Creato da perpoche1 il 31/07/2011

MOMENTI COSI'

IO

 

 

« ELOGIO ALLA FOLLIA- Eras...CERCARE, TROVARE SE STESSI... »

L'ORIGINALE DI SE STESSI...

Post n°85 pubblicato il 01 Settembre 2013 da perpoche1

Io sono convinto che pochissime persone siano, o desiderano essere, l'originale di se stessi. Molti uomini e donne si odiano a tal punto che per loro è obbrobrioso pensare di essere se stesse. Non amano stare in loro compagnia, in compagnia con se stessi, devono per questo ascoltare musica, vedere i programmi spazzatura della De Filippi o altri programmi simili sulle reti dello stato dove appaiono ragazze e ragazzi idioti che tutto sono fuorché ciò che appare.
D'altro canto, viviamo in una società talmente contraffatta che trovare una persona originale di se stessa, potrebbe essere un'impresa ardua. Tutti che tentano di assomigliare a tizia o caio. Specialmente le ragazze dall'età dell'adolescenza fino anche a qualche decennio dopo: non saranno mai se stesse. Lotteranno per essere l'originale di qualche altra ragazza o donna della TV. Ma non è possibile: NON ESISTE L'ORIGINALE DI QUALCUN ALTRO/A. Finché si tenterà di assomigliare o di imitare un'altra persona nei modi di fare, di parlare, di vestirsi, di mangiare, di fare colpo su altri, di fare sesso o altro, sarete solo delle brutte copie di una brutta e stupida persona che è fittizia, inventata e non originale.
Essere originali, significa essere sempre e solo se stessi. Imparare a volerci bene e ad amare la nostra compagnia. Vestire e parlare come noi pensiamo o, al limite, imparare ma non imitando altri per essere loro fan.
Impariamo ad essere l'originale di noi stessi, saremo apprezzati perchè belli, unici e solari. Impariamo a volerci bene: in fin dei conti saremo l'unica persona che resterà al nostro fianco per tutta la vita

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/INTROSPEZIONI1/trackback.php?msg=12332407

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
maidiremai_1973
maidiremai_1973 il 24/09/13 alle 09:19 via WEB
Secondo me parte tutto dai banchi di scuola, un continuo competere con i compagni,quando l'insegnante dice: (hai visto com'è bravo il tuo compagno?) e il bambino decide di imitarlo. Oppure quel brutto ricatto (se studi sarai promosso)e il bambino studia per essere promosso non perchè serve a se stesso. Per non parlare di quegli stupidi paragoni che i genitori fanno con i cuginetti. Nessuno o quasi nessuno insegna ai bambini che siamo tutti diversi e originali e che va bene così..al contrario insegnano a giudicare. Se una ragazza/o di scuola media non indossa mai i jeans o la minigonna viene guardata con un'altro occhio e viene emarginata. Da adulta se non segui la moda la società mette a disagio. Imitare gli altri secondo me è un modo per non sentirsi soli non sapendo che ognuno è speciale e che dobbiamo essere per prima noi ad accettarci come siamo. Che tristezza quei corsi dove insegnano ad amare se stessi.
 
 
perpoche1
perpoche1 il 31/10/13 alle 18:12 via WEB
Prima ancora dei banchi di scuola. Si dalla tenerissima età i genitori possono abituare i loro figli ad essere se stessi e non dipendenti da altri, nell'assomigliare loro o invidiarli. Purtroppo la TV e i vari giornali pettegoli vivono proprio sul creare aspettative circa alcuni personaggi dello spettacolo o calciatori. Quello che è peggio è proprio che l'ambiente domestico è permeato da un'atmosfera errata e, come conseguenza, i più giovani assorbono quell'ambiente e ne ricalcano il timbro...
 
VanigliaUnoBis
VanigliaUnoBis il 31/10/13 alle 22:05 via WEB
il Silenzio.. ho imparato ad essere me giudicandomi severamente e mi sono chiusa nel silenzio perchè era la cosa che piu' temevo al mondo.. si avevo paura del silenzio.. lo ammetto.. oggi quando posso mi prendo una bella pausa di silenzio e ci sto una meraviglia.. dolce notte..
 
 
perpoche1
perpoche1 il 01/11/13 alle 08:20 via WEB
giudicarsi severamente, secondo me, è uno degli errori che più si commette. A volte si diviene implacabili verso se stessi e molto accomodanti verso gli errori altrui. La regola che deve predominare è quella d'imparare a volersi bene usando raziocinio e giudizio... Buon inizio di giornata :) Enzo
 
   
VanigliaUnoBis
VanigliaUnoBis il 01/11/13 alle 15:57 via WEB
Sicuramente hai ragione su molte e in molti casi.. ma vedi spesso io ero esattamente ciò che hai descritto.. per evitare "me stessa" e molte paure mie.. anche non giustificate..mi "buttavo" in situazioni che non mi appartenevano.. e ahimè non sono tollerante con me anzi penso che per volersi bene bisogna guardarsi allo specchio.. costi quel che costi.. che io sia stata troppo tollerante verso errori altrui non lo metto in discussione e ahimè dovrò imparare ancora molte cose.. buona serata un sorriso
 
     
perpoche1
perpoche1 il 01/11/13 alle 17:22 via WEB
solo gli stupidi pensano di non dover imparare ancora moooolto :))) Un dolce sorriso a te :) Enzo
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 10
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Saledizuccherohurricane201perpoche1MinistradelCaossssirene.mantovavivianacarlimaristella0109alexxia_74NonnoRenzo0emozioni.a.coloritivogliocomeamantedaunfiorenoir.mysteresandraalbini
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom