Creato da unadonnaperAMICAdgl il 11/11/2005

RACCONTO E ASCOLTO

la vita, le emozioni, le delusioni, le conquiste, i sogni, i risvegli

 

« DOMENICA...Messaggio #271 »

COME ERAVAMO

Post n°270 pubblicato il 10 Ottobre 2007 da unadonnaperAMICAdgl
 

 http://blog.libero.it/AltreLatitudini/

Febbraio 1980

La sveglia suona…Con difficoltà riesco a staccarmi dai miei sogni, dal calore delle coperte, ma devo….devo farlo…il ciclo che scandisce i miei mesi da quando ero quasi bambina improvvisamente è scomparso…” mamma…non mamma”…emozioni violente, paure ancestrali, tutto in una miscellanea di attese e di tensioni impresse per sempre nell’anima…

Mi faccio la doccia, mi trucco, mi preparo…la casa è silenziosa, lui dorme ancora…io aspetto…il caffè, i biscotti…lui si alza…io aspetto…le mani sono una fonte di sudore…il cuore si ferma, riparte, accelera, poi si blocca…morirò forse….la tensione mi toglie il respiro, mi dà l’affanno…ma quanto è lunga un’ora?

Un’ora è uno spazio eterno, un’ora è una vita, un’ora è un oceano che ti risucchia …

Sono pronta per andare in ufficio, seduta sulla tavoletta del water…ma quanto è lunga un’ ora?

Il tempo si fermato, si è colorato di sprazzi di arancione, di lampi d’argento, di soffi d' aria tiepida, di musiche di angeli…l’ora è passata…

Sono immobile, non riesco a respirare, non riesco a piangere, non riesco a parlare…l’ora è passata...e un cerchietto che diventa accecante quanto una tempesta di sole mi sta illuminando il bagno, mi sta travolgendo con la sua luce, mi sta scaldando con il suo calore…un cerchietto comparso in una provetta sterile di farmacia mi sta urlando “mamma mamma”

Mi sento come se fossi la prima donna sulla terra, mi sento come se in me si fossero fuse tutte le donne della terra…sarò madre…che cosa sta succedendo dentro di me? Non vedo cellule, non vedo forme senza volto, vedo il mio bambino, vedo tutti i bambini del mondo…sarò madre…Cammino e sorrido alla gente…mi sembra impossibile che loro non sappiano che sarò madre…vorrei fermarmi, dirlo, cantarlo, sorridere, danzare…sarò madre…

Il miracolo dell’immortalità, il gioco della casualità, l’aggregazione di cellule, di cromosomi…e io sarò madre…


Oggi….


Una vita è passata…tutto è scorso nella mia mente come fotogrammi di pellicola…il primo

dentino, la prima parola balbettata, il primo bernoccolo, la prima sbucciatura, la corsa in pronto soccorso con la gamba rotta, il primo giorno di scuola, il primo brutto voto, il primo viaggio da solo…il primo amore…oggi mentre scrivo e ricordo, so che cosa è la felicità…è quella felicità che vale tutte le felicità del mondo…stringere e ricordare un fagottino vestito di azzurro attaccato al tuo seno da cui succhiava nutrimento e amore….e dinanzi a questo amore ti sciogli e ti senti completa, realizzata…ti senti donna.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

ULTIME VISITE AL BLOG

bagninosalinarovita1954csurfinia60alexamaxuriel5fuoco.e.cenerefosco6anmicupramarittimascarabeograsso1957ciaociaociaociao06giulianoalunnilucyvanpelt64gourmetvbpsicologiaforenseeliodoc
 

 

GIOCO NARRATIVO

 

 Scrivi un racconto a partire dall'incipit!

 Elenco Partecipanti

Elenco  Racconti

 

 

 

 

 

È men male l'agitarsi nel dubbio, che il riposar nell'errore.
 

A. Manzoni

 

immagine

Perchè ci sia la pace nel mondo, è necessario che le nazioni vivano in pace.

Perchè ci sia la pace fra le nazioni, le città non devono battersi le une contro le altre.

Perchè ci sia pace nelle città, i vicini devono andare d'accordo.

Perchè ci sia pace tra i vicini, è indispensabile che nelle case regni l'armonia.

Perchè nelle case ci sia pace, bisogna trovarla nel proprio cuore.

Lao-tze, VI sec A.C

 

VANTAGGI NOTEVOLI

"...Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile..."

- Woody Allen 

 

Anche quando avremo messo a posto tutte le regole, ne mancherà sempre una: quella che dall'interno della sua coscienza fa obbligo a ogni cittadino di regolarsi secondo le regole.
Indro Montanelli

 

Il male non è che fuori si invecchia, è che molti non rimangono giovani dentro.

Oscar Wilde

 

Là fuori, oltre a ciò che è giusto e a ciò che è sbagliato, esiste un campo immenso...

Ci incontreremo lì...

Mevlana Jelaluddin Rumi, XIII secolo

 

UDINE

La webcam  è posizionata sulla specola del Castello – uno tra i simboli più conosciuti della città – e riprende la centrale Piazza Libertà e la Loggia del Lionello (1448), splendido esempio di gotico veneziano, ora sede del Consiglio Comunale.

 

 

"La dove si danno alle fiamme i libri,

si finisce per bruciare anche gli uomini"

H. Heine

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 39
 

TAG

 

ULTIMI COMMENTI

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

AREA PERSONALE

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

LIGNANO