Creato da iamnobody2011 il 04/06/2011

Nessuno RossoBlù

Le Prilline & altro...

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: iamnobody2011
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
EtÓ: 27
Prov: AN
 

CHI SONO?

Sono un semplice tifoso della Pieralisi Volley, la squadra di pallavolo femminile di Jesi, la mia città; quella che una volta era chiamata Monte Schiavo e giocava in serie A1. Altri tempi ma la passione per questi colori e per queste ragazze è rimasta la stessa. In questo scalcinato blog cerco di raccontare la mia passione per le "prilline" (così venivano chiamate ai tempi dell'A1) e le loro imprese. Perché il nome "Nessuno Rossoblù"? Perché una volta qualcuno disse che nessuno seguiva la Pieralisi. Non dimentico però, l'altra mia passione: la musica. Ogni tanto mi diverto a dire la mia su artisti, eventi e tutto quello che mi colpisce del mondo musicale. Buona lettura! by Nessuno

 

LA PIERALISI PAN 2020/21

1) Agnese PEPA P '06 da Settore Giovanile

2) Elena CARLETTI S '03

3) Benedetta CECCONI L '96

5) Francesca MORETTI L '02

6) Alice GASPARRONI S '01

7) Elena FORESI P '00

8) Rebecca MAGI 0 '01 da Pesaro (B1)

9) Erica PAOLUCCI S '00

10) Talita MILLETTI C '02

11) Giorgia ANGELINI P '99

12) Laura CANUTI C '01 da Castelbellino (B1)

13) Beatrice SPITONI S '02 da Macerata (A2)

15) Alessia POMILI O '00

16) Nicol GIOMBINI S '00

17) Sofia CARLETTI S '02

18) Margherita MARCELLONI C '93 (Cap)

Allenatore: Luciano SABBATINI

Vice All.: Elisabetta BONCI

 

I MIEI LINK PREFERITI

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

TAG

 

AREA PERSONALE

 

Messaggi di Gennaio 2021

Il primo test del 2021

Post n°2089 pubblicato il 16 Gennaio 2021 da iamnobody2011
 

Acquattato in un angolo della "Carbonari", con la metà campo rossoblù lontana ed il tabellone segnapunti impossibile da vedere. Così ho assistito giovedì sera alla prima amichevole della Pieralisi Pan del 2021, la penultima prima del debutto in campionato di domenica 24 ad Imola. Un 5 a 0 netto e senza molta storia alla malcapitata Corplast, che ha messo in mostra una Pieralisi fisicamente già pronta e reattiva, un servizio che quando funziona fa male all'avversario ed una Giombini in palla. Se devo essere sincero temevo di essere rimbalzato da qualcuno della società, perché l'allenamento congiunto era a porte chiuse, quindi vietato a tutti, soprattutto ai tifosi come me! Ho rischiato, come le altre volte e come le altre volte mi è andata bene; solo la tipa dello staff della Corplast mi ha guardato stranita, come a voler dire "E questo che vuole?". Forse è per questo che mi sono sistemato in un angolino e non ho azzardato la gradinata, dove si è sistemato un altro dello staff ospite. C'era solo lui.

pieralisi - corridonia (amichevole)Era dal 6 ottobre che non vedevo la Pieralisi dal vivo, dal test con la Clementina 2020 giocato un martedì sera a Moie di Maiolati e devo dire che come allora, ne è valsa la pena, perché sono arrivate indicazioni interessanti, anche dal punto di vista tecnico. Certo, non c'è più "l'effetto sopresa" di quelle due uscite di ottobre, quando la squadra lavorava da un mese e c'era in tutti noi la speranza di vedere partire il campionato ai primi di settembre. Allora non conoscevo le nuove arrivate, soprattutto Magi, che mi aveva impressionato per la potente battuta in salto e l'elevazione in attacco. 

Giovedì sera coach Luciano ha proposto cinque sestetti diversi, uno per ogni set dando spazio a tutte le ragazze; e tutte hanno risposto alla grande, anche quelle che sanno di aver poco spazio durante la stagione. Anzi, a pensarci bene proprio quelle scese in campo nel quinto set, sono quelle che mi hanno fatto entusiasmare di più, perché in campo c'era una Pieralisi giovanissima ma soprattutto molto jesina (potrei dire "jesina muntobé!"); le uniche "straniere" erano Marcelloni e Spitoni ma il resto erano tutte ragazze cresciute nel vivaio rossoblù, dalle sorelle Carletti a Talita Milletti, il libero Cecconi fino alla palleggiatrice Agnese Pepa. Va detto che anche la Corplast aveva mandato in campo le seconde linee ma il set è stato avvincente ed appassionante: le ospiti che fuggono via, sembrano poter vincere la frazione ma ecco, grazie al servizio di capitan Marcelloni, la rimonta rossoblù che si concretizza sul 23-23, fino ai due colpi di Sofia Carletti per il 26-24 finale. 

Quinto set a parte, negli altri si sono alternate quelle che dovrebbero essere le titolari, perché al momento non credo che coach Luciano abbia in testa un solo sestetto titolare. Potrebbe essere quello del primo set con Angelini in regia, Pomili opposta, Canuti e Marcelloni al centro, Giombini e Paolucci alla mano e Cecconi libero; ma potrebbe anche essere quello del secondo con Foresi in diagonale con Magi, Gasparroni e Giombini schiacciatrici. Diciamo che, a parte Marcelloni e Canuti, le altre dovranno sudarsi il posto ogni settimana, senza considerare che una giocatrice può anche essere decisiva se parte dalla panchina, come accadeva spesso a Foresi nella passata stagione. Giovedì sera ho potuto apprezzare i progressi di Pomili nel nuovo ruolo; mi pare che i suoi movimenti ora sono più simili a quelli di un opposto che di un centrale. Tra lei e Magi sarà una bella lotta. 

Mentre guardavo la partita ho ripensato all'ultima gara ufficiale giocata alla "Carbonari" prima dello stop per l'emergenza Coronavirus: era proprio il "derby delle Marche" con Corridonia, il 15 febbraio 2020. Le ospiti passarono facilmente contro una Pieralisi in crisi di gioco e fisica, trascinate da una Benedetti incredibile. A vedere l'altra sera la Corplast...non c'è da stare allegri! D'accordo che era la prima uscita ufficiale e che Marcelloni & co sono più avanti nella preparazione ma il sestetto di coach Marega non ha minimamente impensierito le prilline, sempre in controllo totale del match. Si sono visti errori banalissimi, palloni che cadevano nella metà campo ospite mentre le giocatrici si guardavano spaesate, una Benedetti per metà partita lontanissima parente di quella ammirata quel 15 febbraio. La povera Paparelli magari sperava in un ritorno a Jesi più felice ma non è andata così, non ha neppure vinto il suo derby personale con Foresi (entrambe erano a Moie nell'anno della retrocessione in B2). Per loro insomma, ci sarà da lavorare parecchio. 

Oggi pomeriggio Marcelloni & co tornano in campo sempre alla "Carbonari" per quella che sarà la "prova generale" prima dell'esordio in campionato di domenica prossima. L'avversario sarà quello classico di questa pre-season, la Clementina 2020, reduce anche lei da due test, uno inter-regionale con la 3M Perugia e con la Lardini al PalaGalizia. Ad una settimana dal via del campionato credo che sia coach Luciano sia il tecnico Secchi, faranno pochi esperimenti e cercheranno invece, di lavorare su delle certezze, quindi mi aspetto di vedere una partita tirata come se fosse un match di campionato. Come giovedì sera, l'ingresso sarà vietato ai non addetti ai lavori. Ma a me piace rischiare...FORZA JESI! Nessuno

 
 
 

Numerologia rossobl¨: 8

Post n°2088 pubblicato il 14 Gennaio 2021 da iamnobody2011
 

Come ho avuto modo di scrivere nelle scorse settimane, ci sono dei numeri di maglia che nella storia rossoblù sono associati immediatamente ad una singola giocatrice. Gli esempi sono diversi: il 3 per Elisa Togut in serie A, il 14 per la Lo Bianco, il 13 per la Calloni ed il numero 8 per Simona Rinieri (nella foto LVF). Eppure proprio il numero 8 - protagonista della puntata odierna di Numerologia Rossoblù - prima dell'arrivo della simpaticissima (e fortissima) Simonita, di proprietarie importanti ne ha avute, soprattutto nei primissimi anni di A1 della Monte Schiavo. Come non ricordare una giovanissima Carolina Costagrande, in rossoblù proprio con l'8 dal 2001 fino al 2003? La schiacciatrice argentina non era ancora la fuoriclasse inarrestabile dei tempi della Scavolini ma cominciava a far vedere buone cose. 

simona rinieriMeno popolare e sicuramente meno appariscente è stata la cinese Wu Dan, libero della Monte Schiavo che perse la finale di Coppa Cev a Treviglio contro la Foppapedretti e che venne eliminata nelle semifinali scudetto sempre dalle bergamasche. Giocatrice poco reclamizzata, come del resto tutta quella squadra, dimostrò di essere un libero forte e presente soprattutto in difesa; solo il taglio dei costi nella stagione successiva impedì la sua conferma. L'8 negli anni della serie A è stato anche sulle spalle di giocatrici cresciute nel vivaio, come Giulia Borgogelli, che lo indossò tra il 2004 ed il 2006, o di atlete che hanno contribuito a portare il club nella massima categoria, come Evelyn Marinelli, libero della promozione in A1. Che numero aveva la bolzanina? L'8, appunto!

Dal 2006 però, questo numero è stato di proprietà di Simona Rineri, dal 2008 anche capitano della Monte Schiavo dopo l'addio di Elisa Togut. La schiacciatrice nativa di Ravenna è stata una delle leader di quegli anni, la giocatrice che se la palla scottava non aveva problemi ad assumersi la responsabilità di attaccarla; anche per questo era stata ingaggiata dai Pieralisi e lei aveva sempre fatto il suo, mettendo anche la faccia nelle serate più meste. A lei toccò anche l'onore di chiudere un famosissimo Jesi-Bergamo del maggio 2006, la prima vittoria in campionato contro la Foppa, proprio lei che con le orobiche aveva giocato per due anni. In una intervista di qualche anno fa, Gabriele Pieralisi disse proprio che Simona Rinieri era la giocatrice che gli era rimasta di più nel cuore. 

Dal 2010, anno della Decisione, l'8 è passato su diverse spalle, senza trovare pace. Forse l'unica ad averlo portato per due stagioni di fila è stata la giovanissima Lisa Burini, tra il 2014 ed il 2016, ovvero gli anni bui della serie C. Da quando il club di via Ancona è tornato nel volley nazionale, si sono alternate ben quattro ragazze: Monica Ciccolini, Federica Quintabà, Giorgia Giulietti e per l'ultima, Martina Belvederesi. Ora è il turno di Rebecca Magi, che con Simona Rinieri ha in comune non solo il numero ma anche...la città di Pesaro. Rebecca a Pesaro ci è nata, nel 2001, mentre Simonita a Pesaro ci ha giocato per ben due stagioni, vincendo una Coppa Cev. A Rebecca i migliori auguri per la stagione che sta per iniziare, cercando magari di vivere la pallavolo con lo stesso atteggiamento di Simona Rinieri, una che riusciva sempre a sdrammatizzare, restando comunque una grande professionista. FORZA JESI! Nessuno

 
 
 

Il calendario del girone D1 della Pieralisi Pan

Post n°2087 pubblicato il 13 Gennaio 2021 da iamnobody2011
 

1a giornata di andata. Domenica 24 gennaio 2021 ore 17.30 @ Imola (BO): Csi Clai Imola - PIERALISI PAN JESI;

2a giornata di andata. Sabato 30 gennaio 2021 ore 18.30 a Jesi: PIERALISI PAN JESI - 3M Perugia;

3a giornata di andata. Domenica 7 febbraio 2021 ore 17.30 @ Filottrano (AN): Lardini Filottrano - PIERALISI PAN JESI;

4a giornata di andata. Sabato 13 febbraio 2021 ore 18 @ Moie di Maiolati (AN): Battistelli-Termoforgia - PIERALISI PAN JESI;

5a giornata di andata. Sabato 20 febbario 2021 ore 18.30 a Jesi: PIERALISI PAN JESI - Elettromeccanica Angelini Cesena;

1a giornata di ritorno. Mercoledì 24 febbaio 2021 ore 18.30 a Jesi: PIERALISI PAN JESI - Csi Clai Imola;

2a giornata di ritorno. Sabato 6 marzo 2021 ore 17.30 @ Perugia: 3M Perugia - PIERALISI PAN JESI;

3a giornata di ritorno. Sabato 13 marzo 2021 ore 18.30 a Jesi: PIERALISI PAN JESI - Lardini Filottrano;

4a giornata di ritorno. Sabato 20 marzo 2021 ore 18.30 a Jesi: PIERALISI PAN JESI - Battistelli-Termoforgia;

5a giornata di ritorno. Domenica 28 marzo 2021 ore 17.30 @ Cesena (FC): Elettromeccanica Angelini Cesena - PIERALISI PAN JESI.

 
 
 

Due settimane al via

Post n°2086 pubblicato il 12 Gennaio 2021 da iamnobody2011
 

Smontato l'albero, rimesso nella scatola il presepio e le luci...è tempo di pensare al campionato. Tra due settimane infatti, se non ci saranno imprevisti dell'ultimo minuto, la grande macchina della B1 femminile si metterà in moto, finalmente aggiungo io. In realtà i motori delle sessanta squadre iscritte al torneo 2020/21 è da tempo che stanno rombando in attesa del semaforo verde, compreso ovviamente quello della Pieralisi Pan tornata in palestra il 4 gennaio dopo un breve vacanza per Capodanno. Sul tema degli imprevisti che potrebbero mettere a rischio il via, c'è il prossimo Dpcm, fissato probabilmente per il 15 gennaio, quando scade quello precedente e l'ipotetica terza ondata, temutissima da tutti. 

pieralisi - clementina 2020 (amichevole)Marcelloni & co è dai primi di dicembre che hanno ripreso con regolarità gli allenamenti presso il centro sportivo di via Ancona ma se nella prima parte di questa "nuova" preparazione (il raduno era stato fissato al 1° settembre) si erano limitate a lavori individuali, nelle ultime settimane hanno cercato di verificare il loro livello di gioco confrontandosi con l'unica squadra possibile, viste le rigide regole per le amichevoli: la Clementina 2020, già incrociata ai primi di ottobre, quando ancora tutti pensavamo di iniziare il campionato il 7 novembre. Proprio il match con l'altra formazione della provincia di Ancona ha di fatto chiuso il 2020, un buon test - quello del 29 dicembre giocato al PalaMartarelli - dove le prilline hanno messo in mostra ancora una volta il micidiale servizio ed una difesa attenta, qualità che dovranno essere le fondamenta per costruire una stagione tranquilla e senza preoccupazioni. 

Una piccola curiosità su queste amichevoli: il 2020 rossoblù si era aperto con una amichevole contro l'allora Castelbellino, alla "Carbonari" il lontanissimo 4 gennaio e si è chiuso con un test con la Clementina 2020, società nata dalla fusione tra Castelbellino e Moie. A gennaio non ci fu molta storia, quella Termoforgia a mio parere era più forte di quella attuale; stavolta il match, primo set a parte, è stato più equilibrato (o almeno così si legge sul sito della Pieralisi...). Ma è pur sempre una amichevole, quindi tutto va preso con le pinze. 

La trasferta di Imola è ancora lontana ma è bene arrivarci con una condizione fisica accettabile, quindi giovedì sera alla "Carbonari" è in programma un nuovo "allenamento congiunto", questa volta con Corridonia, che milita in B2 ed in estate ha cambiato diverse pedine, dando l'addio tra l'altro alle due ex jesine, Pettinari e Bianchella, ma ha dato il benvenuto ad un'altra ex rossoblù, Maria Chiara Paparelli. Fischio di inizio previsto per le 19.45 ma è bene ricordare che il test si disputerà a porte chiuse. Quello con la Corplast tuttavia non dovrebbe essere la "prova generale" in vista del debutto imolese, è probabile che la Pieralisi giochi ancora con la Clementina nei primi giorni della prossima settimana. Cercherò di saperne di più. FORZA JESI! Nessuno

 
 
 

Che fine hanno fatto? Maria Chiara Paparelli

Post n°2085 pubblicato il 10 Gennaio 2021 da iamnobody2011
 

La stagione che prenderà il via tra due domeniche metterà di fronte per la prima volta a livello di prima squadra, la Pieralisi e la Lardini, cioé le due società marchigiane che hanno calcato per diversi anni il prestigioso palcoscenico della serie A. Il luogo della sfida non sarà la A ma la B1, dove entrambi i club sono finiti attraverso la giostra degli scambi e delle acquisizioni dei titoli: le prilline hanno acquistato la categoria da Pesaro, le filottranesi facendo domanda sia per la B1 sia per la B2.

maria chiara paparelliMa se oggi Jesi e Filottrano sono avversarie, un tempo erano alleate nel progetto giovanile chiamato Vta, acronimo di Volley Territorial Academy, che comprendeva anche le società di Polverigi, Osimo ed Agugliano. Quell'avventura tuttavia, durò appena una stagione, quella del 2017/18, poi la Pieralisi se ne andò sbattendo la porta, non convinta di alcune scelte letteralmente dettate dalla Lardini sulle giovani rossoblù. In dote però, il Vta portò alla Pieralisi, impegnata nel campionato di serie B2, tre giovanissime di belle speranze del vivaio nero-rosa: le schiacciatrici Martina Pirro e Giulia Carbonari, e la regista Maria Chiara Paparelli. La prima di quella lista oggi gioca in A2 con Macerata, della seconda si sono perse le tracce, l'ultima invece ha dovuto sudare di più per emergere.

Maria Chiara Paparelli era arrivata a Jesi con l'etichetta di giocatrice giovane, dal tocco elegante e dal grande talento; la vicinanza di una atleta esperta e di carisma come Hawa Bara poteva solo aiutarla a crescere: insomma quella rossoblù poteva essere la sua grande occasione. Ma quella stagione non fu proprio fortunantissima per il club di via Ancona. Ai primi di settembre ecco la prima sorpresa, la gravidanza di Bara e la Pieralisi che si ritrova senza regista titolare ma soprattutto la giovane Maria Chiara costretta a prendere subito il timone di quella che era una corazzata con atlete di spessore come Da Col, Tallevi, Tozzo e Sara Lombardi. 

Tutto a posto? Macché! Ecco che alla vigilia della difficilissima trasferta di Corridonia proprio la Paparelli si fa male alla caviglia e deve lasciare spazio alla sua riserva, quella Federica Quintabà chiamata a pochi giorni dall'inizio del campionato quando stava meditando il ritiro, e con pochissimi giorni di allenamento con le nuove compagne. Con la regista anconetana però, la Pieralisi sbanca il PalaMattei ed una settimana dopo il campo di Monte San Giusto, due risultati che la promuovono titolare inamovibile. Al suo ritorno coach Luciano decide di dare fiducia alla palleggiatrice di Montecassiano nel morbido match col fanalino di coda Pontassieve e successivamente con Pagliare, altra squadra di bassissima classifica. Proprio con le ascolane però, Maria Chiara non sfrutta l'occasione e di fatto diventa la regista di riserva, utilizzata solo nelle situazioni disperate. Nei play-off infatti, le viene sempre preferita Quintabà.

Finita la stagione, la Paparelli torna alla "casa madre" Filottrano che la dirotta a Moie, società scelta come squadra di sviluppo del Vta. L'esperienza è disastrosa soprattutto per i risultati ma anche per le prestazione della giocatrice, inizialmente riserva di una certa Elena Foresi. Il cambio di guida tecnica (via Nica per il vice Giardinieri) promuove la ex prillina che trova fiducia e guida la Moncaro ad un posto in classifica che gli garantisce il ripescaggio. La Paparelli resta a Moie anche nella scorsa stagione, questa volta con i gradi di regista titolare ma il campionato delle ragazze di coach Lombardi è altalenante, almeno fino allo stop per il Covid-19.  Nella nuova società nata dalla fusione tra Castelbellino e Moie, la Clementina 2020, le viene preferita la giovane Ludovica Leonardi come cambio della titolare Gatto, così Maria Chiara decide di riavvicinarsi a casa, cedendo alla corte di Corridonia in B2, che ha completamente rinnovato la sua rosa. Decisiva nella scelta, la presenza del tecnico Marega, che aveva lavorato con la giocatrice negli anni del settore giovanile della Lardini. Non resta che augurarle quella fortuna, che a Jesi e Moie non ha avuto. FORZA JESI! Nessuno

 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUĎ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

IL CALENDARIO DELLE PRILLINE

GENNAIO 2021

Sabato 16 ore 18 a Jesi: PIERALISI PAN JESI - Battistelli-Termoforgia (amichevole); 

Domenica 24 gennaio ore 17.30 @ Imola (BO): Csi Clai Imola - PIERALISI PAN JESI (1a giornata and.);

Sabato 30 gennaio ore 18.30 a Jesi: PIERALISI PAN - 3M Perugia (2a giornata and.);

Domenica 7 febbraio ore 17.30 @ Filottrano (AN): Lardini Filotrano - PIERALISI PAN JESI (3a giornata and.);

Sabato 13 febbraio ore 18 @ Moie di Maiolati (AN): Battistelli-Termoforgia - PIERALISI PAN JESI (4a giornata and.);

 

NESSUNO ROSSOBL┘ ON FACEBOOK

Nessuno Rossoblù

 

 

 

 

Visita la mia pagina Facebook "Nessuno Rossoblu"!

 

ULTIME VISITE AL BLOG

amistad.siempreiamnobody2011Caffy54gibergamaschiattore2005sergioeanna00simona.selvaticoprolocoserdianaresidenza_fioritatuono690bamboccettyandrea13854franzbldomenico.merola
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom