotto

In una ciotola ho sbattuto le uova con il sale ed il pepe. Ho aggiunto la zucchina tritata ed ho amalgamato il composto. L'ho quindi versato nella teglia foderata con la cartaforno ed ho infornato a 180° fino a che la frittata non si è rappresa. Tolta dal forno l'ho lasciata raffreddare completamente e l'ho poi farcita con fettine sottili di scamorza e prosciutto cotto. L'ho arrotolata stretta e impacchettata con del cuki. L'ho lasciata così fino all'ora di cena quando l'ho tagliata a fettine e portata in tavola.

 
 
 

Galette alle pesche

Post n°721 pubblicato il 08 Luglio 2018 da adel1961
 

Ok penso si sia capito… sono nel mood "galette" e ne faccio di ogni: dolci e salate. Sono troppo buone! E, il che non guasta di certo, sono velocissime da preparare e in estate, con tutta la frutta a disposizione, si possono preparare delle vere golosità. Questa ad esempio è su base integrale e farcita con delle pesche succose. Vediamo come prepararla.

Per la frolla integrale:

200 gr. di farina integrale 00
50 gr. di farina 00
80 gr. di zucchero di canna
50 gr. di olio di semi leggero
un bicchierino di limoncello freddo
1/2 cucchiaino di lievito

3 pesche mature
1 barattolo di marmellata Rigoni di Asiago
granella di pistacchi
lamelle di mandorle

Ho messo nel mixer tutti gli ingredienti ed ho azionato per qualche secondo, giusto il tempo di far compattare il tutto. Il panetto l'ho steso abbastanza sottilmente, sulla spianatoia leggermente infarinata, a formare un cerchio. Al suo interno ho messo uno strato di marmellata Fiordifrutta ed ho farcito la superficie, lasciando un paio di cm dal bordo, con le pesche affettate. Ho spolverizzato infine con la granella di pistacchi e con le lamelle di mandorla. Ho rimboccato i lembi e il dolce è pronto da infornare. A 180° fino a doratura della frolla (circa 25 minuti).

 
 
 

Pomodori ripieni di riso

Post n°720 pubblicato il 15 Giugno 2018 da adel1961
 
Tag: Bimby, Primi

Il piatto estivo per eccellenza! I pomodori con riso con tanto basilico profumato e un contorno di patate al forno che si impregnano per bene del loro succo e diventano ancora più gustose. Ognuno ha una ricetta diversa, chi lessa leggermente il riso e chi no, io ad esempio evito questa scocciatura e il riso si cuoce perfettamente. Questa la mia procedura, seguitemi e vedrete che avrete un piatto gustosissimo che è buono secondo me soprattutto da tiepido.

Scavate per bene i pomodori da riso stando attenti a non bucarli e la polpa ricavata mettetela in un mixer con le lame. I pomodori salateli per bene all'interno e metteteli a perdere l'acqua di vegetazione a testa in giù. Nel frattempo unire alla polpa nel mixer tanto basilico, del parmigiano grattugiato, sale, un filo di olio e tritare il tutto (io ho messo tutto nel boccale del Bimby). Unire quindi un cucchiaio colmo di riso a seconda del numero di pomodori (in questo caso ho aggiunto 4 cucchiai di riso), amalgamare il tutto e mettere in frigo per circa 10-15 minuti in modo che i chicchi si impregnano del succo. Poi mettere il riso all'interno dei pomodori, coprirli con le calotte e unire le patate fatte a fette leggermente salate. Infornare a 180° con forno ventilato fino a che le patate non risultano ben colorite e cotte. Piatto fantastico!!

 
 
 

Quiche asparagi e speck croccante

Post n°719 pubblicato il 15 Giugno 2018 da adel1961
 


Quanto mi piacciono le torte salate! Sono degli ottimi salvacena, si preparano in un attimo, ma soprattutto apri il frigo guardi cosa c'è dentro, assembli e il gioco è fatto! Buona da mangiare in un aperitivo, in un picnic, come antipasto, calda o fredda è sempre ottima. Stavolta avevo un mazzo di asparagi freschi da consumare e per dare un gusto più deciso ho unito dei cubetti di speck. Ecco quindi gli ingredienti utilizzati per una tortiera da 26 cm di diametro:

1 rotolo di pasta briseè
un mazzo di asparagi lessati
100 gr. di speck in cubetti
3 uova intere
50 ml di latte
100 gr. di provola grattugiata
sale

Ho sbattuto le uova con un pizzico di sale, ho unito il resto degli ingredienti ed il composto ottenuto l'ho versato sulla base della pasta briseè. Ho leggermente ripiegato i bordi in eccesso ed ho spolverizzato con semi di sesamo. In forno a 200° per circa 25 minuti e comunque fino a doratura dei bordi.

 
 
 

Chiffon Nocciolata, arancia e pistacchi

Post n°718 pubblicato il 10 Giugno 2018 da adel1961
 


Che dire? D-I-V-I-N-A!! L'ho preparata per festeggiare il compleanno di mia figlia con i suoi colleghi di ufficio e, pare, è stata apprezzata anzi divorata! ma ormai ho capito che con la chiffon-cake non si sbaglia mai e se si vuole fare bella figura basta decorarla con una bella colata come ho fatto io in questo caso. Per questa glassa ho utilizzato la mitica Nocciolata senza latte mentre all'interno dell'impasto ho aggiunto della farina di pistacchio. Insomma una vera goduria! Come sempre per lo stampo piccolo ossia quello da 18 cm. di diametro queste le dosi:

150 gr. di farina
150 gr. di zucchero
50 gr. di farina di pistacchio
8 gr. di lievito
1/2 cucchiaino di bicarbonato
3 uova intere e un albume (separate)
70 gr. di olio di semi leggero
90 gr. di liquidi (io ho utilizzato succo di arancia filtrato)

Per la glassa alla Nocciolata senza latte:

100 gr. di cioccolato fondente
2 cucchiai di Nocciolata senza latte
granella di pistacchio per decorare e fettine di arancia

Ho messo i tuorli ed i liquidi in una ciotola ed ho amalgamato senza montare. Ho aggiunto la farina setacciata con i lieviti e lo zucchero ed ho amalgamato sempre senza montare troppo. A parte ho montato gli albumi a neve fermissima e delicatamente senza farli smontare li ho uniti al composto. Ho versato quindi nello stampo classico da chiffon senza assolutamente imburrare ed ho infornato nella parte bassa del forno a 160° per circa 50 minuti. Una volta cotto il dolce l'ho sfornato e l'ho capovolto per dar modo così di non abbassarsi e rimanere sofficissimo. Per la glassa ho semplicemente sciolto il cioccolato fondente al microonde ed ho unito due belle cucchiaiate di Nocciolata e una volta amalgamato ho fatto colare con un cucchiaio sulla superficie del dolce. 

 
 
 

Biscotti senza

Post n°717 pubblicato il 10 Giugno 2018 da adel1961
 

Questa ricetta è la più gettonata in casa mia per la colazione: sono biscotti croccantissimi ma ultra-sani! Pieni di energia ma poveri di grassi in quanto non contengono burro e uova ma solo del buon olio di oliva leggero. Io alla ricetta base aggiungo sempre qualcosa di croccante come ad esempio nocciole tritate, pistacchi, mandorle, semi vari. In questo caso ho aggiunto delle gocce di cioccolato fondente ed anche uvetta secca e, non ultimo visto che dona loro un gusto tutto speciale,  del miele  ai fiori della Rigoni di Asiago . Insomma una vera bontà!

Per due leccarde da forno queste le mie dosi:

500 gr. di farina (io ho utilizzato 300 gr. di farina 00 e 200 gr. di farina integrale)
130 gr. di zucchero di canna
140 ml di olio di semi
2 cucchiaini di lievito
1 cucchiaino di bicarbonato
100 gr. di fiocchi di avena tritati
150 gr. di cioccolato fondente a scaglie o gocce
3 cucchiai di miele di Fiori Mielbio
acqua q.b.

Questi biscotti sono semplicissimi da fare e si sporca solo una ciotola ed un cucchiaio: mettere tutti gli ingredienti secchi in una ciotola ed aggiungere i liquidi (l'acqua dipende dal tipo di farina utilizzata pertanto metterne un poco alla volta) ed amalgamare per bene fino ad ottenere un impasto tipo pasta frolla. Stendere poi con il mattarello un poco alla volta sulla spianatoia infarinata e con un coccapasta tondo creare i biscotti che metteremo sulla leccarda coperta di cartaforno. In forno a 180° fino a cottura (circa 15 minuti.

 
 
 

Galette zucchine e scamorza

Post n°716 pubblicato il 27 Aprile 2018 da adel1961
 

E' vero le torte salate ci risolvono spesso la cena ma certamente sia la pasta sfoglia che la pasta brisèe non sono poi così salutari.... Io spesso come base delle mie torte salate utilizzo la pasta al vino che è ugualmente buona, croccante e saporita e si presta ad essere farcita con la qualsiasi! Io questa volta l'ho farcita con delle zucchine, della scamorza, delle listarelle di speck e con le olive taggiasche denocciolate. Di un buono e di un croccante!!

Questa la ricetta della pasta al vino che io ho preparato con il Bimby per accelerare:

300 gr. di farina (anche mista, io ho spezzato la 00 con un poco di farina integrale)
100 gr. di vino bianco
80 gr. di olio
pizzico di sale

Ho messo tutti gli ingredienti nel Bimby ed ho lasciato impastare 2 minuti a spiga. Ho steso quindi l'impasto ottenuto a formare una sfoglia che ho adagiato sulla teglia coperta di carta forno. Ho farcito con la scamorza tagliata a fette, con le zucchine tagliate finemente con la mandolina, ho unito le olive taggiasche denocciolate, lo speck, un giro di olio, un pizzico di sale e via in forno fino a doratura a 200°.

 
 
 

Couscous di primavera

Post n°715 pubblicato il 27 Aprile 2018 da adel1961
 
Tag: Primi

Questo piatto si presta benissimo da gustare in questi giorni in cui le temperature iniziano a salire e abbiamo sicuramente più voglia di un piatto fresco, che si possa preparare in anticipo e gustare a temperatura ambiente. Poi questo è il momento di tantissime verdure presenti nei banchi del mercato e possiamo veramente spaziare tra tante varietà.

200 gr. di couscous
stesso peso di brodo vegetale
carote, zucchine, cipollotti, melanzane (e quello che avete a disposizione)

Ho messo in un wok un giro di olio e i cipollotti a fettine ed ho lasciato dorare. Ho unito poi il resto degli ortaggi fatti a tocchetti ed ho cotto sempre a fuoco vivace per evitare che si ammorbidissero troppo (devono rimanere croccanti!). Nel frattempo ho unito il brodo bollente al couscous ed ho lasciato riposare qualche minuto con un coperchio a sigillare. Passato il tempo ho messo un filo di olio ed ho sgranato per bene. Infine ho unito le verdure ormai cotte.

 
 
 

Vellutata di cavolo viola

Post n°714 pubblicato il 27 Aprile 2018 da adel1961
 
Tag: Primi

Ultime minestre visto che inizia il caldo torrido. E con questa buonissima vellutata di cavolo viola chiudo la stagione delle vellutate. Eh si questo inverno le ho preparate spessissimo e in ogni salsa (di zucchine, di zucca, di carote, di patate etc.) e questa devo dire che mi è piaciuta particolarmente e poi il colore...... Fantastico!

500 g di cavolo cappuccio viola tagliato a listarelle
350 g circa di patate a pezzetti
mezza cipolla
500 ml circa di acqua
sale
olio evo

Io ho messo tutto nel Bimby e fatto cuocere per circa 25 minuti il tutto e poi ho frullato in velocità turbo. Ma si può preparare benissimo in una casseruola lasciando cuocere per una mezz'oretta e poi frullare anche con il semplice Minipimer. Che dire: è buonissima e scalda il cuore!

 
 
 

Torta salata con funghi e salsiccia

Post n°713 pubblicato il 27 Aprile 2018 da adel1961
 

Ma quanto sono buone le torte salate? Sono delle perfette svuotafrigo e semplicissime da preparare, basta avere in frigo una confezione di pasta sfoglia o pasta brisèe pronta ed il gioco  è fatto! Io stavolta l'ho farcita con i funghi trifolati e della salsiccia sbriciolata. Di un buonoooo!


1 rotolo di pasta brisèe
400 gr. di funghi champignon
prezzemolo e aglio
2 salsicce
1 uovo
sale

Ho messo in un tegame uno spicchio di aglio e un giro di olio (del peperoncino se piace). Ho fatto leggermente imbiondire poi ho unito i funghi fatti a fettine ed il prezzemolo. Ho salato ed ho fatto cuocere per bene. Nel frattempo ho srotolato la pasta brisèe su di una teglia da 28 cm di diametro nella sua carta forno. Ho sbattuto leggermente un uovo con un pizzico di sale e vi ho unito i funghi. Ho messo il tutto sulla base di brisèe ed ho unito i pezzettini di salsiccia. In forno a 220° fino a doratura della pasta.

 
 
 

Torta paradiso pasquale

Post n°712 pubblicato il 27 Aprile 2018 da adel1961
 

Finalmente mi decido a pubblicare questa buonissima torta fatta per il giorno di Pasqua (eh si sono un po' in ritardo ). Si tratta di una sofficissima base di torta margherita farcita con marmellata di ciliegie e decorata con un nido  di ovetti home-made. Volete scoprire come l'ho fatto? Seguite la ricetta:

Torta paradiso:

3 uova intere a temperatura ambiente
150 gr. di zucchero
150 gr. di fecola di patate
1/2 bustina di lievito per dolci
4 cucchiai di acqua tiepida
vanillina

Montare benissimo (almeno 15 minuti) le uova con lo zucchero e l'acqua. Aggiungere poi, lentamente e senza smontare il composto, la fecola setacciata con il lievito e la vanillina. Imburrare molto bene lo stampo e versarvi il composto ottenuto. In forno a 180° per 30 minuti. Una volta cotta e fredda, tagliarla in due e farcirla con un generoso strato di marmellata.

Per il nido di ovetti:

20 gr. di noodles
60 gr. di cioccolato fondente

Mettere in una ciotola i noodles cercando di districarli un poco ed aprirli bene. Sciogliere il cioccolato al microonde per qualche minuto e versarlo sui noodle facendolo aderire per bene su tutti i noodles. Metterli quindi in una coppetta in modo da formare una sorta di nido ed appoggiare sopra di essi una coppetta più piccola rivestita di pellicola pressando per bene (in modo da non far attaccare il tutto). Mettere in frigo per una decina di minuti a rassodare e indurire per bene poi liberare il nido dalle coppette facendo attenzione a non romperlo. Inserire quindi all'interno degli ovetti di cioccolato e deporlo sulla superficie della torta spolverata con zucchero a velo. Ci credete? E' piaciuta a tutti!

 
 
 

Chiffon vestita a festa

Post n°711 pubblicato il 27 Aprile 2018 da adel1961
 

La Chiffon cake è una torta semplicissima ma strabuona che si presta ad essere mangiata sia spoglia (che è già buona così) sia ad essere decorata. Questa as esempio è stata decorata per festeggiare un compleanno ed è stata farcita con una crema pasticcera arricchita da fragole fresche. Ad abbellire il tutto una colata di glassa alla Nocciolata. Le dosi per il mio stampo da 18 sono queste:

150 gr. di farina
150 gr. di zucchero
8 gr. di lievito
1/2 cucchiaino di bicarbonato
3 uova (separate)
70 gr. di olio di semi leggero
90 gr. di liquidi (io ho utilizzato acqua)
vanillina

Per la glassa:

100 gr. di cioccolato fondente
2 cucchiai di Nocciolata

I litro di crema pasticcera
Fragole

Smarties confettini e cioccolatini per decorare

Ho messo i tuorli ed i liquidi in una ciotola ed ho amalgamato senza montare. Ho aggiunto la farina setacciata con i lieviti e lo zucchero ed ho amalgamato sempre senza montare troppo. A parte ho montato gli albumi a neve fermissima e delicatamente senza farli smontare li ho uniti al composto. Ho versato quindi nello stampo classico da chiffon senza assolutamente imburrare ed ho infornato nella parte bassa del forno a 160° per circa 50 minuti. Una volta cotto il dolce l'ho sfornato e l'ho capovolto per dar modo così di non abbassarsi e rimanere sofficissimo. Una volta fredda l'ho tagliata e farcita con la crema pasticcera mista a fragole a pezzettini.

Per la glassa ho semplicemente sciolto il cioccolato fondente al microonde ed ho unito due belle cucchiaiate di Nocciolata e una volta amalgamato ho fatto colare con un cucchiaio sulla superficie del dolce. 

 
 
 

Torta Smarties

Post n°710 pubblicato il 27 Aprile 2018 da adel1961
 

Della serie fatta e rifatta! Troppo buona per non replicarla in tutte le salse. La base è una semplice frolla morbida senza burro che poi andiamo ad arricchire con tanti Smarties colorati e pezzetti di cioccolato a sentimento. Questa la dose per uno stampo da 20 cm:

230 gr. di farina
70 gr. di zucchero di canna scuro
70 gr. di zucchero semolato
100 ml di olio di semi leggero
1 uovo intero
1/2 bustina di lievito
1 cucchiaino di bicarbonato
un pizzico di sale
200 gr. circa di cioccolato fondente a pezzetti e Smarties colorati

Mescolare tutti gli ingredienti tra loro e si formerà un impasto morbido che andremo ad appiattire sulla teglia. Decoriamo con Smarties e pezzi di cioccolato ed inforniamo a 180° per circa 25-30 minuti. Ecco la nostra torta pronta! Ora non resta che gustarla!

 
 
 

Chiffon cake variegata alla Nocciolata

Post n°709 pubblicato il 04 Marzo 2018 da adel1961
 

Avevo già fatto qui una chiffon cake utilizzando la fantastica Nocciolata nella glassa da copertura, ma stavolta ho voluto metterla direttamente nell'impasto in modo da rendere la mia chiffon marmorizzata certamente più goduriosa! E come ti potevi sbagliare?? Ovunque la aggiungo (nei biscotti, nelle torte, nelle glasse...) rende tutto spettacolare! Provare per credere e poi abbiamo anche la versione senza latte per tutti gli intolleranti. Le dosi riportate sono per lo stampo da chiffon (ossia quello con i piedini) da 18 cm, se avete quello da 24 basta raddoppiare le dosi:

150 gr. di farina
150 gr. di zucchero
8 gr. di lievito
1/2 cucchiaino di bicarbonato
3 uova (separate)
70 gr. di olio di semi leggero
90 gr. di liquidi (io ho utilizzato acqua)
vanillina
Nocciolata a sentimento! (io ne ho usati tre cucchiai abbondanti)

Il procedimento è sempre lo stesso. Ho messo i tuorli ed i liquidi in una ciotola ed ho amalgamato senza montare. Ho aggiunto la farina setacciata con i lieviti e lo zucchero ed ho amalgamato sempre senza montare troppo. A parte ho montato gli albumi a neve fermissima e delicatamente senza farli smontare li ho uniti al composto. A questo punto ho tolto un terzo dell'impasto e a questo ho unito la Nocciolata leggermente scaldata al microonde qualche secondo in modo da renderla più liquida. Ho versato quindi nello stampo classico da chiffon senza assolutamente imburrare, con i rebbi di una forchetta ho cercato di amalgamare sommariamente i due compisti ed ho infornato nella parte bassa del forno a 160° per circa 50 minuti. Una volta cotto il dolce l'ho sfornato e l'ho capovolto per dar modo così di non abbassarsi e rimanere sofficissimo.

 
 
 

Chiffon cake gusto ACE

Post n°708 pubblicato il 18 Febbraio 2018 da adel1961
 

Al mattino vogliamo fare il pieno di vitamine? Allora mettiamoci all'opera e prepariamo la chiffon cake gusto ACE. Cosa significa? ACE è un acronimo delle iniziali delle tre vitamine presenti nelle carote, arance e limoni ossia la vitamina A, la C e la E pertanto in questa torta sono racchiuse il TOP delle vitamine di cui abbiamo bisogno nella giornata. Seguite la mia ricetta e scoprirete una torta incredibilmente buona e sofficissima. La ricetta è talmente semplice che si fa ad occhi chiusi, unica accortezza: bisogna avere lo stampo apposito con i piedini perché dopo la cottura, capovolgendo il dolce fino a raffreddamento, questo permetterà di far crescere a dismisura e rendere il nostro dolce una nuvola! Per il mio stampo da 18 cm queste le dosi:

150 gr. di farina
150 gr. di zucchero
8 gr. di lievito
1/2 cucchiaino di bicarbonato
3 uova (separate)
70 gr. di olio di semi leggero
90 gr. di liquidi (io ho utilizzato succo di arancia e limone)
vanillina
scorza di una arancia e di un limone bio grattugiata
una carota grattugiata finemente

Ho messo i tuorli ed i liquidi in una ciotola ed ho amalgamato senza montare. Ho aggiunto la farina setacciata con i lieviti e lo zucchero ed ho amalgamato sempre senza montare troppo. A questo composto ho unito la scorza di arancia e limone grattugiate e la carota grattugiata finemente. A parte ho montato gli albumi a neve fermissima e delicatamente senza farli smontare li ho uniti al composto. Infine ho aggiunto all'impasto Ho versato quindi nello stampo classico da chiffon senza assolutamente imburrare ed ho infornato nella parte bassa del forno a 160° per circa 50 minuti. Una volta cotto il dolce l'ho sfornato e l'ho capovolto per dar modo così di non abbassarsi e rimanere sofficissimo.

 
 
 

Plumcake all'acqua con pistacchi e cioccolato

Post n°707 pubblicato il 18 Febbraio 2018 da adel1961
 

Esiste un dolce più semplice di così? Ma soprattutto un dolce così light ma così buono? Direi proprio di no! Ormai a casa mia è un must: ogni volta con pochi e semplici ingredienti ma con qualche tocco in più come in questo caso, rendono questo dolce un dolce da colazione perfetto da inzuppare. Sulla ricetta base ci possiamo veramente sbizzarrire: possiamo, come in questo caso, unire la granella di pistacchio e delle gocce di cioccolata, oppure al posto dell'acqua possiamo utilizzare del succo di arancia o limone, o possiamo unire qualsiasi tipo di frutta secca come l'uvetta o, come ho già sperimentato una volta, unire i semi di chia che donano croccantezza all'impasto. Per non parlare del fatto che è un dolce ideale per gli intolleranti al lattosio o alle uova e per di più on contiene burro. Insomma una ricettina jolly!

300 gr. di farina
250 ml di acqua
150 gr. di zucchero
60 ml di olio di semi
1 bustina di lievito
granella di pistacchio e gocce di cioccolato fondente

Si uniscono gli ingredienti secchi setacciati con i liquidi e si ottiene un composto omogeneo. Si uniscono la granella e le gocce di cioccolato. Si versa il tutto in uno stampo da plumcake ben imburrato e si inforna a 180° per circa 35 minuti. Tutto qui!

 
 
 

Chiffon cake alla Nocciolata

Post n°706 pubblicato il 18 Febbraio 2018 da adel1961
 

Come si può rendere ancora più goduriosa una torta già buona di suo? Ma chiaro! Con la Nocciolata ! Provare per credere! La chiffon è una nuvola di sofficità e da quando l'ho scoperta l'ho provata in tante versioni. Al naturale è buonissima, anche solo spolverata con lo zucchero a velo, ma se vogliamo renderla speciale basta darle un tocco in più e diventa divina! Come questa versione: impasto al naturale ma ricoperta con una glassa TOP di cioccolato e Nocciolata della Rigoni di Asiago  (stavolta la versione ultra golosa senza latte, adatta a tutti gli intolleranti). Per il mio stampo da 18 cm questa la dose:

150 gr. di farina
150 gr. di zucchero
8 gr. di lievito
1/2 cucchiaino di bicarbonato
3 uova (separate)
70 gr. di olio di semi leggero
90 gr. di liquidi (io ho utilizzato acqua)
vanillina

Per la glassa:

100 gr. di cioccolato fondente
2 cucchiai di Nocciolata (io senza latte)

Scaglie di mandorle tostate per decorare

Ho messo i tuorli ed i liquidi in una ciotola ed ho amalgamato senza montare. Ho aggiunto la farina setacciata con i lieviti e lo zucchero ed ho amalgamato sempre senza montare troppo. A parte ho montato gli albumi a neve fermissima e delicatamente senza farli smontare li ho uniti al composto. Ho versato quindi nello stampo classico da chiffon senza assolutamente imburrare ed ho infornato nella parte bassa del forno a 160° per circa 50 minuti. Una volta cotto il dolce l'ho sfornato e l'ho capovolto per dar modo così di non abbassarsi e rimanere sofficissimo.

Per la glassa ho semplicemente sciolto il cioccolato fondente al microonde ed ho unito due belle cucchiaiate di Nocciolata e una volta amalgamato ho fatto colare con un cucchiaio sulla superficie del dolce. Bellissima e TOP!!

 
 
 

Torta all'acqua al cioccolato

Post n°705 pubblicato il 21 Gennaio 2018 da adel1961
 

Altra tortina goduriosa nonostante non contenta latticini, uova e burro. Provare per credere! E' una torta che si presta poi a mille varianti perché nell'impasto possiamo mettere di tutto: frutta secca tritata, gocce di cioccolata, usare succo di arancia al posto dell'acqua etc. Insomma ricetta mitica!

280 gr. di farina
30 gr. di cacao amaro
250 ml di acqua
150 gr. di zucchero
60 ml di olio di semi
1 bustina di lievito

Si uniscono gli ingredienti secchi setacciati con i liquidi e si ottiene un composto omogeneo. Si versa il tutto il uno stampo ben imburrato e si inforna a 180° per circa 35 minuti. Tutto qui!

 
 
 
Successivi »
 

SEGUIMI SU INSTAGRAM

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 

CREME, SALSE, BASI

 

BISCOTTI

 

DOLCI VARI

 

LIEVITATI DOLCI

 

 

LIEVITATI SALATI

 

MUFFIN

 

PANE

 

PRIMI

 

SECONDI


 

CONTORNI

 

STUZZICHINI

 

TORTE DA CREDENZA

 

TORTE

 

TORTE DI COMPLEANNO

 

 

TORTE FREDDE E DESSERT

 

TORTE PER I PICCOLI

 

E-MAIL