**TEST**
Creato da adel1961 il 03/09/2007

la cucchiarella

blog di cucina

 

 

Crostata senza burro

Post n°780 pubblicato il 18 Marzo 2020 da adel1961
 

Le ricette della nonna sono sempre le migliori! Assolutamente di sicura riuscita e sperimentate da mani sapienti. Io per le mie crostate utilizzo da sempre una ricetta supercollaudata che non contiene burro e per questo ha un sapore molto delicato. Stavolta ho utilizzato per farcirla  la confettura di pere della https://www.rigonidiasiago.it che per me è da sempre una garanzia di bontà. Queste le dosi che utilizzo per una crostata di circa 24 cm di diametro:
300 gr. di farina
2 uova
150 gr. di zucchero
1/2 bicchiere di olio di semi
1 cucchiaino scarso di lievito
scorza di limone grattugiata

L'impasto si prepara in un attimo mettendo tutti gli ingredienti o in una ciotola oppure come ho fatto io nel Bimby. Una volta pronto si stende e si mette in una teglia ben imburrata. Si bucherella il fondo con i rebbi di una forchetta, si farcisce, si decora con la griglia e si inforna a 180° fino a doratura (30 minuti circa).

 
 
 

Biscotti di avena

Post n°779 pubblicato il 18 Marzo 2020 da adel1961
 

Ormai questi biscotti sono al primo posto della classifica di gradimento della mia famiglia! Li rifaccio praticamente tutte le settimane per arricchire la nostra colazione e senza troppi sensi di colpa. Eh si, perchè sono senza burro e senza uova ma pieni di energia grazia alla presenza dei fiocchi di avena e della frutta secca. Io ormai li faccio ad occhi chiusi ed ogni volta aggiungo un elemento nuovo: a volte mandorle tritate, a volte uvetta o cranberries, a volte granella di pistacchio e chi più ne ha più ne metta. Stavolta ho aggiunto il Mielbio  della https://www.rigonidiasiago.it che sicuramente da una marcia in più al gusto finale.
500 gr. di farina
50 gr. di fiocchi di avena piccoli (oppure leggermente tritati)
130 gr. di zucchero di canna
2 cucchiai di cacao amaro
140 ml di olio di semi
120 ml di latte (o poco più)
2 cucchiaini di lievito
1 cucchiaino di bicarbonato
pizzico di sale
nocciole tritate o altra frutta secca a volontà
4 cucchiai di miele

Ho messo tutti gli ingredienti in una ciotola capiente ed ho aggiunto man mano il latte fino ad avere un composto compatto come una pasta frolla. Ho poi steso sulla spianatoia ed ho ricavato dei dischetti con un coccapasta. Ho messo sulla teglia coperta di cartaforno ed ho lasciato cuocere a 180° per circa 20 minuti.

 
 
 

Torta di fagioli

Post n°778 pubblicato il 18 Marzo 2020 da adel1961
 

Ma si avete capito benissimo! Torta più magica e libidinosa di questa non c'è! Ha una texture quasi cremosa, una via di mezzo tra un fudge ed un brownie. Non contiene nè farina nè burro ed è senza lattosio quindi si presta a sopperire a tantissime intolleranze senza nulla perdere nel gusto. Io l'ho già fatta e rifatta in tantissime versioni: con gocce di cioccolato, con granella di pistacchi, con frutta secca, al gusto rhum. Insomma qualsiasi cosa vogliate aggiungere all'impasto la impreziosisce ancor di più. Le dosi per uno stampo non molto grande, direi massimo da 18 cm. altrimenti viene bassissima, sono queste:

250 gr. di fagioli cannellini già cotti
2 uova intere
1 cucchiaio di olio di semi
70 gr. di zucchero di canna
20 gr. di cacao amaro
1/2 bustina di lievito
1 bustina di vanillina
scorza di una arancia grattugiata
gocce di cioccolato

Io ho usato il fido Bimby ma va benissimo qualsiasi frullatore o mixer. Ho messo nel boccale i fagioli sciacquati e ben scolati nel boccale con l'olio ed ho frullato per bene fino ad avere una purea. Ho poi aggiunto il resto degli ingredienti ed ho frullato nuovamente fino ad avere un composto ben amalgamato. In ultimo, e fuori dal boccale, ho aggiunto le gocce di cioccolata. Ho quindi infornato a 180° per 30 minuti.

 
 
 

Ciambelline al miele e limone

Post n°777 pubblicato il 28 Gennaio 2020 da adel1961
 

Ma quanto sono soffici queste ciambelline!! L'impasto è quello del "ciambellone più soffice del mondo" che è sempre una garanzia di riuscita. Poi profumate con miele e limone sono una cosa pazzesca!! Noi le abbiamo tuffate in un tè bollente e la merenda è stata stra-apprezzata.

250 g di farina
230 g di zucchero
3 uova
130 ml di olio di semi
130 ml di acqua a temperatura ambiente
1 bustina di lievito per dolci
due cucchiai di Mielbio di Acacia della Rigoni di Asiago
scorza di un limone grattugiata

Al solito si montano le uova intere con lo zucchero, poi si unisce la farina setacciata con il lievito ed infine i liquidi ed il miele. Io ho messo l'impasto nelle formine di silicone a forma di ciambellina. Carine vero??

 
 
 

Chiffon cake alla Nocciolata bianca

Post n°776 pubblicato il 28 Gennaio 2020 da adel1961
 

Ma una cosa più goduriosa di questa l'avete mai vista?? Già di per se la chiffon cake secondo me è la torta da credenza più buona e soffice in assoluto. Poi se nell'impasto ci mettiamo una bella cucchiaiata di Nocciolata bianca e se, per non farci mancare nulla, la coliamo anche sulla superficie..... bè che dire!! Stra-to-sfe-ri-ca!!

150 gr. di farina
150 gr. di zucchero
8 gr. di lievito
1/2 cucchiaino di bicarbonato
3 uova (separate)
70 gr. di olio di semi leggero
90 gr. di liquidi (io ho utilizzato acqua)
vanillina
una cucchiaiata di Nocciolata bianca della Rigoni di Asiago

Ho messo i tuorli ed i liquidi in una ciotola ed ho amalgamato senza montare. Ho aggiunto la farina setacciata con i lieviti e lo zucchero ed ho amalgamato sempre senza montare troppo. A parte ho montato gli albumi a neve fermissima e delicatamente senza farli smontare li ho uniti al composto. Ho versato quindi nello stampo classico da chiffon senza assolutamente imburrare ed ho infornato nella parte bassa del forno a 160° per circa 50 minuti. Una volta cotto il dolce l'ho sfornato e l'ho capovolto per dar modo così di non abbassarsi e rimanere sofficissimo. Una volta fredda l'ho decorata con Nocciolata leggermente scaldata al microonde per renderla un pochino più liquida e colata sulla superficie.

 

 
 
 

Roll di frittata farcita

Post n°775 pubblicato il 04 Gennaio 2020 da adel1961
 


Ecco un secondo gustosissimo da preparare in anticipo che oltre ad essere buonissimo si presta a tantissime varianti e, cosa non da poco, è leggero in quanto la frittata che è alla base viene cotta in forno. Basta quindi prendere 5 uova, sbatterle leggermente con una forchetta, unire un pizzico di sale, aggiungere una forchettata di spinaci lessati e ben strizzati ed il gioco è fatto! Si mette il composto ottenuto in una teglia da forno non molto grande (direi 20x20) coperta con cartaforno e si inforna a 180 gr. per circa 20 minuti, giusto il tempo di farla rapprendere. Una volta cotta si lascia raffreddare perfettamente e si farcisce. Io stavolta ho spalmato la superficie con del formaggio spalmabile light ed ho aggiunto del salmone affumicato a fette. Ho arrotolato il tutto ed ho chiuso con della carta forno a caramella. Via in frigo fino al momento di portare in tavola affettato e su di un letto di insalatina. Buonissimo!

 
 
 

Strudel salato speedy

Post n°774 pubblicato il 04 Gennaio 2020 da adel1961
 

A volte di cucinare proprio non ne ho voglia! Altre mi chiudo in cucina e ne esco dopo averne fatte di ogni! Quando ho il frigo semivuoto in cui trovo solo qualche pezzo di formaggio o avanzi di affettati, allora ricorro alla pasta briseè già pronta (santa subito!). Al suo interno quindi possiamo mettere di ogni: verdure grigliate, affettati misti, formaggi, spinaci o altro. In questo caso io il mio strudel l'ho farcito con del prosciutto cotto e della scamorza affumicata tagliata sottilmente. Basta srotolare la pasta, farcirla al centro e tagliare a striscioline le parti laterali in modo poi da intrecciarle tra loro. In forno a 180° fino a doratura e portiamo in tavola facendo anche una porca figura!

 
 
 

Gallette integrale alle more

Post n°773 pubblicato il 04 Gennaio 2020 da adel1961
 

Questa estate ho avuto modo di raccogliere un bel cesto di more e dopo averne mangiato a volontà ho pensato che magari mi potevano tornare utili anche durante l'inverno e così ho provato a congelarne un bel vassoio. Idea furbissima: tolte da freezer erano come appena raccolte e le ho utilizzate per preparare la farcia di questa buonissima gallette! Come impasto ho utilizzato la pasta frolla di Montersino senza burro e senza uova e in versione integrale:

250 gr. di farina semintegrale
125 gr. di zucchero di canna
65 gr. di acqua
35 gr. di olio di semi
35 gr. di olio extravergine
1/2 bustina di lievito

more

Ho scaldato leggermente l'acqua e vi ho sciolgo lo zucchero di canna. Ho messo poi tutti gli ingredienti nel Bimby (ma va benissimo anche un semplice mixer o una ciotola e le mani): 20 secondi a velocità 5. Ho messo il composto ottenuto in frigo per una mezz'ora. Passato il tempo ho utilizzato la frolla per preparare questa buonissima gallette arricchendola con le mie more selvatiche. La gallette va in forno a 180° per circa 30 minuti.
 
 
 

Torta cioccolato e pere

Post n°772 pubblicato il 04 Gennaio 2020 da adel1961
 

Mai connubio è stato così azzeccato! Un classico della pasticceria: la torta pere e cioccolato. Sofficissima, goduriosa e con l'interno morbido e gustoso quando nel boccone si incontrano i pezzettini di pera. Ottima a colazione ma anche come fine pasto essendo molto umida. Insomma ogni momento è buono per gustarla. Queste le dosi che ho utilizzato per uno stampo da 24 cm. di diametro:

4 pere grandi mature
170 gr di farina
30 gr di cacao amaro
150 gr di zucchero
70 gr di olio di semi
2 uova
un vasetto di yogurt
100 gr di cioccolato fondente
1 bustina di lievito

Ho sbattuto le uova con lo zucchero per bene fino a renderle soffici e schiumose. Ho unito l'olio e lo yogurt mescolando per bene. Ho aggiunto infine le polveri ed in ultimo il lievito amalgamando per bene il composto. Ho unito quindi le pere tagliate a pezzettini ed ho riversato il tutto nella teglia ben imburrata ed infarinata. In forno a 180 gradi fino a cottura (all'incirca 30 minuti).

 
 
 

Sbriciolata al Dolcedì

Post n°771 pubblicato il 04 Gennaio 2020 da adel1961
 

La sbriciolata, non so se si era capito, dopo la chiffon cake è il mio dolce preferito: buono a tutte le ore, inzuppato nel cappuccino la mattina a colazione, o come dopopasto o tuffato in un tè caldo il pomeriggio. Ne ho fatte di ogni e questa versione mi mancava! Ho voluto ridurre drasticamente lo zucchero raffinato ed ho quindi utilizzato il Dolcedì un dolcificante naturale della Rigoni di Asiago. Dolcedì è un dolcificante naturale estratto esclusivamente da mele provenienti da coltivazioni biologiche ed è una alternativa naturale allo zucchero tradizionale, dalle straordinarie qualità. Grazie alla sua consistenza liquida infatti è perfettamente solubile in bevande calde e fredde. Lo si può quindi utilizzare anche per preparare prodotti da forno ed io l'ho quindi unito al mio impasto sbricioloso. Buonissima! E possiamo gustarla certamente senza troppi sensi di colpa.

300 gr. di farina
150 gr. di zucchero
1 uovo intero
80 gr. di burro freddo a lamelle (oppure 80 gr. di olio di semi leggero)
10 gr. di Dolcedì
1 bustina di lievito

Composta di mele home-made per farcirla

Si mettono tutti gli ingredienti dell'impasto in una ciotola capiente e con i polpastrelli delle mani si sbriciola il tutto (altrimenti con il Bimby: tutto nel boccale 20 secondi a velocità 5). Metà del composto si mette in uno stampo ben imburrato ed infarinato poi si farcisce la superficie con la composta di mele. Si ricopre quindi la superficie con le restanti briciole e si inforna a 180° per circa 30 minuti.

 
 
 

Chiffon cake al miele e pistacchio

Post n°770 pubblicato il 04 Gennaio 2020 da adel1961
 

Ma la chiffon cake quanto è buona!!! In tutte le versioni, semplice, al cioccolato, farcita, nuda, con frutta secca, e chi più ne ha più ne metta! Stavolta ho voluto utilizzare nel composto una pasta di pistacchio arrivata direttamente dalla Sicilia ed ho aggiunto (per non farmi mancare nulla!) il miele al composto: ne è uscita fuori una torta paradisiaca! Ho scelto il Mielbio di acacia in quanto è un miele molto delicato con un profumo di vaniglia che lo caratterizza. Accostamento fantastico. Le mie solite dosi per uno stampo piccolo da 18 cm. di diametro sono:

150 gr. di farina
150 gr. di zucchero
8 gr. di lievito
1/2 cucchiaino di bicarbonato
3 uova (separate)
70 gr. di olio di semi leggero
90 gr. di liquidi (io in questo caso ho utilizzato l'acqua)
scorza di un limone bio grattugiata
2 cucchiai di Mielbio di acacia della Rigoni di Asiago
2 cucchiai di pasta di pistacchio

Ho messo i tuorli ed i liquidi in una ciotola ed ho amalgamato senza montare. Ho aggiunto la farina setacciata con i lieviti e lo zucchero ed ho amalgamato sempre senza montare troppo. A questo composto ho unito la scorza di limone grattugiata e la pasta di pistacchio ed il miele. A parte ho montato gli albumi a neve fermissima e delicatamente senza farli smontare li ho uniti al composto.  Ho versato quindi nello stampo classico da chiffon senza assolutamente imburrare ed ho infornato nella parte bassa del forno a 160° per circa 50 minuti. Una volta cotto il dolce l'ho sfornato e l'ho capovolto per dar modo così di non abbassarsi e rimanere sofficissimo.

 
 
 

Pepite di granola al miele

Post n°769 pubblicato il 25 Novembre 2019 da adel1961
 

Questa è una delle pochissime ricette che ho fatto, rifatto e strafatto! Ormai in casa non se ne può fare a meno ed i miei amici a cui l'ho fatta assaggiare me la chiedono spessissimo. E' troppo buona!! si fa in pochissimo tempo, io ormai la preparo ad occhi chiusi e si mantiene per tantissimo tempo chiusa in un contenitore di vetro. A noi piace farla a pezzetti da sgranocchiare in qualsiasi momento della giornata come spezzafame e a colazione sbriciolata o nel latte o nello yogurt. Insomma è una ricetta top!! La possiamo personalizzare come più ci piace: io ogni volta metto un ingredienti diverso come mandorle, nocciole, uvetta, cranberries, semi vari, noci etc. Queste le mie dosi per una teglia grande da forno:

150 gr. di fiocchi di avena
60 gr. di mandorle con la buccia (o altra frutta secca)
50 ml. di miele, io Mielbio di acacia della Rigoni di Asiago che è piuttosto liquido
30 gr. di olio di semi
60 gr. di farina
30 gr. di acqua
semi vari a volontà

In una ciotola si mettono tutti gli ingredienti e con un cucchiaio di legno si cerca di amalgamarli il più possibile tra loro. Poi si depositano su di una teglia da forno ricoperta di cartaforno e con il dorso di un cucchiaio o con le mani bagnate si cerca di appiattirli il più possibile fino a creare uno strato sottile. Si passa quindi in forno a 170° e si fa fare una prima cottura. Quando comincia a colorire un pochino si tira fuori la teglia e con un cucchiaio si spezzetta la superficie e si rinforna nuovamente lasciando biscottare per bene. Il tutto circa 20 minuti. Croccantissime!!!

 
 
 

Crostata morbida alla Nocciolata bianca

Post n°768 pubblicato il 25 Novembre 2019 da adel1961
 

Che ne pensate, può entrare di diritto tra la categoria di dolci più goduriosi esistenti? Io li ho messi nella categoria “foodporn” non a caso… una base morbida e profumata ed una farcia stratosferica di Nocciolata bianca che è quanto di più libidinoso possa esistere! In realtà la preparazione di questo dolce è semplicissima ma a renderlo speciale è proprio questo ingrediente: se non lo avete mai provato questo è il momento di farlo, anche solo spalmato su una bella fettozza di pane a colazione. Veniamo dunque alla ricettina:

2 uova intere
100 gr. di zucchero
75 gr. di farina
25 gr. di Amido di Mais
vanillina
1/2 bustina di lievito
essenza limone
2 cucchiai di acqua bollente
1 barattolo di Nocciolata bianca della Rigoni di Asiago

Con il fantastico Bimby ho messo tutti gli ingredienti nel boccale ed ho fatto andare per 1 minuto a velocità 7. Ho imburrato la teglia apposita, vi ho versato il composto ottenuto ed ho infornato a 160° per 30 minuti.Se si vuole preparare invece con le classiche fruste elettriche, basta montare per bene le uova con lo zucchero fino a farle diventare spumose poi unire le farine ben setacciate con il lievito e la vanillina cercando di non smontare il composto, quindi con movimenti dal basso verso l'altro, ed infine unire le essenze e l'acqua bollente. Una volta cotta la base e raffreddata per bene, ho spalmato l’incavo con la Nocciolata e l’abbiamo pappata!!

 
 
 

Tartufini alla Nocciolata

Post n°767 pubblicato il 31 Ottobre 2019 da adel1961
 

Continua la saga dei dolcetti velocissimi da preparare ma goduriosi da morire! Poi questi in particolare sono un po' dei "svuotafrigo": io li ho fatti sempre con ingredienti diversi. A volte ho messo lo yogurt, a volte la ricotta o del formaggio spalmabile, a volte ho utilizzato i frollini al cacao, altre i rimasugli di biscotti. Insomma, si prestano a moltissime varianti. Stavolta li ho preparati con lo yogurt greco e invece dei biscotti ho utilizzato i Choco krispies. Comunque l'ingrediente sempre presente nei mie tartufini è sempre stata la Nocciolata che riesce ad amalgamare perfettamente il composto e dona un gusto incredibile!

Chiaramente nel prepararli vado un po' ad occhio quindi vediamo cosa ho utilizzato:

Choco krispies
uno yogurt grego
2-3 cucchiaiate di Nocciolata
2 cucchiaiate di marmellata di arance
qualche goccia di aroma rhum
cacao amaro o cocco rapè per spolverarli

Ho messo i choco krispies nel Bimby e li ho tritati finemente. Ho poi unito il resto degli ingredienti ed ho amalgamato per bene. Risulterà un composto malleabile con cui ho formato delle palline della grandezza di una noce che ho poi rotolato nel cacao amaro e nel cocco rapè. Una volta pronti li ho lasciati in frigo a rassodare perfettamente.

 
 
 

Dolcetti di Pavesini e Nocciolata

Post n°766 pubblicato il 04 Ottobre 2019 da adel1961
 

Esiste dolcetto più veloce, più goloso e godurioso, nonché più pratico? Direi che questi dolcetti non hanno eguali: si preparano in un attimo, li possiamo assemblare anche il giorno prima e riporli in frigo, piacciono ad adulti e bambini….. che altro??

Io li ho preparati così: ho spalmato su di un pavesino uno strato di formaggio spalmabile e in un altro uno strato di  Nocciolata.

Li ho poi uniti e inzuppati velocemente nel caffè freddo leggermente allungato con latte (o acqua) e li ho quindi rotolati nel cocco rapè. Tutto qui! Meravigliosi direi! E inutile dirvi che la Nocciolata fa la differenza!!

 
 
 

Cookies integrali ai semi di papavero

Post n°765 pubblicato il 03 Settembre 2019 da adel1961
 


500 gr. di farina (io ho utilizzato 300 gr. di farina 00 e 200 gr. di farina di Mentana integrale, che è molto ricca e profumata, l’ho trovata sul bellissimo sito di shop online di prodotti bio, vegan e cruelty free Ohanabioshop: dateci una occhiata, ci sono tantissimi prodotti!!)
130 gr. di zucchero di canna
140 ml di olio di semi
2 cucchiaini di lievito
1 cucchiaino di bicarbonato
100 gr. di fiocchi di avena tritati
50 gr. di semi di papavero
acqua q.b.

 

Questi biscotti sono semplicissimi da fare e si sporca solo una ciotola ed un cucchiaio: mettere tutti gli ingredienti secchi in una ciotola ed aggiungere i liquidi (l'acqua dipende dal tipo di farina utilizzata pertanto metterne un poco alla volta) ed amalgamare per bene fino ad ottenere un impasto tipo pasta frolla. Stendere poi con il mattarello un poco alla volta sulla spianatoia infarinata e con un coccapasta tondo creare i biscotti che metteremo sulla leccarda coperta di cartaforno. In forno a 180° fino a cottura (circa 15 minuti. Sono croccantissimiiiiii! Fatene tanti perché si conservano benissimo in una scatola di latta per diverse settimane….. sempre se non li mangiate subito!).

 
 
 

Yogomisù (o finto Tiramisù)

Post n°764 pubblicato il 03 Settembre 2019 da adel1961
 


Questo è un dolce “salva-linea”! Si, perché è leggerissimo ma di una bontà che ne mangerei allo sfinimento! Si prepara in maniera velocissima e necessita di pochi ingredienti. Non contiene né uova, né mascarpone, né panna: insomma cosa vogliamo di più!! Io, che sono notoriamente una goduriosa, l’ho arricchito con qualche cucchiaiata di Nocciolata all’interno…..tanto per non farmi mancare nulla! Ecco come l’ho preparato.

Un pacchetto di Pavesini
una confezione di yogurt cremoso alla vaniglia
una confezione di yogurt cremoso al caffè
Nocciolata Rigoni di Asiago
cacao amaro

Su un contenitore di vetro ho spalmato un paio di cucchiaiate di yogurt alla vaniglia, poi ho sistemato su tutta la superficie uno strato di Pavesini (non imbevuti mi raccomando!) che ho ricoperto con qualche cucchiaiata di yogurt al caffè questa volta. Ho poi messo qualche fiocchetto di Nocciolata della Rigoni di Asiago ed infine spolverizzato il tutto di cacao amaro. A questo punto si fa un altro strato (io ne ho fatti 4) sempre alternando i due tipi di yogurt e terminando l’ultimo strato con abbondante cacao amaro in superficie. Una volta pronto si mette in frigo per una notte. In questo modo i biscottini si imbibiscono per bene ed il giorno dopo il tutto sarà ben amalgamato e morbido al cucchiaio. Nulla da invidiare al classico Tiramisù!!

 
 
 

Sigari di pasta fillo alla Nocciolata

Post n°763 pubblicato il 03 Settembre 2019 da adel1961
 


Adoro la pasta fillo! Al contrario della pasta sfoglia la pastafillo non presenta al suo interno burro, ma olio, risultando così più leggera e una volta cotta in forno risulta croccantissima, friabile e si presta a molte preparazioni, sia dolci che salate. Stavolta l’ho utilizzata per preparare questi “sigari” e cosa potevo mettere mai come ripieno per renderli goduriosi all’ennesima potenza??? La mia amatissima Nocciolata  della Rigoni di Asiago !! Da sgranocchiare ad ogni ora del giorno, a colazione, a merenda e, perché no, quando sentiamo un po’ di languorino…. Ecco come li ho preparati e l’occorrente. Ho srotolato il foglio di pasta fillo e l’ho ritagliato in due. Sul lato lungo ho messo una generosa cucchiaiata di Nocciolata ed ho arrotolato a formare un sigaro. Mi raccomando i non lasciare scoperta la pasta perché secca immediatamente ma copritela con un telo tra una preparazione e l’altra. Una volta pronti li ho sistemati sulla teglia coperta di cartaforno ed ho infornato a 180° fino a che non sono diventati belli dorati (direi una decina di minuti). Una volta freddi li ho spolverati di zucchero a velo e ce li siamo pappati! Buonissimi!

 
 
 

Chiffon Cake ai kumquat

Post n°762 pubblicato il 27 Luglio 2019 da adel1961
 

Era da tanto che non infornavo una chiffon, una delle mie torte preferite. Stavolta, complice un amico che mi ha omaggiata con i frutti del suo fantastico alberello di kumquat, ho ignorato il caldo ed ho preparato la mia bellissima chiffon. Per dare ancora più aroma e gusto all’impasto, ho unito agli ingredienti alcune cucchiaiate della buonissima e profumatissima Fiordifrutta di Agrumi e zenzero della Rigoni di asiago : accoppiata vincente! Ne è scaturita una torta sofficissima e profumatissima. Da rifare sicuramente! Queste le solite dosi della chiffon con stampo da 18 cm.:
150 gr. di farina
150 gr. di zucchero
8 gr. di lievito
1/2 cucchiaino di bicarbonato
3 uova (separate)
70 gr. di olio di semi leggero
90 gr. di liquidi (io ho utilizzato il succo dei kumquat spremuti)
scorza di un limone bio grattugiata
2 cucchiai di Fiordifrutta di Agrumi e zenzero

Ho messo i tuorli ed i liquidi in una ciotola ed ho amalgamato senza montare. Ho aggiunto la farina setacciata con i lieviti e lozucchero ed ho amalgamato sempre senza montare troppo. A questo composto ho unito la scorza di limone grattugiata e la marmellata. A parte ho montato gli albumi a neve fermissima e delicatamente senza farli smontare li ho uniti al composto.  Ho versato quindi nello stampo classico da chiffon senza assolutamente imburrare ed ho infornato nella parte bassa del forno a 160° percirca 50 minuti. Una volta cotto il dolce l'ho sfornato e l'ho capovolto per dar modo così di non abbassarsi e rimanere sofficissimo.

 
 
 

Cookies senza zucchero

Post n°761 pubblicato il 27 Luglio 2019 da adel1961
 

No no, non sono affatto diventata vegana (non c’è pericolo!) ma questi biscotti, visti sul blog di Tavolartegusto, mi avevano intrigato parecchio ed ho voluto replicarli immediatamente. Parliamone: non contengono né farina, né uova, né burro, né zuccheri raffinati…… penserete: saranno di polistirolo!! No, affatto. Sono buonissimi e profumati perché io ho aggiunto, alla ricetta base, il Mielbio di acacia. TOP!!

  • 200 di fiocchi d’avena 100% (oppure crusca d’avena oppure fiocchi sbriciolati)
  • 100 gr di datteri
  • 50 ml di olio extravergine (che potete sostituire con olio di cocco, di lino, semi di girasole)
  • 30 gr di acqua
  • 1 cucchiaio di noci (oppure mandorle, nocciole, pistacchi, anacardi)
  • 1 cucchiaio di semi di zucca (oppure semi di lino, girasole, sesamo)
  • 2 cucchiai di bacche di gojii
  • 1 cucchiaio di uvetta
  • un pizzico di sale
  • 2 cucchiai di Mielbio di acacia della Rigoni di Asiago

Ho messo i fiocchi, l’olio ed i datteri nel Bimby ed ho tritato il tutto. Poi ho unito tutti gli altri ingredienti ed ho impastato il tutto creando un composto lavorabile. Poi con le mani inumidite con acqua ho formato delle palline che ho schiacciato per bene e le ho sistemate leggermente distanziate tra loro nella leccarda del forno coperta di cartaforno. In forno a180° per circa 15 minuti.

 
 
 
Successivi »
 

SEGUIMI SU INSTAGRAM

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 

CREME, SALSE, BASI

 

BISCOTTI

 

DOLCI VARI

 

LIEVITATI DOLCI

 

 

LIEVITATI SALATI

 

MUFFIN

 

PANE

 

PRIMI

 

SECONDI


 

CONTORNI

 

STUZZICHINI

 

TORTE DA CREDENZA

 

TORTE

 

TORTE DI COMPLEANNO

 

 

TORTE FREDDE E DESSERT

 

TORTE PER I PICCOLI

 

E-MAIL