ECCHIME

Almanacco de quando me pare

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 99
 

 

 

 

« AnniversariCinemà, frenetica passion »

Beirut

Post n°2586 pubblicato il 11 Agosto 2020 da jigendaisuke

Sapete tutti cosa è successo a Beirut, la settimana
scorsa. Inutile dire che a "cadavere" ancora caldo,
sono subito spuntati filmanti in cui si vedevano
chiaramente missili da ogni dove... anche che
partivano dal punto dell'incendio!

Lasciate le fake news ed il complottismo ad altri,
meglio l'informazione seria.

Agosto 7, 2020

Viaggio nei quartieri dell’esplosione, tra le difficoltà
ad andare avanti e la rabbia verso una classe politica
che non vogliono più

Agosto 8, 2020

La gente scende in piazza e manifesta contro il
governo, assaltati ministeri. Decine di feriti

Agosto 9, 2020

Una rivolta, contro la politica e il sistema

Perchè il popolo libanese, soprattutto i giovani,
si sono un po' rotti i coleos di un sistema diretto
dalle varie milizie, soprattutto Hezbollah, e dalla
longa manus di Siria ed Iran (che poi è anche il
motivo per cui Israele interviene in Libano).

Agosto 9, 2020

E poche ore dopo la segue il ministro dell’Ambiente.
E la gente torna in piazza.

Agosto 10, 2020

Il presidente Aoun ha accettato le dimissioni del premier
che resta facente funzioni fino alla formazione del nuovo
governo.

 

Ma cosa succede in Libano, da mesi?

Peccato che non sia disponibile la puntata di Guerra
e pace, in cui era ospite il patriarca maronita
Béchara Boutros Raï il quale disse apertamente che
era dalla parte dei manifestanti a qualunque religione
appartenessero, perchè loro avrebbero il potere di
abbattere il sistema di potere quasi mafioso in
vigore nel Libano.

Ma c'è questo articolo di uno degli ospiti fissi del
programma.

Libano, la ricostruzione di uno stato fantoccio

 

 

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/JigenDaisuke/trackback.php?msg=15054908

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
maps.14
maps.14 il 11/08/20 alle 14:10 via WEB
BE’...tutto sommato, dopo la tua eloquente disamina, preferisco credere ai missili delle fake news. Per lo meno... avrebbero più senso di un governo che non ha mai rappresentato i libanesi. :-(
 
 
jigendaisuke
jigendaisuke il 11/08/20 alle 19:26 via WEB
Nel frattempo, gli eventi hanno preso una piega ulteriore, rispetto a ieri pomeriggio, quando ho preparato il post (con l'aggiunta dell'articolo di Negri, stamattina). Il Libano per anni è servito solo ai ricchi musulmani per spassarsela nei locali in di Beirut o per i loro affari sporchi, poi è scoppiata una feroce guerra civile (iniziata dalle milizie cristiane). Bisogna appoggiare i giovani che manifestano, la parte più colta e preparata del Libano, e che vogliono liberarsi del potere delle varie milizie e delle mire di Stati vicini. Spero solo che la protesta porti a costruire un nuovo Stato, con solide istituzioni democratiche, non vorrei che finisse come le altre primavere arabe.
 
Cherrysl
Cherrysl il 11/08/20 alle 19:40 via WEB
È una vittoria per tutti quando un popolo si ribella e chiede più democrazia. La gioventù libanese in particolare sta dando segni di vitalità. Facciamo il tifo per loro e che nuove elezioni portino veri cambiamenti. È stata una sconfitta per la democrazia, invece, in Bielorussia. Sembra che il percorso sia ancora lungo, ma i semi della ribellione ci sono...
 
 
jigendaisuke
jigendaisuke il 11/08/20 alle 22:22 via WEB
Non sarà facile abbattere un sistema di potere fondato su veri e propri clan, in un Paese in cui il confronto politico si fa anche con le autobombe. Questi ragazzi che lottano insieme, senza pensare alle divisioni religiose, non devono essere lasciati soli. In Bielorussia Luckashenko sta riuscendo a fare peggio di Putin o di altri leader di Paesi ex sovietici, la aua principale antagonista è dovuta scappare in Lituania, ma le altre migliaia di oppositori non sono così fortunati
 
cassetta2
cassetta2 il 12/08/20 alle 17:25 via WEB
L’ex ministro dell’Economia Raoul Nehme ha rassicurato la popolazione dicendo che non ci sarà alcuna carestia dovuta alla mancanza di farina o di pane. Quindi tra due settimane non ci sarà più nulla da mangiare.
 
 
jigendaisuke
jigendaisuke il 12/08/20 alle 20:58 via WEB
E sei anche troppo ottimista
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: jigendaisuke
Data di creazione: 05/11/2006
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

surfinia60jigendaisukeITALIANOinATTESAseveral1Sono44gattinfilax6.2cassetta2sofya_mmassimocoppaninograg1ditantestelleCherryslRosecestlavieQuartoProvvisorioaliasnove
 

ULTIMI COMMENTI

ALT! Non fraintendere, io parlo di una piccolissima...
Inviato da: jigendaisuke
il 26/10/2020 alle 19:34
 
Se c'è un lieto fine, le preferisco. E mi pare che...
Inviato da: jigendaisuke
il 26/10/2020 alle 19:28
 
Preferiva le storie che non finiscono... idem
Inviato da: several1
il 26/10/2020 alle 15:59
 
il lavoro in nero è una scelta e io ho un conto in banca a...
Inviato da: cassetta2
il 26/10/2020 alle 12:52
 
Già
Inviato da: jigendaisuke
il 26/10/2020 alle 05:17