**TEST**
Creato da ninograg1 il 16/01/2006

XXI secolo?

Vivere e sopravvivere nel nuovo medioevo italiano

Get the Radio DgVoice verticall no autoplay widget and many other great free widgets at Widgetbox! Not seeing a widget? (More info)
 

STO LEGGENDO E RACCOMANDO

 

 

siti

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: ninograg1
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 59
Prov: MS
 

AREA PERSONALE

 
Citazioni nei Blog Amici: 197
 
 

SHINY STATS; TROLLS

DIRECTORY

 

TCPA;OIPA

 
Leggi a questo link

 

      aumenta page rank

 

MOTORI

 immagine Best blogs ranking

 

 

XML, PULIZIA

 Basta! Parlamento pulito  Feed XML offerto da BlogItalia.it  immagine immagine Iscriviti I heart FeedBurner 

 

LIST

  Blogarama - The Blog Directory Powered by FeedBurnerIscriviti a RSS aggiornamenti dal titolo: Powered by FeedBurnerSono membro della AM Blog directory

 

GREENPEACE & ARCOIRIS

immagine immagine BlogGoverno    Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare. Federico Fellini  

 

 

MATRIX 1

un mondo senza regole e senza confini 

Il Fatto Quotidiano

http://www.ilfattoquotidiano.it/

Scudo della Rete

BlogNews

 

NESSUNO TOCCHI CAINO; PACS

immagine   immagine

 

VARIA GRAFICA

immagineDirectory dei blog italiani

 

BLOGITALIA

          BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

« Gap reddito: Il 20% più ...elezioni: le balle e la ... »

Calo delle nascite, l’espressione ‘Vecchio Continente’ non è mai stata più vera

Post n°4539 pubblicato il 23 Gennaio 2020 da ninograg1
 

Fonte: Il Fatto Quotidiano Loretta Napoleoni Società - 19 Gennaio 2020

 

L’espressione “Vecchio Continente” non è mai stata più vera. L’Europa è infatti oggi la regione con la popolazione più vecchia al mondo. L’età media è 43 anni, 12 in più rispetto al resto del mondo. L’invecchiamento è un fenomeno inarrestabile, che va avanti da decenni – entro il 2035, circa una persona su quattro avrà 65 anni rispetto a uno su 13 nel 1950 – e, secondo gli esperti, sta per subire un’accelerazione pericolosa. Le Nazioni Unite, infatti, prevedono che dal 2021 la popolazione europea inizierà a contrarsi.

Tra le conseguenze più preoccupanti di questo trend c’è la caduta della crescita. L’economista del Fondo Monetario Philip Engler ha calcolato che entro il 2050 i cambiamenti demografici faranno contrarre il reddito pro capite in Francia, Spagna, Italia e Germania dai 4.759 ai 6.548 euro, prendendo come base i prezzi del 2010. In concomitanza, durante lo stesso periodo, la spesa sanitaria per gli anziani e per le pensioni salirà.

Proiezioni della Commissione europea prevedono che entro il 2040 entrambe queste voci rappresenteranno il 25% del Pil nell’Unione europea. In termini monetari, l’economia d’argento, come viene definita quella che ruota intorno agli anziani, entro il 2025 sarà pari a 6.400 miliardi di euro – nel 2015 era appena 3.700 miliardi di euro – e sarà responsabile di quasi il 40% dei posti di lavoro creati.

Il paese dove l’invecchiamento è più marcato è il nostro. Il trend è di lunga data: negli anni Venti, quindi un secolo fa, la media era di 2,5 bambini, mentre per donne nate subito dopo la seconda guerra mondiale la media scende a 2. Ma è negli ultimi dieci anni che il tasso di natalità è letteralmente crollato: siamo a 1,32 figli per donna, significativamente inferiore al 2,1 definito come il livello minimo di cui un Paese ha bisogno per mantenere la sua popolazione.

Secondo l’Istat, l’anno scorso l’Italia ha registrato il numero più basso di nascite da quando il paese è stato unificato nel 1861. Se non ci fossero le emigrate che procreano di più, i dati sarebbero ancora più bassi. Le donne italiane hanno infatti un tasso medio di natalità di 1,2 bambini, mentre quello delle emigrate è di 1,9, la somma produce una media nazionale di 1,32.

A seguito del crollo delle nascite, la popolazione attiva italiana si sta riducendo rapidamente. Con solo 440mila bambini nati, meno della metà del numero di italiani morti, la popolazione sta invecchiando e diminuendo costantemente. Quasi il 23% degli italiani ha ora più di 65 anni. Il problema è aggravato dall’emigrazione in aumento.

Un numero crescente di giovani emigra per sfuggire ai problemi economici del Paese: nel 2019 160mila italiani hanno lasciato il paese, il livello più alto dall’inizio degli anni Ottanta. Siamo come un paese che sta affrontando l’estinzione? In un certo senso il pericolo è proprio questo.

Secondo gli esperti e le organizzazioni internazionali come l’Onu, il problema della bassa natalità in Italia è legato al pessimo andamento dell’economia, alla mancanza di infrastrutture che aiutino la cura dei figli e all’alto debito pubblico. In altre parole, la situazione sarebbe ben diversa se l’economia italiana assomigliasse di più a quella scandinava, ben strutturata per essere di sostegno ai genitori, specialmente nei primi anni di vita dei figli. Sicuramente questo è vero per quanto riguarda l’ampiezza della contrazione delle nascite in Italia, ma non è una spiegazione sufficiente per l’invecchiamento della popolazione europea.

Alla radice della flessione delle nascite c’è anche un atteggiamento culturale nei confronti dei figli diverso da quello del passato. Questi non più visti come un investimento, e cioè braccia necessarie per lavorare la terra, come è avvenuto nel corso della storia dell’uomo.

Anche il ruolo dei genitori è cambiato. Oggi è molto sentita la responsabilità nei confronti dei figli e questo porta molti ad avere meno figli per dedicar loro più tempo ed energie.

Le statistiche, le proiezioni e i dati economici, dunque, descrivono un fenomeno preoccupante, e cioè l’invecchiamento della popolazione, ma non bastano per farcene capire le ragioni. L’invecchiamento e la contrazione della popolazione europea sono un fenomeno della modernità, con cui bisogna imparare a convivere e che bisogna imparare a gestire.

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Karamazov/trackback.php?msg=14764532

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
jigendaisuke
jigendaisuke il 23/01/20 alle 23:09 via WEB
Senza contare le coppie che non fanno figli perchè preferiscono divertirti. Ma poi, i conti pubblici potranno resistere considerando che maggiore è la popolazione anziana, quindi non attiva, e minori saranno le entrate fiscali?
 
 
ninograg1
ninograg1 il 27/01/20 alle 19:39 via WEB
jigendaisuke il 23/01/20 alle 23:09 via WEB fare figli oggi è un atto di egoismo puro e semplice che risponde più all'istinto di autoconservazione della specie che alla cosciente scelta...
 
woodenship
woodenship il 24/01/20 alle 03:52 via WEB
Ci sono tante cose, tanti problemi che bisognerebbe imparare a gestire: la globalizzazione, la crisi climatica, le migrazioni, la rivoluzione tecnologica, le crisi finanziarie...ma non mi sembra che si stia cercando di imparare, piuttosto si sta incollati ad un passato ormai disperato........
 
 
ninograg1
ninograg1 il 27/01/20 alle 19:40 via WEB
woodenship il 24/01/20 alle 03:52 via WEB ti capisco... troppe cose e tutte difficili da seguire e gestire. le menti semplici danno di matto con il seguire una semplice squadretta di calcio immaginiamoci seguire temi complicati che richiedono un qi superiore a.. 70!!!!
 
elyrav
elyrav il 24/01/20 alle 08:01 via WEB
Per forza non si fanno figli. Si deve solo lavorare e pensare alla carriera. Buon fine settimana
 
 
ninograg1
ninograg1 il 27/01/20 alle 19:41 via WEB
elyrav il 24/01/20 alle 08:01 via WEB altrove lo si fa senza patemi d'animo... qui è tutto lasciato al singolo: una questione di civiltà.. che a noi manca
 
amici.futuroieri
amici.futuroieri il 24/01/20 alle 10:42 via WEB
è l'ultimo dei nostri problemi .... e nessuno indica soluzioni! Non per caso.
 
 
ninograg1
ninograg1 il 27/01/20 alle 19:42 via WEB
amici.futuroieri il 24/01/20 alle 10:42 via WEB concordo...
 
nina.monamour
nina.monamour il 25/01/20 alle 18:25 via WEB
Con tutti questi problemi che ci sono in giro caro Nino, mettere in cantiere di fare un figlio è da folli, si è persa anche la voglia di fare sesso, felice fine settimana.
 
 
ninograg1
ninograg1 il 27/01/20 alle 19:42 via WEB
sottoscrivo
 
maresogno67
maresogno67 il 27/01/20 alle 19:52 via WEB
lo scenario è questo e non è statico... ma peggiorerà. Ma i servizi sociali e sanitari per lo tsunami delle persone autosufficienti ci saranno?
 
 
ninograg1
ninograg1 il 27/01/20 alle 21:39 via WEB
maresogno67 il 27/01/20 alle 19:52 via WEB no che non ci saranno soprattutto perchè si va verso una sanità quasi del tutto finanziata dalle assicurazioni private che notoriamente non sono lì per filantropia ma per fare profitti... chi non può si rivolge a quel che resa del pubblico che già ora è morto..
 
nina.monamour
nina.monamour il 27/01/20 alle 20:44 via WEB
Come ho già scritto Nino, il declino della fertilità in Italia è legato alla mancanza volontaria di figli, è un fenomeno di massa. C’erano persone in passato che finivano la loro vita senza figli, e questo era considerato una tragedia, li si guardava con compassione. Oggi chi non ha figli spiega che è una "scelta". E’ uno stile di vita che aumenta la loro libertà, la loro autonomia, la loro soddisfazione. Se l’Italia continua su questa strada, non penso che la società italiana sopravvivrà così come è oggi. E’ possibile che l’Italia sarà osservata dal resto del mondo come un esperimento, per capire come una società può sopravvivere a questo terremoto. Saremo una cavia per il resto del genere umano, buon inizio di settimana.
 
 
ninograg1
ninograg1 il 27/01/20 alle 21:41 via WEB
siamo in buona compagnia e non siamo cavie perchè, all'interno della grande redistribuzione del mercato globale, la nostra quota è pressochèpari a zero e quindi ininfluente...o spariamo o rimaniamo non frega nulla a nessuno
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

ULTIME VISITE AL BLOG

maresogno67elyravcarloreomeo0shadow_15124hfukrlnina.monamourcarlomessina10jigendaisuketwister007ninograg1sistemaconsulenzepensieri_alventoaren.13GUATAMELA1Lalla3672ormalibera
 

I MIEI BLOG AMICI

- The BoNny
- piazza alimonda
- considerazioni
- Giovani e politica
- vivazapatero
- montagneverdi...
- melodie dell'anima
- bruno14
- *Serendipity*
- Di tutto, di piu'
- Ali Rosse...
- La dea Artemide
- ora ci penso..
- solo per satira; ogni tanto guardo e nn c'era il tuo profilo....
- sterminatore1986
- ossevatorio politico
- blog dedicato ai fumetti: wow!
- neverinmyname
- SOLI CONTRO LA MAFIA
- Gira e Rigira
- Prodi vs SilvioB 3-0
- (RiGiTaN's)
- Job interview
- l'edicolante
- ricambio generazione
- BLOGPENSANTE
- Geopoliticando
- Frammenti di...
- EARTH VIRTU'
- Reticolistorici
- BLOG PENNA CALAMAIO
- Lapiazzarossa
- Il mondo di Valendì
- Italia democratica
- piazza carlo giuliani
- In Equilibrio..
- PENSIERI IN LIBERTA
- MOSCONISMO
- GIORNALE WOLF
- ETICA & MEDIA
- siderurgika
- Il mondo per come va
- lecosistema...
- MONDO NOSTRUM
- IlMioFavolosoMondo
- *STAGIONI*
- LA VOCE DI KAYFA
- NO-global
- hunkapi
- Writer
- alba di nina ciminelli
- imbrogli i
- ippogrillo
- PENSIERO LIBERO
- Perle ai Porci
- ROBIN HOOD
- Un blog demo_cratico
- Aderisci al P.G.M.I.
- rinnegata
- RESPIRA PIANO
- Anima
- Cose non dette
- PersoneSpeciali
- diario di un canile
- Sassolininellascarpa
- disincanto.....
- Dolci note...!
- STAIRWAY- TO- HEAVEN
- vivere è bello
- bijoux
- mecbethe
- my goooddd....
- ...riflettendo.
- BOBO E ZARA
- la Stella di Perseo
- forever young
- ECCHIME
- Regno Intollerante
- io solo io
- MONICA
- coMizia
- Femminilita
- @Ascoltando il Mare@
- nel tempo...
- Non vinceranno!
- Doppio Gioco
- cigarettes & Coffee
- MOONCHILD
- Avanguardia
- Il Diavolo in Corpo
- Angolo Pensatoio
- Assenza di gravità
- cera una volta
- DI TUTTO E DI PIU
- ORMALIBERA
- FATAMATTA_2008
- TUTTOENIENTE
- ZELDA.57
- Triballadores
- club dei cartoni
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

NON LASCIAMOCISOLI & CHE

O siamo Capaci di sconfiggere le idee contrarie con la discussione, O DOBBIAMO lasciarle esprimere. Non è possibile sconfiggere le idee con la forza,perchè questo blocca il libero Sviluppo dell'intelligenza "
Ernesto Che Guevara
  

XXI secolo?

↑ Grab questo Headline Animator

 

IDEOGRAMMA DI PACE; EMERGENCY

GRILLO

  No TAV