**TEST**
Creato da imperatoreghiaccio il 06/04/2008

Imperatore Ghiaccio

sono la brina che ti accoglie al mattino, sono l'urlo gelido che ti sorride la sera, sono il silenzio immenso e unico della notte, sono l'Imperatore Ghiaccio e dei miei brividi resteranno, solo gli arabeschi di sangue coagulati sulla tua pelle.

 

« Hoda L'impronta dell'alba »

da - Le porte dell'anima

Post n°1223 pubblicato il 28 Ottobre 2015 da imperatoreghiaccio

Era in piedi davanti al letto osservando la ragazza. Si rese conto in quell’istante della sua bellezza e di come si fosse adagiata sul letto in una posa estremamente sensuale.

< Hai mai fatto del sesso con una ragazza che devi legare perché non ti faccia del male fisico? >

< Indemoniata? >

< Non essere stupido e soprattutto limitato, essere razionali non significa per forza dover comprendere tutti i misteri dell’universo, perché ci sono aspetti della vita che non sono facili da comprendere nemmeno a chi li vive. Io sto bene nel mio buio e non sento la mancanza di una luce che illumini il lento cadere nel vuoto, ma a volte, per un attimo, ho bisogno di sentire un’emozione che nutra il corpo e il pensiero >Si rialzò dal giaciglio lasciando cadere la veste a terra, mostrandosi alla luce tremula delle candele disposte a cerchio attorno al letto. Gli occhi di Diaccio scivolarono sul fisico della ragazza, infilando la voglia dentro la pelle pallida.

< Sei davvero molto bella ed io sarei lusingato di fare l’amore con te, ma sono impegnato o almeno dovrei esserlo... >

< Nessuno lo è veramente per sempre > disse avvicinandosi lentamente, sinuosa come un felino in cerca del pasto.

< Non lo sono mai stato prima, ma ho iniziato a esserlo... >Replicò balbettando, mentre il calore del corpo prendeva forma in un lascivo adescamento. Lei prese un disco in vinile e lo mise sul piatto, la puntina criccando iniziò a leggere la traccia, restituendo attraverso le casse la musica del Bolero di Ravel, una melodia potente, insistente, sensuale, irresistibile.

< Davvero? > disse accostando le incandescenti labbra alla sua bocca. Le lingue si toccarono leggermente e poi iniziarono a guerreggiare fra loro, le mani di Diaccio raggiunsero quelle della ragazza nascoste dietro la schiena, serrandole in una presa cattiva, di nemesi.

< Fermati adesso o sarà troppo tardi. Devi legarmi saldamente >

< Va bene > disse col sorriso irriverente stampato in volto.

< Non hai capito, io ti prego di legarmi, perché quando raggiungo l’apice sono capace di cose che non riesco nemmeno a pensare >Disse sistemandosi a gattoni sul letto, appoggiando le mani alla spalliera e i piedi allo stesso modo contro i montanti del letto. Diaccio si spogliò gettando gli indumenti per terra, eccitato dalla visione della ragazza nuda sul letto, in preda a una frenesia che non conosceva.

< Legami! > urlò ancora voltando lo sguardo, trafiggendolo con la lava incandescente di quei mirabili gioielli incastonati nella voglia. Sempre più preso da un’irrefrenabile brama, raccolse i nastri di tessuto e cominciò a legare i polsi e le caviglie della ragazza, uno alla volta, girandole attorno, seguito dagli occhi infuocati di lei.

< Sono abbastanza stretti? > chiese a lavoro ultimato

< Non lo sono mai abbastanza! Spegni le lampade e anche le candele attorno al letto, lascia solo che la luce della luna filtri dalle persiane e ci accompagni nel viaggio >Dopo aver spento tutto, in un’oscurità impressionante, si avvicinò al letto a tentoni. Appoggiò le mani sulla morbida seta della pelle, punzecchiando con le dita sino alla testa, poi scivolò indietro con la bocca lungo la schiena, sino a giungere alla vulva fremente, la baciò, accostando le labbra all’umido fiore. Lei si contorceva mentre la sua lingua iniziava a scavare nel miele dolciastro di quel fiore perverso, i suoi lamenti aumentavano d’intensità a ogni assalto.Si inginocchiò dietro accostando il membro turgido, poi d’impeto s’insinuò in lei facendole emettere un grido di godimento, mentre inarcava la schiena offrendo i capelli da abbrancare come briglie per sorreggere il galoppo selvaggio. Inabissava colpi penetrando la ragazza che a ogni affondo aumentava i mugolii, sino a esplodere in un urlo animale. Diaccio sentì una fitta intensa sul collo, vicino alla nuca, guadagnargli l’orgasmo e poi restò ansimante sul corpo caldo che lentamente si rilassava.

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 

Blog d'argento

miglior sito

 

FACEBOOK

 
 

DIRITTI E ROVESCI

Licenza Creative Commons


La stirpe del Ghiaccio

by Aronne Micael Belial

is licensed under a

Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Italia License

Le POESIE pubblicate fanno parte della mia produzione letteraria e intellettuale e, ai sensi e per gli effetti dell'art. 2575 e legge n. 633/1941 c.c., sono di PROPRIETA' RISERVATA

VIETATO L'UTILIZZO SENZA IL CONSENSO DELL'AUTORE, L’USURPAZIONE DELLA PATERNITA’ DEI TESTI E’ PERSEGUIBILE A NORMA DI LEGGE.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Le immagini sono reperite nel Web, quindi valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo al creatore che provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato.

Per quanto riguarda testi di altri autori è riportata la citazione.

 

 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

fin_che_ci_sonopippi_luFataDispettobluiceeewoodenshipshadow.gocciaimperatoreghiaccioAronneMicaelBelialAmySyncopevansbloodsononotefatalimariomancino.mlascrivanapass27OPIUMPASSIONE
 

ULTIMI COMMENTI

Citazioni nei Blog Amici: 163
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: imperatoreghiaccio
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 59
Prov: IM