Creato da pantouffle2011 il 28/09/2011

JAMBOREE

dove parlo, sparlo e soprattutto sproloquio

 

 

« Di sogni e bisogniIn tempi di siccità va b... »

Sono sparita per un anno

Post n°250 pubblicato il 07 Luglio 2015 da pantouffle2011
 

 

Sono sparita per un anno perché ho perso delle persone care. Molto care.

Come ho vissuto la cosa? Bene!

Bene come uno che si schianta contro un platano ogni giorno per un anno, certo. Solo confusa, contusa e barcollante, niente di che.

Come mi sono risollevata tra un trauma e l’altro? Facile!

Con una nuova mazzata, peggio dell’altra. Come se ti rompessi il femore per non sentire più la colica ai reni, per dire. Così non sai nemmeno più per chi o per cosa stai piangendo. E ti senti anche cretina. E talmente fragile che trovare la gomma della bici a terra ti fa desiderare di non essere mai nata.

Ma tranquilli, adesso sto bene: faccio colazione con la camomilla, salto i pranzi, ceno all’aperitivo; di notte stiro/metto ordine, leggo molto; di giorno mi agito e mi esagito, stordendomi di umori, odori e rumori. Mi tengo occupata, come gli alcolisti anonimi, nervosa come una tossica, perché è proprio di una dose che avrei bisogno, ma della voce di chi ho perso. Quel minimo per poter pensare, quel respiro necessario per un momento di lucidità. Ma chi non c’è più non può più farlo e chi ho perso per sua scelta non chiama neanche per dirmi crepa.

“Sono solo fasi della vita, domani è un altro giorno”, dicono le Rosselle che incontro.

“Ma tu sei forte, ce la fai.”, dice chi non vede l’ora di andar via.

“Reagisci. Prova a scrivere, dai un senso a questa cosa.”, ha consigliato invece Gianluca, amico mio carissimo.

Ed io l’ho fatto. Ho scritto e riscritto, per buttar fuori la rabbia di un anno, tutto il dolore che mi impedisce di respirare, la sofferenza che non mi permette di vivere.

“Sei contenta?”, ha chiesto Gianluca quando il mio scritto è stato pubblicato.

Sì, ma è il non poterlo dire a chi non mi è più accanto che mi ammazza. Perché le avversità le puoi affrontare da solo, ma sono le gioie che non puoi fare a meno di condividere.

E ti fanno sentire ancora più sola.
Una perdita si elabora in 5 fasi, si dice spesso.

Ma è una cretinata: una perdita si elabora invece nel momento in cui lo trasferisci dal cuore alla mente, come dice Concita De Gregorio. Perché solo con la mente si dimentica, non dal cuore. Ma spero davvero che non ci voglia una vita.


 

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/JAMBOREE/trackback.php?msg=13239660

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
fosco6
fosco6 il 07/07/15 alle 22:13 via WEB
Non ho parole per questa situazioni se non banali, quindi evito le solite frasi di circostanza.
Sono contento però che tu abbia pubblicato qualcosa, al di là del fatto che sia stata una specie di terapia.
Il Tempo dicono che guarisce tutti i mali, certamente li stempera, dipende da quanto ci vorrà.
Ti abbraccio forte.
Ciao....CARLO.
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 08/07/15 alle 08:49 via WEB
Grazie Carlo, ricambio l'abbraccio.
 
GianFrusaglia
GianFrusaglia il 08/07/15 alle 18:25 via WEB
mi spiace doverti dire che per dimenticare ci vuole un cuore di marmo e quello non lo vendono in cartoleria. ah mandami il titolo del libro, io lo vorrei leggere eh? baci
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 08/07/15 alle 21:17 via WEB
... oppure una memoria scarsa :-) Almeno su quella ci posso contare :-)) (Niente libro, ci mancherebbe, solo un racconto pubblicato su un quotidiano molto conosciuto). Un bacio grande.
 
   
GianFrusaglia
GianFrusaglia il 09/07/15 alle 11:56 via WEB
il titolo? dai su che voglio leggerlo, ora sto leggendo silvia zucca e non vedo l'ora di cambiare registro ;)
 
     
pantouffle2011
pantouffle2011 il 09/07/15 alle 13:31 via WEB
Uhm... non sono pronta a metterci la faccia :-)))
 
     
GianFrusaglia
GianFrusaglia il 10/07/15 alle 10:37 via WEB
ma hai visto la mia di faccia? su su.... XD
 
     
pantouffle2011
pantouffle2011 il 10/07/15 alle 21:05 via WEB
No che non l'ho vista :-DDDDDDDDDDD
 
fuoco.e.cenere
fuoco.e.cenere il 08/07/15 alle 19:31 via WEB
L’ironia per descrivere momenti difficili. Anche questo è uno stratagemma per esorcizzare un dolore feroce. Solo una tosta, e sono sicura che tu lo sei, è in grado di farlo. La mente ti porterà all’accettazione di quanto è successo, ma si prenderà tutto il tempo che le serve. Nel cuore rimarrà tutto il resto. Un abbraccio Pouff :-*
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 08/07/15 alle 21:22 via WEB
Non sono tosta, anzi. Mi scopro invece debolissima, anche di più di quello che ho sempre pensato. Ma magari si potesse cambiare quello che si è... ci si può sforzare, certo, ma quello che si è si resta. Ecco perchè mi aggrappo al sorriso e all'ironia: non mi resta altro. (Grazie per l'abbraccio, che ricambio con tutto il cuore)
 
meninasallospecchio
meninasallospecchio il 08/07/15 alle 21:20 via WEB
C'è un momento in cui non si vuole dimenticare, perché il dolore è l'unica cosa che ti tiene ancora legata alla persona che hai perso. Finisce quando riesci nella tua mente a creare un legame indissolubile, a erigere una specie di tempio interiore, che ti consente di portare quella persona con te, lasciando andare via il dolore. Va be', non serve a niente dirlo.
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 08/07/15 alle 21:42 via WEB
Il vero problema è lasciare andare le persone: mai stata capace di farlo. Non so cosa sia un addio, la parola fine è per me priva di significato. I sentimenti possono evolversi, diventare altro di altrettanto forte ed importante, per quanto diverso, ma morire no, questo mai. Figurati se posso accettare la scomparsa di qualcuno… se poi le persone sono più di una, (anche se altre si sono allontanate da me per scelta), ammetto tutta la mia incapacità ad affrontare la cosa. Ma forse hai ragione tu, alla fine forse sono io che non voglio dimenticare. Per quanto possa stare male faccio fatica a voltare pagina.
 
scorciodiluna
scorciodiluna il 09/07/15 alle 14:16 via WEB
I'm so sorry... vorrei scriverti 1000 cose per tirarti su, ma in questo momento non affiora quello che vorrei... un abbraccio forte forte forte
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 10/07/15 alle 09:19 via WEB
E' l'unica cosa che conta, le parole non servono. Per cui... grazie :-)
 
Narciso_Ale
Narciso_Ale il 09/07/15 alle 14:38 via WEB
Leggere questo post mi ha riportata alla mente le mie due perdite più grandi. Una di appena un anno fa, l'altra quasi 8. Io come avevo reagito? Aprendo ai tempi il mio primo blog perché scrivere era l'unico modo per esternare quello che avevo dentro, solo che la tristezza gioca brutti scherzi, perché mi nascondevo dietro l'ironia che tutti apprezzavano, ma ogni volta che tornavo a casa, da sola, il sapere di non poter più parlare con loro, con lei in primis e con lui l'anno scorso mi lasciava un senso di vuoto impressionante. Cosa ho notato però? Che mentre era morta mia madre io mi ero chiusa in un dolore nascosto per l'appunto dall'ironia e mi ero chiusa anche nel cibo, mettendo poi 18 kg in più. Ma tanto sei alta, mi dicevano, ma intanto io non mi riconoscevo più, nè esteticamente nè caratterialmente. Quando l'anno scorso è morto mio padre invece, ho come sentito il bisogno di reagire, di riprendere in mano la mia vita. E lì ho cambiato stile di vita, alimentazione, l'ironia non è più snervante. Nel frattempo ho chiuso il blog e riaperto un altro e nel frattempo ho perso i 18kg in più. Il dolore si manifesta in modo molto strano. Quindi che dirti, se non che capisco perfettamente come ti senti..
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 10/07/15 alle 09:27 via WEB
Anch'io ho aperto il blog in un periodo in cui stavo male. Avevo perso il lavoro, mia mamma era in una fase critica etc. Ed in effetti avevo trovato conforto. Poi c'è stato l'ultimo anno, faticoso, assurdo, quasi un circo nella sua assurdità, e sono rimasta senza parole, letteralmente. Forse, come dici tu, ogni volta il dolore si vive in maniera diversa, ed io devo solo trovare il mio, non lo so. (Grazie!)
 
ALDABRA72
ALDABRA72 il 09/07/15 alle 16:01 via WEB
Mannaggia! cos'altro posso dirti? Niente, lo so bene. Senza ironia ci saremmo già sparate...
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 10/07/15 alle 09:27 via WEB
Non ci sono parole, in effetti, e poi l'importante è esserci, giusto? Per cui, grazie :-)
 
Lilli1982dgl
Lilli1982dgl il 10/07/15 alle 10:56 via WEB
Ciao! Sono mesi che non curo più il mio blog. Non so più cosa scrivere, non ho più argomentazioni e mi spiace anche rimuoverlo. Quindi è lì, muto. Tra l'altro con le foto che non si vedono nemmeno più. Adesso stavo curiosando qua e là e sono arrivata da te, scoprendo che sei tornata... Mi spiace davvvero tanto per ciò che ti è successo e ti capisco... (E sono le solite frasi fatte, lo so bene!) Io sto ancora piangendo per la morte della mia Cindy, e si tratta di una cagnolina, per cui, figuriamoci in rapporto ad una persona! Non ci sono parole e c'è pochissimo da aggiungere! Forza e coraggio! (E anche questa è un'altra frase fatta!!!) Un bacio! P.S. quel libro l'ho letto un paio d'anni fa e ho pianto per una settimana....
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 10/07/15 alle 21:12 via WEB
Non ci sono parole, è vero, ma è il pensiero che fa la differenza, per cui grazie, grazie davvero. (Ero passata da te infatti, ed ho visto che eri un po' svogliata... succede dai...)
 
occhi_che_sorridono
occhi_che_sorridono il 10/07/15 alle 11:04 via WEB
A volte gli occhi sorridono perché se iniziassero a piangere nn smetterebbero più. Ti capisco maledettamemte bene Michi ma nn ho davvero nessuna parola utile in questo momento, solo la stessa incapacità con gli addii. Un isteric-abbraccio :)
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 10/07/15 alle 21:08 via WEB
Anche tu allergica agli addii? Pensavo di essere la sola. :-) Grazie per la solidarietà e soprattutto per l'abbraccio che ricambio di cuore :-*
 
Dr.U
Dr.U il 10/07/15 alle 13:19 via WEB
Certe perdite non si superano. Possono raccontarmi quello che vogliono, per me è così. Forse è colpa mia, ma sapere che qualcuno se ne è andato e non per cause di forza maggiore è un tarlo che scava dentro. Si supera? Si, si va avanti a vivere. Ma certi libri, certe canzoni, certe abitudini non hanno più lo stesso sapore. Certe telefonate continuano a mancare, sempre. Ok...non volevo deprimerti eh...:-DD
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 10/07/15 alle 21:10 via WEB
Non mi hai depresso, anzi. Mi piacciono le persone schiette... (Ho perso più di una persona, chi per causa maggiore e chi no... bel periodino eh?)
 
massimocoppa
massimocoppa il 10/07/15 alle 13:33 via WEB
mi dispiace... Parli di "scritto pubblicato": sei una scrittrice?
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 10/07/15 alle 21:13 via WEB
Ti sembro una scrittrice? :DDDDDD Assolutamente no. Mi hanno solo pubblicato un racconto, ma non ci sarà nessun seguito. Figurati...
 
camnisi1943
camnisi1943 il 11/07/15 alle 00:49 via WEB
E' notte oramai cara amica Michela, ma volevo augurarti questa magica e serena notte. In questa e solo questa in cui i tuoi sogni si potranno tramutare in vera realtà. Buon Week end. clicca e lasciati condurre in alto verso il cielo celeste, ciao Camillo.
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 28/07/15 alle 01:35 via WEB
E' ancora notte, anche se non la stessa, e con lo stesso spirito auguro una felice settimana a te. Ciao Camillo, grazie :-)
 
mauriziomattioni
mauriziomattioni il 12/07/15 alle 20:05 via WEB
ciaoo Michela ..posso solo citare una frase che mi lascio mia madre quando il signore decise di prendersela tra le sue mani.ero piccolo ma uno scritto me lo lasciò..citava..Se mi ami non piangere .e nelle angustie del tempo pensa che un giorno saremo riuniti oltre la morte dissetati dalla fonte inestinguibile della gioia e dell'amore infinito..non piangere se veramente mi ami..sai la vita restituisce sempre quella forza perduta.ridona sempre un sorriso a chi essa stessa combattendola la vissuta .. Maurizio..
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 28/07/15 alle 01:37 via WEB
... la vita restituisce sempre quella forza perduta? Magari fosse vero :-( Grazie Mauri, un abbraccio.
 
   
mauriziomattioni
mauriziomattioni il 16/08/15 alle 11:24 via WEB
sono uscito dalle macerie del terremoto del friuli lasciando li sul posto gente che amavo pensavo di non possederne piu ma poi la vita mi ha reso quello che sono sulle ceneri di coloro che per un destino beffardo mi tolsero.la forza e in noi nulla ci e dato di sapere ma nulla ci è sconosciuto..noi non siamo vita forse ^_^ciao Michela bella domenica a te ^_^ Maurizio..
 
   
mauriziomattioni
mauriziomattioni il 16/08/15 alle 11:25 via WEB
sono uscito dalle macerie del terremoto del friuli lasciando li sul posto gente che amavo pensavo di non possederne piu ma poi la vita mi ha reso quello che sono sulle ceneri di coloro che per un destino beffardo mi tolsero.la forza e in noi nulla ci e dato di sapere ma nulla ci è sconosciuto..noi non siamo vita forse ^_^ciao Michela bella domenica a te ^_^ Maurizio..
 
sols.kjaer
sols.kjaer il 17/07/15 alle 19:00 via WEB
Sparire a volte lo devi fare o per forza oppure per resettare oppure per scappare, nel frattempo si calmino le acque (del mare) Poi quando il mare e calmo, ricompari dal nulla. Previet
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 28/07/15 alle 01:38 via WEB
... sì, spunto qua e là. Un po' come i funghi :-) Grazie per essere passato.
 
LegalAlien
LegalAlien il 17/07/15 alle 22:20 via WEB
Leggerti è stato come un deja vu. Non ho consigli da darti, ognuno elabora come sa, o forse come può. Scrivere aiuta e non poco ma tu.... cerca ed evita di riconoscerti nel tuo dolore. P.S. so che non è consolatorio ma per dovere di verità... io ci ho impiegato 10 anni (ma io sono lento come un bradipo) In bocca al lupo
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 28/07/15 alle 01:38 via WEB
10 anni...????? Mi hai ucciso :-(
 
camnisi1943
camnisi1943 il 19/07/15 alle 18:35 via WEB
Ciao Michelina e buona domenica, ma se anche da te ci sia caldo, puoi optare per un posto come questo.clicca e buona vacanza, Camillo.
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 28/07/15 alle 01:39 via WEB
Caldo, caldissimo. Ma soprattutto umido. Che fortuna eh...
 
dinobarili
dinobarili il 27/07/15 alle 14:53 via WEB
Ciao. Scrivi ancora. Mi piace leggerti. Sei un fenomeno. Dino
 
 
pantouffle2011
pantouffle2011 il 28/07/15 alle 01:40 via WEB
Tu sei matto :-)))) Grazie Dino, un abbraccione.
 
   
dinobarili
dinobarili il 28/07/15 alle 20:24 via WEB
Ciao. Si impara più dalle sconfitte ... Che dalle vittorie. Te lo dice uno che di sconfitte ne ha avute tante ... È le ha superate arrivando a 80anni. Dino
 
     
pantouffle2011
pantouffle2011 il 29/07/15 alle 19:50 via WEB
Te l'ho detto che da te c'è sempre da imparare... :-)))
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: pantouffle2011
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 107
Prov: EE
 

 

ULTIMO FILM VISTO

 

 

ULTIMO LIBRO LETTO

 

 

 

 

 

MA QUANTI SIAMO?

tracker

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 136
 

ULTIME VISITE AL BLOG

la.cozzacassetta2martin.talesmaristella750fedechiaraalberto9natalydgl7Lilli1982dglardizzoia.nataliaaniram1959mauriziocamagnasibillixAVV_PORFIRIORUBIROSAsweetness752002
 

ULTIMI COMMENTI

Qualquadra non cosa.
Inviato da: cassetta2
il 13/05/2020 alle 18:04
 
TAnti auguri ovunque tu sei..... :-)
Inviato da: sweetness752002
il 12/01/2020 alle 10:19
 
...eeeeeeeeeeee NON ciiiiiiiiiii seiiiiiiiiii...
Inviato da: alberto9
il 14/04/2019 alle 10:33
 
:-)
Inviato da: sweetness752002
il 12/01/2019 alle 13:04
 
Un anno di assenza. Anche se tu non mi pensi, di certo tu...
Inviato da: camnisi1943
il 19/06/2016 alle 22:14
 
 
 

Gentile omaggio di Alberto9 :-)

 

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

"Giochiamo a nascondino?"

"Okay, ma se ti trovo ti bacio."

"Va bene. Se non mi trovi sono dietro la porta."