Io blog perché sì!

"Ho lottato, e molto: credetti poter vincere (ma alle membra venne negata la forza dell'animo), e la sorte e la natura repressero lo studio e gli sforzi. E' già qualcosa l'essersi cimentati; giacchè vincere vedo che è nelle mani del fato. Per quel che mi riguarda ho fatto il possibile, che nessuna delle generazioni venture mi negherà; quel che un vincitore poteva metterci di suo: non aver temuto la morte, non aver ceduto con fermo viso a nessun simile, aver preferito una morte animosa a un'imbelle vita." GIORDANO BRUNO

 

 

« UN BERLUSCONIANO DELLA PRIMA ORAEVADO E MI FACCIO LA BARCA... »

LAZZARO, ALZATI E RICAMMINA!

Post n°541 pubblicato il 07 Febbraio 2009 da IronicoDistacco
 

Una volta si moriva in santa pace.
Anche se il malato si trovava all'ospedale, veniva il momento in cui medici a parenti si guardavano negli occhi e stabilivano di dimetterlo e riportarlo a casa, sospendendo le cure.
Non stiamo parlando del Medio Evo, stiamo parlando di qualche anno fa, quando io ero giovanotto e ho vissuto più o meno direttamente queste situazioni.
Presumo che adesso funzioni nello stesso modo, anche se ho notato una certa tendenza ad attaccare i malati alle macchine, anche quando nessuna macchina di questo mondo (manco una Ferrari!) sarebbe in grado di resuscitare il Lazzaro di turno.


Adesso però c'è Silvio, l'uomo che tutto può.
Anche sconfiggere la morte.
Anche resuscitare i morti. Pensavo fosse impossibile, e invece basta una firmetta su un foglio di carta (i colti lo chiamano decreto legge).


Che culo! Siamo stati fortunati come quelli che prendevano la polmonite dopo la scoperta degli antibiotici.
Altro che 6 al superenalotto, qui ci siamo guadagnati l'immortalità per decreto.


Ovviamente non si potrà dissentire.
Cioè nessuno potrà decidere il momento opportuno per togliere il disturbo, a meno che non decida di farlo da solo quando è ancora in forze.
Sempre che non venga firmato un altro piccolo decreto... un decretino... un de-cretino... in base al quale si stabilisca che nessuno è autorizzato a suicidarsi.


Proseguendo di questo passo, s'arriverà al punto di vietare, sempre per decreto, ai ragazzi di farsi una bella sega davanti al calendario dell'Arcuri.
E anche a quelli che tanto ragazzi non sono più.. (ogni riferimento a me è puramente casuale e frutto della fantasia).


 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/IronicoDistacco/trackback.php?msg=6466560

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
orion971
orion971 il 10/02/09 alle 14:47 via WEB
Sottoscrivo dalla prima parola all'ultima. Stavolta Silvio ha davvero toccato il fondo. Per quanto mi riguarda si potrebbe anche suicidare
 
 
IronicoDistacco
IronicoDistacco il 21/02/09 alle 13:09 via WEB
Si, però gli servirebbe una legge ad personam al contrario. Nel senso che avendo firmato un decreto pro-immortalità, non potrebbe suicidarsi, a meno di buttarsi in un altoforno e ridursi a una introvabile miriade di atomi sparpagliati qua e là. A quel punto ci verrebbe incontro il principio di indeterminazione di Heisenberg... sempre che questi baggiani non facciano un decreto stabilendo che le leggi della fisica non sono più valide.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: IronicoDistacco
Data di creazione: 31/05/2004
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: IronicoDistacco
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 48
Prov: MI
 
Citazioni nei Blog Amici: 16